Press "Enter" to skip to content

Anna Bonaiuto è “La belle joyeuse”

1427281006_Anna BonaiutO %282%29

Dal 26 marzo al 2 aprile al Piccolo Teatro Grassi

Anna Bonaiuto è “La belle joyeuse”

Una donna dai mille volti, affascinante e appassionata
in un testo scritto e diretto da Gianfranco Fiore

Anna Bonaiuto, in scena al Piccolo Teatro Grassi dal 26 marzo al 2 aprile, è La belle joyeuse, Cristina Trivulzio principessa di Belgiojoso, in un testo scritto e diretto da Gianfranco Fiore.
Figlia del Rinascimento e dell’Illuminismo, Musa del Romanticismo, voce dissonante, aspra, appassionata, a tratti necessaria e illuminante anche per i nostri giorni, trovò principalmente nell’arte della seduzione la forza di attraversare da protagonista il Risorgimento italiano. Donna dalle mille sfaccettature, è stata definita in modo sprezzante o entusiasta: “Sanguinaria assassina” per il governo austriaco, “sfacciata meretrice” per papa Pio IX, “Bellezza affamata di verità” per Heine, “Prima donna d’Italia” per Cattaneo. Anna Bonaiuto, sola in scena, accompagna il pubblico alla scoperta di un personaggio affascinante e impetuoso, di una protagonista indiscussa della nostra storia rivoluzionaria.

Il monologo che  proponiamo, vuol tentare di suggerire che proprio in tutte queste maschere è la sua verità, perché ciascuna è stata vissuta, “incarnata” in modo così estremo, generoso e totale, da divenire parte di un unico volto di donna problematica, contraddittoria, egocentrica, ma assolutamente affascinante. Nessun intento agiografico, nessuna preoccupazione di risarcimento storico alla sua figura dimenticata (basterebbero poche sue frasi, pochi suoi scritti a riconsegnarla alla nostra più scottante attualità) solo un flusso di frammenti di ricordi, di visioni, di emozioni, nostalgie, frustrazioni, filtrati dalla tenerezza, l’ironia e l’orgoglio di una Primadonna che al termine di una vita vissuta sotto il segno del coraggio, teme ora solo l’ultimo nemico: l’oblio, una morte più orribile della morte…
Cercheremo di dare un profilo vivo, reale, alla donna che Balzac definì “più impenetrabile della Gioconda”. Restituendo così Cristina di Belgioioso non al suo tempo, ma al nostro.
Gianfranco Fiore

L’incontro
Venerdì 27 marzo, alle ore 17, nel Chiostro Nina Vinchi (via Rovello 2), si terrà l’incontro
Il Risorgimento come rinascimento della donna con Anna Bonaiuto e Maria Cristina Koch
in collaborazione con Casa di Vetro e Sistema Counseling
Ingresso gratuito fino a esaurimento posti.
Prenotazioni a comunicazione@piccoloteatromilano.it

LA SCHEDA DELLO SPETTACOLO

Piccolo Teatro Grassi (via Rovello 2 – M1 Cordusio), dal 26 marzo al 2 aprile 2015
La belle joyeuse
Cristina Trivulzio Principessa di Belgioioso
di Gianfranco Fiore
con Anna Bonaiuto
scene Sergio Tramonti
costumi Sandra Cardini
luci Pasquale Mari
regia Gianfranco Fiore
produzione PAV
un progetto realizzato in collaborazione con CADMO

Orari: martedì, giovedì e sabato ore 19.30; mercoledì e venerdì ore 20.30; domenica ore 16.
Lunedì riposo.

Durata: 1 ora e 10 minuti senza intervallo.

Prezzi: platea 33 euro, balconata 26 euro

Informazioni e prenotazioni 848800304 – www.piccoloteatro.org
News, trailer, interviste ai protagonisti su www.piccoloteatro.t