Press "Enter" to skip to content

Orchestra I Pomeriggi Musicali per il Gran festival del cinema muto – “Il gabinetto del dottor Caligari” – 10 settembre, ore 21:00

ORCHESTRA I POMERIGGI MUSICALI

per il

VI
EDIZIONE

ALLE ORIGINI DELL’HORROR

Das Cabinet des Dr. Caligari

di

Robert Wiene

Accompagnamento
musicale dal vivo su partitura di Rossella Spinosa

Direttore:Alessandro Calcagnile

Pianista e compositrice:Rossella Spinosa

Orchestra I Pomeriggi Musicali

Teatro Dal Verme

Via San Giovanni sul Muro 2 – Milano

Giovedì 10 settembre ore 21.00

Il Gran Festival del Cinema Muto, ideato
e diretto dai Maestri Alessandro Calcagnile e Rossella Spinosa eorganizzato da Associazione Musicale
TEMA
, giunge alla sua VI edizione e, come ogni anno, costruisce un percorso
itinerante che coinvolge diverse location milanesi con proiezioni cinematografiche
accompagnate da sonorizzazioni dal vivo. L’edizione 2015 del Festival, intitolata
Alle origini dell’Horror, è dedicata alla nascita di un
genere fra i più apprezzati della storia del cinema, che sarà declinato
attraverso sei proiezioni che ci propongono alcuni dei primi capolavori muti
dell’Orrore: Il gabinetto del dottor Caligari, Nosferatu il vampiro, Omaggio
a Méliés (il primo horror del cinema), Il Golem – come venne al mondo, Il
fantasma dell’opera, Lo sconosciuto
. La manifestazione si apre giovedì 10
settembre presso il Teatro Dal Verme e con l’Orchestra I Pomeriggi Musicali,
proprio con la proiezione diDas Cabinet des Dr. Caligari(1920) di Robert Wiene, pietra miliare
dell’espressionismo e caposaldo del genere Horror, per il suo saper giostrare i
temi del doppio e della sovrapposizione tra allucinazione e realtà in una
vicenda che si staglia su scenografie perturbanti, diventate tra le più famose
della storia della Settima arte. Ad accompagnare la proiezione è una partitura
originale per pianoforte e orchestra scritta da Rossella Spinosa e affidata
all’esecuzione de I Pomeriggi Musicali sotto la direzione di Alessandro
Calcagnile. Solista al pianoforte la stessa compositrice, Rossella Spinosa.