Il Kurhaus di Merano

Kursaal

Il Kurhaus di Merano
L’eleganza e l’accoglienza meranese espressa nell’edificio più rappresentativo della città
Merano, 17 dicembre 2014 – Per la promozione del turismo congressuale, l’Azienda di
Soggiorno di Merano ha, tra le numerose strutture a disposizione, una location di prestigio ed
eleganza fra le più richieste in Europa: il Kurhaus .
Inaugurato nel 1874 su progetto di Josef Czerny,
l’edificio è nato dall’esigenza di intrattenere i nobili
ospiti che per la mitezza del clima e la salubrità
dell’aria si recavano in villeggiatura a Merano.
Inizialmente il Kurhaus aveva una sala lettura con
riviste e giornali da tutto il mondo, una sala degli
specchi con un palco provvisorio per
l’organizzazione di congressi, giochi d’azzardo e
intrattenimenti vari. Nel 1900 però il Pavillon des
Fleurs non fu più sufficiente a soddisfare le
esigenze turistiche dell’epoca, pertanto l’edificio
venne ampliato dall’architetto Friedrich Ohmann,
che nel 1914 consegnò a Merano un capolavoro
architettonico e artistico senza paragoni.
Con la Prima Guerra Mondiale il completamento del
progetto originario fu interrotto, per essere ripreso
negli anni Ottanta dall’ingegnere meranese
Unterberger che restaurò i soffitti e le arcate e
provvide all’adeguamento tecnico degli impianti e
all’ammodernamento dei servizi.
Il 28 marzo del 1989 il Kurhaus celebrò la sua
inaugurazione con un concerto dell’Orchestra
Sinfonica di Berlino.
Il Kurhaus dispone di diverse sale per
l’organizzazione di eventi, ma la principale e più
richiesta è il Kursaal. Questo sontuoso salone,
con decorazioni e ornamenti in stile Liberty,
contiene fino a 1000 posti a sedere, è molto
luminoso perché le superfici vetrate sono ampie e
poste lungo le facciate e sul tetto, inoltre,
attraverso le porte a vetri, gli ospiti possono accedere direttamente alla terrazza sud e alla
Passeggiata. Il Kursaal dispone di un equipaggiamento completo: palcoscenico scorrevole ad
elevazione automatica largo 12m e profondo 11m, attrezzatura tecnica d’avanguardia e schermo
gigante 8,10m x 3,90m.
Il Pavillon des Fleures è un’altra elegante sala del Kurhaus, caratterizzata dalla presenza di
diversi specchi con cornice dorata e raffinati stucchi in stile Neoclassico. Collocata nell’ala ovest
del Kurhaus, dispone di un ingresso separato affacciato su Corso Libertà e di porte a vetri che
danno accesso diretto alla terrazza sulla Passeggiata. La capienza del Pavillon des Fleures varia
da 50 a 300 persone sedute e come equipaggiamento ha a disposizione un palco-pedana
standard, impiantistica all’avanguardia e uno schermo 4,00m x 3,00m.
Per eventi, in cui è previsto un numero più contenuto di partecipanti, c’è la sala Ohmann, che
prende il nome dell’architetto progettista viennese del Kursaal. Situata nell’ala est del palazzo,
la sala Ohmann è attigua al Pavillon des Fleures e ha una capienza adeguata per 30/80
persone.
Le sale Czerny e Lentner sono entrambe poste al primo piano del Kurhaus e sono
caratterizzate da un ambiente moderno. La loro capienza si presta a ospitare conferenze,
mostre, banchetti e piccoli ricevimenti; sono inoltre dotate di uno schermo di 4m x 3m e di
attrezzatura tecnica d’avanguardia.
Anche la Sala Conferenze è indicata per meeting e conferenze in ambiente raccolto, avendo
una capienza di 30/70 posti a sedere. Si trova sul lato esterno dell’ala ovest del Kurhaus e
dispone di un palco profondo 4m e lungo 2m, di uno schermo 4m x 3m e di attrezzatura tecnica
di ultima generazione.
La Sala meeting 1 e la Sala meeting 2 hanno una capienza di circa 40/100 posti a sedere e
sono indicate per seminari e piccole conferenze. Entrambe le sale si trovano nell’ala ovest del
Kurhaus.
Infine, la Sala meeting 3, con la sua capienza di 12/20 posti a sedere, è la sala più piccola del
Kurhaus, adatta ad ospitare incontri e piccoli workshop. Si trova nell’ala ovest dell’edificio.
Per informazioni più dettagliate sul Kurhaus: http://www.kurhaus.it

Uncategorized

La storia ed il futuro di Crespi d’Adda #cameradeideputati @Crespidadda

L’esperienza di Crespi d’Adda sarà uno degli argomenti del convegno “Il Patrimonio industriale in Italia. Da spazi vuoti a risorsa per il territorio”, che si svolgerà il prossimo 7 ottobre 2016, a Roma, presso la Camera dei Deputati a Palazzo Montecitorio. L’evento, promosso dalla Senatrice Michela Montevecchi, e organizzato da Simona Politini, sarà un’occasione unica […]

Read More
Uncategorized

EVENTI CULTURALI E STREET-ART, PASSA DA QUI IL RILANCIO DEL MERCATO COPERTO DI LORENTEGGIO #eventiculturalimilanesi

COMMERCIO. EVENTI CULTURALI E STREET-ART, PASSA DA QUI IL RILANCIO DEL MERCATO COPERTO DI LORENTEGGIO Tajani: ”Il percorso fatto di commistione tra vendita, socializzazione, arte e cultura rappresenta un modello di riferimento per il futuro di molte strutture simili, contribuendo a riportare i mercati coperti al centro della vita dei quartieri” Milano, 7 ottobre 2016 […]

Read More
Uncategorized

Museo Van Gogh @ MuseoVanGogh

Vincent van Gogh (1853-1890), nato nel Brabante, è attualmente uno degli artisti più famosi di tutti i tempi. Se desideri ammirare i capolavori di Van Gogh, una visita al Museo di Van Gogh di Amsterdam è d’obbligo. Ma per gli ammiratori del pittore, i posti da visitare non finiscono certo qui. Situato nel meraviglioso Parco […]

Read More