X-Bionic Courmayeur Mont Blanc SkyRace | Il nuovo vertical running sale sul Tetto d’Europa

SkyWay Monte Bianco (foto Enrico Romanzi)

C’è grande attesa per la nuova difficile sfida verticale – 11 km per 2.200 metri di dislivello – che si disputerà l’8 agosto tra i paesaggi incantati del Monte Bianco.
Punto di arrivo: la terrazza dei ghiacciai, quota 3.466 metri,
con una vista ineguagliabile sulle Alpi.
Il percorso unisce Courmayeur alla terrazza panoramica di Punta Helbronner,
ricalcando idealmente il percorso di Skyway Monte Bianco,
il nuovo avveniristico impianto funiviario sul versante italiano del Tetto d’Europa.
Courmayeur, 11 giugno 2015_ “Volevamo organizzare una gara diversa da tutte le altre, in un luogo unico al mondo” racconta Massimo Domaine, del Trail Mountain, associazione organizzatrice del 1° X- BIONIC Courmayeur Mont Blanc SkyRace. “Per questo avevamo un’idea in mente: fare arrivare gli atleti sulla terrazza circolare in cima a Punta Helbronner, a 3.466 metri, da dove si vedono tutte le alpi. Così abbiamo approfittato dell’apertura di Skyway Monte Bianco, la nuova funivia, per lanciarci in questa avventura. Tutti quelli che sono saliti lassù sono rimasti senza parole per la meraviglia. Ci siamo anche ispirati in parte alla mitica Sky Ski, gara organizzata dalla Fédération Sport Altitude, che si è svolta fino al 2002”.
Una corsa dalla terra al cielo: con i suoi 11 km e 2.200 metri di dislivello la X-Bionic Courmayeur Mont Blanc SkyRace, che andrà in scena l’8 agosto, è sicuramente una delle gare più selettive e difficili del panorama del vertical running. Organizzata dall’associazione Trail Mountain, nata nel 2014 da un’idea di Massimo Domaine, Gigi Riz e Lorenzo Domaine, si prepara a sorprendere il mondo dei trailrunner. Il merito va sicuramente allo scenario incredibile dove si svolge. I corridori seguiranno, idealmente, il percorso di Skyway Monte Bianco, la nuova avveniristica funivia, partendo da Courmayeur (1.224 metri) e arrivando a Punta Helbronner, quota 3.466 metri, ultima stazione dell’impianto. Dopo tanta fatica, i runner troveranno una ricompensa che vale più di un trofeo, il panorama che si ammira dalla terrazza circolare, una straordinaria vista a 360 gradi che spazia dalla catena del Monte Bianco agli altri 4000 delle Alpi: il Cervino, il Monte Rosa, il Gran Paradiso, il cuore roccioso dell’Europa.
Courmayeur, già capitale del trail – qui si svolgono competizioni di fama mondiale, come l’Ultra-Trail du Mont-Blanc® e il Tor des Géants® – ospiterà quindi un nuovo percorso di gara, inserito all’interno del Tour Trail Valle d’Aosta, tra le gare Défi Vertical. Un richiamo irresistibile per gli appassionati di vertical running e per i migliori atleti internazionali della specialità, che per la prima volta avranno l’occasione di attraversare i paesaggi selvaggi ed estremamente vari del Monte Bianco. Oltre al Testimonial della gara, Marco De Gasperi, record del mondo sul chilometro verticale per due anni consecutivi, hanno già annunciato la loro presenza due “big” come Pablo Criado (3° al Tor des Géants® 2011) e Annemarie Gross (1° donna in due edizioni del Tor des Géants®).
I runner correranno lungo un tracciato “storico”: valicheranno, infatti, il colle che metteva in comunicazione già dal 1786 Courmayeur e Chamonix, e seguiranno lo stesso percorso che venne utilizzato per la costruzione della Capanna Margherita nel 1876, del Rifugio Torino nel 1898 e, successivamente, per la realizzazione della prima funivia del Monte Bianco.
Partiti da Courmayeur alle ore 9, gli atleti correranno su un terreno misto e ondulato, fino alla stazione partenza di Skyway Monte Bianco. Percorrendo un sentiero tra i boschi, saliranno in pochi km 900 metri di dislivello, fino al checkpoint, al Pavillon du Mont Fréty (2.173 m), primo tronco della funivia. Da qui saliranno ancora, con un balzo di 1.200 metri fino al rifugio Torino Vecchio (3.329 metri) e passeranno su un breve tratto ghiacciato, l’ultimo avventuroso ostacolo che li separerà dal traguardo di Punta Helbronner. Finalmente arrivati, una volta ripreso fiato e ammirato il panorama, i concorrenti sono invitati a prendere le cabine panoramiche e scendere in pochi minuti fino alla stazione del Pavillon,

Uncategorized

HENRI CARTIER-BRESSON FOTOGRAFO Villa Reale di Monza Secondo Piano Nobile 20 ottobre 2016 – 26 febbraio 2017 @Villarealemonza @HENRICARTIERBRESSON

140 scatti di Henri Cartier Bresson, in mostra alla Villa Reale di Monza dal 20 ottobre, dedicati al grande maestro, per immergerci nel suo mondo,  per scoprire il carico di ricchezza di ogni sua immagine, testimonianza di un uomo consapevole, dal lucido pensiero, verso la realtà storica e sociologica.     Prostitute. Calle Cuauhtemoctzin, Città del […]

Read More
Uncategorized

La storia ed il futuro di Crespi d’Adda #cameradeideputati @Crespidadda

L’esperienza di Crespi d’Adda sarà uno degli argomenti del convegno “Il Patrimonio industriale in Italia. Da spazi vuoti a risorsa per il territorio”, che si svolgerà il prossimo 7 ottobre 2016, a Roma, presso la Camera dei Deputati a Palazzo Montecitorio. L’evento, promosso dalla Senatrice Michela Montevecchi, e organizzato da Simona Politini, sarà un’occasione unica […]

Read More
Uncategorized

EVENTI CULTURALI E STREET-ART, PASSA DA QUI IL RILANCIO DEL MERCATO COPERTO DI LORENTEGGIO #eventiculturalimilanesi

COMMERCIO. EVENTI CULTURALI E STREET-ART, PASSA DA QUI IL RILANCIO DEL MERCATO COPERTO DI LORENTEGGIO Tajani: ”Il percorso fatto di commistione tra vendita, socializzazione, arte e cultura rappresenta un modello di riferimento per il futuro di molte strutture simili, contribuendo a riportare i mercati coperti al centro della vita dei quartieri” Milano, 7 ottobre 2016 […]

Read More