Milano, VALPIETRA® e NABA – scelti i progetti vincitori del percorso FOR THE FUTURE DESIGNERS

“FOR THE FUTURE
DESIGNERS”
VALPIETRA® e NABA, scelti i progetti vincitori

e i loro giovani
designer che vivranno la fase di industrializzazione


valpietra+naba

VALPIETRA®, sinonimo di
rivestimenti modulari in pietra ricostruita dedicati all’interior design, e gli studenti del corso di Design
dell’Accessorio
del Triennio in Design di
NABA, Nuova Accademia
di Belle Arti Milano
,
hanno concluso il
percorso accademico previsto dal progetto sperimentale
“FOR THE FUTURE
DESIGNERS”
.
Progetto che ha dato
l’opportunità a questi giovani talenti del design di avvalersi del supporto
diretto di una realtà industriale, innovativa e attenta all’impatto ambientale
della propria produzione, oggi alla ricerca di nuovi orizzonti per lo sviluppo
del proprio business.

Visionati
tutti gli elaborati e i mock-up realizzati dagli studenti, con il supporto della
docente del corso,
Tamar Ben David
, l’azienda ha infine
selezionato un vincitore e conferito due menzioni d’onore, adottando come
giudizi di scelta principalmente la creatività e la fattibilità dei lavori
presentati.

Il
miglior progetto,
coerente
ai criteri sopra menzionati
, è stato ideato e
realizzato dal gruppo formato da
Carmen
Heuvelmans, Luca Pelucchi e Cristiana Rimoli
.

Intitolato
SEAM, prevede una
collezione di
dodici dischi radianti in pietra ricostruita,
la cui superficie,
perfettamente levigata, improvvisamente si scompone, diventa irregolare, fino a
fendersi e fratturarsi, per poi ricomporsi in vistose cicatrici. Chiaro richiamo
a fenomeni naturali d’erosione e di desertificazione ma anche al sapiente
intervento dell’artista che riassembla i frammenti di ciò che sembra ormai
compromesso ed irrimediabilmente perduto, esaltandone gli aggiustamenti, le
imperfezioni, le cicatrici.

Tre
diverse tematiche quindi, ma complementari tra loro, concettualmente
sovrapponibili: RIVER, le cui superfici richiamano i fenomeni d’erosione dei
fiumi che scorrendo elaborano i loro letti tortuosi (il design è infatti
ispirato ai corsi dei quattro più grandi fiumi del mondo); VALLEY, serie
dedicata al destino di un territorio desertificato che si screpola e frantuma a
causa della siccità; e KINTSUGI, cocci di stoviglie ricomposte secondo l’omonima
tecnica giapponese, in maniera da evidenziarne le fratture, con innesto di
materiali preziosi, per conferire all’oggetto riassemblato un valore intrinseco
(ed emozionale) maggiore di quello iniziale.

Ed è
proprio questa tecnica che ha guidato i ragazzi nella scelta di nobilitare le
fenditure ottenute dalle colate di resina e polvere di marmo aggiungendo, per
contrasto, pigmentazioni in oro acrilico.

Le
due
menzioni d’onore
, invece, sono state
così assegnate.

Il
primo progetto menzionato è
“IN
SCALE”
, una parete
attrezzata modulare dedicata alla cucina e alla zona living,
ideata e realizzata
da Li Chen, Binglan Luo e Yu Yue
. Una soluzione
estremamente interessante, sia per funzionalità che per semplicità: la parete è
composta da moduli quadrati, dotati ciascuno di quattro fori per alloggiare a
piacere isupporti in legno previsti in dotazione. Una soluzione che garantisce
la personalizzazione della parete sia per numero di moduli che per disposizione
dei supporti, da usare, ad esempio, come appendiabiti. Le dimensioni dei
pannelli usati per la composizione modulare sono stati, inoltre, ideati anche
per consentire l’alloggiamento di ripiani in legno, comode mensoline per i più
svariati oggetti domestici.

La
seconda menzione è andata
allo stesso gruppo
vincitore,
per il secondo
progetto sottoposto all’azienda.

È la parete
attrezzata “SCAN”
e definisce una
particolare applicazione della pietra ricostruita dedicata (ma non
esclusivamente) all’ambiente cucina. Il progetto contempla l’inserimento di uno speciale binario fra i pannelli, per accogliere
differenti ripiani d’appoggio fissi o scorrevoli o ganci in acciaio satinato,
sempre a scorrimento, garantendo così un’alta personalizzazione e fruibilità
della parete rivestita.

Per i
giovani designer vincitori si apre ora la seconda fase del percorso,
direttamente in azienda, per vivere e seguire da vicino tutte le tappe
dell’industrializzazione del prodotto.

“Siamo molto
soddisfatti dei concept proposti. Anzi, tutti i gruppi dei giovani designer del
corso ci hanno offerto soluzioni con un valore aggiunto che va al di là delle
nostre migliori previsioni: dovevamo inevitabilmente definire una graduatoria
ma, d’accordo con la Professoressa Ben David, e considerato le potenzialità di
alcuni dei progetti esclusi da questa prima selezione, l’intenzione dell’azienda
è quella di verificarne comunque la fattibilità e l’eventuale futura
industrializzazione –
afferma Paolo Scian,
responsabile della linea VALPIETRA
®. Questo ci dà ragione
della volontà di continuare a supportare concretamente i giovani talenti nel
campo del design. Qui, abbiamo trovato delle figure creative valide che ci hanno
trasmesso spunti interessanti per ampliare le soluzioni in pietra ricostruita
della nostra attuale gamma”.

I risultati ottenuti sono il segno che i
ragazzi sono stati aperti e ricettivi a quest’opportunità di collaborazione.
Dover scegliere i vincitori non è stato facile ma il progetto di Carmen
Heuvelmans, Luca Pelucchi, e Cristiana Rimoli ha indubbiamente una marcia in
più, una finezza e un’organicità che ha fatto la differenza. Ora per loro si
apre un’esperienza molto importante e di cui fare tesoro, che non capita tutti i
giorni. […] Come insegnante, è un bellissimo percorso a contatto con un’azienda
giovane e dinamica, aperta a confrontarsi con i nuovi stimoli portati dai
giovani designer ”
commenta Tamar Ben David, docente del corso.

Tutti i
progetti, elaborati seguendo alcune linee guida inizialmente concordate con
l’azienda, hanno sicuramente tenuto conto della versatilità permessa dalle
particolarimescole a base di polveri di marmo usate da VALPIETRA® e dalla
tecnica di produzione. Ma certamente, il contributo innovativo degli studenti di
NABA è stato determinante per far emergere quella combinazione, intrinseca nel
concetto di design, che fonde nell’oggetto qualità formali inedite, fruibilità e
funzionalità.

L’intera
iniziativa è raccontata con immagini e video sui
nuovi
canali web
(<http://www.valpietra.com/>) e social (<https://www.facebook.com/pages/Valpietra/768860159895990>) dell’azienda, e
alcune delle proposte saranno in vendita a partire dal prossimo autunno sul
nuovo canale
e-commerce
, il tutto sempre
tramite la consulenza della visual communication agency
REPARTO21.

VALPIETRA® è un marchio registrato di proprietà della PGL-Factory
S.r.l.

VALPIETRA®

VALPIETRA® rappresenta oggi una
delle realtà italiane più innovative in termini di recupero e rigenerazione
dello scarto proveniente dalla lavorazione del marmo, ovvero la cosiddetta
pietra “ricostruita”. Situata nel comparto industriale di Pordenone, l’azienda,
recupera scarti da segagione di lastre di marmo, provenienti da numerose cave
dell’arco alpino, per trasformarli in rivestimenti modulari in pietra naturale,
innovativi elementi per l’interior design. Il risultato è un pannello VALPIETRA®
modulare, ecologico, 100% riciclabile, anallergico e completamente MADE IN
ITALY, che vuole restituire tutta la naturalezza della pietra arricchita da due
plus fondamentali: la ricerca delle forme e la rapidità della
posa.

NABA

NABA, Nuova Accademia di Belle
Arti Milano,
è un’Accademia di formazione all’arte e al
design: è la più grande Accademia privata italiana e la prima ad aver
conseguito, nel 1980, il riconoscimento ufficiale del Ministero dell’Istruzione,
dell’Università e della Ricerca (MIUR).
Offre corsi di primo e secondo livello nei
campi design, fashion design, grafica e comunicazione, arti multimediali,
scenografia e arti visive, per i quali rilascia diplomi accademici equipollenti
ai diplomi di laurea universitari.Nata per iniziativa privata a Milano nel 1980
per volontà di Ausonio Zappa,Guido Ballo e Gianni Colombo, ha avuto da sempre
l’obiettivo di contestare la rigidità della tradizione accademica e di
introdurre visioni e linguaggi più vicini alle pratiche artistiche contemporanee
e al sistema dell’arte e delle professioni creative. Dal 2009, NABA è entrata a
far parte di Laureate International Universities, un network internazionale di
più di 80 istituzioni accreditate in 29 Paesi che offrono corsi di laurea di
primo e secondo livello a 950.000 studenti in tutto il mondo. NABA è stata
inserita da Domus Magazine tra le 100 migliori scuole di Design e Architettura
in Europa e da Frame tra le 30 migliori scuole postgraduate di Design e Fashion
al mondo.

Contatti
VALPIETRA®

PGL-FACTORY
S.r.l.

Via Maestri del Lavoro,
10

33080 PORCIA PN
Italy

tel. +39 0434
1832850

email: info@valpietra.com

www.valpietra.com

Facebook: https://www.facebook.com/pages/Valpietra/768860159895990

Uncategorized

HENRI CARTIER-BRESSON FOTOGRAFO Villa Reale di Monza Secondo Piano Nobile 20 ottobre 2016 – 26 febbraio 2017 @Villarealemonza @HENRICARTIERBRESSON

140 scatti di Henri Cartier Bresson, in mostra alla Villa Reale di Monza dal 20 ottobre, dedicati al grande maestro, per immergerci nel suo mondo,  per scoprire il carico di ricchezza di ogni sua immagine, testimonianza di un uomo consapevole, dal lucido pensiero, verso la realtà storica e sociologica.     Prostitute. Calle Cuauhtemoctzin, Città del […]

Read More
Uncategorized

La storia ed il futuro di Crespi d’Adda #cameradeideputati @Crespidadda

L’esperienza di Crespi d’Adda sarà uno degli argomenti del convegno “Il Patrimonio industriale in Italia. Da spazi vuoti a risorsa per il territorio”, che si svolgerà il prossimo 7 ottobre 2016, a Roma, presso la Camera dei Deputati a Palazzo Montecitorio. L’evento, promosso dalla Senatrice Michela Montevecchi, e organizzato da Simona Politini, sarà un’occasione unica […]

Read More
Uncategorized

EVENTI CULTURALI E STREET-ART, PASSA DA QUI IL RILANCIO DEL MERCATO COPERTO DI LORENTEGGIO #eventiculturalimilanesi

COMMERCIO. EVENTI CULTURALI E STREET-ART, PASSA DA QUI IL RILANCIO DEL MERCATO COPERTO DI LORENTEGGIO Tajani: ”Il percorso fatto di commistione tra vendita, socializzazione, arte e cultura rappresenta un modello di riferimento per il futuro di molte strutture simili, contribuendo a riportare i mercati coperti al centro della vita dei quartieri” Milano, 7 ottobre 2016 […]

Read More