Passa ai contenuti principali

HYÈRES E L'ISOLA DI PORQUEROLLES #FranceFR

Famosa località balneare, Hyères si estende tra cielo e mare, ricca di una storia di 2400 anni...

Nell’XI secolo, i signori di Fos si installarono alla sommità della collina e fecero costruire una possente fortezza,

i cui resti si visitano ancora oggi. Vi invitiamo ad andare a spasso tra le numerose viuzze pittoresche della città

medievale alla scoperta di un patrimonio di grande ricchezza e molti monumenti storici. Da non perdere assolutamente

la Torre dei Templari, sulla Place Massillon. Non esitate a salire in cima alla città vecchia per godere di

una vista mozzafiato sulla costa e sulle Iles d’Or.

Alla fine dal 18esimo secolo, Hyères diventa una delle località di villeggiatura più frequentate della Costa Azzurra.

Ha ospitato illustri scrittori ed è stata il luogo di soggiorni invernali di una élite culturale e politica , dalla regina

Victoria a Picasso, Bunuel, Robert Louis Stevenson e ancora Edith Warthon. La Villa Noailles è uno dei simboli più

forti di questo periodo, ora sede di incontri internazionali nel campo delle arti della moda, del design e dell’architettura.

Giardino della Costa Azzurra, Hyères è sempre stata conosciuta per la ricchezza delle sue colture e dei suoi frutteti.

Già nel XVI secolo, Caterina di Medici ammira gli agrumi a Hyères, che le ricordano la sua Italia natale e sogna

di costruire una casa circondata da un aranceto. Cinque secoli più tardi, approffittiamo sempre della dolcezza

del nostro clima mite, dove quattro giardini, classificati da un marchio nazionale, ci promettono viaggi sensoriali

e colorati attraverso il mondo.

Come evocare Hyères, senza parlare del suo gioiello naturale, l’arcipelago delle Iles d’Or? Porquerolles rimane

l’isola più famosa delle tre con le sue spiagge di sabbia bianca, l’acqua turchese, stile “caraibi” e i suoi 60km di

sentieri che si percorrono unicamente a piedi o in bicicletta in un ambiente incontaminato... Lasciatevi incantare

da un bicchiere di rosé di Porquerolles, sulla terrazza di un caffè, in Place d’Armes, osservando le colombe. La

fondazione Carmignac si sta installando sull’isola, nel cuore di un vigneto e crea un centro d’arte moderna, inaugurazione

prevista nel 2017.

Nell’isola di Port-Cros, cuore di Parco Naturale, la natura regna sovrana. Vero paradiso dotato di una flora eccezionale,

rifugio di uccelli, è il primo Parco Nazionale marino d’Europa. I fondali sottomarini soddisferanno i subacquei

più appassionati, per un’immersione indimenticabile...

La terza isola, l’Ile du Levant, la cui fama è dovuta al villaggio naturista “Héliopolis”, creato 80 anni fa dai fratelli

Durville, allo scopo di vivere in armonia con la natura, favorendo il rispetto di sé, degli altri e dell’ambiente naturale.

80 ettari di una vegetazione abbondante dove si è liberi di passeggiare nudi, salvo in alcuni luoghi pubblici.

Altra particolarità di Hyères, la penisola di Giens, collegata al continente da due sottili strisce di terra chiamate

tomboli. Tra questi è presente una zona umida, le Saline dei Pesquiers, oggi riserva ornitologica. Con 25 km di

spiagge, il mare è presente dappertutto a Hyères e offre tutti i piaceri di una vacanza: farniente, bagni, picnic in

famiglia ecc...

Il villaggio di Giens, dalla pittoresca atmosfera provenzale, con i pittori e i negozietti sulla piazza della chiesa di san

Pietro, merita un’occhiata. La scoperta dal porticciolo del Niel, con i pescatori appena tornati dalla notte in mare,

la mattina presto, o ancora la passeggiata sul sentiero dei doganieri, tra diversi porticcioli, costituiscono la bellezza

di questo territorio. Senza dimenticare la famosa spiaggia dell’Almanarre, dove su più di 4km gli appassionati

praticano windsurf e kitesurf.

Hyères è oggi un punto di incontro di grandi eventi internazionali nei campi della nautica, della fotografia e del

design.

Come avrete capito, le ragioni per partire alla scoperta di Hyères e delle Iles d’Or sono tantissime!

Vi invitiamo a venirci a trovare!

Per saperne di più: www.hyeres-turismo.it

Post popolari in questo blog

Add-Url

Potete condividere i vostri post nel gruppo Eventinews24 di Facebook al link https://www.facebook.com/groups/eventinews24group/?ref=bookmarks   Al fine di velocizzare l'inserimento mandate il comunicato dovrebbe essere scritto nel corpo della mail e l'immagine allegata alla mail. Mandate almeno due settimane prima. Scrivete a iaphet@hotmail.com Non vi garantiamo l'inserimento, solo le informazioni più interessanti. Cordiali saluti, Iaphet Elli www.eventinews24.com _____________ あなたが ウェブサイトを持っている、あなたが 知りたいですか? www.eventinews24.com はあなたに、このページに あなたのリンク を追加したすることができます。 iaphet@hotmail.com に 書き込み、 オブジェクトを入力し 、「リンクの友達を追加 」 _____________ 你有一個網站,你想知道嗎? www.eventinews24.com為您提供了添加你的鏈接此頁面上的能力。 寫iaphet@hotmail.com和輸入對象“添加鏈接FRIEND ” _____________ У вас есть сайт и вы хотите знать? www.eventinews24.com дает вам возможность добавили свою ссылку на этой странице. Напишите iaphet@hotmail.com и введите объект " Добавить ссылку ДРУГУ " ______

Arte Fiera 2016 > 29 gennaio - 1 febbraio 2016, BOLOGNA

ph. di @Cecile De Montparnasse La 40° edizione di Arte Fiera torna a Bologna 29 gennaio - 1 febbraio 2016 COMUNICATO STAMPA Tra Gallerie e artisti sempre in aumento, la 40° edizione della Fiera Internazionale di Arte Moderna e Contemporanea apre le porte di BolognaFiere al grande pubblico dal 29 gennaio all’ 1 febbraio 2016 . Arte Fiera 2016 si prepara a celebrare i suoi primi 40 anni: un importante anniversario da festeggiare insieme ai protagonisti che ne hanno fatto la storia, tra artisti, galleristi e personaggi, mostrando per la prima volta i Maestri italiani che si sono distinti nel mondo, tutti passati per i padiglioni bolognesi. L'anniversario cade in un momento storico in cui l’arte italiana domina i mercati internazionali. I grandi artisti contemporanei e moderni registrano record senza precedenti e questo conferma una leadership mondiale per la Fiera bolognese. Il ruolo di Arte Fiera è sempre più affermato e questa edizione servirà non sol

I glass cube sul Lago di Dobbiaco | Chalets dotati di letto matrimoniale

glass cube Il candore splendente della neve trasforma gli alberi del bosco in uno scenario fatato, illuminando e filtrando tra le grandi vetrate degli Skyview Chalets, 12 innovativi glass cube sul Lago di Dobbiaco (BZ), a pochi chilometri dalle maestose Tre Cime di Lavaredo. Qui non ci sono confini tra il paesaggio invernale e gli ambienti interni che profumano di trucioli di cirmolo e avvolgono di calde emozioni gli ospiti, che scelgono di ritagliarsi momenti preziosi in questi originali e riservati Chalets in totale sintonia con la natura. Sdraiarsi sul letto e ammirare come la neve scende dolce dal cielo mentre il bosco è inondato di luce è solo una delle private sensazioni che si possono vivere negli Skyview Chalets. Il tetto, infatti, può diventare trasparente per sognare osservando i fiocchi che cadono o di notte le stelle che brillano. Un rifugio romantico e raffinato, per fuggire dal caos quotidiano, ma nel cuore delle Dolomiti Patrimonio Mondiale UNESCO. Gli Chalets sono dotat