Mostra COLORI RUBATI. I dipinti di Caterina Ruggeri a Como dal 4 al 29 febbraio ‏ 2016

MOSTRA

COLORI RUBATI

Dipinti di Caterina Ruggeri

4 – 29 febbraio 2016

Como, Broletto (Piazza del
Duomo)

Inaugurazione: mercoledì 3 febbraio, ore
18.30

Caterina Ruggieri 1_m

Si terrà a Como dal 4 al 29 febbraio 2016, presso il
suggestivo spazio del Palazzo del Broletto, la mostra personale di Caterina
Ruggeri “Colori rubati”.

Organizzata con il sostegno dell’Assessorato alla
Cultura del Comune di Como
, la mostra propone una selezione delle opere più
recenti della pittrice comasca che ha iniziato il suo percorso pittorico nel
2009, dopo aver esercitato a lungo la sua creatività nell’ufficio stile
dell’azienda serica di famiglia. Accostatasi alla pittura inizialmente per
istinto, Caterina Ruggeri ha poi proseguito la sua formazione all’Accademia di
Belle Arti Aldo Galli – IED Como.

Di solito
pensiamo all’orizzonte come a una linea: e se invece fosse un colore?

Se lo fosse, risulterebbe una zona pulsante e indefinita
invece che una riga più o meno netta, non designerebbe il confine tra terra,
acqua e cielo ma sarebbe anzi la loro area di fusione, si espanderebbe tanto in
orizzontale almeno quanto in verticale, come avviene nei dipinti più recenti di
Caterina Ruggeri.
     

Questo capovolgimento di uno dei più consolidati
parametri visivi, nella pittura di Caterina, è stato attuato gradualmente, per
passaggi successivi. Prima è stato necessario affrancarsi dalla geometria, dalla
tentazione di strutturare l’immagine in zone rettangolari. Poi è diventato
basilare concentrarsi sulla linea che suddivide l’immagine, per far sì che la
ripartizione fosse sempre meno nitida, e che le linee anzi si moltiplicassero,
ma diventassero segni, graffi, e fossero quindi sempre meno regolari e sempre
più espressive. Quindi l’essenziale si è rivelato far dialogare le diverse parti
del dipinto, creare una tensione energetica, far percepire un’unità di fondo tra
i diversi elementi.

La mostra nelle sala del Palazzo del Broletto racconta
questo percorso con i suoi inevitabili ripensamenti, le sue oscillazioni tra
diverse soluzioni formali, ma mette soprattutto in luce la determinazione con
cui è stato condotto. Dietro ogni dipinto si intravede un fine, un obiettivo non
esplicitato ma presente, che resta come sospeso sul fondo. E in ogni opera si
percepisce anche una narrazione abbozzata, che volutamente si concentra sulle
premesse, sugli antefatti: si intuisce però che, se qualcosa accadesse, si
tratterebbe di vicende intime, di una partecipazione al mistero della natura che
si compie attraverso l’evocazione di acquitrini, montagne che si sfaldano,
vapori che si condensano.
   

Eppure il lirismo, che in queste opere è molto, non è
affatto tutto. Il colore steso e modellato con le mani, la compattezza del
supporto metallico, la matericità complessiva dell’immagine suggeriscono un
senso di forza, quasi un surplus energetico.

Orizzonte d’altra parte è un termine che deriva dal
verbo greco orìzo, che significa delimitare, ma anche imporre. La pittura di
Caterina compie un ulteriore capovolgimento: si impone all’orizzonte e, in
alcuni casi, gli sottrae anche dei colori
” (Testo in
catalogo di
Roberto
Borghi
).

Biografia

Caterina Ruggeri ha iniziato il suo percorso pittorico nel 2009, dopo
aver esercitato a lungo la sua creatività nell’ufficio stile dell’azienda serica
di famiglia. Si è accostata alla pittura per istinto e ha poi trovato un punto
di riferimento in Pierantonio Verga: con lui ha completato la sua formazione
all’Accademia di Belle Arti Aldo Galli – IED Como.

Tra le sue mostre collettive,
segnaliamo quelle tenute tra il 2010 e il 2014 a Como nella ex chiesa di San
Francesco, nella ex Chiesa di San Pietro in Atrio e presso il Chiostrino di
Sant’Eufemia, e quella tenuta nel 2011 a Domodossola nella Villa Caselli. Ha
inoltre partecipato a La causa delle cose, una mostra-spettacolo dedicata a
Nicolas De Stael che si è svolta presso il Teatro Libero di Milano nel 2014,
anno del centenario della nascita del pittore francese. Tra le personali piu
recenti, quelle nella sede centrale di UBS a Lugano nel 2015 e presso il
Broletto di Como nel 2016.

Vive e lavora tra Como e
Lugano.

Coordinate
Mostra:

Titolo:  Colori rubati. Dipinti di Caterina
Ruggeri
Date: 4-29 febbraio
2016

Inaugurazione:
mercoledì 3
febbraio, ore 18.30
Sede: Palazzo
del
Broletto, Piazza Duomo –
Como

Orari: Mar-Dom 10.00-18.00.
Lunedì chiuso

Ingresso mostra: gratuito
Info pubblico:
caterinaruggeriposta@gmail.com
Con il
sostegno di:
Assessorato alla Cultura del Comune di Como

Uncategorized

HENRI CARTIER-BRESSON FOTOGRAFO Villa Reale di Monza Secondo Piano Nobile 20 ottobre 2016 – 26 febbraio 2017 @Villarealemonza @HENRICARTIERBRESSON

140 scatti di Henri Cartier Bresson, in mostra alla Villa Reale di Monza dal 20 ottobre, dedicati al grande maestro, per immergerci nel suo mondo,  per scoprire il carico di ricchezza di ogni sua immagine, testimonianza di un uomo consapevole, dal lucido pensiero, verso la realtà storica e sociologica.     Prostitute. Calle Cuauhtemoctzin, Città del […]

Read More
Uncategorized

La storia ed il futuro di Crespi d’Adda #cameradeideputati @Crespidadda

L’esperienza di Crespi d’Adda sarà uno degli argomenti del convegno “Il Patrimonio industriale in Italia. Da spazi vuoti a risorsa per il territorio”, che si svolgerà il prossimo 7 ottobre 2016, a Roma, presso la Camera dei Deputati a Palazzo Montecitorio. L’evento, promosso dalla Senatrice Michela Montevecchi, e organizzato da Simona Politini, sarà un’occasione unica […]

Read More
Uncategorized

EVENTI CULTURALI E STREET-ART, PASSA DA QUI IL RILANCIO DEL MERCATO COPERTO DI LORENTEGGIO #eventiculturalimilanesi

COMMERCIO. EVENTI CULTURALI E STREET-ART, PASSA DA QUI IL RILANCIO DEL MERCATO COPERTO DI LORENTEGGIO Tajani: ”Il percorso fatto di commistione tra vendita, socializzazione, arte e cultura rappresenta un modello di riferimento per il futuro di molte strutture simili, contribuendo a riportare i mercati coperti al centro della vita dei quartieri” Milano, 7 ottobre 2016 […]

Read More