Reggae Party Benefit for Cotonou | s. guest by Bunna from Africa Unite @ Imbarchino del Valentino

Reggae Party Benefit for Cotonou (Benin)
Special Guest by Bunna from Africa Unite | Imbarchino Valentino
L’Associazione Culturale Legione Creativa a sostegno del progetto S.O.S HOUSE THE FORGOTTEN ideato dall’Associazione di volontariato Amc1d Aiuta Bambini è lieta di presentare:
REGGAE PARTY BENEFIT FOR COTONU (Repubblica del Benin)
EVENTO FB UFFICIALE ~> http://on.fb.me/1zGh4wP
S.O.S. HOUSE THE FORGOTTEN si è avviato da gennaio 2014 successivamente ai contatti ed accordi presi a Novembre 2013 in Cotonou, capitale della Repubblica del Benin, con il Ministero della Solidarietà Sociale e della Famiglia per l’allestimento di una struttura temporanea, in vista della costruzione di struttura definitiva, in zona rurale limitrofa a Cotonou messa a disposizione dal Ministero della Famiglia e Solidarietà Sociale, per ospitare minori abbandonati e/o disabili.
video di riferimento ai link:
http://youtu.be/6AteVdwY5No;

A tale scopo nel corso dell’anno 2014 sono previste molte iniziative di vari tipi rivolte ad enti, istituzioni, aziende e privati sia a scopo di sensibilizzazione promozionale del progetto in corso sia di raccolta del materiale eterogeneo necessario all’allestimento del campo temporaneo, cioè tende, cucine da campo, pentolame e stoviglie, letti, lenzuola, cuscini, wc da campo, sia di servizio alla persona, quindi indumenti usati, ausili sanitari di base farmaceutici per la cura ed igiene sanitaria, ausili ortopedici usati ma in buone condizioni (stampelle, girelli, sedie a rotelle, ecc.), giocattoli, ecc. Tale materiale verrà raccolto dalla ns. Associazione dagli enti, associazioni e privati che collaboreranno a tal fine, da noi prelevato ed immagazzinato per il successivo invio.
A supporto del progetto in corso sono in programma diverse iniziative sul territorio quali Corsi di Cucina Africana, Corsi di Djembé, raccolta, in corso da fine gennaio, di giocattoli usati presso 2 negozi di Pinerolo: il “Centro Gioco Educativo” di Via del Pino ed il “Cavallo a Dondolo” di Via Saluzzo, spazi di “Music Therapy presso case di Riposo e Comunità, inizative in collaborazione con l’Associazione Culturale Legione Creativa di Rivoli che sfoceranno in una giornata di spettacolo-concerto e danza a Luglio.
Tutte le iniziative vengono ampiamente pubblicizzate, corredandole di documentazione video, sulla pagina facebook dell’Associazione A.M.C.1.D. Aiuta Bambini onlus e sul relativo canale youtube per meglio supportare il progetto e dare visibilità alle iniziative svolte, oltre che su twitter e google+.
Si ringraziano tutti coloro che hanno collaborato finora al progetto, sia singoli privati con la donazione di indumenti usati, libri, materiale scolastico e aiutando nel trasporto per immagazzinamento del materiale fin qui raccolto, sia la Casa di Riposo di San Secondo di Pinerolo “Turina” per la generosa donazione di materiale in occasione della mattinata di “Music Therapy” effettuata nel loro istituto per anziani, la Parrocchia di San Secondo di Pinerolo per la donazione di letti e materassi, i negozi di giocattoli “Cavallo a Dondolo” e “Centro Gioco Educativo” di Pinerolo per la loro collaborazione nella raccolta di giocattoli usati presso le loro attività commerciali, la Cooperativa San Domenico di Pinerolo, i tanti privati che hanno donato indumenti usati, libri, video, materiale scolastico, la ditta Sparea Acque minerali che ha fornito gratuitamente gli imballaggi, l’operatore Marius Mocano che gratuitamente ha girato il video di supporto all’attuale raccolta fondi straordinaria lanciata per sostenere le spese di invio delle 3 tonnellate finora raccolte di materiale che consentiranno di far partire a Cotnou il lavoro concreto di inizio della costruzione della prevista struttura, per ora temporanea in vista di una definitiva, consentendo di far collaborare i volontari che qui si sono offerti disponibili per recarsi in Africa ad aiutare e i volontari locali della ONG Humadev già presenti a Cotonou.
Avendo già raccolto un cospicuo quantitativo di materiale (circa 3 tonnellate) destinato ad avviare il lavoro concreto di allestimento della struttura prevista in Cotonou, è ora necessario ed URGENTE provvedere al suo invio in Africa. A tale scopo è stato fatto fare un apposito preventivo dalla ditta di spedizioni estere dell’aereoporto di Caselle GEFCO che prevede un costo per la spedizione via mare di € 3.000 con circa 1 mese di viaggio ed arrivo nel porto di Cotonou, ed è stato girato un apposito video di documentazione reperibile su youtube al seguente link:
http://youtu.be/iNCuxoGcvQg
E’ stato inoltre attivato un canale di raccolta fondi specifico: www.GoFundMe.com/amc1d4children.
SABATO 26 LUGLIO START ORE 17,00 | IMBARCHINO DEL VALENTINO – Viale Umberto Cagni 37 (Torino)
LINE UP ARTISTI
BUNNA
250px-BunnaBunna, pseudonimo di Vitale Bonino (Pinerolo, Settembre 1964), è un cantante  e chitarrista italiano, membro fondatore del gruppo Africa Unite.
Originario della provincia di Reggio Calabria ma nato a Pinerolo, nel 1981 forma insieme a Francesco “Madaski” Caudullo gli Africa Unite. Dal 1994 al 2006 collabora al progetto Bluebeaters nelle vesti di bassista e voce.
 MADO’ CHE CREW
553418_333861423350084_694954110_nIl progetto MADO’ CHE CREW, nasce nel periodo di Aprile /Maggio 2004, dalle menti di tre amici, appassionati di musica reggae e affini, Marco Dread (Selecta) già ex ASKA SOUND (Dj Sakko, Don Cla, Ruggio), Smacko Killa (Mc-Cantante), Duti Mc (Cantante). La Mado’ Che Crew ha come punto di riferimento i sound system giamaicani, proponendo selezioni reggae/dancehall di grande livello. Da subito la Mado’ Che Crew, diviene il “Sound Local” di uno dei posti storici della musica underground torinese, il CSA MURAZZI. Dopo l’esperienza estiva nel 2004 al Csa Murazzi, alla crew viene proposto di divenire il “Sound Local” del CSOA ASKATASUNA, dove si propone sia come sound, sia come promoter di eventi reggae. L’ anno successivo iniziano ad avvicinarsi alla Mado’ due amici che hanno portato qualità al collettivo: Dj Sakko & Don Cla (outta Bass & Fire crew) e col passare dei giorni la fusione diventa sempre più forte, considerando anche l’amicizia che li lega. La crew in carriera ha condiviso il palco con cantanti nazionali ed internazionali del calibro di: Alpha Blondy, Junior Kelly, Mikael Rose, Israel Vibration, Jah Mason, Lutan Fyah, Aswad, Max Romeo, Alborosie, General Levy, Jigsy King, King Kong, Brusco, BoomDaBash, Killakat e Gioman, Fido Guido, Mama Marjas e il Grande Zuli. Mentre nei festival muscali con: Subsonica, Linea 77, 99 Posse, Ln Ripley, Rollers inc, Soulful. Per quanto riguarda le collaborazioni con sound system della scena nazionale ed internazionale: David Rodigan, Mighty Crown, Sentinel Sound, Pow Pow, Ricky Trooper, Black Chiney, Stone Love, City Lock, Soul Stereo, Ras Bas Sound, Jah Sound, One Love, Bass Fi Mass, Golden Bass, Gramigna, Villa Ada, Dancehall Soldiers, Heavy Hammer, Dj War, Di Gruff, Macro Marco, Paolino aka Mad Kid, Double S, Mastafive.
Molte sono le partecipazioni presso i programmi di black music di Radio 2000 Blackout (105.250 Fm). Nel 2007 la crew vince il suo primo e unico sound clash, al Covo della Taranta (To) contro gli amici ROOTS FLAVA (Cn.) Nel 2008 la crew vanda la prima danz oltre confine nella città di Groningen (Nl), si ripete l’anno sucessivo, nel 2009, aggiungendo una data ad Amsterdam. Nel Febbraio 2010, eseprienza in Polonia a Cracovia, con il Treno Della Memoria. Il 9 Luglio del 2011 partecipa nella yard di War Sound al Way To RAS 2012 a Roma (raduno Italiano per sound system).
Nel Maggio del 2012 entrano a far parte del collettivo, tre giovani, amanti della cultura reggae, Ricky (Dj / Mc), Rouge (Dj) e Guido.
Dopo anni di dancehall la crew acquista dalla Tarantola Sound System il loro impianto auto costruito da 6000 watt, diventando così Madò Che Crew Hi-Fi, continuando il percorso di maturazione del collettivo.
Durante gli anni chi ha conosciuto Madò Che Crew ne apprezza la duttilita’ nelle selezioni e l’attenzione verso il sociale.
KHOLEHO MOSALA
Kholeho Asazi Mosala on djembe in South Africa 01Sono un artista sudafricano, trasferitomi in Italia nel maggio 2011. Suono, compongo e racconto le mie storie (story telling) attraverso una World Music che affonda le radici nella mia cultura. Nato e crescito nella Township di Langa (Cape Town, Sudafrica) dove ho conseguito il diploma di scuola media superiore alla Langa High School,  poi iscritto a legge presso l’University of Cape Town, ho interrotto gli studi a causa dei problemi politici del mio Paese durante l’aparthied.  Le persecuzione diretta del regime apartheid e il crollo del sistema di istruzione formale mi hanno motivato a seguire la mia vocazione artistica, principalmente nella musica, e in produzioni teatrali e cinematografiche come compositore, scrittore musicista e attore. Nel mio percorso di conoscenza ho viaggiato nel mio Paese, nei Paesi limitrofi e in Europa facendo concerti e laboratori. Durante l’apartheid ho insegnato marimba e percussioni all’Università di Amsterdam in Olanda. A Johannesburg ho inciso album come session musician con artisti prominenti e ne ho prodotti due con la mia musica originale – Marimba Mosala eKe thabile. In Italia ho esordito nel 2005 con il concerto Kholeho Mosala per Nelson Mandela, Estate Fiesolana, nell’ambito della rassegna “Maggio Fiorentino” diretta da Zubin Metha. Prima di approdare in Italia, per circa 10 anni vi trascorso dei brevi periodi per sperimentare collaborazioni con musicisti locali, che continuo a coltivare. Percussioni, marimba, sassofonono e voce – parole in xhosa, la lingua di Nelson Mandela, e in sotho, un’altra delle 11 lingue che si parlano in Sudafrica, e in inglese – sono gli strumenti con cui canto la mia Africa,  mescolando suoni dagli echi antichi del mio Paese a quelli contemporani.
 SHANTI
422004_510250312375410_1436878776_nShanti, cantante d’origine catanese, entra nel mondo della Black Music già negli anni novanta, transitando al teatro Regio di Torino, ma, è con il nuovo millennio che la sua strada incontra il Reggae, o per meglio dire il Raggamuffin. Ha inizio così un’ escalation di presenze sui palchi nella scena torinese e nazionale: inizialmente gestisce attivamente il movimento reggae incrementando la diffusione del genere e movimentando assiduamente artisti jamaicani noti e italiani emergenti; è presente, nel 2008-2009-2010-2011,sui palchi dei più importanti eventi reggae tra i quali Gusto Dopa al Sole. Con la Band che prende il suo nome, si classifica nono su ottanta, all’ European Reggae Contest del Rototom Sunsplash 2009. Da piu’ anni presente all’Age of Acquarius di NextOne, tra i più importanti eventi Hip Hop nazionali che richiama artisti (cantanti,beat maker, writers e breakers) da tutto il mondo. Ha diviso i palchi ed affiancato molteplici nomi noti italiani quali: Esa,Tormento, Bunna, Bassi Maestro, Parpaglione,Truffa, Nextone, Deal, Mastafive, Kiffa, Maury B. Psyco Killa, Inoki, Fadamat, Amir, Skaz (La Fossa), Pula+, Malva, Babaman, Noyz Narcos e Truce Klan, , Gigawave Sound, Pupiddhru /Attila e Badzooka Sound, il flautista Dino Pellissero ed internazionali quali, Afrika Bambaataa, Donald D, Master Ace, Beenie Man, Morgan Heritage, Movado, Jennifer Barrett, Reka the Saint, Kaotik, Presenzia su palchi importanti delle piazze torinesi tra le quali Piazza Vittorio al Reset Festival e Piazza Castello, prima del discorso di Beppe Grillo.
Ulteriore caratteristica dell’artista è la sua propensione verso il sociale: già fondatore del movimento Original Latin Coste Crew (nel quale hanno transitato, negli anni, diversi artisti, oggi integrati nella scena) in continua crescita ed evoluzione, si muove nel territorio approcciando con realtà problematiche legate ai minori ai quale insegna le basi, inculca passione e fornisce i mezzi per far musica e usare quest’arte come elemento positivo e d’impegno. Tra le molteplici iniziative: Carcere Minorile Ferrante Aporti, Ass. Finestra sulla Piazza di Porta palazzo, Progetto Agio@Disagio coi minori delle scuole elementari del quartiere Barriera di Milano a Torino.
Sempre produttivo,numerose sono le collaborazioni musicali diffuse a livello nazionale. Tra le collaborazioni musicali, conta: Donal D, Dj NextOne, Reka the Saint, Deal, Maury B & Psyco KIlla, Malva, Karkadan, Nano, Yung Lee da Finest, Easy One, Keedoman, Kaino Beats, Segnale Digitale & Dj War. Nelle compilation con quasi tutto il vasto panorama, Reggae/ Hip hop, italiano. Altrettanto numerosa la produzione propria di singoli e videoclip che, contribuendo alla creazione di un personaggio, sanciscono la presenza irremovibile di una cospicua fetta di pubblico,riscontrata ulteriormente nei dati attinenti ai download (oltre 20.000 ) dell’ultimo disco “Reggae Reggae Reggae” che l’ha portato ad un tour per l’Italia, ufficialmente fuori da aprile 2011.
DJ VALE
1391662_597710653624397_1346715540_n Puntina storica delle notti torinesi, per 25 anni protagonista al circolo arci da giau di Torino con la sua serata “afrodisiak”, un misto di reggae, brasil, funky, etno, con lo sguardo sempre attento alla musica afro (quella degli storici Afroraduni per intenderci) all’ Afrobeat e alla musica africana tradizionale come la musica senegalese (mballack, genere musicale che ha selezionato per 3 anni allo zoo bar di Torino). nel 2005 crea, insieme a Bunna (cantante degli Africa Unite),il progetto “Vibez a Gwaan”,che vede i due amici alternarsi in consolle con la loro reggae selections, esplorando tutte le branche del mondo musicale Jamaicano, dal Rock Steady alla Dancehall passando per la musica Roots degli anni 60/70. Ha aperto numerosi concerti di artisti nazionali ed internazionali del panorama musicale afro Reggae e non solo, quali :Africa Unite, Triba’, Calipson, Alpha Blondy, Morgan Heritage Family, Hobo, Joussou n’ Dour, Thione Seck, Miriam Makeba, Viviane n’Dour, Tony Rebel, T.O.K., Capleton, The Wailers, Junior Marvin, Israel Vibration, Junior Kelly, Ce’cile, The Dub Sync, The Br Stylers, Reggae National Tickets, Macka B, Aswad, Max Romeo, Caparezza, Lms, The Bluebeaters, Sun Sooley, Luciano e molti altri. Dj Vale, da sempre si e’ incaricato nelle sue numerose serate in tutta italia, di gettare un ponte tra i generi musicali che ama proporre al pubblico, creando vari dj set con dj’s e musicisti che provengono da varie realta’ musicali. Nasce quindi “afrodisiak dj set” ( brani reggae,funky,brasil,latin,bossa, afrobeat, dove il dj interagisce con gli interventi live dei musicisti), progetto con un cast di tutta eccezione, che vede oltre a Bunna, la presenza di 2 percussionisti di tutto rispetto: Vito Miccolis (Triba’, quelli di “Mama insegnami a ballar”, Calipson, El Tres) e Juan Carlos Calderin (Buena Vista Social Club, Triba’, Calipson, Lou Bega). Altri amici musicisti prendono parte spesso al live set di “afrodisiak” : Rocco Voto al djembe e alle congas e Thierry (from Zaire) alla batteria. Nel 2012 , con dj Ciaffo (dei Persiana Jones), crea il dj set “Funky Goodness”.
 LULU
408505_10151446334600815_582256500_nCompositore, cantautore e batterista, Gianluca Caldara, più noto come LuLu.
Tra i protagonisti della scena reggae italiana è in attività da metà anni novanta, collaborando con varie band, tra cui i torinesi Downtown Rebels con cui pubblica due lavori.
Nel 2001 realizza il primo disco ufficiale come cantante (UNA CALMA NOTA) Downtown Rebels.
Da qui susseguono molti concerti in tutta Italia.
Molti i festival e locali nazionali tra cui Rototom Sunsplash ed 2001-2002,Colonia Sonora,Vibra,Palastampa,Hiroshima mon amour e il Babilonia con il quale ha l’onore di suonare al fianco della storica band reggae giamaicana Israel Vibration.
Nel 2006 si esibisce con Downtown Rebels alle Olimpiadi invernali di Torino 2006 cavalcando il palco del Medals Plaza in apertura del concerto di Riccardo Cocciante.
Nel frattempo nasce la collaborazione con l’artista Zuli ed entra a far parte,come batterista della Band “Bassorango”, con il quale produce (Foggy Road Riddim), collaborando con artisti come Fido Guido , Mama marjas
Nel Gennaio 2009 esce il suo secondo lavoro con i Downtown Rebels “NULLA SEMBRA CERTO”.
Nel 2011 entra in studio con i Poor man style per registrare le batterie del nuovo disco “LONTANO”.
Nel Giugno 2011 esce il primo singolo con video “VIENI QUI” Prodotto dalla Nite Lite Prod. per l’etichetta Toast Records , estratto dal primo album da solista “SE SORRIDERAI” in uscita il 10 Maggio 2012 per Toast records!!Nel frattempo forma il gruppo “Bring Back Band”, che lo seguirà per tutto il prossimo tour.LuLu Coming Soon!!!.
TORINO BASS CULTURE
1175511_312084492268370_1736993099_nTorino Bass Culture nasce dall’incontro tra il selecta Bio e il cantante /produttore Ri-C il 25 ottobre 2010(data della scomparsa di mr Gregory isaacs aka Cool Ruler aka Lonely Lover R.I.P. )

Il primo lavoro del duo è Torino Bass Culture mixtape
Uscito nel febbraio 2011 il progetto ideato dal selecta Bio,racchiude una selezione dei suoi vinili alternata a produzioni di artisti della scena undeground Torinesi mixati dall’omino del mixer Ri-C
Al progetto hanno partecipato oltre 40 amici tra cantanti dj/selecta supporter tra cui Bunna (africa unite) Maury B Zuli and many more
LISTEN TorinoBassCulture Mixtape http://www.youtube.com/watch?v=bWDnGgnrkuU
Nel marzo 2012 si aggiunge alla crew Neekoshy con cui preparano un EP di 4 tracce uscito i primi giorni di luglio creando per l’occasione il Torino girls Riddim
in free download http://www.youtube.com/playlist?list=PL2BE5ADC57FC78705&feature=edit_ok
I 3 hanno suonato in svariate yard Torinesi e del nord Italia,nel 2012 a Brixton (London UK) e nell’estate 2013 un mini tour di 3 date a Marseille (France)
In questi anni hanno condiviso palco e consolle con tanti amici ed artisti,tra cui :Ward 21 (jam) Bunna,Brusco,Zuli,Virtus,Raphael,Sista Tahnee
Il loro spettacolo alterna le selezioni viniliche di Bio selecta alle potenti liriche di Nekozhy e Ri-C sui B-side.
TWENEBOA
10553630_1454084841517240_780912513383472342_nDopo il progetto con la Roots band Creation, il cantautore Torinese Mauro Camilleri in arte Tweneboa è pronto per il nuovo progetto solista. Il 17 Maggio di quest’anno presenta 2 nuove tracce al concerto di Alborosie riscuotendo grandi consensi, poco dopo si esibisce al Gianduja Reggae Explosion prima del giamaicano Emanuel Miller. Roots, soul, dub le sonorità a lui più affini in un mix davvero originale. E’ ora impegnato in studio per una collaborazione con Sun Sooley.
  GIGA WAVE
10390536_756376314425391_5614076223662702429_nLa crew nasce nel 1999 dall’incontro di Mc Rafa e Sir Brizio. Entrambi studenti a Torino ed entrambi provenienti dalla Puglia. Brizio originario della provincia di Lecce all’eta’ di 12 anni si avvicina al reggae grazie al foundation sound dei Sud Sound System che in quegli anni uscivano con T’HA SCIUTA BONA. Lizzanello, Calimera, Torre dell’Orso sono i primi luoghi in cui assiste ai loro concerti e rimane catturato dalla musica e dalle vibrazioni che essa comunica… Ma trovare tunes giamaicani per un ragazzo quattordicenne che viveva nel salento in quegli anni (’94/’95) e’ decisamente difficile. Cosi’ inizia l’avvicinamento alla cultura hip hop piu’ facile da racimolare al rivenditore sotto casa perche’ piu’ commerciale. I primi pezzi su sette pollici arrivano nel 1997 dal One Love music corner. L’energia del disco in vinile fa crescere sempre piu’ la passione per questa musica. Mr. Vegas, Bounty Killer, Buju Banton iniziano a suonare nella casa di Brizio dalla mattina alla sera. In piu’ le dance hall del salento iniziano a diventare numerosissime e l’estate e’ un momento di confronto e di grande scuola per i nuovi selekta. Intanto Brizio si trasferisce a Torino per iniziare l’universita’ dove si trovera’ in corso con Rafapazzo. Rafapazzo, originario del Gargano, si avvicina alla musica reggae con l’album TEASE ME di Chaka Demus & Pliers. E’ ancora neofita ma neanche lui riesce a resistere all’energia e alla potenza dell’harcore di quegli anni (un esempio per tutte: Beenie Man con Ganja Farm) e ai dolci bassi del new roots. Nell’estate 1999 sulle spiagge di San Cataldo, San Foca e sulla scogliera di Sant’Andrea si bruciano tunes e cannoni in dance hall infuocate. E’ l’estate in cui nasce l’idea del sound. Rapazzo si reca nel Salento per una settimana di pure vibes e rimane estasiato dalla dance che i S.S.S. ( Sud Sound System ) animano sulla spiaggetta di Porto Badisco: un mare da sogno e musica fantastica. E’ una dance che rimarra’ nella storia per il GigaWave. Il viaggio di ritorno a casa e’ in completo silenzio, le orecchie sono ancora piene di bassi e le teste pensano ad altro…
Un’estate memorabile.
Da allora le e-mail con gli ordini alla One Love,al Jah Mek Yah ed altri distributori di reggae music si ripetono con cadenza mensile cercando di reperire oldies di qualita’ e fresh promettenti… A Torino i due membri del G.W. bazzicano nei centri sociali cercando di attingere dall’ancora scarsa vena reggae della metropoli. C’e’ un evento che pero’ si ripete settimanalmente ed e’ al CSOA Gabrio. Ogni giovedi’ la crew del centro sociale propone delle selezioni reggae. Si inizia a fare amicizia coi selekta e poi con tutta la crew del centro. I mesi passano e la scena reggae torinese cresce grazie ai rising sound TARANTOLA, MIRAFLOWERS e al bigga sound della TAVERNA che da Aosta scende spesso a Torino per animare serate all’Askatasuna e al Gabrio. Nel 2001 il GigaWave sound esordisce ai controlli del mixer nel csoa Gabrio, senza ancora nessun nome e con pochi dischi appresso si riescie comunque a creare una appuntamento fisso ogni mercoledi’. La cosa va avanti anche nel 2002 ma con scarsa affluenza di pubblico. La prima serata “seria” che illumina gli occhi di Rafapazzo e Brizio arriva il 2 giugno 2002. In una foresta nelle colline cuneesi si svolge una festa clandestina alla quale partecipano per cio’ che riguarda la selezione sonora: Miraflowers (da Torino), Outta Law (da Alessandria) e Rafapazzo (il nome del sound non e’ ancora deciso). Le due ore di musica selezionate da Brizio sono supportate dalla voce di un grande Rafapazzo al microfono. Poi arriva l’estate e quindi la crew si separa, la visita nel salento di Rafapazzo si riduce alle dance di Rodigan, Pow Pow Movement e Villa Ada (a Spiaggiabella). Le piu’ infuocate dell’estate 2002. Tornati a Torino in ottobre si decide il nome del sound GigaWave e l’esordio e’ fissato per la notte di Halloween (31/10) al csoa Gabrio. Prima dance del GigaWave sound…
Da allora Gigawave promuove serate al CSOA Gabrio e in giro per l’Italia; tra gli ospiti celebri ospitati trovano posto Marina Rankin Lele e Papa Leu, Macka B, Caligula Sound, Defras Selecta, King Tubby’s solo per citarne alcuni.
Parte del ricavato sarà devoluta all’Associazione di volontariato Amc1d Onlus per sostenere il progetto SOS House The Forgotten.
SPONSOR BY
www.bevimolecola.it
CON IL PATROCINIO DELLA CIRCOSCRIZIONE 8
INFO E CONTATTI
info@legionecreativa.it

Uncategorized

SWING ‘N’ MILAN: dal 6 al 9 ottobre torna allo Spirit de Milan il festival swing più cool d’Italia! #Swing

Dopo lo strepitoso successo ottenuto durante le prime edizioni, lo “SWING ‘N’ MILAN” torna ad animare Milano, per la prima volta per quattro giorni! Dal 6 al 9 ottobre, lo Spirit de Milan e gli spazi interni ed esterni della Cristallerie Livellara si trasformeranno in una vera e propria “cattedrale dello swing”, coinvolti in una […]

Read More
Uncategorized

Festival JAZZMI al BLUE NOTE MILANO – Dal 4 al 15 novembre 2016 @Jazzmi #Jazzmi

Jeremy-Pelt Il BLUE NOTE MILANO è partner di JAZZMI, il festival jazz che animerà la città di Milano dal 4 al 15 Novembre con oltre 100 eventi, 80 concerti, 25 eventi all’interno della città e oltre 300 artisti coinvolti. 12 giorni di concerti, eventi, momenti di approfondimento, divulgazione, didattica per tutte le età, incontri pubblici […]

Read More
Uncategorized

CHAVES SCRIVE LA STORIA DEL LOMBARDIA @Girodilombardia

PHOTO CREDIT: ANSA – Peri / Bazzi Il colombiano, su un percorso duro e selettivo, è il primo corridore non europeo ad aggiudicarsi la Classica Monumento di fine stagione. Un encomiabile Diego Rosa si piega solo allo sprint. Terzo podio in carriera per l’altro colombiano Uran al Lombardia. Potete vedere il filmato con le foto […]

Read More