Press "Enter" to skip to content

Champions League – GUIDOLIN A FOX SPORTS: “Il sorteggio non è andato bene per le italiane ma le sfide sono stimolanti”

FRANCESCO
GUIDOLIN OSPITE

A HOUSE
OF FOOTBALL SU FOX SPORTS:

“IL
SORTEGGIO DELLA CHAMPIONS LEAGUE

NON E’
ANDATO BENE PER LE ITALIANE”

“ANCHE
IN ITALIA DOVREMO AVERE

UN
CAMPIONATO A 18 SQUADRE”

“LA
COPPIA D’ATTACCANTI PIU’ FORTE?

LE DUE
FRECCE D’ARGENTO SANCHEZ-DI NATALE”

  

Fox Sports è
solo su Sky (canale 204)

Milano, 14
Dicembre –
Francesco Guidolin ospite del programma House of Football condotto da Paolo Di Canio a Fox Sports (canale
204, Sky) in onda ogni lunedì alle 20.00
, parlando del sorteggio di
Champions della Juventus e della Roma: “Sarà dura per entrambe e molto complicato
passare il turno. Secondo me il Bayern con il Barcellona e’ la squadra più
forte in questo momento. Il sorteggio non e’ andato bene. Bisogna vedere però
come si arriva a febbraio, gli infortuni, la situazione in campionato, gli
obiettivi. Le sfide sono stimolanti ma molto difficili”.

Sempre sul sorteggio: “Il Bayern Monaco andrà in
letargo per quasi due mesi tra poco. Con il campionato di 18 squadre si dà più
tempo a tutti. Dal riposo dei giocatori, alla nazionale, tutti ci guadagnano. E
anche in Italia dovremo seguire questa strada”.

L’ex allenatore, tra le altre di Parma, Vicenza,
Udinese e Palermo ha parlato dell’Arsenal e del Manchester City in vista del
big match in programma lunedì prossimo in diretta alle 21.00 du Fox Sports: “L’Arsenal
è una squadra distratta. Hanno bisogno di un giocatore che sappia rubare palla
agli avversari perchè davanti hanno tanta qualita ma devono sistemare il
reparto arretrato. Quella col City sarà una sfida molto bella. I Citizens
dilapidano un pò troppo quello che costruiscono. E’ la squadra più forte della
Premier League ma senza continuità”.

Sul suo periodo all’Udinese ha dichiarato: “La
coppia più forte che ho allenato è stata quella dell’Udinese nel 2010-2011:
Sanchez-Di Natale. Sanchez dietro la punta, Totò, in quello che io chiamavo
3-6-1. Erano le mie due frecce d’argento che in velocita e con la tecnica che
li contradistingue hanno fatto davvero la differenza”.

Sul
suo passato: “In questo momento sto viaggiando e monitorando. Sto vivendo un bel
periodo della mia vita. Sono un Veneto-Friulano che non ama stare sotto I
riflettori. Palermo e Udine sono due mondi diversi ed entrambi piacevoli.
In questo momento la mia vita è più serena e più rilassata, avevo bisogno di un
periodo di stacco. Sono stato uno dei primi a prendersi una pausa, adesso va di
moda”.

Sul
suo periodo al Vicenza quando arrivò in semifinale di Coppa delle Coppe: “La
cavalcata in Coppa Coppe con il mio Vicenza è stata bellissima. Meritavamo di
passare noi e di andare in finale. Ci fu annullato un gol valido. Quel Vicenza
avrebbe potuto vincere la Coppa. In qualche modo, soprattutto con le ripartenze
assomiglia un pò al Leicester di Ranieri.”

Mission News Theme by Compete Themes.