laVERDI: “NUTRIRE LO SPIRITO” 4 AGOSTO – PRIMA ASSOLUTA DI MARCO LOMBARDI

Il suono
come misura del tempo.

Una prima
assoluta dalle pagine di Sant’Agostino a quelle di Marco
Lombardi

Giulia-Semenzato-portrait

Quid
est ergo tempus?
debutta con laBarocca di Ruben Jais, per il settimo appuntamento di Nutrire
lo Spirito

Martedì
4 agosto
(ore 20.30), alSantuario
di Santa Maria dei Miracoli presso San Celso
(Corso Italia, 37), sarà una prima esecuzione assolutaad
aprire il settimo appuntamento della rassegna di musica sacra Nutrire lo
Spirito.
laBarocca,ensemble
specialistico fondato e diretto da Ruben Jais, debutta Quid est ergo
tempus?,
opera del compositore Marco Lombardi frutto di una
commissione de laVerdi. All’organico barocco questa originale partitura
aggiunge tre percussionisti e affida alla voce del sopranoGiulia
Semenzato
sia

il canto in latino che la recitazione dei passaggi in traduzione italiana da
Le Confessioni di Sant’Agostino. La seconda parte del concerto propone
anche la voce del mezzosoprano Benedetta Mazzuccato per l’esecuzione
dello Stabat Mater di Pergolesi, celeberrima composizione
liturgica considerata il testamento spirituale del musicista
marchigiano.

Note
dal compositore
Quid
est ergo tempus? (Quasi una cantata per voce, archi, clavicembalo e
percussioni)
Il
pezzo è suddiviso in nove movimenti da eseguire senza soluzione di continuità e
i cui titoli richiamano in taluni casi elementi del repertorio barocco, inseriti
poi in una dimensione linguistica del tutto attuale e per nulla nostalgica. I
testi sono tratti dall’XI Libro delle Confessioni di Sant’Agostino il quale pone
al centro delle sue riflessioni il tempo, ma anche il suono che con la sua
percezione è metafora del rapporto della nostra coscienza con la dimensione
temporale. Una delle riflessioni più intense in ambito di
cronosofia.

Il
programma di Nutrire lo Spirito offre 12 concerti di musica sacra a ingresso
gratuito
nelle chiese storiche di Milano, fino al 31 ottobre 2015. La
rassegna è organizzata da laVerdi nell’ambito della programmazione per
Expo 2015, in collaborazione con Fondazione
Ambrosianeum.

BiografieMarco
Lombardi
,
compositore.Ha studiato al
Conservatorio di Genova. Il suo linguaggio compositivo prende le mosse
dall’opera di alcuni autori post seriali (Donatoni, Carter, Ferneyhough,
Lachenmann) ma la sua musica trae anche linfa, ispirazione, respiro dal
confronto costante con i grandi Maestri del passato. Convinto assertore del
principio per cui la musica, per così dire, si nutre di se stessa, Marco
Lombardi ha fatto dell’ipertestualità una delle finestre privilegiate dalla
quale fare entrare gli spunti e l’ispirazione della sua creatività.

Ruben Jais,direttore.Milanese,
contemporaneamente agli studi universitari, ha compiuto gli studi musicali
presso il Conservatorio di Musica “Giuseppe Verdi” della sua città, diplomandosi
in Musica corale e Direzione di Coro e in Composizione Polifonica Vocale. Si è
inoltre diplomato in Composizione, sempre presso lo stesso Conservatorio, dove
ha anche compiuto gli studi di Direzione d’Orchestra, perfezionandosi, in
seguito, con masterclass all’estero. È stato Maestro del Coro presso il Coro
Sinfonico di Milano Giuseppe Verdi dalla sua fondazione al 2007. Con tale ruolo
ha collaborato, tra gli altri, con Romano Gandolfi, Riccardo Chailly, Claudio
Abbado, Luciano Berio, Oleg Caetani, Claus Peter Flor, Christopher Hogwood,
Vladimir Jurowski, Helmuth Rilling. È Direttore Residente e Responsabile delle
Attività Artistiche dell’Orchestra Sinfonica e Coro Sinfonico di Milano Giuseppe
Verdi. Nel 2008 ha istituito l’Orchestra laVerdi Barocca, ensemble specializzato
nell’esecuzione della musica barocca, con il quale affronta i maggiori
capolavori di tale repertorio sia sinfonico che operistico: dal 2009 laVerdi
Barocca affianca le altre stagioni della Fondazione, con una serie di
concerti-appuntamenti dedicati ai capolavori sacri legati alle maggiori
ricorrenze liturgiche.Jais è anche Direttore
Musicale della Mailänder Kantorei, formazione legata alla comunità tedesca di
Milano, con la quale si dedica soprattutto al repertorio della nazione
germanica, dal barocco al romanticismo.

Giulia
Semenzato
,
soprano.
Ha
studiato presso il Conservatorio “B.Marcello” di Venezia con S.Da Ros,
G.Pasquetto e si è diplomata nel 2011 sotto la guida di S.Stella. Ha seguito
master di perfezionamento Margareth Honig, Paul Triepels, Christopher Robson,
Vivica Genaux, Gemma Bertagnolli, C.Forte, Ana Rodrigo, E.Giussani, E.Dundekova.
Attualmente è allieva di Rosa Dominguez presso la Schola Cantorum di Basilea.
Parallelamente ha studiato canto jazz con F.Bertazzo Hart, L. Longo, A.London.
Debutta come vincitrice del Concorso internazionale “Toti dal Monte” 2012 nel
ruolo di Elisetta nell’opera “Matrimonio Segreto” di D.Cimarosa presso i Teatri
di Treviso, Ferrara e Rovigo(2013) Lucca e Ravenna (2014). Ha frequentato
l’“Acadèmie du chant” del Festival Aix-en-provence 2013 (Francia) dove ha
lavorato con N.de Figueredo, Maria Crisitina Kiehr e J.M Haimes. Per lo stesso
festival ha debuttato nel ruolo di Elena in “Elena” di F.Cavalli con l’orchestra
Cappella Mediterranea diretta da L.G. Alarcòn (Teatri di Lille, Lisbona,
Festival Sablè sur Sarthe, Renne, Nantes, Anger). E’ stata vincitrice del premio
Farinelli come miglior interprete barocco presso il concorso lirico “Città di
Bologna” 2013. Ottiene il secondo posto al concorso di canto barocco Fatima III
2013. Recentemente è stata diretta da Renee Jacobs per “7 Cantate ritrovate di
Stradella”, presso la Fondazione Giorgio Cini di Venezia; ha fatto parte della
“Monteverdi Academy” diretta da J.E.Gardiner (Aprile 2014). Ha interpretato il
Gloria RV 589 di Vivaldi affianco a Sara Mingardo diretta da Nicola Valentini
presso la Cattedrale di Ferrara (Maggio 2013); invitata dall’orchestra di Dresda
Junges Podium Dresden-Venedig con cui ha interpretato arie di J.A.Hasse presso
Gemäldegalerie Alte Meister di Dresda e il Musikinstrumenten Museum di Berlino
(Settembre 2013). E’ stata soprano solista per due anni consecutivi del Ensemble
di Musica antica del Consorzio dei conservatori del Veneto “Villa Contarini”
2010-2011. Ha cantato inoltre nei ruoli di Sandrina ne “La Cecchina” di Piccinni
(Teatro Donizetti di Bergamo, Teatro Malibran di Venezia 2011), Maria ne “I due
Timidi”di Nino Rota (Teatro Malibran,2011), Zerlina nel “Don Giovanni” (Biennale
Musica di Venezia, 2010). E’ stata inoltre solista per diverse manifestazioni di
musica barocca e contemporanea quali Festival Grandezze e Meraviglie di
Modena,Bologna Festival, Biennale Musica 2010 di Venezia, “Il Carnevale dei
ragazzi” della Biennale di Venezia 2011 .. E’ stata diretta da direttori di
calibro internazionale quali Renee Jacobs, J.E.Gardiner, N.Figueredo,
L.G.Alarcon, R.Goodmann, A.Bernardini, S.Montanari, M.Dini Ciacci, J.Antonio
Montano, Julian Kovatchev. Recentemente e’ stata vincitrice del secondo premio
al Cesti Competition 2014 di Innsbruck. E’ stata Eritrea nell’opera eponima di
F.Cavalli a Venezia per il Venetian Center for Baroque Music/Teatro la Fenice
per la direzione di S.Montanari. Recentemente impegnata al Theater Basel di
Basilea nella produzione di Medee di Charpentier, e Juditha Triumphans dirette
da Andrea Marcon; infine come Abra nel Juditha Triumphans diretto da Alessandro
De Marchi alla Fenice di Venezia. È laureata in Scienze Giuridiche presso
l’università di Giurisprudenza di Udine.

Benedetta
Mazzuccato
,
mezzosoprano
.Nasce
nel Novembre del 1988 a Reggio Emilia, muove i primi passi nellalirica
nel 2001 cantando nell’Operina Brundibar di Hans Kràsa la parte del gatto,
diretta da K. Sprenger al Teatro Ariosto di Reggio Emilia, Terezin e Ponchielli
di Cremona. Si approccia per la prima volta al canto lirico all’età di sedici
anni e collabora con diverse associazioni musicali, ha eseguito dal 2006 al 2011
come solista diversi concerti con Dedalus Ensamble diretti dal M° Luciano
Cavalli dove partecipa anche da violoncellista, concerti al Castello di
Fontanellato e quelli per la stagione Parma Lirica. Dal Dicembre 2007 al 2011 ha
partecipato a diverse produzioni del Teatro Regio di Parma nel coro diretto dal
M°Faggiani. Nel Luglio 2009 debutta nel ruolo di Maddalena del Rigoletto per la
rassegna di Opere “RESTATE” di Reggio Emilia. A Gennaio 2011 partecipa da
solista alla tournée di concerti in Cina con l’orchestra “Associazione Abruzzese
Amici della musica” diretta dal M° Ovidio Balan e coordinata dal M° Antonio
Amenduni. Nel luglio 2011 ha frequentato l’Accademia Rossiniana del Rossini
Opera Festival di Pesaro diretta dal M° Alberto Zedda e si è diplomata a pieni
voti come Contralto al Conservatorio di Reggio Emilia. Nell’Agosto dello stesso
anno si e’ qualificata fra i finalisti della competizione canora: “Pietro
Antonio Cesti”, in Innsbruck. Dal Gennaio al Giugno 2012 ha vissuto a Los
Angeles scelta per partecipare al programma Young Artists della LA Opera diretta
dal M° Placido Domingo e James Conlon e nel Giugno dello stesso anno è apparsa a
Versailles con l’Opera Giulio Cesare nel ruolo di “Nireno” con Accademia
Bizantina sotto la direzione del M° Ottavio Dantone. A Novembre si è esibita in
“Das Lied von der Erde” di G. Mahler alla Sapienza di Roma e al teatro del
conservatorio di Torino, accompagnata dall’orchestra del Royal Concertgebouw di
Amsterdam e diretta dal M° Giorgio Mezzanotte. Da Febbraio al Marzo 2013 ha
partecipato al progetto “Le Jardin des Voix” con il concerto “Le Jardin de
Mosieur Rameau” diretto dal M° William Christie che ha toccato tappe in tutta
Francia (fra cui Parigi, Salle Pleyel), Belgio e New York. Nel Maggio dello
stesso anno ha interpretato “Second Witch” nell’opera “Dido & Aeneas” al
teatro delle Terme di Caracalla diretta dal M° Jonathan Webb e con la regia di
Chiara Muti. Durante Luglio e Agosto è stata scelta per partecipare allo Young
Singer Program del Festspielhaus di Salisburgo dove ha interpretato il ruolo de
“La terza Dama” ne “Il Flauto Magico”. Nel Settembre dello stesso anno è apparsa
a Vichy nel ruolo di Zulma de “L’Italiana in Algeri” diretta dal M° Roberto
Fores Veses e in Ottobre ha continuato la Tourné di “Le Jardin de Monsieur
Rameau” diretta dal M° William Christie che ha fatto tappa in tutta Europa,
Mosca ed Helsinki. Da Gennaio a Marzo 2014 ha preso parte nella produzione dello
“Stabat Mater” di Pergolesi e ai “Dixit Dominus” di Vivaldi e Galuppi a Parigi
con Le Palais Royale sotto la direzione del Maestro Jean-Philippe Sarcos. A
Giugno dello stesso anno è stata scelta per partecipare alla produzione della
“Petite Messe Solennelle” di Rossini all’interno della Rossini Residency del
Festival d’Art Lyrique d’Aix en Provence. Nel Luglio 2014 ha interpretato il
ruolo di Clearco nell’opera “Bajazet” di F. Gasparini diretta dal Maestro Carlo
Ipata, rappresentata in occasione del festival Opera Barga e incisa su disco per
la casa discografica Glossa. A Settembre ha partecipato al concerto all’interno
del Festival Oude Muziek Utrecht su musiche si Sancez e Bertali con l’ensamble
l’Arpeggiata diretta da Christina Pluhar e sempre con Arpeggiata nel Novembre
2014 ha interpretato il ruolo di Partenope, Lylaila e Baccante nell’Opera
contemporanea “Orfeo” al Teatro Mayor Julio Mario Santo Domingo a Bogotà,
Colombia. Nel Marzo 2015 è stata Nireno nell’Opera “Giulio Cesare” di Handel
all’Opéra de Toulon sotto la direzione del M° Rinaldo Alessandrini. A Luglio
2015 debutta il ruolo di Catone nell’Opera “Catone” di Handel al festival Opera
Barga sotto la direzione del Maestro Carlo Ipata. Come progetti futuri a
Settembre 2015 parteciperà nuovamente al Festival di Utrecht nella produzione
dell’Arpeggiata “Dido & Aeneas” di H. Purcell sotto la direzione di
Christina Pluhar.

Uncategorized

HENRI CARTIER-BRESSON FOTOGRAFO Villa Reale di Monza Secondo Piano Nobile 20 ottobre 2016 – 26 febbraio 2017 @Villarealemonza @HENRICARTIERBRESSON

140 scatti di Henri Cartier Bresson, in mostra alla Villa Reale di Monza dal 20 ottobre, dedicati al grande maestro, per immergerci nel suo mondo,  per scoprire il carico di ricchezza di ogni sua immagine, testimonianza di un uomo consapevole, dal lucido pensiero, verso la realtà storica e sociologica.     Prostitute. Calle Cuauhtemoctzin, Città del […]

Read More
Uncategorized

La storia ed il futuro di Crespi d’Adda #cameradeideputati @Crespidadda

L’esperienza di Crespi d’Adda sarà uno degli argomenti del convegno “Il Patrimonio industriale in Italia. Da spazi vuoti a risorsa per il territorio”, che si svolgerà il prossimo 7 ottobre 2016, a Roma, presso la Camera dei Deputati a Palazzo Montecitorio. L’evento, promosso dalla Senatrice Michela Montevecchi, e organizzato da Simona Politini, sarà un’occasione unica […]

Read More
Uncategorized

EVENTI CULTURALI E STREET-ART, PASSA DA QUI IL RILANCIO DEL MERCATO COPERTO DI LORENTEGGIO #eventiculturalimilanesi

COMMERCIO. EVENTI CULTURALI E STREET-ART, PASSA DA QUI IL RILANCIO DEL MERCATO COPERTO DI LORENTEGGIO Tajani: ”Il percorso fatto di commistione tra vendita, socializzazione, arte e cultura rappresenta un modello di riferimento per il futuro di molte strutture simili, contribuendo a riportare i mercati coperti al centro della vita dei quartieri” Milano, 7 ottobre 2016 […]

Read More