Press "Enter" to skip to content

40 anni della Cineteca D. W. Griffith_martedì 27 ottobre_MIC – Museo Interattivo del Cinema

MIC
– MUSEO INTERATTIVO DEL CINEMA

Viale
Fulvio Testi 121, Milano

I
40 ANNI DELLA CINETECA D. W. GRIFFITH

Martedì
27 ottobre 2015

Martedì
27 ottobre 2015
,
presso il MIC –
Museo Interattivo del Cinema, Fondazione Cineteca Italiana ospita per
una giornata laCineteca
D. W. Griffith per festeggiare i 40 anni dalla sua fondazione
.

Nella
giornata consacrata alla difesa del patrimonio audiovisivo (Unesco
World Day for Audiovisual Heritage
),
il MIC – Museo Interattivo del Cinema è lieto di ospitare una
selezione di film provenienti da una cineteca privata, da molti anni
“compagna di viaggio” della Cineteca Italiana per scambi di film,
rassegne e restauri.

LaCineteca D.W.Griffithviene fondata a Genova nel 1975 da una figura leggendaria come quella
dell’italo-palestineseAngelo
Houmouda
, che le
diede il nome del “vate” ispiratore, David Warck Griffith. È a
Houmouda, scomparso nel 1994, che si devono le prime raccolte, frutto
di ricerche effettuate in tutto il mondo e dell’amicizia personale
con Langlois e altri storici cinetecari. Sono lotti preziosi, come le
pellicole dei pionieri Lumière, Edison, Méliès, Griffith, oltre a
classici del muto, ai rari two-reel della Biograph, a lavori di
registi delle avanguardie storiche come Man Ray e Duchamp, a film
d’animazione americana, a costituire le basi di una collezione che,
seppur di dimensioni inferiori a quelle dei più noti archivi di Roma
o Bologna, è di assoluta qualità ed è andata costantemente
incrementandosi nel tempo, alimentata dalla passione cinefila e dalla
competenza di chi ha raccolto l’eredità di Houmouda: conAlba
Gandolfo
eMassimo
Patrone
, in sala per
la proiezione delle 21, festeggeremo i primi 40 anni di gloriosa
attività di una cineteca “resistente”, che non si è mai fermata
davanti alle difficoltà che hanno costellato il suo cammino: esigui
contributi ministeriali, svariati cambi forzati di sede, perfino
un’alluvione. I due attuali direttori prendono in consegna la
cineteca nel lontano 1987, dapprima Alba Gandollfo che ne era stata
co-fondatrice, e poi il collezionista genovese Massimo Patrone, che
nei suoi trascorsi cinefili può vantare anche un cameo nel film di
BellocchioSbatti il
mostro in prima pagina
,
in cui interpretava la parte del bidello assassino…

I5000 titoliattuali, accanitamente difesi e conservati ma anche generosamente
prestati nel corso degli anni a cineclub liguri e associazioni sul
territorio ma anche fuori dall’Italia, e dati in visione a studenti
e ricercatori, riflettono gusti e predilezioni dei loro
“raccoglitori”; a quelli sopra citati vanno aggiunti il musical,
il fanta-horror USA’40-’50, e rari film italiani degli anni
’30-’70.

E
proprio su quest’ultimo lotto è caduta la scelta alla base del
piccolo e affettuoso omaggio della Cineteca di Milano, che attraversouna manciata di
titoli vintage, tra curiosità, musica e nostalgia
,
vuole creare una sorta di ponte cinematografico tra Genova e Milano.

SCHEDE
DEI FILM E CALENDARIO DELLA GIORNATA

Martedì
27 ottobre

h
16.00La traversata
di Milano
(Marino
Girolami, 1962, 25’ con Gino Bramieri)

Uno
dei 5 episodi di Gli italiani e le donne. Un uomo sposato cerca di
trovare in Milano un posto in cui poter stare con l’amante in
incognito. Il teatro di varietà anni ’60 trasferito sullo schermo,
protagonisti i beniamini televisivi dell’epoca come Walter Chairi,
Raimondo Vianello, Sandra Mondaini, Alberto Lupo, Lia Zoppelli, Ave
Ninchi e, nell’episodio mostrato, il ‘milanesissimo’ Gino
Bramieri.

A
seguire

Benvenuti
a Genova
(20’)

Documentario
“turistico” sulle bellezze di una città ricca di tesori a volte
misconosciuti.

A
seguire

Diario
del 900- Genova: una citta’ al bivio
(Valentino Orsini, Paolo e Vittorio Taviani, Italia, 1966, 25’)

Un
documento lungimirante e fuori dal coro su Genova, città di punta
del triangolo industriale, che mostra i primi segni di squilibrio del
sistema e del collasso di un modello economico insostenibile.

h
17.15Gente così(Fernando Cerchio, Italia, 1949, 85’ con Vivi Gioi e Adriano
Rimoldi)

A
Trepalle, Valtellina, vicino al confine svizzero, il contrabbandoè
un’attività praticata da tutti e non considerata illegale. Nella
bottega di un barbiere si ritrovano spesso a discutere anche il
sindaco e il parroco, don Candido. L’atmosfera pacifica del paese è
turbata dall’arrivo di una nuova maestra elementare dalle idee
progressiste, che si innamora di Gian, un contrabbandiere al quale ha
insegnato a leggere, e che segue fino a Milano, condividendone le
drammatiche vicissitudini.

h
19.00Canzoni per le
strade
(Mario Landi,
Italia, 1949, 88’ con Antonella Lualdi e Luciano Tajoli)

A
Milano un certo Carlone, mendicante ma buon uomo in fondo, salva dal
suicidio un mutilato che sta per buttarsi nel Naviglio. Un bel giorno
Carlone ha l’idea di dar vita a una specie di orchestrina girovaga,
insieme ad altri e alla sorellina Anna, priva della vista. Dopo varie
traversìe la troupe ha un successo trionfale, grazie

all’intervento
provvidenziale di un celebre cantante….

h
21.00Le mura di
Malapaga

(René
Clément, Francia, 1949, 95’ con Jean Gabin e Isa Miranda)

Pierre,
un ricercato francese che ha ucciso l’amante, raggiunge Genova
clandestinamente e scambia, senza saperlo, i suoi franchi con lire
false. Deciso a costituirsi, entra in una trattoria per rifocillarsi
e difende dall’ira dell’ex marito una delle inservienti, Marta.
Questa a sua volta lo salva, lo nasconde nella sua stanza e ne fa il

proprio
amante. La polizia però lo rintraccia e lo arresta.

Saranno
presenti in sala Alba Gandolfo e Massimo Patrone, responsabili della
Cineteca Griffith.

INFO

info@cinetecamilano.it

www.cinetecamilano.it

T
02 87242114

Cineteca
Milano @cinetecamilano

MODALITÀ
D’INGRESSO ALLE PROIEZIONI

Biglietto
d’ingresso intero: € 5,50

Biglietto
d’ingresso ridotto con Cinetessera o per studenti: € 4,00

Biglietto
d’ingresso adulto + bambino: € 6,00

Mission News Theme by Compete Themes.