NOVA cantieri creativi 2015 | 15-16 maggio 2015 | Nuovo Opificio Vaccari per le Arti – Santo Stefano di Magra (SP)

AL VIA LA SECONDA EDIZIONE DI NOVA CANTIERI CREATIVI
WORKSHOP | DIALOGHI | CONFRONTI
PER UN NUOVO HUB CULTURALE
NUOVO OPIFICIO VACCARI PER LE ARTI
SANTO STEFANO DI MAGRA (LA SPEZIA) | 15 – 16 MAGGIO 2015

NOVA_Ceramiche Vaccari ©Nicoli

Santo Stefano di Magra, aprile 2015 – Dopo il successo della prima edizione tenutasi nel marzo
2014, prende il via la seconda edizione di NOVA cantieri creativi 2015 che con due giornate
evento – 15 e 16 maggio 2015 – animerà gli spazi della ex Fabbrica Ceramica Vaccari di
Santo Stefano di Magra (SP) attraverso un fitto programma di narrazioni, tavole rotonde,
workshop, mostre e momenti di intrattenimento.
Al centro di questa seconda edizione vi è il processo di cambiamento che gli spazi produttivi
della Ex Ceramica Vaccari hanno attraversato e vissuto dopo la sua chiusura (2006) fino ad oggi,
momento in cui la Ex Fabbrica rivive quale nuovo spazio votato alla cultura e si presenta come
un grande laboratorio d’idee e di attività, volto alla sperimentazione, alla ricerca, allo sviluppo,
alla produzione e all’esplorazione di nuovi linguaggi, conoscenze e tecniche innovative.
Un progetto, quello di NOVA, che è anche un nuovo modo di fare cultura, creando una
rinnovata sinergia tra istituzioni, associazioni e cittadini, per riprogrammare uno spazio di oltre
180.000 mq, una vera e propria città, “nascosta” nel tessuto urbano esistente.
Tutto nasce dall’area industriale della Ceramica Vaccari che all’inizio del XX secolo divenne tanto
importante da modificare la stessa conformazione urbanistica del comune ligure di Santo Stefano
di Magra, trasformando una zona di campagna in un “villaggio industriale”. L’opificio era
considerato la fucina dell’arte futurista e allo stesso tempo un presidio industriale che dava lavoro
a migliaia di persone e che esportava in tutto il mondo. All’inizio degli anni ’70, l’affermarsi del
distretto lapideo emiliano, portò a un forte e progressivo ridimensionamento della fabbrica. Iniziò
così il suo declino che si concluse nella primavera del 2006, quando la fabbrica venne chiusa.
In questi ultimi anni il Comune di Santo Stefano di Magra si è fatto promotore di un percorso di
riconversione dell’area che nel 2014 ha portato all’ideazione di NOVA, Nuovo Opificio Vaccari
per le Arti, un progetto che mira a riqualificare l’intera area anche creando un nuovo polo
dell’economia culturale.
“Dal primo giorno dopo la chiusura della Vaccari, abbiamo scelto di non fare cadere la fabbrica
nell’oblio, quell’oblio che accompagna, troppo spesso in Italia, i siti industriali dismessi.” – ha
dichiarato Juri Mazzanti, Sindaco Santo Stefano di Magra – “Abbiamo voluto tenere i riflettori
accesi sul vecchio opificio, attraverso tante iniziative, malgrado la chiusura dello stabilimento fosse
stata un duro colpo per la nostra comunità. E con lo stesso coraggio, oggi, nonostante la difficile
congiuntura storica ed economica, vogliamo seguire esperienze internazionali che hanno raggiunto
il recupero e la rivitalizzazione di simili spazi, proprio attraverso la cultura”.
In programma dibattiti e tavole rotonde, con importanti interlocutori del panorama culturale
nazionale e internazionale, la cui organizzazione scientifica è stata affidata a Lara Conte, storico
dell’arte. Numerosi gli ospiti nazionali e internazionali che interverranno sui temi dell’economia
sociale e solidale, le start-up culturali e sociali, l’innovazione sociale e cognitiva, la riqualificazione
di spazi ex industriali, anche in relazione alla presentazione di affini progetti realizzati in Italia e
all’estero. Tra questi, l’architetto francese Odile Decq – che in Italia ha progettato la nuova ala
d’espansione del MACRO, Museo d’Arte Contemporanea, di Roma – l’antropologo Franco
La Cecla, i critici e storici dell’arte Michele Dantini, Stefano Chiodi e Angela Vettese,
l’architetto e artista del paesaggio John Lonsdale, il sociologo del territorio Guido Borelli.
Uno degli appuntamenti più attesi della due giorni è l’inaugurazione dell’edificio noto come Ex
Calibratura, acquistato dal Comune, grazie a un finanziamento regionale, e ristrutturato in soli
dodici mesi, che accoglierà l’Archivio Vaccari, reso fruibile mediante un percorso espositivo
attraverso il quale, anche con l’uso di postazioni video, sarà possibile conoscere e approfondire la
storia della Fabbrica, e l’Auditorium – una sala polifunzionale di 700 mq dotata delle maggiori
innovazioni tecniche, che potrà accogliere attività di vario genere, da conferenze a mostre, fino a
spettacoli pubblici.
Realizzato tra il 1927 e il 1932, l’edificio dell’Ex Calibratura è sicuramente tra quelli di
maggiore pregio compresi nell’area Vaccari in termini di architettura industriale, anche per la
presenza in facciata di mosaici di ceramica, testimonianza di una produzione che rese famosa
oltre i confini comunali la produzione della stessa, operata dalla Fabbrica di Ponzano Magra.
Il confronto e il dialogo tra generazioni e culture proseguono in maniera trasversale,
dall’architettura all’arte, al linguaggio musicale. Protagonisti della serata di venerdì 15 maggio
saranno Luis Bacalov, Rita Marcotulli e Alberto Pizzo, con il celebre progetto 3 Piano
Generations. I tre pianisti di fama internazionale si circonderanno del pubblico misurandosi in un
gioco continuo di note dove esploreranno oceani sonori con interventi di piano solo a staffetta,
momenti a due e a tre pianoforti. Il pubblico verrà introdotto in un viaggio musicale nel quale
confluiranno il jazz, la classica e la grande musica per il cinema e momenti d’improvvisazione. I tre
Maestri tesseranno così una tela musicale in cui convergeranno i loro stili, le loro personalità
artistiche e il loro estro.
In parallelo, una serie di eventi artistici e creativi animeranno le due giornate della manifestazione.
Il workshop fotografico La scoperta di un luogo, tenuto dall’artista Eva Frapiccini esplorerà
l´universo visivo appartenente alla vasta area della ex Ceramica Vaccari, la sua identità e l’eco
della sua storia attraverso le immagini. Si terrà poi HIER BIN ICH NUN – WAS SOLL ICH TUN? /
Eccomi qua-cosa devo fare?, una mostra-laboratorio realizzata dal gruppo di artiste Elena
Carozzi, Beatrice Meoni, Phillippa Peckham, Maja Thommen, Silvia Vendramel. Ancora
fotografia, con la mostra di Instagramers VxV, che vedrà la presenza di Antonio Ficai e Marco
Lamberto (Instagramers Italia). Per i bambini, ma anche per le famiglie e per gli adulti, il laboratorio
organizzato da Alison Grace Martin Il linguaggio del bambù, dedicato alla realizzazione di una
grande sfera in bambù.
Seguendo una politica urbana che promuove fortemente il riutilizzo del patrimonio edilizio
esistente pubblico e privato, il Comune ha individuato nel 2014 alcuni spazi della Vaccari
da assegnare in comodato d’uso mediante bando pubblico a operatori privati per la realizzazione
di attività rivolte alla comunità, capaci di attivare processi di sviluppo culturale, sociale ed
economico del territorio. L’accordo tra gli operatori e il Comune rientra nelle forme innovative di
partnership tra pubblico e privato: gli operatori, infatti, usufruiscono gratuitamente degli spazi
per la durata del comodato e in cambio si impegnano a sistemarli e a renderli agibili, garantendo
inoltre dei servizi ad alta ricaduta sociale per la comunità locale.
Gli “inquilini” di NOVA sono: la Galleria Cardelli & Fontana, La Stanza delle Necessità,
lndustrie Musicali, SportXFun e Full Service.
Durante i giorni di NOVA – cantieri creativi sarà possibile visitare lo spazio della Galleria Cardelli &
Fontana che presenterà la grande scultura di Fabrizio Prevedello 1749 (114), (2014), e La
Stanza delle Necessità che organizzerà laboratori educativi sul tema del Riciclo Creativo per
bambini e adulti.
“L’obiettivo è quello di realizzare un vero e proprio hub culturale, uno spazio polifunzionale che
accolga in sé varie funzioni private, ma anche pubbliche.” – prosegue Mazzanti – “Sono in via di
realizzazione definitiva una biblioteca, un urban center, voluto quale luogo d’incontro e confronto
sul futuro dell’area, una foresteria per ospitare addetti del settore e studiosi, e una residenza
creativa, pensata come fondamentale supporto alle varie attività che qui s’insedieranno.”
Organizzare e raccogliere le capacità artistiche e produttive del territorio è dunque lo scopo del
Progetto NOVA, una nuova strada per innovare attraverso la cultura, facendo tesoro delle
ricchezze del passato con lo sguardo rivolto al futuro.
http://www.progettonova.it
https://www.facebook.com/ProgettoNovaCantieri
#novacantiericreativi
NOVA – Nuovo Opificio Vaccari per le Arti
Ideazione: Juri Mazzanti
NOVA cantieri creativi 2015
WORKSHOP | DIALOGHI | CONFRONTI – PER UN NUOVO HUB CULTURALE
15 maggio 2015 | ore 15.00-19.00
16 maggio 2015 | ore 10.30-19.00
Ingresso libero
#novacantiericreativi
Organizzazione scientifica: Lara Conte
Comitato scientifico:
Lara Conte
Michele Dantini
Michela Passalacqua
EVENTI MUSICALI
15 maggio 2015 | ore 21.30 | Concerto
3 Piano Generations – Luis Bacalov, Rita Marcotulli e Alberto Pizzo
Ingresso libero
16 maggio 2015 | 19.00 | dj_visual
ELECTROBREAKFAST (Paolo Ranieri//Diego Bosoni)
Ingresso libero
EVENTI IN PARALLELO
Mostra-Laboratorio | Hier bin ich nun- was soll ich tun? / Eccomi qua-cosa devo fare?
Mostra Fotografica | VxV
Mostra | Presentazione della scultura di Fabrizio Prevedello, 1749 (114), 2014
Galleria Cardelli & Fontana
Trekking Urbano | Camminando tra la fabbrica e il villaggio operaio
Workshop Fotografico | La scoperta di un luogo
Laboratorio per bambini e adulti | Il linguaggio del bambù
Laboratorio per bambini e adulti | Reuse&Upcycle Atelier
Organizzato da La Stanza delle Necessità
Ingresso libero
Per informazioni sulle prenotazioni consultare: www.progettonova.it/nova-cantieri-creativi/

Uncategorized

HENRI CARTIER-BRESSON FOTOGRAFO Villa Reale di Monza Secondo Piano Nobile 20 ottobre 2016 – 26 febbraio 2017 @Villarealemonza @HENRICARTIERBRESSON

140 scatti di Henri Cartier Bresson, in mostra alla Villa Reale di Monza dal 20 ottobre, dedicati al grande maestro, per immergerci nel suo mondo,  per scoprire il carico di ricchezza di ogni sua immagine, testimonianza di un uomo consapevole, dal lucido pensiero, verso la realtà storica e sociologica.     Prostitute. Calle Cuauhtemoctzin, Città del […]

Read More
Uncategorized

La storia ed il futuro di Crespi d’Adda #cameradeideputati @Crespidadda

L’esperienza di Crespi d’Adda sarà uno degli argomenti del convegno “Il Patrimonio industriale in Italia. Da spazi vuoti a risorsa per il territorio”, che si svolgerà il prossimo 7 ottobre 2016, a Roma, presso la Camera dei Deputati a Palazzo Montecitorio. L’evento, promosso dalla Senatrice Michela Montevecchi, e organizzato da Simona Politini, sarà un’occasione unica […]

Read More
Uncategorized

EVENTI CULTURALI E STREET-ART, PASSA DA QUI IL RILANCIO DEL MERCATO COPERTO DI LORENTEGGIO #eventiculturalimilanesi

COMMERCIO. EVENTI CULTURALI E STREET-ART, PASSA DA QUI IL RILANCIO DEL MERCATO COPERTO DI LORENTEGGIO Tajani: ”Il percorso fatto di commistione tra vendita, socializzazione, arte e cultura rappresenta un modello di riferimento per il futuro di molte strutture simili, contribuendo a riportare i mercati coperti al centro della vita dei quartieri” Milano, 7 ottobre 2016 […]

Read More