Press "Enter" to skip to content

Il Törggelen a Bolzano e dintorni, dal 26 settembre al 26 novembre 2015

Benvenuta quinta stagione

Dal 26 settembre
(e fino al 26 novembre) torna il Törggelen, la festa d’autunno altoatesina: una
tradizione tutta da scoprire nelle tipiche osterie contadine nei dintorni di
Bolzano

Bolzano, 17 settembre 2015 – “Osteria della
frasca”, questa la traduzione letterale del termine Buschenschank: e proprio le
Buschenschänke (così al plurale) saranno le protagoniste della stagione
autunnale – la quinta stagione – di Bolzano e dintorni

(www.bolzanodintorni.info). Una tradizione che affonda le sue radici nel
Medioevo: nel tempo del Törggelen – parola che deriva dal latino
torquere (torchiare) – quando si erano appena pressate le uve prodotte nelle
vigne dei masi, sulla porta ingresso di queste osterie veniva infatti appesa
una frasca verde (buschen) che fungeva da segnale di benvenuto al viandante.
L’occasione di una visita era così il pretesto per assaggiare insieme il vino
nuovo. Il rito si ripropone oggi, nel tempo della vendemmia: il via sabato
26 settembre, con i falò delle castagne
, i Keschtnfeuer, tradizionale
inizio al Törggelen, e proseguirà fino al giorno successivo a Santa Caterina
d’Alessandria (giovedì, 26 novembre), come recita il vecchio adagio “Caterina
termina il ballo”.

Una festa tutta da vivere nelle Buschenschänke che
aderiscono al marchio degli agriturismi altoatesini Gallo Rosso, garanzia di
autenticità: sì perché una vera Buschenschank deve essere situata in una zona
vitivinicola e, tassativamente, a differenza della Hofschank (osterie
contadine) deve produrre e offrire esclusivamente vino proprio (dunque il
gestore è anche viticoltore). Ma non solo: accanto al vino (non solo in
versione “novello”, ma pure declinato in un’offerta diversificata e di
altissima qualità) in queste osterie si possono trovare i sapori più tipici
della cultura gastronomica contadina del luogo
: salamini affumicati
(kaminwurzen), Speck, canederli (knödel), zuppa di orzo, ravioli agli spinaci
(schlutzer), salsicce fatte in casa, formaggi, torte e altre prelibatezze. Il
tutto nella calda atmosfera delle Stuben – i tipici locali di soggiorno delle
Buschenschänke – che ben si contrappunta alla frizzante aria autunnale.

Sei sono le Buschenschänke che aderiscono all’iniziativa nella
zona di Bolzano e dintorni:

             Ebnicherhof,
Soprabolzano/Renon

In posizione soleggiata
e panoramica tra antichi castagneti, questa Buschenschank domina la piana di
Bolzano. Nella scelta di cantina, da non perdere il Müller Thurgau ‘14 e il
Pinot Nero ‘13. Durante l’iniziativa, visite guidate al maso e all’allevamento
di bovini. Grumeregg 6, Renon/ Oberbozen, tel. 0471 978264

             Föhrner,
Bolzano

Antichissimo maso tra i
vigneti sopra Bolzano, documentato fin dal 1135. Chardonnay ’14 e Pinot ’14 dai
profumi fruttati spiccano nella produzione vinicola. Assolutamente da provare
la degustazione di marmellate nella vecchia cantina.

Via Glaning 19,
Bolzano, tel. 0471 287181

             Luggin
Steffelehof, Caldaro 

Nel luogo di
pellegrinaggio dedicato a St. Nikolaus, maso di famiglia dove si possono
gustare i piatti della cucina contadina oltre a vini e bevande, tra le quali il
mosto d’uva “Sußer”.

Via Heppenheimer 11, S.
Nicolò/Caldaro, tel. 0471963608. www.luggin-steffelehof.com

             Oberlegar,
Terlano 

Due Stuben e una
terrazza soleggiata sono pronte ad accogliere gli ospiti con specialità locali
accompagnate da un bicchiere di Pinot bianco ’14. Visita guidata alla
meravigliosa selva castanile nelle vicinanze. Via Meltina 2, Terlano, tel. 334 3189520

             Planitzer,
Montagna 

Circondato dai vigneti,
questa Buschenshrank all’ombra di un ippocastano ultracentenario, oltre ai
deliziosi piatti della tradizione, propone l’imperdibile Cuvée bianca ’14,
composta di uve Pinot bianco, Sauvignon e Gewürztraminer. Visite guidate al
maso. Glen 25, Montagna, tel. 0471 819407, www.planitzer.it

             Steidlerhof,
Bolzano

Situato sulle dolci
colline di S. Maddalena, a pochi minuti dalla città di Bolzano, in splendida
posizione panoramica. Santa Maddalena, Schiava, Cabernet, Moscato rosa tra i
must di produzione propria.

Obermagdalena 1,
Bolzano, tel. 0471 973196, www.steidlerhof.bz

Muoversi
green. Le proposte per chi vuole lasciare a casa l’auto

             In
treno, con le Ferrovie Austriache e Tedesche

Con i treni
DB-ÖBB EuroCity si raggiunge comodamente Bolzano da Verona a partire da soli 9
€ (da Bologna e Venezia SL a partire da 19 €). I bambini fino a 14 anni
viaggiano gratis, se accompagnati da un genitore o da un nonno. Per maggiori
informazioni: www.megliointreno.it

             Mobilcard
Alto Adige

Con Mobilcard, si
possono utilizzare tutti i mezzi pubblici del Trasporto Integrato per scoprire
l’Alto Adige. Biglietto valido per 7 giorni a 28 €, oppure 3 giorni a 23 €.
Mobilcard Junior (sotto i 14 anni) costa la metà, mentre i bambini fino a 6
anni viaggiano gratis. 

Informazioni:

Consorzio Turistico Bolzano Vigneti e Dolomiti

tel. 0471 633 488

info@bolzanodintorni.info

www.bolzanodintorni.info