Press "Enter" to skip to content

#IDANRAICHEL Il più grande ambasciatore della #culturaisraeliana nel mondo

IDAN RAICHEL

Il più grande ambasciatore della cultura israeliana
nel mondo

Photo by Eldad Rafaeli_b

SUL PALCO INSIEME AORNELLA VANONI

Il19
SETTEMBRE AL TEATRO ELFO PUCCINI DI MILANO

Ospiti di MITO, il Festival Internazionale della
Musica

Sabato 19 settembre, ospite di MITO, il Festival
Internazionale della musica di Milano e Torino, sarà in concerto al Teatro
Elfo Puccini di Milano
IDAN RAICHEL, l’artista israeliano tra i
più grandi esponenti della world music
, che grazie al The Idan Raichel
Project
è diventato il più potente ambasciatore della cultura del suo
Paese nel mondo. Ospite d’eccezione della serata la grandissima interprete
della musica italiana
Ornella Vanoni (Sala Shakespeare – Corso
Buenos Aires, 33 – inizio spettacolo ore 22:00 – ingresso €. 15,00).

In quest’occasione Idan Raichel presenterà al pubblico
italiano
il suo progetto musicale multietnico, The Idan Raichel
Project
. Dal 2003 ad oggi, con lo scopo di costruire un “ponte” che
superi qualsiasi tipo di barriera etnica e culturale, Idan Raichel ha
infatti collaborato con più di 100 artisti provenienti da storie e culture
musicali differenti, riuscendo ad unificare in tal modo le sonorità
mediorientali con quelle slave, africane,
sudamericane, e con molte altre.

Dialogo e scambio culturale sono i
fondamenti del progetto musicale e del grande successo internazionale di
Raichel che
, nella sua tappa milanese, condividerà il palco con la
Signora della musica italiana
, Ornella Vanoni. A unire questi due
artisti, appartenenti a generazioni e culture differenti, un’ideale comune di
“musica” in cui tutti, senza distinzione di lingua, religione ed età, possano
raccontare e mescolare tra loro le proprie radici e tradizioni.

Ad accompagnarli sul palco ci saranno anche nove rappresentanti
dell’Idan Raichen Project: Cabra Casay, Maya Avraham e Avi
Wogderess Vasa
(voci), Gilad Shmueli (batteria), Joca Perpignan,
(percussioni e voci), Yogev Glusman (basso e violino), Marc Kakon
(chitarre), Yankele Segal (tar, bouzouki, baglama e oud) e Eyal Sela
(flauti e clarinetti).

Produttore, tastierista, cantante e compositore
israeliano, Idan Raichel è diventato un’icona mondiale della musica
grazie
a “The Idan Raichel Project”, un progetto musicale che è
soprattutto una collaborazione tra artisti, provenienti da culture diverse, che
partecipano in egual misura alla realizzazione dei brani e delle performance
live. Dal 2003 ad oggi sotto la denominazione di The Idan Raichel Project
sono stati pubblicati 4 album, ciascuno sviluppato attraverso il contatto e lo
scambio con idee e sensibilità musicali estremamente distanti tra loro:
mediorientali, colombiane, ruandesi, capoverdiane, sudamericane. Pur
rappresentando il leader spirituale e musicale del progetto, Idan si è
impegnato anche in numerose collaborazioni esterne
, tra cui quelle con il
chitarrista maliano Vieux Farka Touré, con la vincitrice del Grammy
Award India.Arie, con la popstar americana Alicia Keys (che si
considera una delle sue più grandi fan) e perfino con il premio Nobel Shimon
Peres
. L’ultimo album del progetto, Quarter to Six, è stato
pubblicato nel 2013, pochi mesi prima che Idan fosse invitato a suonare in
concerto privato per il presidente statunitense
Barack Obama durante la
sua visita ufficiale in Israele
. L’anno seguente, in collaborazione con
Alicia Keys e numerosi cantanti americani e internazionali (tra cui Jay-Z,
Sting, Beyoncé) si è esibito al Central Park di New York con la canzone “We
are one” di fronte a sessantamila persone
. Il 30 settembre 2014 è uscito
anche il secondo album della sua collaborazione con Farka Touré, che ha
portato il duo in tour negli Stati Uniti e in Francia per gli ultimi mesi dello
scorso anno.

www.idanraichelproject.com/en/
www.facebook.com/IdanRaichel 

www.twitter.com/idanraichelwww.youtube.com/user/idanraichelofficial

Milano, 28 agosto 2015