Press "Enter" to skip to content

Centro di Musica Antica Pietà de’ Turchini

Cera foto (2)

Venerdì 10 aprile alle 17.00 la Fondazione Pietà de’ Turchini e la Delegazione Regionale Campania del FAI accoglieranno nella Chiesa di San Rocco a Chiaia  Ilaria Borletti Buitoni, Sottosegretaria ai Beni Culturali per la presentazione al pubblico napoletano del suo ultimo libro edito da Mondadori: Cammino Controcorrente. Il libro, un po’ autobiografia e un po’ affresco dell’Italia che andava costruendosi all’inizio del secolo scorso, narra dell’infanzia protetta negli anni del boom economico,  della dissoluzione di una famiglia e di un’epoca; dell’impegno sociale degli anni africani, dell’esperienza imprenditoriale all’estero, fino alla scelta di entrare in politica.
Una storia familiare dunque che si intreccia con le vicende del Novecento italiano. A conversare con l’autrice ci saranno Maria Rosaria De Divitiis, presidente Regionale del FAI Campania, Leonardo Di Mauro, Michele Pontecorvo, Laura Valente.
A seguire il clavicembalista Francesco Cera si esibirà in un  breve recital dedicato a Giovanni Maria Trabaci (1575ca.-1647): geniale organista e clavicembalista alla corte di Napoli.
La bellezza e l’importanza della musica per tastiera di Giovanni Maria Trabaci, organista presso il vicerè spagnolo a Napoli, va ben oltre l’attuale limitata fama del loro compositore.  Per qualità compositiva, invenzione e personalità, si può certamente considerare Trabaci tra i più grandi compositori per clavicembalo e per organo del primo Seicento europeo. Ciò che maggiormente può colpire l’ascoltatore è l’estrema intensità e densità del discorso musicale, unita ad una vivacità che lo rende sempre scorrevole e coinvolgente.  La sua tendenza all’arditezza armonica riveste un’importanza fondamentale nella storia della musica per tastiera, nel passaggio tra il concetto di armonia perfetta del Rinascimento e la ricerca di espressività del Barocco, influenzando anche Frescobaldi.   Francesco Cera di Trabaci ha inciso un doppio CD uscito nel 2014 per l’etichetta olandese Brilliant Classics aggiudicandosi 5 Diapason sulla rivista francese, dove la considerano la migliore incisione dedicata all’autore finora realizzata.
L’ingresso al doppio appuntamento è gratuito fino ad esaurimento dei posti disponibili
Domenica 12 aprile alle 20.30 la Fondazione propone il primo di due appuntamenti dedicati a Maria Luisa Anido concepiti con la consulenza di  Stefano Aruta. Il ciclo affidato a due protagoniste del panorama musicale internazionale, Carmen Becerra e Maria Ester Guzman è un omaggio ad una figura leggendaria del chitarrismo del XX secolo.  La Becerra ed il maestro Aruta incontreranno sabato 11 aprile alle 11 a San Rocco alcune classi  del Liceo Classico Umberto I per il ciclo Pane&Musica a cura di Federica Castaldo.
Biglietti da 10 a 7 € mezz’ora prima del concerto o sul circuito ticketOnLine  www.azzurroservice.net/biglietti/

Mission News Theme by Compete Themes.