Graniti Fiandre e Bertone Design

Un nuovo showroom disegnato da Bertone Design per Graniti Fiandre che supera il concetto
di bidimensionalità
Castellarano 23 settembre 2014
In occasione del 32° Salone Internazionale della Ceramica per l’Architettura e dell’Arredobagno
(lunedì 22 – venerdì 26 settembre, Quartiere Fieristico di Bologna) Graniti Fiandre ha presentato il
suo nuovo showroom per la sede di Castellarano. Uno spazio espositivo, FAB Fiandre Architectural
Bureau, ampio 1100 mq per cui ha investito 1,2 milioni di euro progettato da Bertone Design. La
stessa spinta propulsiva e la continua ricerca di Fiandre che ha già portato ad arricchire le lastre con
caratteristiche battericide ed antinquinanti grazie ai materiali ecoattivi – Active Clean Air &
Antibacterial CeramicTM – ha permesso la creazione della collezione Maximum, che sposta
l’attenzione sul formato, il più grande mai realizzato sino ad ora. Con un’area di ben 4,5 metri
quadri, ogni singola lastra di 300×150 cm e soli 6 mm di spessore. Un materiale innovativo che però
necessitava nuovi spazi per l’esposizione.
L’incarico di reinventare lo spazio più rappresentativo di Fiandre è stato portato a compimento con
successo dalla Bertone Design, storica firma del made in Italy, guidata dall’architetto e AD Aldo
Cingolani. Linee sinuose e volumi curvilinei contraddistinguono un percorso fluido di straordinario
impatto per mostrare al meglio le grandi lastre. Il FAB è un vero e proprio spazio polifunzionale di
oltre 1.000 mq dove soluzioni progettuali intelligenti consentono di ripartire o unificare più aree in
previsione dello svolgimento, anche simultaneo, di attività differenti: accoglienza ospiti,
presentazione prodotti, incontri formativi ed eventi. Superfici, luci, profumi e suoni si fondono in un
percorso armonioso fatto di stimolazioni sensoriali e pensato per infondere una piacevole
sensazione di benessere nei visitatori. Grande importanza è stata data alla realizzazione di
applicazioni inedite di MAXIMUM per ambienti bagno, wellness e living così come all’impiego
delle grandi lastre per creare elementi puramente scenografici atti ad enfatizzare lo stile
inconfondibile del progetto.
Si sta così concretizzando un progetto di investimento portato avanti da Fiandre, azienda con una
storia di oltre 50 anni e leader nella produzione di gres porcellanato a tutta massa di alta gamma, è
presente in oltre 100 Paesi nel mondo, da oltre 30 milioni di euro.
Federica Minozzi, amministratore delegato di Graniti, ha commentato: “Lo show room nasce dalle
necessità nate dai nuovi materiali. Noi facciamo ceramica non semplici piastrelle, in pratica questo
nuovo materiale è in grado di tradursi in una nuova pelle dai molti utilizzi. Abbiamo fatto una gara
di appalto chiamando tre architetti importanti e la proposta dell’architetto Cingolani traduceva le
nostre esigenze in realtà. Noi abbiamo bisogno di uno spazio funzionale ma anche luminoso, un
luogo dove fare accoglienza ma anche convegni ed incontri. L’esigenza fondamentale era che lo
spazio fosse flessibile e poi che si prestasse grande attenzione alle luci”.
Sul fronte investimenti Minozzi commenta: “Abbiamo messo in campo un investimento da 30
milioni di euro, in parte per raddoppiare la produzione e arrivare a 3milioni di mq solo di grandi
lastre, poi stiamo ristrutturando la fabbrica dell’Areostea che diventerà il nostro centro logistico per
lavorare con le grandi architetture e produrre prodotti non standardizzati come il nuovo centro fiera
di S. Pietroburgo. E poi ovviamente i nuovo showroom. Mio padre crede nell’Italia perché crede che
qui si sviluppa tutto. E qui vogliamo portare gli architetti da tutto il mondo”.
Aldo Cingolani, ceo di Bertone Design, commenta così il suo impegno nell’ideare il nuovo
showroom: “Noi siamo architetti industriali perciò la nostra idea era che il progetto fosse intanto
sostenibile, che lo spazio fosse flessibile poi i nuovi prodotti di Graniti Fiandre si sono
imposti sul disegno. In pratica questo showroom può cambiare il suo palinsesto in base alle
esigenze e al cambio delle stagioni. L’idea è stata quella di creare una location di curve naturali per
meglio presentare questo nuovo prodotto e il suo utilizzo esaltandone le sfaccettature”.

Articoli consigliati