Press "Enter" to skip to content

Concerti Filarmonica della Scala / Harding / Buchbinder – 23, 24 e 26 gennaio 2015

Daniel Harding
e Rudolf Buchbinder per la Stagione Sinfonica

Venerdì 23,
sabato 24 e lunedì 26 gennaio

in programma
il concerto “Imperatore” di Beethoven,

la Suite dal
Mandarino meraviglioso di Béla Bartók

e la Danza dei sette veli dalla Salome di Richard Strauss

Nel 2015 Daniel Harding raggiungerà 40 anni di età (è
nato il 31 agosto 1975) e 10 anni di attività alla Scala: era il 2005 quando il
neosovrintendente Stéphane Lissner lo invitò a debuttare nella data più
importante, il 7 dicembre, dirigendo Idomeneo
di Mozart con la regia di Luc Bondy. Da allora l’allievo di Claudio Abbado
è stato una presenza importante nelle stagioni del Piermarini, guadagnandosi l’affetto
di orchestra e pubblico e trasformandosi da enfant
terrible
della direzione a musicista sempre più maturo e autorevole in un
repertorio vasto e differenziato: Salome
nel 2007, i dittici formati da Il prigioniero
di Dallapiccola e da Il castello del duca
Barbablù
di Bartók nel 2008, e poi da Pagliacci
di Leoncavallo e Cavalleria rusticana
di Mascagni nel 2011, Falstaff nel
2013. Harding è stato presente anche sul fronte della danza dirigendo una Serata Béjart nel 2009 e un programma
misto composto da Le spectre de la rose,
La rose malade e Cavalleria nel 2014.

Daniel Harding torna alla Scala per la Stagione
Sinfonica il 23, 24 e 26 gennaio – dopo
una trasferta con la Filarmonica a Brescia martedì 21 per l’inaugurazione della
Stagione 2015 del Teatro Grande – 
insieme al pianista Rudolf Buchbinder, che il 21 è a sua volta impegnato
in un recital beethoveniano alla Scala per la Fondazione Rava.

Buchbinder, che l’anno scorso aveva interpretato il
Concerto n° 3 di Ludwig van Beethoven nella stagione della Filarmonica con il
giovane David Afkham, esegue quest’anno il Concerto
n° 5 “Imperatore”
. L’impaginato comprende nella seconda parte la
Suite dal Mandarino meraviglioso di Béla Bartók, che Harding diresse
un’unica volta a Birmingham nel 1994 quando Sir Simon Rattle, di cui era
giovane assistente, divise il podio con lui per un concerto, e la Danza
dei sette veli
dalla Salome
di Richard Strauss. Harding tornerà alla Scala il prossimo 27 settembre nella
stagione della Filarmonica con The
Unanswered Question
di Ives e la Sinfonia
n° 5
di Mahler, raggiungendo così i 40 concerti con la compagine scaligera
(a cui si aggiungono le prove aperte). 

Dopo gli anni di apprendistato con Sir Simon Rattle a
Birmingham e con Claudio Abbado a Berlino, Daniel
Harding
è stato Principal Conductor e Music Director della Mahler Chamber
Orchestra (2003-2011; oggi è Conductor Laureate a vita), Principal Conductor
della Trondheim Symphony  (1997-2000), Principal Guest Conductor della
Norrköping Symphony (1997-2003) e Direttore Musicale della Deutsche
Kammerphilharmonie Bremen (1997-2003). Oggi è Direttore Musicale della
Swedish Radio Symphony Orchestra, Principal Guest Conductor della London
Symphony Orchestra e Music Partner della New Japan Philharmonic. È Direttore
Artistico della Ohga Hall di Karuizawa in Giappone. Dirige regolarmente tutte
le principali orchestre del mondo, inclusi i Wiener e i Berliner Philharmoniker,
il Concertgebouw di Amsterdam, l’Orchestra del Bayerischer Rundfunk, la
Staatskapelle di Dresda, il Gewandhaus di Lipsia e negli USA le orchestre di
New York, Chicago, Philadelphia, Boston, Los Angeles. Nel prossimo maggio
dirigerà i Wiener Philharmoniker a Vienna e in tournée in un programma che
accosta al Lied von der Erde di Mahler la prima assoluta di Masaot – Clocks without Hands di Olga
Neuwirth. Alla guida della Swedish Radio Symphony Daniel Harding ha sviluppato
un progetto culturale particolarmente innovativo denominato Interplay che accosta alla
programmazione dei concerti una serie di incontri con artisti, scienziati,
scrittori creando intorno all’esperienza musicale una galassia di riferimenti
che offrono all’ascoltatore un’esperienza culturale completa.

                                                            

Stagione Sinfonica 2014~2015

Venerdì 23 gennaio 2015 ore 20 ~ turno A

 Sabato
24 gennaio 2015 ore 20 ~ turno B

Lunedì 26 gennaio 2015 ore 20 ~ turno C

FILARMONICA DELLA SCALA

Direttore

DANIEL HARDING

Pianoforte

RUDOLF BUCHBINDER

Ludwig
van Beethoven

Concerto
n. 5  in mi bem. magg.
op. 73 “Imperatore”

per pianoforte e orchestra

Béla Bartók

Il
mandarino meraviglioso
op. 19

Suite dal balletto

                                                                                        

Richard Strauss

da Salome

Danza dei sette veli

Prezzi: da 85,00 a 6,5 euro

Infotel 02 72 00 37 44

www.teatroallascala.org

Mission News Theme by Compete Themes.