Press "Enter" to skip to content

Continuano fino al 5 ottobre le Giornate della cultura buriata al Padiglione Russia a Expo Milano 2015

http://www.facebook.com/eventinews24
Foto Iaphet Elli©

Nell’ambito
delle Giornate della cultura russa a Milano in calendario dal 24 al 29
settembre, al Padiglione Russia all’Esposizione Universale 2015 sono state
inaugurate il 25 settembre le Giornate della cultura buriata, ovvero di quella
regione della Russia sopra la Mongolia, a Est del Lago Bajkal.

Nel quadro di queste giornate, nella sala conferenze del padiglione si può
visitare ogni giorno fino al 5 ottobre la mostra esclusiva di uno dei più
famosi scultori russi al mondo, Dashi Namdakov, originario della Repubblica di
Buriatia, e vedere il film diretto da Viktor ed Elena Alferov “Il ballo
dell’aquila”.

L’arte di Dashi Namdakov è un fenomeno unico e inspiegabile nell’arte moderna
non solo del suo paese natale, la Buriatia, ma anche in quella russa e
mondiale. Le opere di Dashi Namdakov suscitano un senso di equilibrio al
confine tra la scultura europea classica e gli elementi orientali legati al
culto religioso.

Alla mostra viene presentata sia la scultura “La guardiana”, emblema delle
immagini simboliche di oggetti rituali dello sciamanesimo e delle divinità
buddiste guardiane della fede, sia una selezione dei disegni dedicati alle
tradizioni e ai rituali del popolo buriato. Tra questi, “La danza dello
sciamano”, “Sera”, “L’arciere”, “La Danza del Rio
delle Amazzoni” e altri.

Il film documentario “Il ballo dell’aquila” è stato presentato ai
visitatori il 25 settembre dai registi stessi, Viktor ed Elena Alferov. Si
tratta di una glorificazione dell’eroe alla maniera dell’antico epos buriato.
Il film narra la storia del giovane lottatore e campione mondiale ed europeo
Bair Omoktueve. Segreto del suo successo sono la volontà, la forza e lo spirito
della sua terra natale, la Buriatia, con le sue antiche tradizioni e l’eredità
degli imperi e delle tribù nomadi che si sono susseguite nei millenni in questa
regione. Da vincitore, più volte si è ritrovato a danzare il “ballo dell’aquila
della steppa”.

Il film “Il ballo dell’aquila” è stato vincitore per il miglior montaggio alla
36° edizione della Rassegna Cinematografica Internazionale Sportfilmfestival in
Sicilia a luglio di quest’anno.

russia2015.com