Press "Enter" to skip to content

mostra-evento di Aniello Barone “Tra Memoria e Ricordo” a cura di Bonito Oliva solo 23 e 24 aprile, un’occasione per ammirare i reportage africani di Elena d’aosta

Elena d’Aosta posa con indigeni Warundi

Giovedì 23 aprile ore 10 alla Biblioteca Nazionale di Napoli (Sala Aosta)
inaugurazione della
L’idea|progetto è un dialogo confronto tra le immagini di Aniello
Barone,  un’indagine sociologica ed antropologica in una visione multietnica, e 
la copiosa raccolta fotografica  conservata dalla Bibioteca Nazionale,
appartenuta ad Elena d’Orléans, moglie di Emanuele Filiberto duca d’Aosta,
caratterizzata da veri e propri reportage fotografici dei safari e delle battute
di caccia grossa compiuti in Africa dai duchi in grado di documentare usi e
costumi delle popolazioni indigene dell’Africa d’inizio secolo. Si tratta di una
collezione di circa 9.800 Databili tra il 1890 ed il 1930 circa, che offre agli
studiosi numerosi motivi di interesse e che contiene numerose foto private della
famiglia Aosta ed a quelle che documentano l’attività umanitaria della duchessa
svolta nelle file della Croce Rossa si affiancano.
La mostra è visitabile 
solo su prenotazione  (urp 0817819231)
23 aprile 12,30-15,30-16,30
24
aprile 10,30-12,30-15,30-16,30

Tra i più stimati fotografi italiani,
Aniello Barone, nato a Napoli nel 1965, laureato in sociologia con una tesi sul
degrado ambientale ed esperto di criminologia, da diversi anni si interessa
della relazione uomo-ambiente, accostandosi a queste tematiche tramite la
fotografia.Nel 1994 ha intrapreso una ricerca fotografica sulla realtà urbana e
suburbana nelle aree metropolitane, ponendo particolare attenzione alle
“subculture”.Collabora con quotidiani e riviste e i suoi lavori sono stati
esposti in numerose città italiane

personale di Aniello Barone “Tra Memoria e Ricordo” a cura
di Bonito Oliva. Intervengono Vera Valitutto, direttrice della Biblioteca,
Giuseppe Gaeta direttore dell’Accademia di Belle Arti di Napoli, l’artista
Antonello Scotti, il sociologo, Adolfo Fattori, il francesista Giuseppe
Merlino.

Mission News Theme by Compete Themes.