Lunedì 30 novembre alle 20.30 le partenopee Fede’n’Marlen in diretta per la presentazione del loro primo vinile ne Il Barone Rosso di Red Ronnie

FEDE’N’MARLEN

Fede’n’ Marlen by Laura Stanca Ph. 3

IL
30 NOVEMBRE ESCE IL VINILE

IN
EDIZIONE LIMITATA

ANTEPRIMA
LIVE ALLE 20.30

AL
“BARONE ROSSO” DI RED RONNIE

IL
NUOVO ALBUM “MANDORLE”

IN
USCITA A FEBBRAIO 2016 

Lunedi
30 Novembre alle 20.30 nella trasmissione

Barone
Rosso” di Red Ronnie le cantautrici napoletane Fede’n’Marlen
presenteranno il loro primo vinile in edizione limitata e numerata a
mano ed
un’anticipazione
live
di
alcuni brani del nuovo LP di prossima uscita.

Sarà
possibile seguire la diretta streaming a partire dalle ore 20.30
collegandosi al sito

www.roxybar.tv

Si
tratta di un supporto in vinile a 45 giri – estratto dal nuovo LP in
uscita – la cui copertina è a firma dell’illustratrice “
La
Tram

e nel cui interno vi sono con
arrangiamento
in vinyl version

i brani intitolati “
Elogio
alla lentezza

e “
Maldição”.

Il
vinile sarà successivamente disponibile in distribuzione fisica e
presso gli stand in occasione degli eventi live.

Marilena
Vitale

(voce e chitarra) e
Federica
Ottobrino

(voce, fisarmonica e chitarra), in arte
Fede’n’Marlen,
reduci da oltre 180 concerti sono al lavoro per il completamento del
loro primo LP intitolato “
Mandorle”,
la cui uscita è prevista per febbraio 2016, su etichetta Europhone
Records/Veloce Entertainment e prodotto da
Jerry
de Concilio

con la produzione artistica e gli arrangiamenti di
Arcangelo
Michele Caso
.

IL
45
GIRI IN USCITA IL 30 NOVEMBRE :

Vivere
nella pelle del sogno – sottolineano le Fede’n’Marlen – È
questa l’espressione che in sé racchiude ciò che per noi sono stati
i due anni passati e allo stesso tempo la meta futura. Le ansie, i
sorrisi, le partenze… che siano stati angolini di un club o palchi
grandi l’emozione e il desiderio di chiudere un cerchio è stato
sempre lo stesso. Arrivare con la propria voce ad ‘aprire’,
rompendo il guscio dell’indifferenza per riflettere insieme sulla
semplice profondità della vita. Quello che abbiamo imparato da
questo viaggio è che spesso il motore per andare risiede”.

Elogio
alla lentezza

Il
brano racconta di un momento di riflessione sulla vita e sul tempo.
Tutte le consapevolezze che ne emergono sono frutto di una
riflessione basata sull’osservazione della natura, di un mondo
incontaminato che insegna in ogni momento. Dai fiori si impara la
bellezza del dare, donare polline per la vita senza chiedere nulla in
cambio, per rendere fertile il deserto tormentato in cui spesso si è
abituati a vivere. Lasciandosi trasportare da un vortice di nuove
sensazioni e consapevolezze dentro ci si sente bruciare, un fuoco ci
attraversa e si sente di nuovo il contatto con la parte sana di se,
quella animale, che conosce l’istinto ed i bisogni primari, non
quelli futili di cui ci si sente ormai tutti schiavi. Ritrovare il
contatto con la parte sana ed esplosiva che ci abita, questo l’invito
che nasce dall’ascolto di questo brano.
Emblema
d
i
questa rivoluzione è proprio una lumaca, che porta con se la casa,
il guscio, che non pesa e che le permettere di vivere ovunque senza
attaccamenti, si gode il viaggio piuttosto che l’arrivo frenetico;
osservando che l’essere umano spesso corre, avido di tempo, ma senza
avere meta alcuna.

Maldição

Maldição
riprende il titolo da un fado (fatum, destino) di Amalia Rodrigues,
non necessariamente per dare una connotazione negativa, ma piuttosto
una forza espressiva. La “maledizione” in genere naviga di
sangue in sangue ed é proprio il concetto affascinante e potente del
sangue che vuole indagare. Storie di donne, madri ed amanti che
possono trasmettere la loro forza di vena in vena ma anche perdere la
loro intensitá nell’attesa del tempo che passa e secca le ferite.

I
temi sono molteplici, dalla responsabilitá individuale a cui
affidare la propria felicitá, allo sfidare le leggi (questa volta
del matriarcato, facendo il verso al patriarcato religioso) per
ottenere un’assoluzione giusta perché l’ unica legge alla quale si
puó fare riferimento é quella del cuore, nel quale il sangue passa
per purificarsi e dare nuova vita.

FEDE’N’MARLEN

Napoli,
Granada, Buenos Aires, Rione Sanit
à.
Da questi luoghi nascono i suoni che nel 2013 danno vita al sodalizio
tra le due cantautrici Fede ‘n’ Marlen, Federica Ottombrino e
Marilena Vitale, due ragazze napoletane che si incontrano e scoprono
un mondo in comune, che insieme possono creare canzoni e dare respiro
alle loro emozioni.

Inizia
così un percorso musicale che le porter
à
alla
realizzazione di due EP intitolati “Stalattiti” e “Stalattiti
live”.

Attualmente
al lavoro per il completamento del loro primo LP intitolato
“MANDORLE” su etichetta Europhone Records/Veloce Entertainment,
prodotto da Jerry de Concilio con la produzione artistica e gli
arrangiamenti di Arcangelo Michele Caso.

Nel
loro bagaglio di influenze sonore e formazione musicale scoviamo la
musica d
autore,
i cantautori sudamericani, magici come Caetano Veloso e Adriana
Calcanhotto, l
antica
e saggia canzone napoletana, l
amore
per gli strumenti acustici e tradizionali, la voglia di parlare ad un
mondo che sembra sfuggire alla teoria dell
amore,
della bellezza delle cose, della passione per la vita.

Con
la fine del 2013 comincia lo “Stalattiti Tour” che le porta a
suonare in tutta la penisola italiana, in tappe importanti da Milano
a Roma fino all’agrigentino, collezionando un attivo di 180 concerti
e imponendosi sulla scena napoletana sempre più viva.

Emozionanti
e significative le aperture dei concerti a Lucariello, Cristina Don
à,
Francesco Di Bella ed alcuni live condividendo il palco con Brunella
Selo, Maria Nazionale, Tommaso Primo e Alessio Arena.

Nella
loro musica Fede’n’Marlen raccontano storie che sudano amore, ironia,
piccole filosofie di vita e si confrontano con un mondo che
velocemente vorrebbe cancellare ogni emozione mentre le canzoni le
fermano e le mettono in musica, sono scritte nei testi, vivono nelle
voci , nelle chitarre , nella fisarmonica e nei suoni viscerali e
sinceri, per entrare nella pelle del sogno in cui vivono da due anni.

Uncategorized

HENRI CARTIER-BRESSON FOTOGRAFO Villa Reale di Monza Secondo Piano Nobile 20 ottobre 2016 – 26 febbraio 2017 @Villarealemonza @HENRICARTIERBRESSON

140 scatti di Henri Cartier Bresson, in mostra alla Villa Reale di Monza dal 20 ottobre, dedicati al grande maestro, per immergerci nel suo mondo,  per scoprire il carico di ricchezza di ogni sua immagine, testimonianza di un uomo consapevole, dal lucido pensiero, verso la realtà storica e sociologica.     Prostitute. Calle Cuauhtemoctzin, Città del […]

Read More
Uncategorized

La storia ed il futuro di Crespi d’Adda #cameradeideputati @Crespidadda

L’esperienza di Crespi d’Adda sarà uno degli argomenti del convegno “Il Patrimonio industriale in Italia. Da spazi vuoti a risorsa per il territorio”, che si svolgerà il prossimo 7 ottobre 2016, a Roma, presso la Camera dei Deputati a Palazzo Montecitorio. L’evento, promosso dalla Senatrice Michela Montevecchi, e organizzato da Simona Politini, sarà un’occasione unica […]

Read More
Uncategorized

EVENTI CULTURALI E STREET-ART, PASSA DA QUI IL RILANCIO DEL MERCATO COPERTO DI LORENTEGGIO #eventiculturalimilanesi

COMMERCIO. EVENTI CULTURALI E STREET-ART, PASSA DA QUI IL RILANCIO DEL MERCATO COPERTO DI LORENTEGGIO Tajani: ”Il percorso fatto di commistione tra vendita, socializzazione, arte e cultura rappresenta un modello di riferimento per il futuro di molte strutture simili, contribuendo a riportare i mercati coperti al centro della vita dei quartieri” Milano, 7 ottobre 2016 […]

Read More