Pommerat racconta la sua Cenerentola, dal 22 al 26 aprile 2015 @expo2015

Cendrillon ©Cici Olsson

“C’era una volta un autore/regista che non raccontava
fiabe né ai bambini né agli adulti” scrive Le Monde parlando
di Cendrillon, versione (ri)scritta e diretta da Joël Pommerat della fiaba di cui siamo
debitori a Perrault e ai Grimm, in scena per la prima volta in Italia, al
Piccolo Teatro Strehlerdal 22 al 26 aprile.

­­Appena
uscita dall’infanzia, una ragazzina è rimasta al capezzale della madre
gravemente malata. Alcune parole – pronunciate a mezza voce dalla morente, in
un sussurro, e forse fraintese dalla piccola – ed eccola legata, gravata di una
missione, costretta in un ruolo… Che margine di manovra le rimane per valutare
se seguire il padre che si risposa? Come “venire a patti” con un futuro che si
sta disegnando con i tratti di una matrigna civettuola corredata di due figlie
eterne adolescenti frivole ed egocentriche?

Come
barcamenarsi tra le ceneri del passato, la realtà dominante, la vita
effervescente e un’immaginazione debordante? Quali saranno i punti di appoggio
che le permetteranno di mantenere sullo stesso livello desiderio e realtà? Un
principe naif? Una fata eccentrica?

Joël
Pommerat, autore e regista, che Ariane Mnouchkine ha definito un “petit
soleil”, un piccolo sole, ritrovando in lui la stessa idea di lavoro
collettivo che è all’origine della filosofia e dell’arte del Théâtre du Soleil,
riscrive liberamente Cenerentola. Riprende a suo modo i temi della favola, i
prodigi che nascono da un lutto difficile, da comunicazioni confuse e violenze
interpersonali. Sulla trama di un racconto già molte volte alterato dalla
tradizione orale, fissato molto provvisoriamente da Charles Perrault prima e
dai fratelli Grimm poi e del quale esistono in tutto il mondo diverse centinaia
di varianti, Pommerat tesse la propria visione della giovane orfana… Come già
aveva fatto con Pinocchio o Cappuccetto Rosso, i suoi due precedenti
spettacoli, Pommerat mescola elementi riconoscibili della fiaba ad audaci
trasfigurazioni.

Occupandosi
simultaneamente di una scrittura personale stimolata dalla presenza degli
attori e dal minuzioso lavoro sulle luci, sulle proiezioni e sul suono, crea
per la scena immagini nuove e inquietanti, disorienta l’orecchio con
l’apparente semplicità di una lingua essenziale, sconvolta dalla particolarità
di una recitazione spogliata dalle convenzioni teatrali. Modificandolo,
vestendolo dei poteri illusionistici del teatro contemporaneo, Pommerat rinnova
la forza originale del racconto, la sua struttura allo stesso tempo familiare e
criptica: un dedalo di significati per interrogarci sulla vita, che si abbiano
8 o 88 anni, senza moralismi né risposte precostituite.

 

Joel Pommerat , classe 1963, dice di se
stesso: “io non scrivo testi, scrivo
spettacoli… il teatro si vede e si ascolta e io lavoro con tutto, con la voce,
il gesto, il suono, le immagini”
. Nel 1990 fonda la sua compagnia, nel 2006
è invitato al Festival d’Avignon, dove allestisce quattro spettacoli e per tre
anni è artista residente al Théâtre des Bouffes du Nord, chiamatovi da Peter
Brook. Attualmente è artista associato dell’Odéon Théâtre de l’Europe di Parigi
e del Théâtre National di Bruxelles. Nel 2015 aprirà il Festival
d’Avignon. 

LA SCHEDA DELLO SPETTACOLO

Piccolo Teatro Strehler (largo Greppi), dal 22 al 26 aprile 2015
Cendrillon (Cenerentola)

testo e regia Joël Pommerat

scene e luci Eric Soyer

assistente alle luci Gwendal Malard

costumi Isabelle Deffin

suono François Leymarie

video Renaud Rubiano

musica originale Antonin Leymarie

con Alfredo Cañavate, Noémie Carcaud, Caroline Donnelly,

Catherine
Mestoussis, Deborah Rouach, Marcella Carrara

e con Nicolas Nore, Julien Desmet

produzione Théâtre National / Bruxelles

in coproduzione con La Monnaie/ De Munt

in collaborazione con Compagnie Louis Brouillard e l’Institut français Milano


Spettacolo in
lingua francese sovratitolato in italiano

Orari:
giovedì e sabato ore 19.30; mercoledì e venerdì ore 20.30; domenica ore 16.              

  

Durata:
1 ora e 40 minuti senza intervallo.

Prezzi:
platea 40 euro, balconata 32 euro.

Informazioni e prenotazioni
848800304 – www.piccoloteatro.org

News, trailer, interviste ai
protagonisti su www.piccoloteatro.tvhttp://bit.ly/Cendrillon_trailer

Uncategorized

SWING ‘N’ MILAN: dal 6 al 9 ottobre torna allo Spirit de Milan il festival swing più cool d’Italia! #Swing

Dopo lo strepitoso successo ottenuto durante le prime edizioni, lo “SWING ‘N’ MILAN” torna ad animare Milano, per la prima volta per quattro giorni! Dal 6 al 9 ottobre, lo Spirit de Milan e gli spazi interni ed esterni della Cristallerie Livellara si trasformeranno in una vera e propria “cattedrale dello swing”, coinvolti in una […]

Read More
Uncategorized

Festival JAZZMI al BLUE NOTE MILANO – Dal 4 al 15 novembre 2016 @Jazzmi #Jazzmi

Jeremy-Pelt Il BLUE NOTE MILANO è partner di JAZZMI, il festival jazz che animerà la città di Milano dal 4 al 15 Novembre con oltre 100 eventi, 80 concerti, 25 eventi all’interno della città e oltre 300 artisti coinvolti. 12 giorni di concerti, eventi, momenti di approfondimento, divulgazione, didattica per tutte le età, incontri pubblici […]

Read More
Uncategorized

CHAVES SCRIVE LA STORIA DEL LOMBARDIA @Girodilombardia

PHOTO CREDIT: ANSA – Peri / Bazzi Il colombiano, su un percorso duro e selettivo, è il primo corridore non europeo ad aggiudicarsi la Classica Monumento di fine stagione. Un encomiabile Diego Rosa si piega solo allo sprint. Terzo podio in carriera per l’altro colombiano Uran al Lombardia. Potete vedere il filmato con le foto […]

Read More