Festivaletteratura di Mantova – e un omaggio speciale a Tiziano Terzani – 2014:dal 3 al 7 settembre 2014

Appuntamento a Mantova il 30 luglio per la festa di presentazione del programma

e un omaggio speciale a Tiziano Terzani

Aggiungi didascaliacover_Giacomo_Bagnara



È online a partire da oggi
il programma ufficiale della diciottesima edizione di Festivaletteratura
(qui allegato). Tutti gli eventi in programma a Mantova dal 3 al 7 settembre
2014
sono consultabili sul sito www.festivaletteratura.it. Nella
sezione “Centoautori”del sito si possono inoltre trovare tutte le schede
bio-bibliografiche degli scrittori che interverranno a
settembre.

Gli appassionati del Festival possono conoscere da
subito giorno e ora degli incontri, dei laboratori e degli spettacoli che come
ogni anno vedono protagonisti i grandi nomi della letteratura nazionale e
internazionale, all’insegna del dialogo e della produzione di idee.

Anche
se continua a crescere il seguito del Festival su internet e sui social network,
Festivaletteratura non rinuncia alle sue tradizioni, come la festa di piazza che
accompagna fin dalla prima edizione l’uscita del programma. Appuntamento quindi
a mercoledì 30 luglio alle ore 21.00, in piazza Leon Battista Alberti,
per la distribuzione del libretto cartaceo, quest’anno con la copertina
disegnata da Giacomo Bagnara
(immagine in allegato). Nel corso della serata,
il Festival proporrà uno speciale documento video inedito, legato a uno
degli eventi forse più seguiti della sua storia: Tiziano Terzani
partecipò a Festivaletteratura nel 2002 tenendo un memorabile incontro al
Cortile della Cavallerizza. Lo presenteranno la moglie Angela Terzani Staude e
il giornalista Luciano Minerva, che girò questo raro documento video
sull’intervento, permettendoci di ricordare il grande giornalista scomparso
dieci anni fa.

La serata sarà una delle ultime occasioni per rinnovare la
tessera Filofestival, che come ogni anno dà diritto a sconti sui biglietti degli
incontri e negli esercizi convenzionati. La biglietteria di Festivaletteratura
invece aprirà a partire da mercoledì 27 agosto per i soci di Filofestival e
da venerdì 29 agosto per tutti
.
Il tesseramento Filofestival per il 2014
verrà chiuso domenica 3 agosto.

 Mantova
3 7 settembre
2014
Attesa con trepidazione e curiosità per un anno intero – al culmine
di un’estate animata da notti bianche, concerti, manifestazioni
sportive e di costume, mercatini, piccole e grandi rassegne, i giovedì
dello shopping by night – torna finalmente la grande kermesse di
Festivaletteratura: diciottesima edizione, un cartellone di respiro
internazionale, il solito successo annunciato. Anche quest’anno, nonostante
le limitate risorse disponibili, il Comune ha voluto investire nella manifestazione
con un impegno importante in termini di contributo economico e
supporto logistico con una cospicua mobilitazione di personale. Per organizzazione
e capacità di coinvolgimento (dei volontari e del pubblico, in egual misura)
l’esperienza di Festivaletteratura è un modello difficilmente replicabile
altrove, perché interpreta al massimo livello la vocazione culturale di questa
città. Complimenti al Comitato, alle magliette blu, agli sponsor che sostengono
l’evento. Benvenuti, ai turisti italiani e stranieri arrivati per l’occasione.
E buon Festivaletteratura a tutti. nicola sodano Sindaco di Mantova
Sembra ieri eppure sono passati 18 anni dal primo Festivaletteratura.
Nell’estate 1997 erano in pochi a scommettere sulle potenzialità di
questa manifestazione. Non molti, nelle frenetiche settimane che
preparavano il debutto della kermesse, avevano ben capito come
funzionasse questo nuovo e insolito Festival capace di riunire a colazione autori
affermati con i loro affezionati lettori. Eppure già dalla prima edizione l’alchimia
fu perfetta! Di anno in anno il successo si è via via consolidato. Se agli inizi era
Mantova con le sue bellezze architettoniche a promuovere Festivaletteratura
e a fare da traino per il pubblico oggi accade il contrario: è Festivaletteratura a
portare turisti e visitatori a Mantova. Il capoluogo virgiliano è diventato la città
del Festival: le sue piazze, i suoi palazzi, i suoi cortili, i suoi angoli più suggestivi
sono divenuti la location ideale per questo appuntamento divenuto una
consuetudine di fine estate. Il modello Mantova ha fatto scuola e oggi è assai
copiato. Quest’anno il Festival compie 18 anni e diventa maggiorenne: come
per le persone, anche per le manifestazioni la maggiore età è un passaggio
importante che accompagna e predispone verso nuove sfide. Il segreto per
conservare intatto nel tempo l’appeal che in 18 anni non è mai mancato è il
saper cambiare e rinnovarsi ogni anno pur nella continuità. Mantova ha dato
tanto a Festivaletteratura e il Festival ha restituito molto alla città. È un connubio
inscindibile che abbiamo il dovere di valorizzare sempre di più e meglio.
alessandro pastacci Presidente Provincia di Mantova
La Camera di Commercio, da sempre vicina a
Festivaletteratura, da qualche anno ne ospita in maniera
permanente la sede del Comitato Organizzatore,
all’interno dello storico e centrale palazzo Andreani. Sono sempre state apprezzate
le capacità che la prestigiosa manifestazione ha saputo far crescere
nel corso degli anni, avvicinando il mondo economico e imprenditoriale a
quello della cultura, della letteratura contemporanea nello specifico. Una
delle nostre mission è quella di promuovere le eccellenze del territorio e
Festivaletteratura lo è a pieno titolo. Nel corso di missioni economiche all’estero
o in altre città d’Italia, abbiamo potuto constatare, sempre più nel corso
degli anni, che questo raffinato e insieme popolare appuntamento, denso di
contenuti di autentica qualità, è stato uno strumento straordinario, capace di
veicolare Mantova con le sue bellezze artistiche e storiche, la sua competenza
imprenditoriale e organizzativa, la sua ospitalità e capacità di accoglienza.
Siamo alla diciottesima edizione, un anno importante in cui per gli uomini e
le donne si raggiunge la maggiore età, il Festivaletteratura è sempre stato
adulto, tanto che ci troviamo di fronte a un caso emblematico in cui la cultura
ha fatto da volano all’economia locale, lasciando un solido bagaglio di
esperienze e offrendo un’opportunità di crescita intellettuale per tutti, non
porgendosi mai, nemmeno al debutto, come evento effimero. Per queste ragioni
sono pertanto a porgere le mie congratulazioni agli organizzatori che,
con competenza e forza, hanno saputo far crescere il Festival mantenendolo
sempre vivace e interessante nella sua formula originaria e originale. carlo
zanetti Presidente Camera di Commercio di Mantova

ufficio stampa
Mara Vitali Comunicazione
Piazzale Susa, 1
20133 Milano
tel. 02.70108230
fax 02.87385794
Dal 3 al 7 settembre:
Sala stampa Festivaletteratura
Piazza Leon Battista Alberti
Mantova
tel. 0376.369814
stampa@mavico.it
ufficiostampa@festivaletteratura.it
Si ringraziano:
Ufficio culturale Ambasciata di Israele – Roma
La Commissione Europea • Rappresentanza a Milano
vi invita a chiacchierando d’europa, conversazioni
e scambi di opinioni tra amici
Tenda dei Libri, Piazza Sordello • Mantova
venerdì 5 settembre • ore 10.30
In occasione di Festivaletteratura
SOTTO L’ALTO PATRONATO
DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
Un anno trascorso a fare il Festival in 144 pagine. Il libretto che vi apprestate a leggere
è il racconto di una storia con molti personaggi: alcuni li trovate segnati in blu
scorrendo le schede degli eventi, altri vengono menzionati nell’ultima pagina, di altri
ancora non è segnato il nome, ma ne resta l’impronta nel tema di un incontro o nella
scelta di un autore.
Anche questa diciottesima edizione è nata dal contributo di tante persone attente,
che partecipano e non fanno da spettatrici, che si sentono coinvolte e dunque non
risparmiano segnalazioni e suggerimenti, fi no a cinque minuti prima dell’inaugurazione;
persone che hanno curiosità diff erenti, a volte specialissime, che raff orzano la
passione onnivora del Festival e la sua vocazione alla ricerca.
Il mosaico del programma risulta così ricco e mai scontato perché molti, alla fi ne,
sono coloro che contribuiscono a comporlo: scrittori che sono venuti al Festival in
passato, lettori prodighi di consigli, cultori di generi o esperti di temi specifi ci, gruppi
di lettura, volontari o ex-volontari che hanno visto, letto, sentito autori assolutamente
irrinunciabili, giovani artisti che guardando alla proposta del Festival sentono che
qui possono presentare le proprie idee.
A questa vivace comunità – di cui fate parte tutti voi che state per arrivare a Mantova
– consegniamo soddisfatti l’esito del lungo lavoro di preparazione: un programma di
alcune centinaia di eventi, pieno di novità e sorprese, in cui perdersi con interesse e
divertimento. Buon Festival a tutte e a tutti! il comitato organizzatore
La Rappresentanza in Italia della Commissione Europea è
lieta di sostenere Festivaletteratura, che da diciotto anni è
uno degli appuntamenti culturali più attesi del panorama
lombardo.
Attraverso il nuovo programma europeo europa creativa,
la Commissione rinnova il proprio sostegno alla cultura e
alla creatività. Nel periodo 2014-2020, europa creativa off re opportunità per la
cooperazione transfrontaliera tra le organizzazioni culturali, piattaforme, networking
e iniziative di traduzione e promozione di opere letterarie.
Ringrazio la città di Mantova e il Comitato Organizzatore per questa bella iniziativa
che, grazie alla sua dimensione internazionale ed europea, fa sì che letteratura
e divertimento si incontrino e diventino catalizzatori della creatività e
dell’innovazione, obiettivi cardine dell’Unione europea. fabrizio spada
Direttore della Rappresentanza a Milano della Commissione europea.
La biglietteria di Festivaletteratura sarà aperta presso la
loggia del grano della camera di commercio – via spagnoli
da mercoledì 27 agosto a martedì 2 settembre dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19
domenica 31 agosto dalle 9 alle 13
da mercoledì 3 settembre a sabato 6 settembre dalle 9 alle 20 con orario continuato
domenica 7 settembre dalle 9 alle 17 con orario continuato
prenotazioni: regole generali
La prenotazione e l’acquisto dei biglietti si possono eff ettuare
dalle ore 9.00 di mercoledì 27 agosto per i soci filofestival
dalle ore 9.00 di venerdì 29 agosto per tutti
Si possono eff ettuare prenotazioni nei seguenti modi:
presso la biglietteria del Festival nei giorni e negli orari indicati
telefonando allo 0376.355731
tramite il nostro sito internet www.festivaletteratura.it
La prenotazione va fatta specifi cando nome, cognome, comune di residenza e n° di telefono
per ricevere comunicazione di eventuali variazioni relative agli eventi prenotati.
prenotazioni: regole per i soci filofestival
I soci dell’Associazione Filofestival possono prenotare e acquistare biglietti a partire
dalle ore 9.00 di mercoledì 27 agosto. La tessera è strettamente personale.
Ogni singolo socio può prenotare:
1 solo biglietto per evento
non per eventi incompatibili per orario (distanza di almeno due ore).
per sé e al massimo per altri tre soci nel caso di prenotazione telefonica o al box
offi ce alla Loggia del Grano.
Gli eventi per bambini possono essere prenotati solo attraverso la tessera junior
ad eccezione di quelli rivolti a ragazzi sopra i 12 anni (tessera under 25).
Ai soci viene applicato uno sconto pari al 10% circa del costo del biglietto intero.
Per gli incontri dei bambini non sono previsti sconti sul biglietto.
acquisto e ritiro biglietti
I biglietti prenotati devono essere ritirati alla biglietteria del Festival almeno due ore
prima del primo evento prenotato e comunque non oltre le 20.00 per gli incontri serali
e per gli incontri previsti al mattino in orario antecedente all’apertura della biglietteria.
L’acquisto dei biglietti prenotati va eff ettuato presso la biglietteria del Festival in un’unica
soluzione.
Le modifi che alle prenotazioni già fatte saranno accolte solo compatibilmente con le
disponibilità. I biglietti che risulteranno ancora disponibili saranno messi in vendita
direttamente sul luogo dell’evento circa mezz’ora prima dell’inizio.
Per gli eventi dei bambini, gli adulti accompagnatori, in base alle disponibilità, possono
acquistare il biglietto allo stesso prezzo dei bambini solo sul luogo dell’evento.
I biglietti per gli appuntamenti di Pagine Nascoste, delle Macchine per il Teatro Incosciente
e di Caro padre, vidirò… sono in vendita esclusivamente sul luogo dell’evento.
variazioni e rimborsi
Il rimborso di un biglietto acquistato può essere richiesto solo ed esclusivamente nel
caso di soppressione dell’evento stesso. Il Festival si riserva la facoltà di decidere, a
proprio insindacabile giudizio, l’eventuale rimborso in caso di altre variazioni (spostamento
di orario e di luogo, altri cambiamenti) dandone tempestiva comunicazione.
La richiesta di rimborso dei biglietti di eventi soppressi deve essere eff ettuata entro le
ore 17.00 di domenica 7 settembre.
informazioni prenotazione e acquisto
Le informazioni sul programma, i cambiamenti dell’ultima ora, gli spostamenti
di luoghi in caso di pioggia o altro, gli eventi sospesi, esauriti o
soppressi sono:
costantemente aggiornati sul sito www.festivaletteratura.it
disponibili presso i punti informativi, telefonicamente alla
segreteria (tel. 0376.224108, attivo dal 19 agosto)
attraverso il servizio sms informa e l’app di Festivaletteratura
o via e-mail all’indirizzo info@festivaletteratura.it
Durante i giorni di Festivaletteratura sarà attivato un punto informativo
in piazza sordello. Un corner informativo sarà attivo anche presso la
biglietteria del Festival.
Per le informazioni turistiche generali punto di riferimento è l’Uffi cio
Informazioni Turistiche della Provincia di Mantova – piazza Mantegna,6
(tel. 0376.432432, info@turismo.Mantova. it; www.turismo.Mantova.it),
aperto tutti i giorni dalle 9.00 alle 18.00.
sms informa
le informazioni di Festivaletteratura direttamente sul proprio cellulare
Festivaletteratura attiva un servizio sms di informazione per gli eventi in
programma. Per ricevere le informazioni gratuite è necessario inviare un
SMS con indicato “Festival On” al numero +39 377 5093200. Il servizio
è già attivo e completamente gratuito e tutte le informazioni saranno
limitate al periodo 25 agosto – 7 settembre 2014. Il servizio potrà essere
disabilitato in qualsiasi momento inviando un sms allo stesso numero
digitando “Festival Off ”. L’sms di attivazione o disattivazione sarà tariff ato
in base al piano telefonico del proprio gestore.
Un’app per Festivaletteratura
Tutte le informazioni sul Festival disponibili subito sul tuo smartphone:
• il programma aggiornato in tempo reale, con tutte le variazioni;
• possibilità di costruire il proprio percorso attraverso gli eventi preferiti;
• tutte le informazioni sugli autori di questa edizione;
• i luoghi del Festival, ma anche dove mangiare, dove dormire, dove fare
shopping.
L’app è scaricabile da Apple Store per dispositivi iOS™ (iPhone, iPod
touch e iPad). Per tutti gli altri dispositivi è utilizzabile in versione web
app all’indirizzo app.festivaletteratura.it . L’app è stata sviluppata da
Global Informatica srl.
libreria del Festival 2014 con librerie.coop
in collaborazione con Cooperativa Librai Mantovani e grazie al contributo del
gruppo UNIPOL
La Libreria del Festival si trova in piazza sordello .
Apertura: da sabato 23 agosto
Orario di apertura 9.30-13.00, 15.30-23.00
Nei giorni del Festival orario continuato 9.30 – 24.00
I libri degli autori presenti al Festival saranno disponibili in libreria
e sui luoghi degli eventi. Per informazioni: 335.6978706.
L’app “terre di Mantova
Disponibile gratuitamente per Android e iOS™ in italiano, inglese e
tedesco, è lo strumento che la Provincia di Mantova
dedica ai turisti e alle loro esigenze: news, eventi,
itinerari personalizzati, mappe, segnalazioni
paesaggistiche, culturali ed enogastronomiche.
6 7
GIRANDO PER FESTIVALETTERATURA
Per chi arriva a Mantova senza aver prenotato nulla o per chi vuole concedersi
il tempo e il piacere di guardarsi un po’ in giro, Festivaletteratura offre molte
occasioni curiose per non perdere il vizio di divertirsi con i libri.
Gli intermezzi – segnalati in programma dalle icone tra parentesi quadre –
offrono già una serie di performance, eventi brevi e installazioni in grado di
soddisfare gli interessi più diversi.
Ma per le piazze del Festival c’è molto di più. Ecco un rapido elenco dei
principali “fuori programma” previsti quest’anno, divisi piazza per piazza.
L piazza sordello
Presso la libreria del Festival sarà allestita una vetrina dedicata alla letteratura
araba contemporanea. In questo spazio, oltre all’esposizione di alcune delle
più recenti traduzioni delle opere di narrativa e di poesia di autori del mondo
arabo, sarà attivo un vero e proprio servizio di consulenza bibliografico
dedicato ai lettori e agli editori che volessero approfondire la conoscenza
di questa straordinaria produzione, curato da alcune delle traduttrici più
impegnate nella promozione della letteratura araba nel nostro paese.
Nei pressi della tenda ci sarà anche uno dei mappamondi paralleli giganti per le
osservazioni astronomiche diurne, lasciati alla libera consultazione del pubblico.
Un secondo mappamondo sarà “attivo” presso il gazebo di piazza Erbe.
Sotto la Tenda dei Libri si troverà anche l’installazione D’un Tratto al Festival:
un foglio in bianco e nero e un muro partecipato per raccogliere le suggestioni
scritte (rigorosamente con il Tratto Pen) dal pubblico di Festivaletteratura.
Inoltre, sotto le volte del Palazzo del Capitano, tornerà Fuoricatalogo, la
piccola mostra-mercato di opere fuori stampa, pensata e realizzata da cinque
librerie antiquarie e aperta da giovedì 4 a domenica 7 dalle 9.30 fino a sera.
L piazza erbe
Nel gazebo che ospiterà nel fine settimana le Macchine per il Teatro
Incosciente, avrà il suo salotto operativo Chiara Trevisan, la lettrice vis à vis
che girerà per il Festival con la sua bicicletta carica di libri: il suo programma
di letture personalizzate sarà reso noto durante il Festival.
Accanto al salotto, presso il corner di The Reading Circle, sarà possibile
ricevere informazioni su servizi, attività e gruppi di lettura presenti nelle
biblioteche della provincia di Mantova. Ospite d’eccezione al corner sarà
il disegnatore Marco Petrella, autore della spilletta che verrà distribuita
gratuitamente al pubblico che passerà al gazebo.
L piazza alberti
Piazza Alberti ospiterà una delle librerie di scambio di Festivaletteratura, i
punti di diffusione di libri autoalimentati dai lettori, che funzionano secondo
l’equo criterio di prendere un volume lasciandone in cambio un altro, oppure
depositando nell’apposita cassetta un’offerta adeguata. Grazie a illy quest’anno
presso le librerie di scambio si potranno trovare molti dei volumi pubblicati da
Charta, negli anni della sua attività: un’iniziativa importante per rimettere in
circolo il grande patrimonio di questa casa editrice e che permetterà, attraverso
il ricavato delle offerte raccolte, di aiutare la Biblioteca Comunale di Quistello
pesantemente colpita dal terremoto del 2012. Le altre librerie di scambio
saranno aperte sotto la Tenda dei Libri e presso il Box Office.
Per chi non è mai sazio di incontri con gli autori, tutti i pomeriggi sotto la tenda
di Piazza Alberti sarà possibile assistere alle dirette di RadioTre Fahrenheit, con
le interviste di Marino Sinibaldi agli ospiti del Festival.
#FestLet
Tutti gli strumenti per orientarsi, per informarsi
e per seguire il Festival online.
app
Scarica gratuitamente l’app ufficiale, con il
programma, gli autori e i luoghi di Festivaletteratura.
Disponibile su iOS e Android. Per altri dispositivi in
versione web app su app.festivaletteratura.it
centoautori
Scopri tutti gli autori ospiti della diciottesima edizione
su festivaletteratura.it/centoautori
streaming
Guarda gli eventi in streaming su
festivaletteratura.it/streaming
hashtag ufficiale
Racconta il tuo Festival su Twitter e Instagram con
l’hashtag ufficiale #FestLet
www.festivaletteratura.it
facebook • facebook.com/festivaletteratura
twitter • @festletteratura
instagram • @Festivaletteratura
MERCOLEDÌ
3 settembre 2014
scritture giovani
1 eventi per bambini
1 eventi Festival
1 eventi bambini e adulti
Il Comitato Organizzatore di
Festivaletteratura si riserva la
facoltà di apportare modifi che
al programma dopo la stampa
della presente pubblicazione.
Eventuali mutamenti di sede e
di orario o la cancellazione di
eventi saranno tempestivamente
comunicati dalla Segreteria di
Festivaletteratura tramite la
biglietteria, i punti informativi, la
libreria del Festival, il servizio SMS
Informa, l’app di Festivaletteratura
e sul sito Internet.
Gli eventi letterari durano
mediamente h 1.30; i laboratori
durano circa h 2/2.30.
Non si garantisce l’ingresso dopo
l’inizio dell’evento ai ritardatari
anche se muniti di biglietto.
Gli spettatori presenti agli eventi,
in quanto facenti parte del
pubblico, acconsentono e
autorizzano qualsiasi uso presente
e futuro delle eventuali riprese
audio e video, nonché delle
fotografi e che potrebbero essere
eff ettuate.
In particolare ricordiamo a tutti
coloro che acquistano biglietti
per bambini e ragazzi per eventi
a loro rivolti, che con l’acquisto
del biglietto acconsentono e
autorizzano qualsiasi uso presente
e futuro, anche attraverso internet,
delle eventuali riprese audio
e video, nonché delle fotografi e
che potrebbero essere eff ettuate
ai bambini e ai ragazzi, in quanto
facenti parte dei partecipanti agli
eventi e ai laboratori.
legenda
[-]
il [N] palazzo delle fiabe
[P]
[T]
[M]
Q
le pagine della cultura
accenti
inter/azioni
le parole del cibo
[L] lavagne
[C] compagnia della lettura
[V] vocabolario europeo
intermezzi
[s] voci e storie di soldati
blurandevù
t
D
u
incontri in lingua
diciotto +
consapevolezza verde
pagine nascoste
[N] 16.30 > 20.00 • palazzo ducale – atrio degli arcieri • ingresso libero
IL PALAZZO DELLE FIABE
a cura di Luca Scarlini
Un palazzo principesco pieno di libri preziosi da sfogliare con le mani e con gli occhi:
è una biblioteca da favola quella che si aprirà quest’anno alla fantasia dei lettori
del Festival, o più precisamente una biblioteca da favola d’autore. Il progetto di
collaborazione con i sistemi bibliotecari della provincia di Mantova viene dedicato
alla tradizione della fi aba letteraria italiana del Novecento, un patrimonio quasi
dimenticato, per certi aspetti eterodosso, in cui si nascondono autentici gioielli della
nostra narrativa. Negli oltre trecento titoli che il pubblico potrà liberamente consultare
nello spazio dell’Atrio degli Arcieri in volume o in scansione digitale, si trovano anche
le favole di Gozzano, Calvino, Bontempelli, Moravia, Capuana, Landolfi , Citati e molti
altri, illustrate da artisti quali Rubino, Angoletta, Sironi, Luzzati, Maccari, Munari.
E le meraviglie del Palazzo delle Fiabe non fi niscono qui: nello spazio si potranno
infatti ascoltare le canzoni e vedere i fi lm ispirati a questo straordinario repertorio, e
assistere ogni giorno ai racconti di favole che alcuni degli ospiti del Festival – tra cui
Bianca Pitzorno e Silvia Alessandri – terranno, secondo un calendario che verrà
reso noto nei giorni della manifestazione e che sarà inaugurato mercoledì 3 alle ore
19.00 da un intervento del curatore del progetto, Luca Scarlini.
1 16.30 • la zanzara • € 6,50
Nicoletta Lanciano con la partecipazione di Roberto Casati
IL NOSTRO POSTO SUL MONDO
Esperienze astronomiche diurne con il “mappamondo parallelo”
dai 10 ai 14 anni
Se smontiamo un mappamondo dal suo supporto fi sso e lo posizioniamo
come la Terra vera nello spazio e rispetto al Sole, ci accorgiamo che quello
che siamo abituati a pensare in alto e in basso non è più allo stesso posto.
Nicoletta Lanciano – tra le promotrici del progetto Globolocal (Movimento per
la liberazione dei mappamondi) ed autrice di Diario del cielo 2014-5 ci insegna
ad usare questi “mappamondi paralleli” per capire le relazioni tra la Terra e il
Sole e scoprire quali stelle si possono vedere nel cielo di Mantova, con l’aiuto di
Roberto Casati (Dov’è il sole di notte?).
2 16.30 • sagrestia di san barnaba • € 6,50
Parco Archeologico del Forcello e Gianfranco Allari
LE MERENDE DI NONNA ANTHUS
laboratorio di cucina etrusca
dai 6 ai 10 anni
Quando nonna Anthus decideva di preparare le sue merende speciali
cominciava a preparare la farina macinando con pazienza i chicchi di grano.
Poi sistemava i bimbi attorno al tavolo e ognuno impastava la propria focaccia:
erbe profumate, formaggio, miele, nocciole e frutta secca rendevano deliziose
le sue merende dolci o salate. Con l’esperto di cucina Gianfranco Allari di “Le
Tamerici” e lo staff del Parco Archeologico del Forcello torneremo ad assaggiare
le merende che facevano felici i bimbi etruschi 2500 anni fa.
servizio bus navetta
10 mercoledì 3 settembre 2014 Festivaletteratura 11
3 16.45 • cortile dell’archivio di stato • € 5,00
Ermanno Rea con Diego De Silva
I LIBRI E LA LETTURA: UNA PASSIONE
La carriera narrativa di Ermanno Rea è la coerente prosecuzione della sua
lunga militanza nel giornalismo d’inchiesta. In opere come Mistero Napoletano,
La dismissione, Napoli Ferrovia realtà, fi nzione e autobiografi a si mescolano,
facendo del romanzo una narrazione di verità insieme intima e fattuale. Per
il recente Il sorriso di don Giovanni Rea ha scelto invece l’invenzione pura,
identifi candosi più liberamente in Adele, la giovane protagonista del romanzo,
la cui missione consiste nel “trasmettere al mondo i messaggi contenuti nei
grandi romanzi, la loro bellezza, la loro protesta, persino la loro disperazione”.
Lo incontra lo scrittore Diego De Silva.
4 16.45 • spazio studio s. orsola • € 4,00
Simone Frasca e Sara Marconi
LA PRINCIPESSA COMBINAGUAI
storie dall’Orlando Furioso
dai 5 ai 9 anni
Dentro le grandi storie sono nascoste tante avventure, come quella di Angelica,
principessa combinaguai, che parte dal lontano Catai per portare scompiglio
nell’esercito nemico. La sua storia, tra magie, fughe, mostri marini e grandi
amori, attraversa l’europa e si srotola sotto gli occhi dei bambini e delle bambine,
disegnata dalla mano di Simone Frasca e raccontata dalla voce di Sara Marconi.
[s] 17.00 > 20.00 • archivio di stato – sacrestia • ingresso libero
I SOLDATI NEGLI ARCHIVI
laboratorio di ricerca sui ruoli matricolari militari
la grande guerra – voci e storie di soldati
Le scritture uffi ciali dell’esercito sono una fonte storica di primaria importanza per
ricostruire le micro-storie dei milioni di individui che, sradicati dalla propria terra,
vennero mandati a combattere nei campi di battaglia della Prima guerra mondiale.
Nei registri dei ruoli matricolari veniva infatti puntualmente annotata l’intera
carriera militare di tutti i chiamati alle armi. Secondo la formula già sperimentata
con successo per il progetto Genealogie, Festivaletteratura propone un laboratorio
di ricerche sui ruoli matricolari, grazie al quale il pubblico avrà la possibilità di
riscoprire le vicende dei propri parenti che hanno partecipato alla Grande Guerra.
I registri saranno consultabili attraverso alcune postazioni informatiche, dotate
di strumenti di corredo che faciliteranno l’interpretazione delle notizie riportate
sui documenti. Le memorie familiari potranno essere così riordinate, ricostruendo
una narrazione che insieme permette di ridare un volto e una storia a chi ha
combattuto e di ritrovare le proprie radici nei territori della grande storia.
[C] 17.00 • piazza lega lombarda • ingresso libero
La Compagnia della Lettura coordinata da Luca Scarlini
FIABE D’AUTORE DEL NOVECENTO
Fiabe a colazione, a pranzo e a cena, e – se non bastasse – anche prima di andare a
letto: la Compagnia della Lettura si butta quest’anno a capofi tto nel repertorio di
fi abe d’autore del Novecento. Diciotto appuntamenti di lettura per tutta la durata
del Festival, durante i quali si potranno ascoltare le storie del principe saggio e
infelice, di Sebastiano, galletto anticonformista, di Viperetta, la bambina che
non ne voleva sapere di un mondo zuccheroso e di fi occhetti, e altri magnifi ci
racconti. Fiabe libere e dissacranti, nate dalla fantasia di Tommaso Landolfi , Italo
Calvino, Piero Chiara, Elsa Morante, Antonio Rubino e Ada Gobetti.
5 17.00 • basilica palatina di santa barbara • € 5,00
Eugenio Borgna
VIRGINIA WOOLF, LA FOLLIA, LA CREATIVITÀ
Le correlazioni tematiche e formali fra esperienze
psicotiche ed esperienze creative sono struggenti, e di grande signifi cazione lirica
e umana. Come ha scritto Karl Jaspers, il grande psichiatra e fi losofo tedesco, la
follia, questa sorella sfortunata della poesia, non è creatrice, ma quando nasce
in una personalità geniale la rende straordinaria nella sua originalità e nella sua
tensione emozionale. Questo è avvenuto nei romanzi più belli di Virginia Woolf,
nei quali esperienze narratrici ed esperienze di soff erenza psichica si intrecciano
le une alle altre, giungendo ad espressioni di stremata dolorosa bellezza. Ma
anche dalle sue lettere riemergono sfolgoranti intuizioni estetiche.
[T] 17.00 • tenda sordello • ingresso libero
Luca Scarlini
L’ECO DI UNA MUSICA LONTANA
accenti
Un viaggio intorno all’immaginazione di Guido Gozzano, una traccia per
introdurre il percorso delle fi abe italiane del Novecento partendo dal lavoro,
straordinario e oggi dimenticato, del poeta torinese, autore di fi abe magnifi che
come di pagine di viaggio straordinarie, raccolte nel volume Verso la cuna del
mondo. lettere dall’India, che hanno il sapore della fi aba.
6 17.00 • teatro bibiena • € 5,00
Antonia Arslan con Nicoletta Maragno
LA VOCE AUTENTICA DI MATILDE SERAO
Per quel poco che la sua opera è ancora ricordata in storie letterarie e antologie
scolastiche, Matilde Serao viene tratteggiata come una verista minore, una
narratrice a forti tinte, che racconta storie d’amore infelice, abbondando in
patetismi, espressioni dialettali e colore napoletano. Antonia Arslan, esperta
di letteratura femminile, sovverte i cliché e ci restituisce la fi gura di una donna
eccentrica e determinata, giornalista di indiscussa autorevolezza, fondatrice
e direttrice di diverse testate (Il Corriere di Napoli, Il Mattino, Il Giorno) che la
resero una presenza ingombrante ma leggendaria negli anni fra Ottocento e
Novecento, rappresentando per le donne italiane un modello di riferimento a
lungo ineguagliato. Espressione della voce più autentica della Serao è Il ventre
di Napoli, un’appassionata rivisitazione degli splendori passati e delle miserie
attuali di una città amatissima, di cui la scrittrice svela il lato più nascosto.
Letture di Nicoletta Maragno.
7 17.15 • palazzo ducale – portico del cortile d’onore • € 5,00
Marie De Hennezel con Francesco Abate e Luciano Orsi
UNA MORTE UMANA
“L’invito a una maggiore umanità intorno alla morte e ai morenti non
è certo superfl uo nel mondo in cui viviamo oggi. È divenuto anzi un
elemento di grande importanza. La questione della morte, che ci si
pensi o no, è al centro della nostra vita: la defi nisce nella sua interezza
e le dà il suo giusto prezzo. Inoltre la visione che una società ha della morte, il modo
in cui essa tratta coloro che stanno per morire, è di per sé un indice del suo grado
di umanità”. Marie De Hennezel, psicologa, psicoterapeuta e autrice di Morire
a occhi aperti, si confronta con lo scrittore Francesco Abate e con Luciano Orsi,
responsabile dei servizi di cure palliative, su come sia possibile oggi ridare umanità
alla morte, partendo dalle esperienze di accompagnamento ai morenti e di cure
palliative.
12 mercoledì 3 settembre 2014 Festivaletteratura 13
8 18.00 • tempio di san sebastiano • € 5,00
Juan Carlos De Martin con Roberto Casati
LIBERTÉ
liberté, égalité, fraternité – tre parole per la rivoluzione digitale
Se la rete ha indubbiamente aperto enormi spazi di libertà d’espressione e
artistica, consentendo da un lato di rompere la barriera della censura nei regimi
autoritari e dall’altro la nascita di pratiche di autoproduzione e circuitazione di
opere e idee, è indubbio che i movimenti che compiamo sul web non passano
inosservati, mettendo a rischio la nostra privacy e condizionando le nostre scelte.
Juan Carlos De Martin, co-fondatore del Centro Nexa su Internet e Società, si
confronta con Roberto Casati su rivoluzione digitale e liberté.
La rivoluzione digitale alla prova delle parole d’ordine della Rivoluzione francese.
Per comprendere come l’avvento impetuoso delle nuove tecnologie stia cambiando
comportamenti, valori e principi pre-digitali, Festivaletteratura propone quest’anno
una rifl essione in tre momenti, condotta da Roberto Casati (Contro il colonialismo
digitale). Liberté, égalité, fraternité saranno le tre parole/reagenti per verifi care se
la rivoluzione digitale in corso rappresenti un passo in avanti o l’ennesima occasione
perduta o, ancor peggio, uno strumento raffi nato per creare nuove dipendenze o servitù.
9 18.30 • piazza castello • € 5,00
Michele Serra con Federico Taddia
L’ELOGIO DELLO SDRAIATO
Un padre, un fi glio, un divano, la vetta di una montagna: sono i quattro lati del
perimetro in cui si gioca un incontro/scontro tra generazioni. Rimorsi, sensi di colpa,
provocatori j’accuse e bandiere bianche alzate fanno da contorno a smartphone,
tablet, comportamenti multitasking e istinti apatici: giovani e adulti hanno ancora
cose da darsi e da dirsi? Michele Serra, Federico Taddia e alcuni studenti si
confrontano sulla fi gura dello sdraiato: chi è, a chi fa paura, esiste per davvero o
è solo il frutto dell’invidia di chi ha superato l’adolescenza da qualche decennio?
Ironia, leggerezza e profondità in un confronto tra sdraiati… di tutte le età.
19.00 • cinema oberdan • € 3,00 (biglietti in vendita sul luogo dell’evento)
Pagine Nascoste
THE NEW YORK REVIEW OF BOOKS:
THE 50 YEAR ARGUMENT
di Martin Scorsese e David Tedeschi | Stati Uniti, 2014, 97 minuti
Sin dalla nascita, avvenuta più di cinquanta anni fa durante lo sciopero dei
giornali del 1963, la più importante rivista culturale americana ha perseguito
il suo obiettivo con rigore, uno stile unico e non senza suscitare controversie.
Il documentario cavalca le onde della storia letteraria, politica e culturale,
intrecciando fi lmati d’archivio, interviste, estratti da opere di autori quali James
Baldwin, Gore Vidal e Joan Didion, oltre a riprese della redazione al lavoro che
rifl ettono l’instancabile attività di una rivista che, dopo cinquant’anni, resta più
che mai vitale.
19.00 • piazza sordello • ingresso libero
incontro inaugurale
Si aprano le danze della diciottesima edizione! Scrittori, sostenitori
e amici del Festival sono pronti a salire in pista per cinque vorticosi giorni di
incontri, dialoghi e nuove conoscenze. E per festeggiare il raggiungimento della
maggiore età, Festivaletteratura si concede un regalo: un elogio dell’arte e della
cultura come beni inutili da coltivare tenuto da Nuccio Ordine. A seguire, brindisi
inaugurale a cura di Strada dei Vini e dei Sapori Mantovani
10 21.00 • aula magna dell’università • € 5,00
Ermanno Salvaterra con Alessandro Gogna
IL GRIDO DI PIETRA
Una montagna leggendaria. Con le sue pareti ripide, il Cerro Torre si erge
imperioso nel cielo dell’estremo sud della Patagonia. A impressionare non
è la sua altezza, ma l’inaccessibilità delle sue vette, perennemente battute
dalla tempesta. Ermanno Salvaterra è l’uomo del Cerro Torre. Guida alpina,
nato tra le Dolomiti, Salvaterra arriva in Patagonia nel 1982, compiendo la sua
prima ascensione su questa montagna impossibile. È l’inizio di una relazione
profonda e magnetica che porta l’alpinista trentino a compiere (ad oggi) altre
ventisei spedizioni sul Cerro Torre, aprendo continuamente nuove vie di ascesa.
Intervista l’autore di L’uomo del Torre Alessandro Gogna, giornalista e alpinista.
21.00 • piazza leon battista alberti • ingresso libero • D
Davide Camarrone e Andrea Segre con Christian Elia
PITCHING IN PIAZZA
meglio di un romanzo (in bozze)
Ci sono delle storie che gridano e nessuno le ascolta. Storie vere, che hanno
tanto da raccontare anche se non fanno notizia, più coinvolgenti di un bel
libro di fi ction. Con Meglio di un romanzo (in bozze) Festivaletteratura ha
chiesto a ragazzi tra i 16 e i 22 anni di provare a scovarle e a scriverne almeno
un frammento attraverso un blog, un video, una tavola a fumetti, o più
tradizionalmente con carta e penna. I migliori progetti arrivano al Festival per
essere presentati al pubblico in tre sessioni di pitching, durante le quali i ragazzi
esporranno le loro idee e due esperti ne valuteranno limiti e potenzialità. Una
lezione di giornalismo a cielo aperto, condotta da Christian Elia.
11 21.00 • piazza castello • € 5,00
Philippe Daverio
NUVOLARI E IL SECOLO DELLA VELOCITÀ
Motori che rombano, poesie che scoppiano, prodotti e oggetti che si
moltiplicano. Il Novecento è un’epoca esaltata dalla velocità che vive in
continua accelerazione. C’è un piccolo uomo, un pilota di automobili, che
sembra concentrare in sé l’irrefrenabile pulsione del ventesimo secolo a
bruciare il tempo, a correre sempre oltre il limite e a qualsiasi costo. Una lezione
di Philippe Daverio su Tazio Nuvolari.
Evento realizzato in collaborazione con il Museo Nuvolari.
21.00 • cinema oberdan • € 3,00 (biglietti in vendita sul luogo dell’evento)
Pagine Nascoste
THE TYPEWRITER (IN THE 21ST CENTURY)
di Christopher Lockett | Stati Uniti, 2012, 57 minuti
Anteprima italiana
Oltre trenta interviste con scrittori, collezionisti, giornalisti, blogger, artisti,
riparatori, inventori e appassionati che si danno appuntamento ai “Type-in”
attraverso gli Stati Uniti, per celebrare, in un mondo digitale e iperconnesso,
la cara vecchia macchina da scrivere. Tra i testimoni gli scrittori Robert Caro e
David McCullough, vincitori in due di quattro Premi Pulitzer e tre National Book
Award, entrambi cocciuti utenti di macchina da scrivere. Ogni grande romanzo
del XX secolo è stato scritto utilizzandone una, e se le macchine da scrivere
stanno conoscendo il loro tramonto, meritano di essere celebrate un’ultima
volta, per scoprire magari che questa invenzione del XIX secolo è ancora
protagonista di una scena sorprendentemente vitale.
14
4 settembre 2014
GIOVEDÌ mercoledì 3 settembre 2014
[L] 21.00 • piazza mantegna • ingresso libero
Andrea Moro
IL MISTERO DELLE LINGUE IMPOSSIBILI
lavagne – anatomia di una frase
Le parole sono messe una in fi la all’altra, ma uno sguardo attento ci fa scoprire
che si comportano come se dei fi li nascosti le tenessero insieme anche a
distanza. In questo incontro vedremo insieme alcune di queste strutture
nascoste e scopriremo come le leggi di simmetria governano le diverse lingue
tra di loro, come se ogni frase fosse una specie di fi occo di neve: una variazione
continua su un modello comune.
Il programma di lezioni per gesso e lavagna d’ardesia prevede come sempre
l’esposizione di problemi e teoremi scientifi ci e le divagazioni intorno alla scrittura
musicale in fascia serale. La serie tematica di quest’anno è dedicata a regole ed
esperimenti di linguistica.
12 21.15 • conservatorio di musica “campiani” • € 8,00
LA FONDAZIONE
di Raff aello Baldini (traduzione di Giuseppe Bellosi)
lettura di Paolo Nori con accompagnamento
al pianoforte di Carlo Boccadoro
Un personaggio un po’ matto, che colleziona ossessivamente i più assurdi oggetti
del passato, è preso dall’idea di dar vita a una Fondazione che tenga viva la
memoria delle cose più sfuggenti e dei pensieri: non quelli grandi dei poeti e dei
fi losofi , che tanto a questi ci pensano già i libri, ma quelli che vengono a tutti quanti
in qualche momento della giornata, e sembrano tanto acuti, e poi spariscono nel
fl usso della vita. Questo personaggio, splendidamente velleitario e a modo suo
eroico, cerca così di imbrigliare la vita (e la morte) nel suo delirio apparentemente
bislacco, ma profondissimo. L’ultima opera del grande poeta romagnolo Raff aello
Baldini nell’interpretazione dell’affi atato duo musical-letterario Nori-Boccadoro.
Macchine e sistemi per l’ufficio
[P] 9.00 • piazza leon battista alberti • ingresso libero
Teju Cole con Alberto Notarbartolo
LE PAGINE DELLA cultura
Recensioni, elzeviri, terze pagine, domenicali: l’armamentario convenzionale
con cui i giornali hanno aff rontato i temi dell’attualità culturale fi no a qualche
anno fa è in fase di profonda revisione, così come lo sono le forme stesse della
produzione artistica. Proprio per questo Le Pagine della cultura sono diventate in
questi anni un insostituibile strumento di navigazione per orientarsi all’interno
del dibattito letterario – e non solo – in corso nelle diverse piazze reali e virtuali
del pianeta. Grazie all’aiuto di alcuni degli scrittori stranieri ospiti al Festival,
ogni mattina in Piazza Alberti si torna a parlare delle questioni, dei libri, delle
manifestazioni artistiche di cui più si sta discutendo in giro per il mondo.
[N] 10.00 > 20.00 • palazzo ducale – atrio degli arcieri • ingresso libero
IL PALAZZO DELLE FIABE
a cura di Luca Scarlini
vedi pagina 9
[s] 10.00 > 20.00 • famedio • € 2,00 (biglietti in vendita sul luogo dell’evento)
CARO PADRE, VIDIRÒ…
un’installazione sonora di Marco Olivieri,
Fabrizio Orlandi, Claudio Ponzana
la grande guerra – voci e storie di soldati
Ai sacrari di guerra è stato imposto un silenzio monumentale: col tempo,
rischiano di diventare muti. Per una volta facciamo in modo che il silenzio si rompa
e il Famedio si riempia di voci: racconti di trincea, speranze, paure, disillusioni,
quotidiane tragedie, preoccupazioni pratiche, ricordi di casa, rifl essioni sul
proprio destino, qualche parola d’amore. Sono i soldati a parlare: uffi ciali e
fanti, volontari e disertori, reduci e prigionieri, combattenti sotto la bandiera
italiana o sotto quella austriaca, giovani provenienti da tutte le regioni d’Italia,
diversi per censo, istruzione, fede politica e religiosa. Ciascuno con la propria
voce, riconquistando l’umanità perduta. Festivaletteratura propone un percorso
sonoro di testimonianze, raccolte attraverso i diari e dalle lettere compilate al
fronte e le interviste orali concesse dai soldati ad antropologi e ricercatori molti
anni dopo: un’occasione per ascoltare “di persona” chi la guerra l’ha vissuta.
voci: Maurizio Ferraresi, Marco Manchisi, Fabrizio Orlandi, Claudio Ponzana,
Antonio Santangelo, Stefano Vercelli.
In collaborazione con ICBSA – Roma; Centro di Dialettologia e di Etnografi a –
Bellinzona, Istituto Ernesto De Martino; Fondazione Museo Storico del trentino.
13 10.00 • la zanzara • € 6,50
Nicoletta Lanciano con la partecipazione di Roberto Casati
IL NOSTRO POSTO SUL MONDO
Esperienze astronomiche diurne con il “mappamondo parallelo”
dai 10 ai 14 anni
vedi evento 1
LA COMPAGNIA DELLA LETTURA
La compagnia della lettura è un gruppo di lettori coordinati
da luca scarlini. Ogni anno propone a Festivaletteratura un
reading di testi legati ad un tema particolare. Dopo il Confortatorio
di mons. Martini nel 2011, “Libri di libri” nel 2012 e Le fi abe italiane nel
2013, il gruppo di lettori aff ronta quest’anno il repertorio, spesso dimenticato,
delle fi abe d’autore del Novecento italiano, un vero e proprio tesoro di storie
per bambini, che hanno suscitato la fantasia delle matite dei maggiori illustratori
novecenteschi.
Le letture • Stefano Cattani, Cristiano Fornasari, Maria Chiara Laghi: Il principe
infelice di Tommaso Landolfi • Silvia Gandolfi , Stefano Peppini, Paola
Sarzola, Teresa Turola: Le straordinarie avventure di Caterina di Elsa Morante
• Alberta Bassi, Giovanna Granchelli, Lina Mutti: Storia del gallo Sebastiano di
Ada Gobetti • Paola Noemi Berto, Stefania Forini, Mauro Missimi: La forestaradice-
labirinto di Italo Calvino • Maria Beatrice Tessadri, Stefania Veneri,
Andrea Zontella: Le avventure di Pierino al mercato di Luino di Piero Chiara •
Miriam Cobellini, Ilaria Galusi, Luca Toff alini: Viperetta di Antonio Rubino.
Gli appuntamenti • mercoledì 3 ore 17.00 • giovedì 4 ore 12.00, 16.00,
19.00, 23.00 • venerdì 5 ore 10.00, 12.00, 16.00, 19.00, 23.00 • sabato 6
ore 10.00, 12.00, 16.00, 19.00, 23.00 • domenica 7 ore 10.00, 12.00, 16.00.
16 giovedì 4 settembre 2014 Festivaletteratura 17
14 10.00 • riserva naturale bosco fontana • € 6,50 • u
Marco Di Domenico con Marco Bardiani e Alessandro Campanaro
IL BOSCO DOVE TUTTO SI TRASFORMA
con la straordinaria partecipazione di Andrea Valente
dai 10 ai 14 anni
La metamorfosi è molto più comune di quanto si pensi: per milioni di specie di
insetti (gli organismi più abbondanti nel nostro pianeta) è “semplicemente” una
delle tante fasi del loro ciclo vitale, sicuramente la più importante. Trasformarsi
è stata per essi un’innovazione evolutiva assolutamente vincente. Grazie
all’aiuto del biologo ed entomologo Marco Di Domenico e di Marco Bardiani
e Alessandro Campanaro, ricercatori del progetto europeo MIPP, andremo a
capire il perché, il come e il dove di questo aff ascinante fenomeno, attraverso
un laboratorio all’aperto in uno degli ultimi lembi di foresta nella Pianura
Padana. Nelle due sessioni riservate ai ragazzi, si unirà a questo percorso di
scoperta lo scrittore Andrea Valente.
In collaborazione con Corpo Forestale dello Stato – Centro Nazionale per
lo Studio e la Conservazione della Biodiversità Forestale “Bosco Fontana”;
progetto MIPP – Monitoring Insects with Public Participation.
Servizio navetta APAM: partenza da p.zza Sordello ore 9.15, ritorno da Bosco Fontana ore 12.30
[s] 10.00 > 20.00 • archivio di stato – sacrestia • ingresso libero
I SOLDATI NEGLI ARCHIVI
laboratorio di ricerca sui ruoli matricolari militari
la grande guerra – voci e storie di soldati
vedi pagina 10
15 10.30 • chiesa di santa maria della vittoria • € 5,00
Matteo Colombo e Anna Rusconi con Isabella Zani
translation slam
The Catcher in the Rye di J.D. Salinger s’impone in Italia solo dieci anni
dopo la sua uscita negli Stati Uniti. Il giovane Holden (per usare il titolo
italiano) diventa fi nalmente il best seller che era stato oltreoceano, trasformandosi
in un vero e proprio libro di culto in cui si identifi ca un’intera generazione. A
tradurlo è Adriana Motti, che crea per Holden una lingua formidabile, spesso
lontana dall’originale, con inserti gergali e autentiche invenzioni. Oggi – a più di
cinquant’anni da quella versione – Matteo Colombo (traduttore di DeLillo, Eggers,
Palahniuk e molti altri americani) si è cimentato nell’impresa di una nuova versione,
proponendosi di ritrovare la voce autentica dell’Holden di Salinger. Il translation
slam si volge dunque al classico, facendo contendere lo stesso Colombo e, in difesa
di Adriana Motti, Anna Rusconi. Arbitra Isabella Zani.
16 10.30 • spazio studio s. orsola • € 4,00
Simone Frasca e Sara Marconi
IL CAVALIERE CURIOSO
storie dall’Orlando Furioso
dai 5 ai 9 anni
Dentro le grandi storie sono nascoste tante avventure, come quella di Astolfo,
cavaliere appassionato di magie e di stranezze. La sua storia porta i bambini e
le bambine a visitare isole meravigliose, a incontrare giganti spietati e maghe
bellissime, accompagnati dai disegni di Simone Frasca e dalla voce di Sara
Marconi.
17 10.45 • sagrestia di san barnaba • € 6,50
Parco Archeologico del Forcello e Gianfranco Allari
LE MERENDE DI NONNA ANTHUS
laboratorio di cucina etrusca
dai 6 ai 10 anni
vedi evento 2
18 11.00 • aula magna isabella d’este • € 4,00
Valerio Rossi Albertini e Federico Taddia
IL MANTELLO DELL’INVISIBILITÀ
Quando la scienza è più avanti della fantascienza
dai 9 ai 13 anni
Davvero esiste il mantello dell’invisibilità? Ma la stampante 3D è una specie di
teletrasporto? E come hanno fatto a trovare nella punta della matita il grafene,
un nuovo materiale dai magici poteri? E ancora: cosa c’entrano i gechi con il
nastro adesivo, a cosa servono le nanotecnologie e come funzionano led, laser
e fi bra ottica? Il fi sico Valerio Rossi Albertini e il giornalista Federico Taddia,
autori del libro Perché il touchscreen non soff re il solletico? vi accompagnano alla
scoperta delle tecnologie del futuro, che già utilizziamo nel nostro presente.
19 11.15 • aula magna dell’università • € 5,00
v Giorgio Boatti e Tiziano Fratus
L’ITALIA PER CAMPI E PER BOSCHI
C’è chi, come Giorgio Boatti (Un paese ben coltivato), decide di partire zaino in
spalla per capire com’è il paese dei nuovi agricoltori, i giovani che sono tornati
in campagna, interpretando il bisogno diff uso di rientrare in relazione con la
tradizione e la natura lavorando con cura la terra, senza per questo isolarsi dal
mondo. C’è chi, come Tiziano Fratus (L’Italia è un bosco), è un cercatore d’alberi,
e gira per i boschi secolari di Alpi e Appennini e per i parchi urbani, per riscoprire
meraviglie e memorie naturali e insieme la dimensione nomade dell’esistenza.
Due viaggi che si incontrano nel desiderio di riappropriarsi del territorio, due
Italie dalle radici solide e in virtuoso equilibrio, in cui germogliano semi che
lasciano ben sperare per il futuro.
[C] 12.00 • piazza lega lombarda • ingresso libero
La Compagnia della Lettura coordinata da Luca Scarlini
FIABE D’AUTORE DEL NOVECENTO
vedi pagina 10
[s] 12.00 • archivio di stato – sacrestia • ingresso libero
Daniela Ferrari e Danilo Craveia
I SOLDATI NEGLI ARCHIVI
Guida rapida alla ricerca
la grande guerra – voci e storie di soldati
Come per qualsiasi ricerca storica, le fonti documentarie utili a ricostruire i
destini dei soldati mobilitati durante la Grande Guerra sono molteplici. Daniela
Ferrari, direttrice dell’Archivio di Stato di Mantova, e l’archivista Danilo Craveia
cercheranno di off rire ulteriori stimoli a chi vorrà proseguire la ricerca avviata
sui ruoli matricolari, tra fascicoli personali, fogli di congedo, sacrari e cimiteri
di guerra, archivi della Croce Rossa per i prigionieri, albi di onorifi cenze e altre
fonti.
18 giovedì 4 settembre 2014 Festivaletteratura 19
Q 12.00 • tenda dei libri • ingresso libero
don Luigi Ciotti
LIBERO
le parole del cibo
Il cibo di oggi deve essere innanzitutto libero: libero dai condizionamenti della
criminalità organizzata, libero da condizioni di lavoro disumane. L’esperienza
di Libera Terra vede impegnati centinaia di giovani in tutta Italia, riuniti in
cooperative agricole per coltivare i terreni confi scati ai boss della mafi a, per
una produzione alimentare che riesce a coniugare il rispetto e la cura della terra
all’aff ermazione di un’etica della legalità.
Degustazione a cura di Libera Coordinamento di Mantova.
Non si mangia più come una volta. Per questo Festivaletteratura ha pensato di proporre
le parole del cibo, sette incontri per ripensare a pregi e difetti delle nostre abitudini e
tradizioni alimentari. Al termine di ogni incontro, alcuni produttori e associazioni del
territorio organizzeranno una Degustazione per cui sarà richiesto un piccolo contributo.
20 13.00 • casa slow • € 15,00
Roberta Corradin
1. GUERRA FREDDA E INSALATE RUSSE
le ossessioni culinarie dell’Italia Repubblicana
Con la fi ne della guerra fi nisce la fame. L’Italia torna a mangiare, lasciandosi
incantare da piatti ricchi e prelibatezze per gli occhi. È il trionfo delle gastronomie,
di una tavola su cui va apparecchiato il benessere appena raggiunto, preparando
uova guarnite, prosciutto in gelatina, fi letto in crosta, zuppa inglese.
Che cosa abbiamo mangiato per sessant’anni? Quali sono state le mode culinarie
a cui ci siamo adeguati mettendo da parte le tanto celebrate tradizioni? In tre
conversazioni a buff et, Roberta Corradin (La Repubblica del maiale) racconta le
mode alimentari della nostra storia più recente, leggendo attraverso ricette e menu
i mutamenti sociali e antropologici del nostro paese, con una Degustazione delle
ricette “d’epoca” a cura della Condotta Slow Food di Mantova.
21 14.30 • palazzo ducale – sale del capitano • € 6,50
Dario Zeruto
SE LA CARTA FA POP-UP
laboratorio per adulti
Che cosa c’è di più fragile di un foglio di carta? Eppure, non c’è materiale da
costruzione più facile da usare: da un foglio possono nascere case, boschi,
navi, torri, castelli, e – naturalmente – libri tridimensionali. Il segreto è tutto
nella piega: Dario Zeruto ci insegna i principi di quest’arte sottile per costruire
ingegnosi pop-up capaci di sorprendere qualsiasi lettore.
22 14.30 • palazzo ducale – portico del cortile d’onore • € 5,00
Andrei Kurkov con Valerio Pellizzari
NELLE PIAZZE DI KIEV
La crisi in Ucraina si sta trascinando da quasi un anno, restando lontana e
pressoché incomprensibile agli occhi di noi occidentali. Andrei Kurkov, uno dei
più importanti scrittori ucraini di lingua russa, ha sentito il bisogno di scrivere
“un libro che raccontasse l’Ucraina agli stranieri e li aiutasse a liberarsi dei
cliché che spesso giornalisti e politici hanno contribuito a creare sul Paese”.
Da questa urgenza sono nati i Diari ucraini, una narrazione in presa diretta di
quanto è successo nella piazza principale di Kiev dal 21 novembre 2013 alla fi ne
dell’aprile di quest’anno. Kurkov ripercorre al Festival gli eventi raccontati nei
diari in compagnia del giornalista Valerio Pellizzari.
G R U P P O
23 14.45 • palazzo di san sebastiano • € 5,00
Giulio Busi, Massimo Cacciari e Raphael Ebgi
RINASCIMENTO NEGATO
Il Rinascimento non è l´antecedente storico del Made in Italy. Non è soltanto bei
colori, corpi statuari, raffi natezza e buon gusto “che tutto il mondo c´invidia”.
Certo, ci sono anche quelli, ed è giusto parlare di arte sublime, ma Rinascimento
e Umanesimo sono innanzitutto sinonimi di tensione e confl itto, d´inquietudine
e di occasioni perse. Accanto al Quattrocento luminoso e puro c´è il secolo della
sperimentazione e della trasgressione. C´è il secolo che inventa la censura,
arma l´Inquisizione, uccide i propri fi gli prediletti. Giulio Busi e Raphael Ebgi –
esperti d´Umanesimo mitologico, magico e cabbalistico – dialogano col fi losofo
Massimo Cacciari su questo Rinascimento negato. Discutono delle Conclusiones
di Giovanni Pico, il primo libro a stampa bruciato dagli inquisitori, e s´aff acciano
sul cratere magmatico delle rimozioni e delle negazioni quattrocentesche, per
recuperare veramente il passato e far rivivere la cultura italiana d´oggi.
24 15.00 • teatro bibiena • € 5,00
Alfred Brendel con Giovanni Bietti
UN PIANISTA DALLA A ALLA Z
Nella carriera di un artista gli ottant’anni possono essere il momento giusto
per permettersi qualche bizzarria o l’occasione di un bilancio, naturalmente
provvisorio. Alfred Brendel, uno dei più grandi pianisti del Novecento e insieme
poeta raffi nato e uomo di sconfi nata cultura, si concede entrambi i piaceri,
esibendosi in un crescendo fatto di rifl essioni sull’esecuzione pianistica, di
personali ritratti dei compositori studiati per tutta una vita, di aneddoti legati
a oltre cinquant’anni di carriera concertistica. Ad accompagnare l’autore di
Abbecedario di un pianista nella conversazione è il musicologo Giovanni Bietti.
25 15.00 • chiesa di santa maria della vittoria • € 5,00
Giovanni Gregoletto e Stefano Salis
LE MERAVIGLIE DELLA VITE E DEL VINO
Negli anni Novanta Ottavio Missoni scrive un breve
racconto sulle dodici ore che trascorse in un giorno di
novembre in un’osteria a Trieste. Da quel racconto è nato lo Spazio dell’Uva
e del Vino, la prima moderna Wunderkammer dedicata al mondo del vino e
degli spiriti allestita a Follina, un piccolo paesino del trevigiano. Il giornalista
Stefano Salis e Giovanni Gregoletto – viticoltore e ideatore dello Spazio –, ci
guidano tra cannoni-antigrandine che sparano musica e luce, insetti dannosi
alla vite riprodotti in vetro soffi ato, manifesti d’artista e altre bizzarrie ispirate
alla viticoltura in una visita virtuale di questa stanza delle meraviglie sul fi lo di
Vite Ambulante, cattedre di Enologia e Viticultura.
26 15.00 • cortile dell’archivio di stato • € 5,00
Elisabetta Bucciarelli e Paolo Nori
PERCORSI D’AUTORE
Due scrittori che amano rifl ettere sul proprio lavoro e condividere il percorso
entusiasmante e impegnativo della scrittura ci fanno entrare nel loro laboratorio,
raccontando le esperienze con i ferri del mestiere. Elisabetta Bucciarelli con
Scrivo dunque sono ci aiuta a comporre il nostro autoritratto con le parole. Paolo
Nori affi da a Scuola elementare di scrittura emiliana per non frequentanti con esercizi
svolti le sue indicazioni per trovare le parole giuste. Poi, volutamente ma non
sfacciatamente, i due libri sono degli ottimi cataloghi di letture.
Gli spettatori sono pregati di munirsi di carta e penna.
Maurizio Corraini
Arte Contemporanea
20 giovedì 4 settembre 2014 Festivaletteratura 21
[T] 15.30 • tenda sordello • ingresso libero
Federico Taddia
CERCASI VISIONARI
accenti
Persone fuori dal comune, persone appassionate e appassionanti, persone
che credono nel cambiamento… Dal “Dizionario sentimentale” su La Stampa a
“L’altro Topo” su Topolino, passando per Radio24 e Rai Scuola, Federico Taddia
racconta il suo percorso di narrazione delle vite degli altri.
27 15.30 • aula magna isabella d’este • € 4,00
Francesco D’Adamo e Fabrizio Silei con Vera Salton
STORIE AMERICANE
dai 9 ai 12 anni
Due tra i maggiori scrittori italiani per ragazzi hanno curiosamente ambientato i
loro più recenti romanzi negli Stati Uniti. Fabrizio Silei nella New York degli anni
Trenta, raccontando il contrasto tra mondo dei banchieri e dei grandi empori
lussuosi e la vita di chi è costretto ad abitare nelle fogne. Francesco D’Adamo
ci porta addirittura a percorrere la Underground Railroad, la rete viaria di
itinerari segreti, corredata di rifugi – alcuni naturali, altri messi a disposizione
da cittadini americani contrari alla schiavitù – che conduceva dal Sud della
nazione agli stati abolizionisti del Nord e al Canada. Su questa scelta, su temi
e occasioni delle loro storie e soprattutto su che cosa signifi chi raccontare il
passato per spiegare il presente e illuminare il futuro si confronteranno con i
loro lettori e con la libraia Vera Salton.
28 15.30 • aula magna dell’università • € 5,00
Davide Camarrone, Giusi Nicolini e Andrea Segre
LAMPEDUSA, PORTA D’europa
Non sappiamo da dove partano i migranti che salgono sulle barche improvvisate
che attraversano il Mediterraneo, né tanto meno chi siano o quali speranze
li muovano. Sappiamo però che, per tutti, è Lampedusa la porta d’ingresso
all’europa. “A Lampaduza”, scrive Davide Camarrone, “hanno messo in
scena la frontiera: lo spettacolo della migrazione. Ma è dai confi ni, così come
dalle prigioni, che si giudica uno Stato”. Avamposto di un’anacronistica lotta
contro gli invasori, Lampedusa è oggi insieme un’emergenza e un simbolo
dell’Occidente, di cui al Festival parlano, insieme all’autore di Lampaduza, il
sindaco dell’isola Giusi Nicolini e Andrea Segre, regista di A sud di Lampedusa e
Come un uomo sulla terra.
29 15.30 • conservatorio di musica “campiani” • € 5,00
Francis Spuff ord con Gian Piero Piretto
E VISSERO TUTTI SOVIETICI E CONTENTI
C’è stato un momento, a metà del XX secolo, in cui “la gente credeva che
l’economia di stato dell’Unione Sovietica sarebbe davvero riuscita a prevalere
sul libero mercato, generando un mondo di ricchi comunisti e capitalisti
invidiosi”. A questa favola sommersa dal tempo e dalla Storia ha attinto Francis
Spuff ord ne L’ultima favola russa, un testo a metà strada tra fi nzione e realtà,
in cui le missioni spaziali di Jurij Gagarin si accompagnano all’umorismo di
Khrushchev e alle teorie dell’economista premio Nobel Leonid V. Kantorovich.
Ne risulta la minuziosa miniatura di un mondo scomparso, di cui l’autore parla
insieme al docente di cultura russa Gian Piero Piretto.
30 15.45 • teatro ariston • € 5,00
Giancarlo Gaeta e Maria Concetta Sala
SIMONE WEIL E LA RIVELAZIONE GRECA
Giancarlo Gaeta, fi losofo e storico del cristianesimo, e Maria Concetta Sala,
fi losofa, sono i mai abbastanza onorati curatori della serie di pubblicazioni
delle opere di Simone Weil presso Adelphi. L’ultima e imprescindibile raccolta
(La rivelazione greca) esplora compiutamente il confronto tra la fi losofa e
alcuni testi della Grecia antica: Iliade, Platone, pitagorici, tragici. Cambiando
ogni loro lettura canonica e conosciuta, verremo condotti dai due curatori al
cospetto della luce della mente di Simone Weil, la quale, ogni volta che sfi orava
qualcosa, ne trasformava per sempre la comprensione.
[C] 16.00 • piazza lega lombarda • ingresso libero
La Compagnia della Lettura coordinata da Luca Scarlini
FIABE D’AUTORE DEL NOVECENTO
vedi pagina 10
31 16.00 • piazza castello • € 5,00
Carlos “Charly” Olivero con don Luigi Ciotti e Silvina Premat
NELLE PERIFERIE DI BERGOGLIO
Incontrare la speranza tra i poveri di Buenos Aires
Le villas miseria sono le baraccopoli di Buenos Aires dove oltre un milione di
persone vivono sotto la soglia della povertà: quartieri privi di rete fognaria, di
servizi di base, in cui la droga e le bande armate la fanno da sovrane. Qui si
svolge il servizio quotidiano dei preti villeros, sacerdoti che hanno scelto di farsi
poveri tra i poveri, per ascoltare e rispondere ai bisogni materiali e spirituali
di tante persone che poco o nulla ricevono dallo stato. Il metodo dei preti
villeros, come ha scritto la giornalista Silvina Premat (autrice di Preti dalla fi ne
del mondo), si può sintetizzare in pochi punti: “obbedienza e docilità di fronte
alla realtà, e non alle proprie idee o ai propri gusti; valorizzazione del meglio
che ogni persona ha in sé e invito a porre questa capacità al servizio degli altri”.
A raccontare di questa chiesa tra il popolo saranno, insieme a Silvina Premat,
padre Carlos “Charly” Olivero, sacerdote nella parrocchia della Virgen de los
Milagros de Caacupé della Villa 21 di Buenos Aires, e il presidente di Libera
don Luigi Ciotti.
32 16.00 • tempio di san sebastiano • € 5,00
Gaetano Cappelli e Piersandro Pallavicini
MEGLIO LA COMMEDIA!
Gli ingredienti sono semplici, gli sviluppi imprevedibili: ci sono epopee familiari
avviluppate nella profonda Lucania e tra le valli del trentino, fi gli alle prese
con misteriosi enigmi dal passato, padri e paesani che sembrano usciti dalle
migliori commedie del cinema italiano e una colonna sonora che si muove tra
progressive rock, sfrigolii di padelle e shaker impazziti. Su tutto c’è persino
una manciata di aff etto verso lo strano, incomprensibile paese che siamo.
Conducono le danze Gaetano Cappelli (Stelle, starlet e adorabili frattaglie; Storie
scritte sulla sabbia) e Piersandro Pallavicini (Una commedia italiana).
22 giovedì 4 settembre 2014 Festivaletteratura 23
33 16.00 • basilica palatina di santa barbara • € 5,00
Domenico De Masi
ALLA RICERCA DEL MODELLO PERDUTO
In attesa di un vento favorevole che possa orientarci per il
futuro, il sociologo Domenico De Masi ci aiuta a capire alcuni
modelli culturali che hanno pervaso la storia dell’uomo e ne hanno determinato
progressi e sventure. Questa mappa concettuale, questa Mappa Mundi – per
riprendere il titolo del suo ultimo libro – dovrebbe aiutarci a disvelare una
direzione in un mondo che sembra aver perso l’orientamento. Ne siamo capaci?
Abbiamo gli strumenti per costruire un nuovo modello virtuoso?
34 16.00 • Museo diocesano • € 6,50
Associazione per il Parco-MASTeR e Monica Marelli
BIANCANEVE È NELLA RETE!
dai 7 agli 11 anni
Qualcuno ha raggirato BIANCANEVE usando in modo ingannevole la tecnologia:
smartphones, pc, tablets e altri strumenti multimediali, attraverso sms, tag,
e social network hanno tradito la povera fanciulla che adesso aspetta solo
di essere liberata! Una squadra di esperti informatici, capitanata da Monica
Marelli (Hanno taggato BIANCANEVE), è stata invitata a mettersi all’opera per
rintracciarla, anche grazie agli indizi che fornirà la stessa BIANCANEVE durante
la “caccia”.
35 16.15 • spazio studio s. orsola • € 4,00
Pef con Maria Sole Boni
BUON COMPLEANNO MOSTRO PELOSO!
dai 3 ai 5 anni
Trenta anni e trecento peli e non lo diresti! peli sui denti. Ebbene sì il mostro
peloso, peli sul muso, uno dei libri più amati dai bambini, peli sui piedini, compie
trenta anni. A Mantova gli faremo la festa, peli sulla testa, con Pef, il suo autore e la
furba Lucilla peli sulla camomilla e naturalmente il mostro aff amato peli sul gelato.
Puoi mancare? Assolutamente no! peli sul popò. Festeggiamo il mostro peloso con
l’illustratore e autore Pef e Maria Sole Boni, della Banda dei piccoli lettori.
36 16.30 • biblioteca teresiana – sala delle vedute • € 5,00
Raff aella Podreider
A PROPOSITO DI ROSA GENONI
testimoni d’archivio
Poco conosciuta dal grande pubblico, Rosa Genoni è ricordata
dagli studiosi del settore principalmente come “pioniera” della moda italiana:
colei che, per la prima volta, nel 1906 mise in pratica l’utopico progetto di abiti
italiani per design e materia prima. Discesa in città da ragazzina dai monti della
Valtellina, apprendista a Parigi, première di una delle case di moda più importanti
di Milano, oltre che creatrice di moda la Genoni è stata insegnante, collezionista
e studiosa di costume, militante socialista, seguace dell’antroposofi a, pacifi sta
convinta e attiva. A ricordarla sarà la nipote Raff aella Podreider, scrittrice per
ragazzi e ex-insegnante che oggi si dedica alla valorizzazione della fi gura della
nonna.
Una piccola raccolta di memoria orale sul Novecento. Testimoni d’archivio si
propone di registrare dal vivo le voci e i ricordi ancora inediti delle persone che sono
state vicine ad alcuni dei protagonisti della cultura italiana del secolo scorso. Le
registrazioni video degli eventi entreranno a far parte del patrimonio dell’Archivio
di Festivaletteratura.
[T] 16.30 • tenda sordello • ingresso libero
Eugenio Borgna
LE VIRTÙ FRAGILI
accenti
La fragilità è il fi lo rosso che lega stagioni lontane della nostra esistenza, come
l’adolescenza e la vecchiaia, le speranze e le inquietudini che accendono e
spengono le nostre giornate. Eugenio Borgna (La fragilità che è in noi) riconosce
nella fragilità l’origine più autentica dei valori di sensibilità, di delicatezza, di
dignità che ci permettono di accostare i modi d’essere e le emozioni degli altri.
37 16.30 • palazzo ducale – portico del cortile d’onore • € 5,00
Andres Neumann con Luciano Minerva
TEATRO E VITA
Parola, immagine, movimento nel nostro tempo.
Peter Brook, Pina Bausch, Ingmar Bergman, Andrzej Wajda,
Robert Wilson, Peter Stein, Tadeusz Kantor: sono solo
alcuni degli artisti che hanno affi dato ad Andres Neumann la produzione e la
distribuzione dei propri spettacoli in tutto il mondo. Nato in Bolivia e trasferitosi
in europa agli inizi degli anni Settanta, Neumann svolge il proprio apprendistato
nel mondo teatrale al Festival Mondial du Théâtre de Nancy. Trasferitosi qualche
anno dopo a Firenze, fonda la Andres Neumann International, l’agenzia che ha
rappresentato per oltre venticinque anni un punto di riferimento internazionale
nel mondo culturale e dello spettacolo. Insieme al giornalista Luciano Minerva,
Neumann ripercorre la sua straordinaria carriera attraverso i ricordi e i documenti
del suo archivio, off rendo una sua personale valutazione sullo “stato delle cose”
nel teatro e nello spettacolo contemporaneo.
38 16.45 • palazzo di san sebastiano • € 5,00
Per Olov Enquist con Bruno Gambarotta
AUTOBIOGRAFIA LETTERARIA
Nato nel Nord della Svezia nel 1934, Per Olov Enquist è una delle grandi
“coscienze critiche” della società scandinava e dell’europa intera. Al gusto
per l’indagine storica e al desiderio di essere testimone del proprio tempo
aggiunge una capacità di scrittura che gli ha fruttato premi e riconoscimenti in
tutto il mondo. Torna a Mantova con un nuovo e sorprendente tassello del suo
grande romanzo autobiografi co. Con Il libro delle parabole infatti si conferma
uno dei più grandi autori del nostro tempo, capace di rinnovare il genere del
romanzo moderno. Lo incontra Bruno Gambarotta.
con il contributo di Kulturrådet / Swedish Arts Council
17.00 • cinema oberdan • € 3,00 (biglietti in vendita sul luogo dell’evento)
Pagine Nascoste
PROFEZIA: L’AFRICA DI PASOLINI
di Gianni Borgna e Enrico Menduni | Italia, 2013, 80 minuti
Dopo Accattone (1961) Pasolini cerca in AFRICA la genuinità contadina e quella forza
rivoluzionaria che invano aveva cercato nel suo Friuli e poi nel sottoproletariato
romano. Il fi lm esplora questa speranza che fi nirà in una nuova cocente delusione:
l’AFRICA è un serbatoio di contraddizioni insanabili che esploderanno negli scontri,
nelle dittature, nei massacri di ieri e di oggi. È un’AFRICA sfrangiata e dagli incerti
confi ni, che parte dalle periferie del primo mondo. L’affl ato profetico di Pasolini
continua a turbarci, quando descrive – trent’anni prima – l’esodo degli africani
sui barconi e la loro “conquista” dell’Italia. Ma il poeta è destinato a una morte
prematura, come Accattone, a cui è dedicato l’inizio e la tragica fi ne del fi lm.
inner wheel Mantova
24 giovedì 4 settembre 2014 Festivaletteratura 25
[T] 17.30 • tenda sordello • ingresso libero
Matteo Motolese
QUANDO IL RINASCIMENTO INVENTÒ L’ITALIANO
accenti
L’italiano ha avuto una lunga gestazione, ci racconta Matteo Motolese (Storia
dell’italiano scritto). A farlo nascere non sono bastati i capolavori di Dante
e Petrarca, ma sono serviti ancora più o meno duecento anni di scritture,
grammatiche, rivolgimenti politici, aspri confronti tra intellettuali per arrivare
alla sua canonizzazione rinascimentale, nel momento in cui il sistema culturale
delle corti avvertiva ormai la sua prossima dissoluzione.
39 17.30 • cortile dell’archivio di stato • € 5,00
Antonio Casilli con Roberto Casati
FRATERNITÉ
liberté, égalité, fraternité – tre parole per la rivoluzione digitale
Chiedere a una persona da poco conosciuta se ha un profi lo Facebook o se usa
Whatsapp è un abitudine sempre più diff usa. Web e smartphone hanno aperto
nuove aree di relazione virtuale che riducono le distanze spazio/temporali e
aumentano le opportunità d’incontro: non solo siamo (o ci sentiamo) più vicini
alle persone più care, ma possiamo ampliare all’infi nito la nostra rete di amicizie.
Ma si tratta di legami reali o sensazioni illusorie? Di che cosa sono fatti i nostri
rapporti su internet? Antonio Casilli, docente di Digital Humanities presso il Paris
Tech, discute con Roberto Casati sul cambio di segno che le nuove tecnologie
stanno portando alle nostre relazioni sociali dentro e fuori il mondo virtuale.
su liberté, égalité, fraternité vedi evento 8
40 17.30 • teatro bibiena • € 5,00
Simon Schama con Peter Florence
IL LUNGO VIAGGIO DEL POPOLO EBRAICO
Storico e critico dell’arte di fama mondiale, Simon Schama da più di dieci anni
affi anca all’insegnamento e all’attività saggistica un’intensa attività di divulgazione
culturale per la BBC. Da questa collaborazione con la televisione inglese sono nate
produzioni di grande respiro come A History of Britain e The American Future: A History
che hanno registrato un enorme successo di pubblico. Il suo ultimo lavoro, La storia
degli ebrei, si propone come un’opera transmediale pensata per televisione, web e
libro, in cui Schama segue le vicende di persone comuni nei luoghi della storia, dal
regno ebraico sulle montagne dell’Arabia sudoccidentale fi no alle sinagoghe siriane
e alle catacombe romane, accompagnando la sua narrazione con le testimonianze
dei testi sacri e letterari. Lo incontra il direttore dell’Hay Festival Peter Florence.
41 17.30 • aula magna isabella d’este • € 4,00
Vanna Cercenà e Mario Desiati con Matteo Corradini
E TU, DA DOVE VIENI?
dai 10 ai 14 anni
Anni Settanta. Teresa, italiana, dieci anni, vive in una minuscola soffi tta come
clandestina. Nessuno deve accorgersi che è lì. Fino agli anni Novanta infatti le leggi
svizzere non consentivano ai cosiddetti lavoratori stagionali di portare con sé la
famiglia. Vanna Cercenà racconta la storia di Teresa in Non piangere, non ridere, non
giocare perché la memoria del nostro passato di migranti ci aiuti a capire i problemi
di chi lascia per necessità il proprio paese e cerca da noi una vita migliore. Come
succede a Ervin, protagonista del romanzo di Mario Desiati, che dall’Albania
arriva a Bari. Sarà l’amicizia a salvare i due migranti bambini, come avrà modo di
sottolineare Matteo Corradini a cui è affi data la conduzione dell’incontro.
[V] 17.30 • chiesa di santa maria della vittoria • ingresso libero
VOCABOLARIO EUROPEO
la parola (d)agli autori
coordina Giuseppe Antonelli
Roger McGough – dall’inglese, coping: fronteggiare
Jurica Pavičić – dal croato, otok: isola
Un vocabolario d’elezione, un thesaurus da condividere attraverso e oltre le
diff erenze culturali, un prezioso tessuto di parole che si intrecciano, si separano e
si ritrovano. Il Vocabolario Europeo incrementa quest’anno di otto lemmi il proprio
patrimonio. In ciascun incontro, sotto la guida di Giuseppe Antonelli e Matteo
Motolese, due degli autori che hanno scelto e curato le nuove voci si confrontano,
per dare evidenza all’originalità e alla ricchezza della cultura europea.
42 17.30 • palazzo ducale – sale del capitano • € 6,50
Marco Malvaldi
RI-TRATTO
laboratorio per adulti
Di fronte, di profi lo o di tre quarti. A fi gura intera o a mezzobusto. Con la parrucca.
Con la parrucca e un cagnolino in braccio. Senza parrucca, ma con lo sguardo rapito
che punta fuori dalla fi nestra. Quante sono le possibili varianti di un ritratto? A
Festivaletteratura quest’anno ne insegneremo almeno quattro, due affi date agli
scrittori, due affi date all’illustratore Giacomo Bagnara. Ciascuno, con la pennapennarello
in mano, potrà decidere se cimentarsi con il disegno o la scrittura, per
tornarsene a casa con un bel ritratto da incorniciare o da dare alle stampe.
43 17.45 • aula magna dell’università • € 5,00
Gipi con Matteo Stefanelli
TANTESTORIE
Nel mondo del graphic novel italiano, ma anche internazionale, pochi autori
hanno il dono del racconto e il talento pittorico di Gipi. Prima di lui, soltanto due
italiani erano stati premiati al prestigioso Festival d’Angoulême: Hugo Pratt e
Vittorio Giardino. Pur spaziando tra stili e tecniche diversi (dall’olio di Esterno
notte, ai disegni in bianco e nero de La mia vita disegnata male, agli acquerelli di
Appunti per una storia di guerra e del recente e acclamato Unastoria), la voce di
Gipi emerge sempre forte e particolarissima. Una rara forza narrativa, poetica
e visuale che ha saputo sfruttare anche nelle sue felici incursioni come regista
cinematografi co (L’ultimo terrestre e Smettere di fumare fumando). Lo incontra
Matteo Stefanelli, studioso di media e fumetti.
44 18.00 • teatro ariston • € 5,00 • D
Elias Khoury con Elisabetta Bartuli
IL DIRITTO A UNA STORIA
la terra fragile – focus sulla letteratura palestinese
“Bisogna riconoscere ad ognuno il diritto di raccontare la propria storia” ha scritto
il grande poeta Mahmoud Darwish, e forse nessuno meglio di Elias Khoury ha
saputo raccontare quella del popolo palestinese. Con La porta del sole, uscito
nel 2004, lo scrittore libanese ha ripercorso l’epopea a rovescio di un paese
che non c’è più, restituendo un volto ai protagonisti taciuti, agli individui che
hanno attraversato con le loro passioni e soff erenze cinquant’anni di storia del
Novecento. A dieci anni di distanza dall’uscita di quel libro, Khoury, oggi docente
di Letterature comparate alla New York University, torna a confrontarsi sulle
relazioni tra narrazione e storia, su funzione politica e dovere di verità dello
scrittore con Elisabetta Bartuli, traduttrice del suo recente Specchi rotti.
26 giovedì 4 settembre 2014 Festivaletteratura 27
45 18.00 • Museo diocesano • € 8,00
Lorenza Zambon
SEMI DI FUTURO. TERZA LEZIONE PER GIARDINIERI
PLANETARI
“La terra, le piante, i semi non cessano di riservarmi sorprese, mi portano ogni
giorno di più su strade nuove. Vorrei accompagnarvi, farvi vedere l’imboccatura
di certi sentieri…” Lorenza Zambon, autrice e interprete, attraverso una lezionespettacolo
narra di semi come piccole astronavi che viaggiano nel tempo, di
erbacce che ricuciono gli strappi nella rete della vita attraverso gli insegnamenti
di insospettabili giardinieri planetari privi di potere, ma pieni di potenza.
Una produzione Casa Degli Alfi eri – Teatro e Natura di Lorenza Zambon.
46 18.00 • conservatorio di musica “campiani” • € 5,00
Marco Di Domenico
IL libro DELLE METAMORFOSI
con letture di Vera Salton
“A narrare il mutare delle forme in corpi nuovi mi spinge l’estro”, scriveva
Ovidio iniziando le sue Metamorfosi. Dalla curiosità scientifi ca nasce invece
la sorprendente serie di trasformazioni del mondo animale che Marco Di
Domenico (Clandestini; italiani pericolosi) raccoglie e propone in questa serata
come un continuo libro del vivente. Nell’ascoltare il ciclo di nascita, morte
e resurrezione delle anguille tra le nostre paludi e il Mar dei Sargassi, la via
all’immortalità della Turritopsis nutricula, la rinuncia al mondo e la scelta della
cecità del proteo, la strabiliante capacità della sogliola di far girare i propri
occhi per tutto il corpo, emerge – come unica consonanza di questa varietà
irriducibile – l’interrogativo forse più radicale: che cos’è la vita?
47 18.15 • sagrestia di san barnaba • € 5,00
Alba Donati con Franca D’Agostini
LA POESIA È UNA VOCE COLLETTIVA
Alba Donati (Idillio con cagnolino) usa il punto di vista di una bambina, parla dei
giochi, delle fi gure immaginarie che popolano la fantasia infantile per aff rontare
i temi che sono il cuore della sua poesia: le grandi ingiustizie sociali e storiche,
una luce sempre accesa sulla violenza, per tracciare una sottile linea di confi ne
tra pubblico e privato. Il 4 settembre ricorre l’anniversario della strage di
Beslan, occasione preziosa per riascoltare parte del Pianto. Conversa con Alba
Donati la fi losofa Franca D’Agostini.
48 18.15 • liceo classico “virgilio” • € 5,00
Stelian Tănase con Andrea Molesini
BUCAREST KILLER TANGO
Stelian Tănase è una delle personalità di spicco della cultura rumena e non solo.
Formatosi come storico e sociologo, è stato fra i primi intellettuali a scendere in
piazza durante la Rivoluzione dell’89 e, negli anni immediatamente successivi, è
entrato a far parte del Gruppo per il Dialogo Sociale. Autore di numerosi volumi di
saggistica tradotti anche all’estero, Tănase ha rivelato anche un felice talento di
romanziere. Il suo recente Morte di un ballerino di tango è un romanzo dall’impronta
dickensiana, in cui fi nzione e realtà si mescolano in modo paradossale. Con uno
stile ricco, esuberante, spietato, Tănase ci racconta una Bucarest dei bassifondi,
in cui personaggi con molti vizi e poche virtù si barcamenano tra piste da ballo,
traffi ci loschi, piaceri proibiti, sparatorie da vera gangster story balcanica. Lo
incontra lo scrittore Andrea Molesini.
con il contributo dell’Istituto Romeno di cultura e Ricerca Umanistica di Venezia
Divisione
[L] 18.30 • piazza mantegna • ingresso libero
Valentina bambini
COMUNICARE PER METAFORE
lavagne – anatomia di una frase
Non sono solo i poeti a usare le metafore. Sembra che ne utilizziamo circa cinque
ogni cento parole di conversazione. Attraverso la metafora la mente umana è
capace di accostare parole inaspettate, per descrivere esperienze ineff abili,
per spiegare concetti complessi, per trasmettere emozioni, per persuadere e
colpire la memoria. “Le parole sono pietre”, diceva Carlo Levi con una bellissima
metafora, e le metafore sono pietre speciali. In questo incontro cercheremo
di capire i benefi ci della metafora nella comunicazione umana e i meccanismi
cognitivi e neurali che stanno dietro alla forza di una fi gura retorica.
per saperne di più sulle lavagne, vedi pagina 14
49 18.30 • piazza castello • € 5,00
Eric-Emmanuel Schmitt con Carlo Annese
promenade française
Monsieur Ibrahim e i fi ori del Corano, Odette Toulemonde, I dieci fi gli che la signora Ming
non ha mai avuto sono solo alcuni dei titoli che hanno reso celebre in tutto il mondo
Eric-Emmanuel Schmitt: lo scrittore e drammaturgo belga, grazie a una vena
narrativa felicemente prolifi ca, riesce a regalare sempre nuove occasioni d’incanto
attraverso storie ogni volta originali che lasciano trasparire il piacere della rifl essione
fi losofi ca, accompagnando il lettore a interrogarsi sulla libertà, la felicità, il destino,
l’amore. E all’amore sono dedicati gli ultimi libri di Schmitt: La giostra del piacere,
romanzo di scatenato erotismo nel quale un messaggio misterioso fa incrociare i
desideri e libera le fantasie degli abitanti di una piazza nordeuropea; L’elisir d’amore,
prove d’amicizia e di corrispondenza tra due amanti che si sono appena lasciati
dopo una lunga storia. Dialoga con Schmitt il giornalista Carlo Annese.
50 18.30 • tempio di san sebastiano • € 5,00
Carol Gilligan con Letizia Paolozzi
RESISTERE, PRENDERSI CURA, NON CEDERE:
VIRTÙ POLITICHE IN TEMPO DI CRISI
Carol Gilligan, nota psicologa femminista americana (Con voce di donna), ha
condotto una lunga ricerca con cui ha scoperto la dura resistenza che le giovani
donne oppongono a un’educazione socialmente stabilita che le vorrebbe di
volta in volta passive e sottomesse al modello corrente di femminilità (La virtù
della resistenza). Relazioni, vulnerabilità, empatia, prendersi cura del vivente
sono i veri valori a cui si ancorano le adolescenti combattendo contro gli ideali
di virilità. La saggista Letizia Paolozzi (Prenditi cura) discuterà con Gilligan la
sua proposta di far diventare l’etica della cura un’occasione per ripensare la
democrazia e preservare le qualità umane migliori.
Q 19.00 • tenda dei libri • ingresso libero
Giovanni Bietti con Eugenio Barbieri, Elisabetta Foradori
e Giuseppe Rinaldi
ANFORA, CEMENTO, BOTTE GRANDE
le parole del cibo
Giovanni Bietti – esperto di vini naturali – insieme a tre grandi produttori ci
accompagna lungo il processo di maturazione del vino, evidenziando le
diff erenze di lavorazione, i pregi e le caratteristiche.
Con Degustazione dei vini dei produttori.
per sapere che cosa sono le parole del cibo vedi pagina 18
28 giovedì 4 settembre 2014 Festivaletteratura 29
19.00 • cinema oberdan • € 3,00 (biglietti in vendita sul luogo dell’evento)
Pagine Nascoste
ALICE WALKER: BEAUTY IN TRUTH
di Pratibha Parmar | Stati Uniti, 2013, 82 minuti
La biografi a avvincente di una donna straordinaria, dalla sua nascita in una
baracca nei campi di cotone in Georgia al riconoscimento come scrittrice
chiave del XX secolo. Alice Walker è entrata nella storia come prima donna
nera a vincere il Premio Pulitzer con il suo innovativo romanzo Il colore viola,
vicenda universale di lotta e successo contro ogni avversità. Celebrata ma
anche osteggiata, oltre che una scrittrice Walker è stata una coraggiosa e
anticipatrice attivista per i diritti umani, capace di ispirare tanti altri a esprimere
la loro rabbia contro ingiustizie e discriminazioni. La sua storia è anche quella
di un paese e di un popolo, e dei cambiamenti cruciali che hanno attraversato.
[C] 19.00 • piazza lega lombarda • ingresso libero
La Compagnia della Lettura coordinata da Luca Scarlini
FIABE D’AUTORE DEL NOVECENTO
vedi pagina 10
51 20.30 • palazzo di san sebastiano • € 5,00
Salvatore Lupo con Carlo Lucarelli
LA MAFIA VINCE SEMPRE?
Ciò che continua a sorprenderci della mafi a è la sua capacità di adattarsi a qualsiasi
contesto sociale e di rigenerarsi proprio quando sembra sconfi tta, mutando forma
ogni qual volta si verifi chi un cambio di guardia ai vertici dello Stato e delle istituzioni.
La connivenza criminosa di parte della politica e delle amministrazioni locali non fa
che raff orzare la percezione di trovarsi di fronte a un fenomeno inestirpabile. Ma è
veramente così? Perché gli italiani hanno bisogno di pensare che la mafi a abbia vinto
(e debba sempre vincere)? Ne parlano insieme lo storico siciliano Salvatore Lupo (La
mafi a non ha vinto. Il labirinto della trattativa) e lo scrittore Carlo Lucarelli.
[L] 20.45 • piazza mantegna • ingresso libero
Luca Molinari
CHE COS’È UNA CITTÀ
lavagne
Un tempo si defi niva città un luogo abitato che poteva essere attraversato
a piedi in meno di una giornata. Nell’ultimo secolo la popolazione mondiale
che vive in un centro urbano è passata dal 10% al 60% trasformando il nostro
pianeta in una unica, immensa metropoli. Che cosa è quindi una città oggi?
Come sta cambiando e come infl uenzerà la nostra vita? Tra passato e futuro
prossimo, un breve viaggio nella città che siamo e che, probabilmente, saremo.
per saperne di più sulle lavagne, vedi pagina 14
52 20.45 • chiesa di santa maria della vittoria • € 5,00 t
Jerry Brotton
SHAKESPEARE AND THE ISLAMIC WORLD
Shakespeare’s England had a long and enduring relationship
with the Islamic world, from Morocco and the Ottoman Empire to Persia. In this
talk Professor Jerry Brotton explains how Shakespeare’s plays were infl uenced
by England’s Islamic relations, from Titus Andronicus to Othello.
L’evento si terrà in lingua inglese senza traduzione.
GRUPPO GIOVANI INDUSTRIALI
Mantova
53 21.00 • piazza castello • € 10,00
Beppe Severgnini
LA VITA È UN VIAGGIO
con Marta Isabella Rizi ed Elisabetta Spada; regia di Francesco Brandi
anteprima nazionale
Due viaggiatori, un uomo maturo e una giovane donna, si incontrano in un
piccolo aeroporto, dove restano bloccati la notte. All’inizio si studiano, forse
diffi dano uno dell’altro. Poi l’intimità forzata cambia i rapporti: i due scoprono
di aver molto viaggiato, discutono di arrivi, partenze e bagagli. Poi ragionano
di talento e tenacia, tempismo e tenerezza. Dell’importanza di trovare guide
e punti di riferimento. Della saggezza di trovare soddisfazione nelle cose
semplici. Di ciò che ci si porta dietro e di quello che si potrebbe abbandonare.
Di quello che si abbandona e invece ci si dovrebbe portare dietro. Il tempo
scorre, la notte passa. Finché arriva il momento di partire: ognuno per la propria
destinazione, che forse diventa la stessa.
una produzione sosia&pistoia.
54 21.00 • teatro ariston • € 8,00
L’ATLANTE DEI SOGNI
Una conferenza-spettacolo di Luca Scarlini
La fi aba d’autore del Novecento italiano è un tesoro, spesso dimenticato,
un atlante puntellato di viperette, cavalieri e altre creature indimenticabili,
di scrittori mirabolanti (da Arpino a Zavattini, passando per Capuana e
Palazzeschi), di illustratori che hanno fatto storia (tra Angoletta e Rubino
troverete pure un Sironi d’annata). Le pubblicazioni iniziarono tra Otto e
Novecento grazie a un manipolo di editori-avventurieri e da allora non si sono
più arrestate, delineando uno dei territori più belli e inesplorati della nostra
letteratura. Nella sua conferenza-spettacolo, Luca Scarlini indossa i panni
del geografo dell’immaginario, svelando gioielli della cultura italiana del
Novecento.
[T] 21.00 • tenda sordello • ingresso libero
Piersandro Pallavicini
UN COCKTAIL CON GUNTER SACHS
accenti
Aneddoti tra gli anni ’60, la Costa Azzurra e la coppa del Martini con Piersandro
Pallavicini (Romanzo per signora, Una commedia italiana).
55 21.00 • liceo classico “virgilio” • € 5,00
Elisabetta Bucciarelli e Davide Longo con Luigi Caracciolo
IL GIALLO D’INTROSPEZIONE
GIALLO italiano
C’è una linea introspettiva che attraversa il GIALLO italiano e che congiunge scrittori
apparentemente lontani come Elisabetta Bucciarelli e Davide Longo. Maria
Dolores Vergani – protagonista di Dritto al cuore, Ti voglio credere e numerosi altri
romanzi della Bucciarelli – è un’ispettrice che di fronte alla ricerca della verità si
trova a rimettere in gioco ogni volta le proprie relazioni, i patti con il passato, la
distanza di sicurezza che la protegge dagli altri. Il Corso protagonista di Il caso
Bramard di Longo è un uomo che ha scelto di uscire dal mondo, e che torna alle
indagini solo per fare defi nitivamente i conti con se stesso e con il suo nemico.
Coordina Luigi Caracciolo, sostituto commissario di polizia.
produzione Pasta Fresca
®
GenuItaly
30 giovedì 4 settembre 2014 Festivaletteratura 31
21.00 • cinema oberdan • € 3,00 (biglietti in vendita sul luogo dell’evento)
Pagine Nascoste
PAROLE POVERE
di Francesca Archibugi | Italia, 2013, 55 minuti
L’incontro tra gli occhi di una regista e le parole, tutt’altro che povere, di un
poeta. Lei, Francesca Archibugi, off re il suo sguardo, costruisce l’ascolto, lui,
Pierluigi Cappello, off re la sua identità sorridente, restituisce la complessa
naturalezza di chi è nato “al di qua di questi fogli”. Vita e creazione letteraria:
quali distanze alimentano il rapporto? E di quali vicinanze, invece, si nutre? Le
radici friulane e le testimonianze divertite degli amici, i luoghi e i ricordi, l’ombra
scura del 1976 e il profi lo verde delle montagne. La sedia a rotelle che spezza
la libertà di un sedicenne e disegna la libertà di un uomo. Di un poeta. Di un
guerriero mite che abita “fra l’ultima parola detta e la prima nuova da dire”.
56 21.15 • basilica palatina di santa barbara • € 5,00
Robert Macfarlane con Peter Florence
UNO SCRITTORE IN CAMMINO
Il verbo inglese to learn, spiega Robert Macfarlane
in Le antiche vie, deriverebbe da una radice germanica che signifi ca “seguire
una traccia”. Imparare è camminare, percorrere un sentiero signifi ca
innanzitutto saper interpretare le impronte lasciate da chi lo ha attraversato.
Ultimo interprete di una lunga tradizione inglese di letteratura di viaggio e di
contemplazione della natura, Macfarlane si mette in cammino per le vie del
mondo per leggere i segni che ciascuna strada porta su di sé. Le pagine dei
suoi libri sono ricche di riferimenti storici, rimandi etimologici, descrizioni
naturalistiche che esaltano la specifi ca bellezza di ogni luogo, ma su di tutto
prevale il dialogo ininterrotto con i viaggiatori-scrittori che hanno calcato lo
stesso cammino nelle epoche precedenti. Di questo indissolubile legame tra
letteratura e cammino, Macfarlane parla con Peter Florence, direttore del
Festival di Hay-on-Wye.
57 22.00 • conservatorio di musica “campiani” • € 8,00
PER GERUSALEMME
Nel tempo perduto degli uomini
testo di Paola Caridi
con Carla Peirolero e Radiodervish;
musiche originali di Radiodervish
Per Gerusalemme è un reading teatrale nato su un testo di Paola Caridi, il racconto
inusuale della città più famosa e venerata del mondo, attraverso segreti che solo
chi ha vissuto lì per tanti anni conosce. È la Città Vecchia che era moderna, un
secolo fa. È la città popolata dei suoi abitanti, protagonisti invisibili alla politica
e ai pellegrini. La protagonista della pièce è Nura, proprietaria di uno dei caff è
più noti di Gerusalemme a cavallo tra Ottocento e Novecento: attraverso i suoi
racconti, le sue memorie, i suoi oggetti, i bambini, gli uomini e le donne che sono
passati dal suo locale, Gerusalemme mostra un volto sconosciuto ai più. Un volto
dolente, spesso crudele, comunque sorprendente.
Una produzione del Festival Suq, in collaborazione con il Teatro Stabile di Genova.
58 22.00 • teatro bibiena • € 8,00
Monika Bulaj
NUR. LA LUCE NASCOSTA DELL’AFGHANISTAN
Un monologo per parole e immagini. Un viaggio solitario in un mondo che
abbiamo rinunciato a conoscere. La scoperta di una terra minerale e dura,
dalla luce abbacinante, di deserti dove il richiamo “Allahu Akhbar” suona più
puro che altrove. Il contatto con un paese disperato, dove si rischia la vita solo
andando a scuola e l’oppio è la sola medicina per i poveri. Un paese capace di
ridere anche nei momenti più neri. Monika Bulaj ci guida nel giardino luminoso
dell’Afghanistan, seguendo i focolai di speranza ancora accesi.
[L] 22.30 • piazza mantegna • ingresso libero
Giovanni Bietti
ASCOLTARE BEETHOVEN
Lavagne – esempi di scrittura musicale
Un viaggio nel “laboratorio compositivo” di uno dei musicisti più amati di
ogni tempo, alla scoperta dell’uomo, del suo tempo e della sua poetica, dei
generi musicali – dalla Sinfonia al Quartetto, dal Concerto alla Sonata – che ha
esplorato e trasfi gurato.
per saperne di più sulle lavagne, vedi pagina 14
22.30 • piazza leon battista alberti • ingresso libero
Massimo Recalcati
BLURANDEVÙ
volontari, all’intervista!
Tra i massimi studiosi del pensiero di Jacques Lacan, Massimo Recalcati ha
saputo innestare in modo fecondo alcune delle categorie alla base del suo lavoro
clinico e teorico in ambito psicoanalitico nella più ampia rifl essione sulla politica,
sulle relazioni sociali e familiari, sulla crisi della nostra civiltà. Nei suoi saggi e
nei suoi interventi pubblici cerca di interpretare le conseguenze ad ampio raggio
dell’evaporazione del padre nel nostro tempo, e di capire come si possa oggi
essere genitori, dimostrando con il proprio esempio il senso che si può dare
alla vita, e come essere fi gli esigendo un’eredità spirituale e autenticamente
generativa da chi ci ha messo al mondo. Sulle relazioni tra generazioni e di eredità
e futuro Recalcati parla con i giovani volontari di blurandevù.
[C] 23.00 • piazza lega lombarda • ingresso libero
La Compagnia della Lettura coordinata da Luca Scarlini
FIABE D’AUTORE DEL NOVECENTO
vedi pagina 10
Blurandevù
Le notti blu si spostano in Piazza Leon Battista Alberti. I giovani volontariconduttori
di Blurandevù tornano anche quest’anno alla carica con le loro
domande irriverenti ad alcuni degli ospiti di Festivaletteratura 2014.
Questo il calendario degli appuntamenti:
giovedì 4 • ore 22.30 • Massimo Recalcati venerdì 5 • ore 22.30 • Fabio Geda
sabato 6 • ore 22.30 • Stefano Benni domenica 7 • ore 12.00 • Suad Amiry
5 settembre 2014
VENERDÌ
[P] 9.00 • piazza leon battista alberti • ingresso libero
Jurica Pavičić con Alberto Notarbartolo
LE PAGINE DELLA cultura
vedi pagina 15
59 9.00 • palazzo ducale – sale del capitano • € 8,00
Ludosofi ci
LA PIEGA SPIEGATA, OVVERO LA SPIEGA DELLA
PIEGA!
bambini e adulti dai 7 ai 12 anni accompagnati dai genitori
Andando in giro per monumenti e musei, avrete sicuramente sentito parlare di
stili: quello romanico, quello gotico, quello rinascimentale… Gli stili sono tanti
e ognuno è espressione di un’epoca e di un modo di pensare. I Ludosofi ci (Tu
chi sei?), dopo aver visitato alcune stanze di Palazzo Ducale, vi porteranno a
scoprire cosa signifi ca Barocco, attraverso un laboratorio dove specchi, buchi,
scatole, candele, pieghe e drappeggi vi faranno da guida!
In collaborazione con la direzione del Palazzo Ducale di Mantova. Il biglietto
d’ingresso comprende la visita al Museo.
[s] 10.00 > 23.00 • famedio • € 2,00 (biglietti in vendita sul luogo dell’evento)
CARO PADRE, VIDIRÒ…
un’installazione sonora di Marco Olivieri, Fabrizio
Orlandi, Claudio Ponzana
la grande guerra – voci e storie di soldati
vedi pagina 15
60 10.00 • la zanzara • € 6,50
Nicoletta Lanciano con la partecipazione di Roberto Casati
IL NOSTRO POSTO SUL MONDO
Esperienze astronomiche diurne con il “mappamondo parallelo”
laboratorio per adulti
vedi evento 1
[N] 10.00 > 20.00 • palazzo ducale – atrio degli arcieri • ingresso libero
IL PALAZZO DELLE FIABE
a cura di Luca Scarlini
vedi pagina 9
61 10.00 • spazio studio s. orsola • € 4,00
Pef con Maria Sole Boni
BUON COMPLEANNO MOSTRO PELOSO!
dai 3 ai 5 anni
vedi evento 35
LE PAROLE DEL CIBO
in collaborazione con grana padano
Non si mangia più come una volta. Sono cambiati i nostri ritmi di vita, il
tempo che dedichiamo alla tavola, l’attenzione a come il cibo infl uisce sulla
nostra salute e sul nostro benessere. Sono cambiati i sistemi di produzione
degli alimenti, il nostro rapporto con la terra in un’era di progressivo consumo
di suolo e di accresciuta sensibilità ambientale. È cambiato il modo con
cui ci rapportiamo alla nostra tradizione: rinasce il piacere della socialità
e della condivisione nella preparazione dei piatti, riscoprendo e insieme
reinterpretando ricette, pratiche e riti che rischiavano di scomparire.
Occorre dunque iniziare a pensare e parlare di alimentazione in modo diverso.
Festivaletteratura propone quest’anno le parole del cibo: sette appuntamenti
alla Tenda dei Libri con scrittori, esperti e produttori per dar
vita a un nuovo vocabolario da utilizzare in cucina.
giovedì 4 ore 12.00 Libero con don Luigi Ciotti, Degustazione a cura di Libera
Coordinamento di Mantova • giovedì 4 ore 19.00 Anfora, cemento, botte
grande con Giovanni Bietti con Eugenio Barbieri, Elisabetta Foradori e Giuseppe
Rinaldi con Degustazione dei vini • venerdì 5 ore 12.00 Nutrizionismo
con Michael Pollan, Degustazione a cura di Pro Loco di Castel Goff redo •
venerdì 5 ore 19.00 Zaff erano con Hans Tuzzi, Degustazione a cura di Pro
Loco di Castel Goff redo • sabato 6 ore 12.00 Tipico con Alessandro Marzo
Magno, Degustazione a cura di TuberFood – Fiera del Tartufo di Borgofranco
sul Po • sabato 6 ore 19.00 Minestrina con Lella Costa, Degustazione a
cura di TuberFood – Fiera del Tartufo di Borgofranco sul Po • domenica 7 ore
12.00 Resilienza con Hans Rudolf Herren, Degustazione a cura della Condotta
Slow Food di Mantova.
Dopo ciascun incontro, nello spazio della Tenda dei Libri, alcune realtà
signifi cative del territorio prepareranno una Degustazione di prodotti
emblematici sempre accompagnati dal Grana Padano. I piatti e
i costi di ciascuna Degustazione saranno resi noti durante il Festival.
UN’IDEA DI CITTÀ
Un’idea di città è un progetto articolato in sei incontri che nasce dalla collaborazione
di Festivaletteratura con l’Accademia Nazionale Virgiliana, dedicato
alla città storica, ai suoi problemi e alle sue prospettive .
I primi due incontri, che fanno parte del programma del Festival – evento 172,
sabato 6 ore 17.45, osservare il paesaggio da una panchina ed evento 211,
domenica 7 ore 12.00, ascoltare la città contemporanea – sono dedicati alle
tematiche generali della città storica italiana ed europea, alle diffi cili relazioni
fra passato, presente e futuro.
Tre successivi incontri, nei mesi di Ottobre e Novembre, organizzati dall’Accademia
Virgiliana, aff ronteranno il tema della città storica di Mantova, dalla
sua formazione, alle trasformazioni passate e recenti, alla situazione ed ai problemi
attuali.
Il progetto si concluderà nel mese di Dicembre con un ultimo evento, organizzato
in collaborazione da Festivaletteratura e Accademia Virgiliana, dedicato
ad un confronto aperto sulle opportunità, le prospettive, le speranze che oggi
si aprono per la città di Mantova.
34 venerdì 5 settembre 2014 Festivaletteratura 35
[C] 10.00 • piazza lega lombarda • ingresso libero
La Compagnia della Lettura coordinata da Luca Scarlini
FIABE D’AUTORE DEL NOVECENTO
vedi pagina 10
[T] 10.00 • tenda sordello • ingresso libero
Giuseppe Antonelli
QUANDO C’ERA EGLI
accenti
La scrittura nella nostra storia linguistica non è stata soltanto appannaggio
delle classi più elevate. C’è una poderosa massa di documenti, privati o semipubblici,
che testimonia un più diff uso ricorso alla lingua scritta, vuoi per fi nalità
pratiche, vuoi per contingenze storiche. Da queste pagine – secondo Giuseppe
Antonelli (Storia dell’italiano scritto) – affi ora per secoli la lingua di un’altra Italia,
che con il digitale ha defi nitivamente sfondato gli argini.
[s] 10.00 > 20.00 • archivio di stato – sacrestia • ingresso libero
I SOLDATI NEGLI ARCHIVI
laboratorio di ricerca sui ruoli matricolari militari
la grande guerra – voci e storie di soldati
vedi pagina 10
62 10.00 • sagrestia di san barnaba • € 15,00
PUNTO DOPO PUNTO
Laboratorio e chiacchiere sulla maglia con Emma Fassio
tiene il fi lo del discorso Chiara Carminati
Un fi lo che intrecciandosi costruisce punto dopo punto un oggetto caldo e
avvolgente. Potrebbe sembrare la ricetta per costruire un racconto, invece è
quella per la realizzazione di un capo a maglia. Rileggendo la lunga tradizione
del lavoro a maglia con più ferri, che si potrebbe far risalire a un paio di calze
realizzate nel IV-V secolo in Egitto esposte ora presso il Victoria and Albert
Museum di Londra, Emma Fassio, autrice del primo manuale italiano dedicato
alla “maglia top-down”, vuole farci riscoprire quest’aff ascinante arte. Con lei,
appassionati e neofi ti potranno sperimentare la tecnica del gioco di ferri in un
laboratorio dove farà incursione un ospite del Festival, che discuterà con Emma
di storia, fenomenologia, culto e cultura della maglia.
Il laboratorio prevede la distribuzione di un kit completo per un un paio di calzini da
eseguirsi con gioco di ferri e ha una durata minima di due ore e mezza, durante le
quali verranno impartite le istruzioni necessarie alla loro realizzazione. La fruizione è
aperta sia ad un pubblico già “esperto” di maglia sia ai più “inesperti”.
63 10.00 • cortile dell’archivio di stato • € 5,00
Teju Cole con Diego De Silva
LE MIE CITTÀ
ascolto il tuo cuore, città
New York e Lagos. Cosa hanno in comune città così diverse? Sono le due
patrie di Teju Cole, critico d’arte e fotografo, oltre che scrittore premiato dalla
critica e dai lettori. Lo scrittore di origine nigeriana le racconta con uno stile
unico, che tradisce la passione per le arti visive e gli permette di aprire nuove
prospettive nel romanzo contemporaneo, come accade in Ogni giorno è per il
ladro e soprattutto nel suo capolavoro Città aperta. Lo incontra Diego De Silva.
www.clover-italia.com
64 10.15 • Museo diocesano • € 6,50
v Nadia Nicoletti
I PROFUMI DELL’ORTO
laboratorio aromatico
dai 5 ai 9 anni
C’è chi sostiene che annusare un rametto di rosmarino faccia venire il buon
umore, e chi dice invece che il suo odore pungente sia un toccasana per la
memoria. La cannella ha un profumo dolcissimo, e fi n dall’antichità è stata usata
per olii e unguenti per il corpo. Narici ben aperte dunque per questo laboratorio
di Nadia Nicoletti (L’insalata era nell’orto), dove si insegna a coltivare il rosmarino
per dare sapore agli arrosti e a preparare lo zucchero alla cannella per profumare
il tè e le tisane durante l’inverno. Alla fi ne del laboratorio ogni bambino porterà a
casa la sua pianta di rosmarino, da accudire per tutto il tempo dell’anno.
65 10.15 • palazzo ducale – portico del cortile d’onore • € 5,00
Yeng Pway Ngon con Elisabetta Bucciarelli
DICKENS A SINGAPORE
Nato a Singapore da una famiglia di origini cantonesi, Yeng
Pway Ngon è scrittore, poeta e drammaturgo, libraio. Ha
animato diverse riviste letterarie e culturali di Singapore e collaborato come
editorialista con diversi quotidiani di Hong Kong. Con L’atelier, inserito tra i
migliori romanzi del 2011 dalla rivista Asia Weekly di Hong Kong, ha collezionato
i maggiori premi asiatici per la narrativa. L’atelier infatti oltre a off rire al lettore
un punto di vista privilegiato su Singapore, è ricco di storie, personaggi, luoghi,
immagini, quadri. Toccherà a Elisabetta Bucciarelli (Scrivo dunque sono) il
compito di guidarci nel ricco cantiere narrativo dello scrittore.
con il contributo di National Arts Council Singapore
66 10.15 • aula magna isabella d’este • € 6,50
Sualzo e Silvia Vecchini
CARTOLINE DA TUTTO IL MONDO (E ANCHE OLTRE)
dai 5 ai 7 anni
Gaetano ha un giorno di vacanza e cosa c’è di meglio che passarlo con l’amica
Zolletta? Bisogna solo trovare il posto perfetto. E magari poi mandare anche
agli amici una cartolina. E qui lo aiuteranno i bambini, che, insieme a Sualzo e
Silvia Vecchini, realizzeranno bellissime cartoline, con relativi francobolli per il
piccolo asino, protagonista di un originale graphic novel per piccoli.
67 10.30 • sagrestia di san barnaba • € 6,50
Parco Archeologico del Forcello e Gianfranco Allari
RACCONTI DI ZUPPE
Archeologia etrusca in cucina
Cosa si mangiava nelle nostre campagne 2500 anni fa? Gli scavi e le ricerche
condotte nel sito etrusco del Forcello di Bagnolo San Vito ci forniscono
numerose informazioni su quanto i nostri predecessori avessero a disposizione
in cucina. Ma mettere tutto insieme per preparare una ricetta gustosa è un’altra
cosa. La sfi da è stata raccolta dal maestro cuoco Gianfranco Allari di “Le
Tamerici” che, chiacchierando di cucina di ieri e di oggi con lo staff del Parco
Archeologico del Forcello, preparerà una zuppa di cereali e legumi. All’assaggio
del pubblico il giudizio fi nale!
Il programma è stampato su Arcoset w.w. 80 g/m carta prodotta da Fedrigoni
36 venerdì 5 settembre 2014 Festivaletteratura 37
68 10.45 • master • € 6,50 • u
Associazione per il Parco-MASTeR e Riccardo Govoni
CERVELLO CERCASI
dai 10 ai 13 anni
Memoria, sensazioni, emozioni, illusioni… In tutto ciò entra in campo da
protagonista il cervello. Ma in che modo? E chi l’ha scoperto? Con quali
esperimenti? Cosa sono i neuroni della linguaccia? C’è elettricità nel cervello?
A questa ed altre domande risponderanno alcuni studiosi del passato e del
presente che nel corso della loro storia si sono dedicati allo studio di questo
prodigioso organo. E naturalmente non mancheranno i test in diretta con
volonterose cavie delle percezioni. Conduce l’incontro Riccardo Govoni.
Servizio navetta APAM: partenza da p.zza Sordello ore 10.15, ritorno dal MASTeR ore 12.45
69 10.45 • chiesa di santa maria della vittoria • € 5,00
Mourid Barghouti con Elena Chiti e Ramona Ciucani
translation slam
Il translation slam torna alla sua formula originaria nella sfida legata alla
produzione in lingua araba del poeta Mourid Barghouti. Due traduttrici
– Elena Chiti e Ramona Ciucani – si cimenteranno con la versione di una poesia dello
scrittore palestinese ancora inedita nel nostro paese. Le due traduzioni saranno
commentate e argomentate dalle loro autrici e messe a confronto attraverso gli
interventi del pubblico e dell’autore presente in sala, con una votazione finale che
decreterà la traduzione vincitrice. Un’occasione divertente per entrare nel cantiere
del traduttore e scoprire il suo appassionato lavoro, parola per parola.
70 10.45 • conservatorio di musica “campiani” • € 5,00
Tommy Wieringa con Francesco Abate
IL SACRO GRAAL DEL ROMANZO TOTALE
“Gli unici scrittori che negli ultimi anni sono riusciti a
trovare il Sacro Graal del romanzo totale sono W.G. Sebald con Austerlitz, J.M.
Coetzee con Vergogna e Philip Roth con Everyman. A questo elenco si potrebbe
aggiungere il nome di Tommy Wieringa” (Le Figaro). Lo scrittore olandese sembra
collezionare paragoni illustri: il suo nuovo romanzo Questi sono i nomi, in corso
di traduzione in tutta europa, è stato paragonato dalla critica per atmosfera e
tematiche anche a La Strada di Cormac McCarthy, ai racconti di Isaak Babel’, e ai
libri di J. D. Salinger, John Irving e Paul Auster. Di certo c’è che Tommy Wieringa,
a Mantova affiancato da Francesco Abate (Un posto anche per me), sa coniugare
umorismo, saggezza e scrittura magistrale come pochi scrittori al mondo.
con il contributo del Consolato Generale dei Paesi Bassi a Milano e di Nederlands
Letterenfonds / Dutch Foundation for Literature
71 11.00 • teatro ariston • € 5,00
Rafael Chirbes con Pino Cacucci
TRA LE ROVINE DEL CASTELLO DI CARTE
Nessun autore ha saputo raccontare la Spagna del boom e del posteriore crollo
economico come Rafael Chirbes. Con la prosa dura, torrenziale e commovente
dei suoi affreschi corali, Chirbes è riuscito a descrivere le angosce e le
incertezze di chi si è trovato all’improvviso tra le rovine di un castello di carte.
Nelle motivazioni del Premio della Critica, che con Sulla sponda ha vinto per
la seconda volta in sette anni, i critici spagnoli hanno scomodato addirittura
due padri nobili del realismo letterario come Victor Hugo e Charles Dickens,
a testimoniare l’importanza della sua opera. Dialoga con lui lo scrittore, e
traduttore del suo ultimo romanzo, Pino Cacucci.
􀀥􀀳􀀨􀀵
􀀰􀀤􀀱􀀷􀀲􀀹􀀤
72 11.00 • Museo diocesano • € 4,00
Alex Corlazzoli
OGGI SI FA GEOGRAFIA!
a righe e a quadretti
bambini e adulti per adulti accompagnati dai bambini dagli 8 agli 11 anni
Per fare geografia ci vuole un giornale, anzi tanti giornali e naturalmente un
atlante molto molto aggiornato. Alex Corlazzoli, maestro appassionato del suo
lavoro, proverà ad aprire una finestra sul mondo attraverso un viaggio fatto di
notizie.
73 11.00 • teatro bibiena • € 5,00
Jerry Brotton con Franco Farinelli
TUTTE LE MAPPE DEL MONDO
La carta del mondo di Al-Idrisi pone il sud in alto e il nord in basso, la mappa
mundi di Hereford pone Gerusalemme al centro del mondo, la proiezione di
Peters nasce per combattere l’eurocentrismo. “Le mappe”, secondo Jerry
Brotton, “sono una proposta di mondo più che un riflesso del mondo, e
ogni proposta emerge dagli assunti e dalle preoccupazioni prevalenti di una
particolare cultura”. Leggendo le carte geografiche in prospettiva storica,
Brotton dimostra con evidenza come ogni carta nasca per orientare il nostro
sguardo, dicendoci chiaramente qual è il posto che dobbiamo occupare nel
mondo. Della parzialità – e del fascino – delle mappe, l’autore di La storia del
mondo in dodici mappe discute con il geografo Franco Farinelli.
74 11.00 • liceo classico “virgilio” • € 4,00
Antonio Dikele Distefano, Vivian Lamarque
e Bruno Tognolini con Alice Bigli
ANTOLOGIA 2 (QUELLA DEFINITIVA)
ragazzi dai 14 ai 18 anni
L’antologia, con il suo peso anche fisico, ci ha accompagnato a lungo sui banchi
di scuola. Brani letti ad alta voce in classe, subiti come compiti a casa, spunto
per andare a leggere i libri degli autori citati o magari per evitarli per sempre.
A Festivaletteratura l’anno scorso abbiamo pensato di rimettere la scelta
nelle mani dei destinatari: quali autori, racconti, brani, libri sceglierebbero
per la “loro” antologia? Quest’anno, a grande richiesta, l’antologia torna, ma
si occuperà in particolare della poesia. Grazie a Bruno Tognolini e a Vivian
Lamarque ma anche ai ragazzi dei gruppi di lettura di Rimini, Mantova,
Mirandola, Carpi, Asola, coordinati da Alice Bigli, direttore artistico del Festival
Mare di Libri, con la partecipazione di Antonio Dikele Distefano, autore di Fuori
piove dentro pure, passo a prenderti?
75 11.00 • palazzo di san sebastiano • € 5,00
Piercamillo Davigo
IL CONTRASTO ALLA CORRUZIONE NELLA CRISI DELLA
GIUSTIZIA
Da molti decenni gli apparati giudiziari sono afflitti da una grave crisi di efficienza
e di efficacia, determinata soprattutto da un numero di processi che non ha
equivalenti in altri paesi. Gli apparati giudiziari, in tale situazione, hanno dovuto
affrontare, talora simultaneamente, una serie di gravi emergenze quali il terrorismo,
il crimine organizzato, gravi reati economici ed una vasta corruzione. Tutto questo
ha innescato gravi tensioni fra sistema giudiziario e potere politico. Piercamillo
Davigo riapre la riflessione su un tema al centro dei suoi libri (La corruzione in Italia;
La giubba del re. Intervista sulla corruzione) e di molti interventi pubblici.
38 venerdì 5 settembre 2014 Festivaletteratura 39
[T] 11.00 • tenda sordello • ingresso libero
Domenico De Masi
ILLUMINAZIONE
accenti
Dai fi losofi greci agli illuministi francesi, fi no alle avanguardie rivoluzionarie del
Novecento i cambiamenti storici, i nuovi paradigmi sociali sono sempre stati
guidati da “illuminati”. Chi sono e dove possiamo trovarli ora per costruire il
nostro futuro? Oppure, il web ci rende tutti capaci di illuminazione?
76 11.15 • basilica palatina di santa barbara • € 5,00
Allen Frances con Vittorio Lingiardi
LE VICISSITUDINI DEL DIAGNOSTA
Tra i temi all’ordine del giorno del dibattito massmediatico vi è la
controversa uscita del DSM-5 (Manuale Diagnostico dei Disturbi
Mentali) compilato dalla American Psychiatric Association. Allen Frances è stato un
autorevole compilatore di precedenti manuali, ma ha un atteggiamento fortemente
critico contro l’iper-diagnosticismo, come testimoniano i suoi libri Primo, non curare
chi è normale; La diagnosi in psichiatria. Ripensare il DSM-5. Vittorio Lingiardi, tra i
più noti psichiatri italiani, discuterà con Allen di come si può rimanere un grande
sostenitore dell’importanza della diagnosi e insieme combattere contro il suo
abuso, ma soprattutto contro l’applicazione meccanica e non critica del manuale.
11.30 • piazza leon battista alberti • ingresso libero • D
Paola Caridi e Beppe Severgnini con Christian Elia
PITCHING IN PIAZZA
meglio di un romanzo (in bozze)
vedi pagina 13
77 11.30 • tempio di san sebastiano • € 5,00
Andrea Molesini e Hans Tuzzi con Simonetta Bitasi
ESTATE 1914
Dietro lo pseudonimo Hans Tuzzi, con cui ha fi rmato saggi di bibliofi lia
e i gialli milanesi con protagonista Alberto Melis, si nasconde Adriano Bon, uno
dei più raffi nati scrittori e bibliofi li italiani; Andrea Molesini insegna Letteratura
comparata all’Università di Venezia ed è tra i più stimati e letti scrittori italiani, come
testimonia tra l’altro il premio Campiello vinto con Non tutti i bastardi sono di Vienna.
Due scrittori molto vicini, come mostrano i loro recenti romanzi, Il trio dell’arciduca
per Tuzzi e Presagio per Molesini, entrambi ambientati alla vigilia dello scoppio della
prima guerra mondiale. A mettere in risalto le loro affi nità sarà Simonetta Bitasi.
Q 12.00 • tenda dei libri • ingresso libero
Michael Pollan
NUTRIZIONISMO
le parole del cibo
Che cosa c’è in un piatto di spaghetti aglio, olio e peperoncino? Dal punto di vista
del nutrizionista prevalentemente carboidrati, grassi in proporzione all’olio che
ci mettiamo, pochissime proteine. Secondo Michael Pollan invece c’è molto di
più: c’è una cultura culinaria, un’abitudine alimentare che determina – almeno
quanto i principi nutritivi – la salute che ci viene dal cibo.
Degustazione a cura della Pro Loco di Castel Goff redo.
per sapere che cosa sono le parole del cibo vedi pagina 18
[s] 12.00 • archivio di stato – sacrestia • ingresso libero
Daniela Ferrari e Danilo Craveia
I SOLDATI NEGLI ARCHIVI
Guida rapida alla ricerca
la grande guerra – voci e storie di soldati
vedi pagina 17
[C] 12.00 • piazza lega lombarda • ingresso libero
La Compagnia della Lettura coordinata da Luca Scarlini
FIABE D’AUTORE DEL NOVECENTO
vedi pagina 10
78 13.00 • casa slow • € 15,00
Roberta Corradin
2. DALLA STRATEGIA DELL’IPERTENSIONE AGLI ANNI DI PANNA
le ossessioni culinarie dell’Italia Repubblicana
Il vento francese della contestazione arriva in cucina, svelando subito il suo
volto più duro e plumbeo attraverso uova alla diavola, vol-au-vent ripieni,
ravioli al burro. Gli anni Ottanta segnano la svolta. L’età dell’edonismo e del
vuoto induce a passioni molli anche in cucina, facendo spazio a pennette alla
vodka, quiche lorraine e panne cotte.
per saperne di più sulle ossessioni culinarie, vedi evento 20
14.15 • cinema oberdan • € 3,00 (biglietti in vendita sul luogo dell’evento)
Pagine Nascoste
WRITE DOWN, I AM AN ARAB
di Ibtisam Mara’ana Menuhin | Israele/Palestina, 2014, 73 minuti
Anteprima italiana
La storia di Mahmoud Darwish, poeta palestinese e scrittore tra i più infl uenti
del mondo arabo, le cui opere hanno forgiato l’identità palestinese e contribuito
a motivare intere generazioni. Nato in Galilea, la sua famiglia fuggì durante la
guerra arabo-israeliana del 1948, ritornando anni dopo per trovare un paese
martoriato. Come ogni cittadino palestinese di Israele in quegli anni, crebbe
sotto una giurisdizione militare che impediva la libertà di movimento. Queste
esperienze costituiscono le fondamenta di una carriera letteraria che arriverà
a rappresentare le aspirazioni di un’intera nazione. Attraverso la sua poesia,
lettere ed esclusivi materiali d’archivio, viene alla luce la vicenda di un uomo
diventato portavoce di un popolo.
79 14.30 • palazzo ducale – portico del cortile d’onore • € 5,00
Mario Desiati e Jurica Pavičić con Carlo Annese
SPALATO-Bari
“La ’relazione interadriatica’ più forte oggi è la rabbia: perché a Spalato come
a Bari possiamo vivere solo vendendo il nostro spazio o il nostro passato”.
Accomunati dal sentirsi sud, Spalato e Bari o meglio la Croazia e la Puglia hanno
in realtà molto in comune, dall’industrializzazione selvaggia, all’abbandono
della campagna; dalle potenzialità del turismo ai rischi ambientali. Jurica
Pavičić, giornalista dell’anno in Croazia e aff ermato scrittore (Cappuccetto
Rosso) ragiona su criticità e ricchezza di due tra i luoghi più belli del pianeta
con lo scrittore pugliese Mario Desiati (Ternitti), sotto la sapiente guida del
giornalista Carlo Annese, anche lui geografi camente coinvolto.
hael Polla
d
d l t i i i t
40 venerdì 5 settembre 2014 Festivaletteratura 41
80 14.30 • spazio studio s. orsola • € 4,00
Janna Carioli e Luisa Mattia con Barbara Bongini
VIAGGIO NELL’ANTICO EGITTO
dai 5 ai 7 anni
Come se la passavano i bambini nell’antico Egitto tra piramidi, mummie e
coccodrilli? Facciamo un salto nel passato e scopriamolo mettendo insieme
parole ed immagini. Un viaggio misterioso che parte dai libri e arriva ai cartoni
animati, raccontato da Janna Carioli e Luisa Mattia, autrici della serie di libri
All’ombra delle piramidi, e illustrato da Barbara Bongini.
81 14.30 • conservatorio di musica “campiani” • € 5,00 • D
Mourid Barghouti con Wasim Dahmash
LA POESIA DELLA TERRA
la terra fragile – focus sulla letteratura palestinese
“Il soldato con la kippa non sembra per niente confuso e il suo fucile è scintillante
(…). Il suo fucile ci ha portato via la terra della poesia per lasciarci la poesia della
terra. Nel suo pugno la terra, nei nostri pugni un miraggio”. Considerato uno dei
maggiori scrittori di lingua araba, Mourid Barghouti inizia la sua ininterrotta
esperienza dell’esilio a poco più di vent’anni, quando la guerra del 1967 lo
sorprende fuori dal proprio paese. Ho visto Ramallah è la prosa poetica a cui
Barghouti ha consegnato i ricordi della sua giovinezza e le immagini di una
Palestina che sopravvive solo attraverso la scrittura, un libro che Edward Said
ha defi nito come uno dei resoconti più aff ascinanti e lirici che siano mai stati
scritti sulla diaspora palestinese. Dialoga con lui Wasim Dahmash, ricercatore
di Lingua e letteratura araba presso l’Università di Cagliari.
82 14.45 • aula magna dell’università • € 5,00
Gian Piero Piretto con Marco Belpoliti
LE DITTATURE E L’IMMAGINARIO
Patria. Nazione. Stato. Partito. I regimi totalitari del XX secolo
sono stati formidabili produttori di apparati iconici articolatissimi a sostegno
del proprio sistema di potere e del duce di turno. Palazzi, statue, manifesti,
spettacoli, oggetti d’uso comune venivano progettati per invadere lo spazio
pubblico e privato e creare un immaginario condiviso al quale il popolo potesse
credere e aderire. Gian Piero Piretto, docente di cultura russa e Metodologia
della cultura visuale all’Università di Milano e autore di Memorie di pietra, si
aggira tra le macerie delle dittature del Novecento, mostrandoci reperti
illuminanti anche per leggere il nostro presente. Lo accompagna il saggista
Marco Belpoliti.
83 15.00 • teatro ariston • € 5,00
Bernardo Valli con Franco Contorbia
LA VERITÀ DEL MOMENTO
“Viaggiare e scrivere. Non so se scrivere per viaggiare o viaggiare per scrivere”.
Così pensava da ragazzo il grande giornalista Bernardo Valli, testimone diretto
delle lotte di tanti popoli, autore di reportage, narratore di mutamenti epocali,
interprete delle vicende politiche e culturali dell’europa degli ultimi quarant’anni.
Raccolti in volume, sono presenti articoli e reportages da lui redatti negli anni
dal 1956 al 2014 e apparsi sui maggiori quotidiani italiani. Importante è anche
la rifl essione sui caratteri costitutivi e sulla radicale metamorfosi che ha subito,
nel tempo, la professione di reporter e di corrispondente di guerra. Dialogherà
con lui Franco Contorbia, docente di Letteratura italiana e grande esperto di
scrittura giornalistica.
84 15.00 • teatro bibiena • € 5,00
Michele De Lucchi con Beppe Finessi
ARCHITETTI ESTEMPORANEI
Gli architetti adoperano spesso un linguaggio carico di sottintesi, non sempre
del tutto decifrabili per i profani. Aggettivi d’uso comune (“piacevole”, “poetico”,
“funzionale”, “decorativo”) possono suscitare reazioni inattese se il nostro
interlocutore è un addetto ai lavori. Michele De Lucchi, architetto e designer di
fama internazionale, ci svela con ironia il vocabolario di un mestiere particolare,
il cui campo d’azione, per dirla con Walter Gropius, va “dal cucchiaio alla
città”. Dialoga con l’autore de Gli attributi dell’architetto Beppe Finessi.
85 15.00 • cortile dell’archivio di stato • € 5,00
Michela Murgia e Chiara Valerio con Stefano Jossa
IL RITORNO DELL’EROE
I personaggi che ci hanno ispirato e quelli che costruiamo
Due eroine lontane oltre mille anni l’una dall’altra animano il primo incontro
di Il ritorno dell’eroe. Michela Murgia ha scelto Morgana, la fata della mitologia
celtica resa universalmente celebre dai romanzi del ciclo arturiano; Chiara
Valerio Lady Oscar, la giovane comandante della Guardia Reale protagonista
del manga di Riyoko Ikeda, da cui è stata tratta anche una popolarissima serie
di cartoni animati.
Avremo sempre bisogno di eroi? Solitamente è l’incontro con un personaggio che
fa nascere in noi l’amore per la lettura: le sue avventure ci appassionano perché
riconosciamo in esse le vite che vorremmo vivere. Negli incontri di Il ritorno dell’eroe,
coordinati da Stefano Jossa (Un paese senza eroi), sei scrittori si confrontano sugli
eroi e le eroine che li hanno conquistati alla letteratura, e che li infl uenzano, ancora
oggi, nella costruzione delle proprie storie.
[V] 15.00 • chiesa di santa maria della vittoria • ingresso libero
VOCABOLARIO EUROPEO
la parola (d)agli autori
coordina Matteo Motolese
Antonio Moresco – dall’italiano, sbrego
Stelian Tănase – dal romeno, zadarnice: vacuità
per saperne di più sul vocabolario europeo vedi pagina 25
86 15.00 • basilica palatina di santa barbara • € 5,00
Jonathan Gottschall con Raff aele Cardone
UN ANIMALE CHE RACCONTA STORIE
Quanto tempo passiamo a leggere libri, guardare fi lm,
o semplicemente persi nelle nostre quotidiane fantasie? Le storie sono per
l’uomo ciò che l’acqua è per i pesci. Secondo Jonathan Gottschall, esponente
di spicco del darwinismo letterario, la propensione dell’uomo alla narrazione
discende da ragioni evolutive. Grazie all’estrema versatilità del racconto, l’uomo
ha infatti l’occasione di far crescere le proprie competenze sociali, prefi gurare le
conseguenze di azioni o eventi senza correre rischi, vivere più vite parallelamente
accumulando esperienze. Avvalendosi di apporti psicologici, neuro-biologici e
della sua esperienza di educatore, l’autore di L’istinto di narrare dimostra, in
dialogo con Raff aele Cardone, come la fi nzione sia la più “antica e potente
tecnologia di realtà virtuale che simula i grandi dilemmi della vita umana”.
42 venerdì 5 settembre 2014 Festivaletteratura 43
87 15.00 • palazzo ducale – sale del capitano • € 6,50
Dario Zeruto
SE LA CARTA FA POP-UP
laboratorio per adulti
vedi evento 21
88 15.30 • palazzo di san sebastiano • € 5,00
Massimo Recalcati
L’amore CHE RESISTE
Amare senza innamorarsi, senza correre rischi, come
declamano le pubblicità dei siti d’incontri. Essere sempre pronti a nuove off erte
d’amore, nella consapevolezza – confermata degli studi neuroscientifi ci – che
l’ebbrezza del primo incontro ha vita breve. In un mondo ipersessualizzato e
rassegnato a rapporti da consumare, Massimo Recalcati (Non è più come prima)
si pone controcorrente intonando un “cantico dedicato all’amore che resiste
e che insiste nella rivendicazione del suo legame con ciò che non passa”, un
sentimento che sa rinnovarsi proprio aprendosi alla realtà dell’altro, e che trova
nel perdono uno strumento per donarsi futuro e vita.
89 15.30 • master • € 6,50 • u
Nicoletta Lanciano e lo staff MASTeR
I GIARDINI DEL CIELO
bambini e adulti dai 9 anni in su
Luce e ombra: due concetti facili, ma siamo sicuri di conoscerli? Nicoletta
Lanciano – fi sica con la passione per l’astronomia e le meridiane – proporrà,
insieme allo staff MASTeR, un laboratorio pratico per giocare con il sole.
Servizio navetta APAM: partenza da p.zza Sordello ore 15.00, ritorno dal MASTeR ore 17.30
90 15.30 • aula magna isabella d’este • € 4,00
Roger McGough con Franco Nasi
CHE VERSI FAI?
dai 8 agli 12 anni
Chiedetelo a Roger McGough, se partecipate a questo incontro! Nelle sue
poesie le parole diventano libere e il mondo che abbiamo intorno si trasforma
come nel cappello di un prestigiatore: le anaconde vanno in moto, gli squali
lavorano nei grandi magazzini, le puzzole sono povere cenerentole senza un
principe. Un pomeriggio di divertentissime magie poetiche, in compagnia
dell’autore di Bestiario immaginario e Storia di un ruttino e altri versi e del suo
fedele traduttore Franco Nasi.
[T] 15.30 • tenda sordello • ingresso libero
Bruno Gambarotta
LA RICONQUISTA DELLA Rai
accenti
Programmi scadenti, fi ction assurde, nessuna idea brillante. Una televisione
che non è nemmeno l’ombra di quella degli esordi. Un agguerrito gruppo di exdipendenti
dice basta e briga e minaccia fi no a quando riesce a ottenere l’incarico
di scrivere una sceneggiatura sulla storia eroica della tv. Una commedia di fantatelevisione
raccontata da Bruno Gambarotta (Ombra di giraff a).
91 15.30 • sagrestia di san barnaba • € 15,00
PUNTO DOPO PUNTO
Laboratorio e chiacchiere sulla maglia con Emma Fassio
tiene il fi lo del discorso Simone Sarasso
vedi evento 62
92 15.45 • villa angela • € 4,00
Pino Costalunga
ORTOGRAFIA E GRAMMATICA, CHE GRAN
DIVERTIMENTO!
bambini e adulti per ragazzi dai 6 ai 10 anni accompagnati e per i loro genitori
Pino Costalunga, autore di Il bosco delle lettere, condurrà i piccoli spettatori in
una strana foresta dove crescono lettere dell’alfabeto, segni di punteggiatura
e accenti. Per vincere la paura che può venire da tutta questa grammatica allo
stato naturale, Pino leggerà racconti e fi lastrocche, giocherà con la musica, i
suoni, i signifi cati nascosti e apparenti delle parole, svelando come anche
l’ortografi a e le regole della scrittura abbiano un animo poetico e possano
essere davvero fonte di divertimento.
93 15.45 • tempio di san sebastiano • € 5,00
Marina Petrillo con Roberto Casati
ÉGALITÉ
liberté, égalité, fraternité – tre parole per la rivoluzione digitale
Con l’avvento delle nuove tecnologie si ha l’impressione che sia iniziata una
stagione più democratica per quanto riguarda l’accesso alle conoscenze e
all’informazione, avendo a disposizione un patrimonio sterminato di fonti e
risorse. Analogamente, il web 2.0 ha permesso di moltiplicare le esperienze
di cittadinanza attiva, oltre a far nascere movimenti sociali e politici che
hanno fatto della partecipazione attraverso la rete il vessillo della loro azione
di rinnovamento. Ma l’accesso a internet è veramente paritario? Giova
l’orizzontalità delle fonti alla formazione di un sapere critico? E quale idea di
democrazia si sta aff ermando attraverso il web? Da questi interrogativi parte
il confronto di Roberto Casati con Marina Petrillo, curatrice di Alaska, un blog/
programma radiofonico di Radio Popolare interamente realizzato con materiali
provenienti dalla rete.
per saperne di più su liberté, égalité, fraternité vedi evento 8
15.45 • cinema oberdan • € 3,00 (biglietti in vendita sul luogo dell’evento)
Pagine Nascoste
THE TYPEWRITER (IN THE 21ST CENTURY)
di Christopher Lockett | Stati Uniti, 2012, 57 minuti
Anteprima italiana
vedi pagina 13
[C] 16.00 • piazza lega lombarda • ingresso libero
La Compagnia della Lettura coordinata da Luca Scarlini
FIABE D’AUTORE DEL NOVECENTO
vedi pagina 10
44 venerdì 5 settembre 2014 Festivaletteratura 45
94 16.00 • palazzo ducale – galleria dei fiumi • € 8,00
Beatrice Barni con Nadia Nicoletti
DI ROSA IN ROSA
Il meccanismo dell’ibridazione è un’arte diffi cile e sapiente dove l’intervento
umano “entra in intimo contatto con la natura”. Beatrice Barni (A rose is a
rose is a rose), testimone di un lungo e serio lavoro familiare, ne racconterà a
Festivaletteratura i passaggi come fossero capitoli del suo ultimo romanzo, in
dialogo con l’esperta rodologa Nadia Nicoletti.
In collaborazione con la direzione del Palazzo Ducale di Mantova. Il biglietto
d’ingresso comprende la visita al Museo.
95 16.00 • liceo classico “virgilio” • € 5,00
Emilio Franzina e Quinto Antonelli con Juri Meda
SCRIVERE DENTRO LA GUERRA
la grande guerra – voci e storie dei soldati
La Grande Guerra è stata il primo evento della storia dell’umanità a coinvolgere
contemporaneamente milioni di persone. È proprio l’eccezionalità dell’esperienza
di guerra a spingere molti di questi uomini a lasciarne testimonianza attraverso
la scrittura. Migliaia di lettere, diari, appunti, che raccontano semplicemente “la
guerra come noi l’abbiamo realmente vissuta”, come ha scritto Emilio Lussu, e
che a lungo sono rimaste circoscritte alla memoria privata e familiare. Solo alla
metà degli anni Ottanta la storiografi a ha riconosciuto in questi testi una potente
fonte documentaria, in grado di dare nuova luce alla realtà del primo confl itto
mondiale. Emilio Franzina, esperto di scritture popolari, e Quinto Antonelli del
Museo Storico del trentino ne parlano con lo storico Juri Meda.
96 16.00 • sagrestia di san barnaba • € 5,00
Vivian Lamarque con Vanna Mignoli
LAMARQUE LEGGE LAMARQUE
E SZYMBORSKA
“È quasi facile fare una poesia / basta prendere un pezzetto / di carta e una
matita, è come / per la terra fare un fi lo d’erba / una margherita”. La poesia di
Vivian Lamarque lascia stupiti per la naturalezza dello stile, per la cantabilità
del verso, per l’ironica levità. Occasioni dei suoi componimenti sono piccole
epifanie quotidiane, oggetti su cui inciampiamo con lo sguardo, gioie o dolori
inattesi che Lamarque riporta nelle sue rime con incanto infantile. Questo
motiva il suo tributo a Wisława Szymborska, la cui poesia è caratterizzata da
un’ingannevole semplicità. La incontra al Festival Vanna Mignoli.
97 16.00 • piazza castello • € 5,00
Reinhold Messner
L’UOMO DELLE ALTE VETTE
È stato il primo uomo al mondo a scalare tutti i quattordici ottomila; il primo
a tentare con successo l’ascesa all’Everest in solitaria e senza ossigeno. A
piedi ha attraversato l’Antartide, la Groenlandia, il Tibet e i deserti del Gobi
e di Taklamakan. “Ho un cuore normale, i miei polmoni sono normali, e la mia
corporatura è normalissima. Solo la mia mente è stata forse più determinata
di altre”. In occasione dell’uscita della sua autobiografi a, Reinhold Messner
riannoda i fi li delle sue avventure e ci propone una rifl essione sull’uomo, sul
suo bisogno di libertà, sull’istinto di sopravvivenza, sull’inaccessibile mistero
della natura.
Divisione
[M] 16.00 > 20.00 • piazza erbe • € 1,00 due favole
La Voce delle Cose
MACCHINE PER IL TEATRO INCOSCIENTE
La strabiliante invenzione di cui tutto il mondo parla fi nalmente arriva a
Festivaletteratura! Grazie al loro brevettato sistema semiautomatico, le
macchine per il teatro incosciente permettono di soddisfare in soli due
minuti i bisogni più impellenti di favole e storie utilizzando piccoli oggetti
d’uso quotidiano – mollette, fi li, nastrini – che, inseriti in questo ingegnoso
marchingegno, possono rilasciare tutto il loro potenziale fantastico. Per
attivare questi teatrini self-service bastano due persone, un Manovratore e
uno Spettatore: il primo sarà l’inconsapevole motore della favola, il secondo
potrà godersi il racconto in totale meraviglia. Correte a provarli!
[T] 16.30 • tenda sordello • ingresso libero
Pino Cacucci
LA POLVERE DEL MESSICO
accenti
Non c’è mai fi ne alla vastità del Messico. Persino da un piccolo paese alla fi ne
dello Yucatán si può guardare oltre la distesa azzurrissima del mare, e perdersi
nelle leggende di indios, pirati, rivoluzionari. Pino Cacucci (Mahahual) torna
sulle strade messicane, a vagabondare tra le sue storie e le sue spiagge.
98 16.30 • biblioteca teresiana – sala delle vedute • € 5,00
Cesare Gallo
A PROPOSITO DI RICCARDO GUALINO
testimoni d’archivio
Riccardo Gualino è stato una fi gura di straordinario
dinamismo nell’ambito dell’industria e della fi nanza europea dell’inizio del
Novecento, oltre che mecenate nel campo dell’arte, della musica, del teatro
e del cinema. Nato a Biella, inizia la sua carriera nel campo del legname, ma
grazie al suo eccezionale intuito a poco più di trent’anni fonda la SNIA Viscosa,
partecipa in posizione decisiva al capitale della FIAT, controlla numerose
banche del paese. Il nipote Cesare Gallo racconta al Festival le frequentazioni
artistiche e i numerosi episodi che testimoniano gli svariati interessi e la libertà
intellettuale del fi nanziere piemontese, libertà che durante il Fascismo costò a
Gualino l’isolamento e la perdita delle proprie fortune, prontamente ricostruite
negli anni del dopoguerra.
per saperne di più su testimoni d’archivio, vedi evento 36
99 16.45 • palazzo ducale – portico del cortile d’onore • € 5,00
NoViolet Bulawayo con Bianca Pitzorno
LE PAROLE CHE CAMBIANO IL MONDO
Una baraccopoli alla periferia dell’AFRICA in cui i bambini
crescono nella povertà, tra le vane speranze di cambiamento
degli adulti e la fastidiosa presenza di chi è venuto dall’Occidente ad aiutare;
l’America sognata per l’intera infanzia e la puntuale disillusione di ogni migrante.
Con il suo romanzo di esordio – Abbiamo bisogno di nuovi nomi – NoViolet
Bulawayo ci pone di fronte alle diseguaglianze che restano, alla perenne necessità
– per chi vive da straniero – di imporre il proprio nome alle cose per non piegarsi
a quello che gli altri hanno deciso per lui. La talentuosa autrice dello Zimbabwe,
che con questo libro si è immediatamente imposta all’attenzione della critica
anglosassone ottenendo la nomination al Man Booker Prize, dialoga al Festival
con la scrittrice Bianca Pitzorno.
Maurizio Corraini
Arte Contemporanea
46 venerdì 5 settembre 2014 Festivaletteratura 47
100 17.00 • cortile dell’archivio di stato • € 5,00
Donatella Di Pietrantonio e Elisa Ruotolo con Simonetta Bitasi
BELLE STORIE
Bella mia di Donatella di Pietrantonio e Ovunque, proteggici di Elisa
Rutolo sono stati due casi editoriali. Sono due libri che hanno toccato i lettori e
convinto i critici, due romanzi che sottolineano il lavoro di scouting e cura che
ancora esiste nell’editoria italiana. Due seconde prove convincenti che hanno
confermato il talento espresso in Mia madre è un fi ume per la Di Pietrantonio
e in Ho rubato la pioggia! per Elisa Ruotolo. Il Festival le fa incontrare per la
prima volta, rendendole protagoniste di un dialogo dove saranno a confronto
le ferite non solo fi siche dell’Aquila e le peripezie della famiglia Girosa, due stili
narrativi, due sensibilità letterarie, ma soprattutto due grandi scrittrici.
101 17.00 • chiesa di santa maria della vittoria • € 5,00 t
Carol Gilligan
LISTENING FOR THE VOICE
A talk about Literature and Psychology
Finding a distinctive voice is the mark of a creative artist. Listening for the voice
is a central task of the psychologist. In recent years, questions about voice
have directed attention to who is speaking and to whom, whether the voice is
embodied or disembodied, what stories are told about which relationships, in
what political and cultural frameworks.
L’evento si terrà in lingua inglese senza traduzione.
17.15 • cinema oberdan • € 3,00 (biglietti in vendita sul luogo dell’evento)
Pagine Nascoste
LISBOA
di Eduardo Montes-Bradley | Stati Uniti, 2013, 27 minuti
Anteprima italiana
Cresciuta nel quartiere di Laranjeiras a Rio de Janeiro dove ancora vive la sua
famiglia, nella casa costruita dal nonno oltre cinquant’anni fa, Adriana Lisboa è
una vera carioca. Questa categorica identità non ha però frenato nella scrittrice
l’instancabile ricerca di quanto resta nascosto oltre la superfi cie delle cose.
VIEW OF KRAKOW
di Magdalena Piekorz | Polonia, 2013, 59 minuti
Anteprima italiana
Capitolo inaugurale del progetto cinematografi co internazionale “City (W)rites”,
dedicato alle capitali letterarie europee viste attraverso gli occhi degli scrittori. Il
primo protagonista è Adam Zagajewski, uno dei più noti, tradotti e celebrati poeti e
saggisti polacchi. L’autore di Tradimento e Dalla vita degli oggetti ci guida alla scoperta
letteraria di Cracovia e della regione Malopolska, parlando dei suoi maestri, dei luoghi
del cuore, nonché di concittadini e colleghi scrittori come Wisława Szymborska.
102 17.15 • spazio studio s. orsola • € 4,00
Pef con Vera Salton
IL MOSTRO PELOSO E I SUOI amici
dai 6 agli 8 anni
Pef è tra gli autori e illustratori più premiati e amati da grandi e bambini. A
lui dobbiamo Il mostro peloso, ma anche tanti altri personaggi indimenticabili.
Pef sfrutta tutte le possibilità umoristiche della scrittura e dell’immagine,
divertendo così i lettori con giochi di parole, di tratto e di colori. Insieme alla
libraia Vera Salton ripercorriamo le storie più spassose uscite dalla sua fantasia.
HSE
MADE
103 17.15 • teatro ariston • € 5,00
Corrado Stajano, Marco Revelli e Antonella Tarpino
IL POPOLO CHE MANCA
Nuto Revelli: immagini, parole, ricordi
Nuto Revelli ha dedicato la propria vita a raccogliere le voci dei dimenticati.
Le storie che raccontano soldati, pastori, contadine, preti-stregoni che parlano
attraverso le pagine dei suoi libri (L’anello forte, Il mondo dei vinti) ci restituiscono
il potente aff resco di un mondo che non c’è più, testimoniando una cultura
arcaica, tenace, legata alla terra, defi nitivamente annientata in seguito alla
rapida industrializzazione che l’Italia ha conosciuto nel secondo dopoguerra.
A dieci anni dalla scomparsa, Antonella Tarpino, curatrice del volume Il popolo
che manca, il fi glio Marco e il giornalista Corrado Stajano, amico di una vita,
raccontano a Festivaletteratura la fi gura e l’opera di Nuto Revelli attraverso
letture, documenti fotografi ci e memorie personali.
104 17.30 • teatro bibiena • € 5,00
Giorgio Manzi
L’EVOLUZIONE UMANA: IL GRANDE
RACCONTO
Il percorso evolutivo che ha dato origine alla nostra specie è un meraviglioso
viaggio, che inizia dai primati e arriva a quelle scimmie antropomorfe che si
misero in posizione eretta diventando bipedi migliaia di anni fa. Comprendere
l’uomo attraverso la sua storia, secondo Giorgio Manzi, paleoantropologo
e autore di Il grande racconto dell’evoluzione umana, è una delle sfi de più
aff ascinanti della scienza, perché è nel profondo che troviamo il nostro posto
nella natura.
105 17.30 • palazzo ducale – sale del capitano • € 6,50
Elisabetta Bucciarelli
RI-TRATTO
laboratorio per adulti
vedi evento 42
[T] 17.30 • tenda sordello • ingresso libero
Piero Dorfl es
DESTRA E SINISTRA, OGGI
accenti
Una scena politica i cui attori si muovono sempre più confusamente,
disuguaglianze e uguaglianze che cambiano di signifi cato, il vezzo di presentare
i propri pensieri come “né di destra, né di sinistra”: come ci può aiutare ancora,
dopo vent’anni, un piccolo libro di Norberto Bobbio?
106 17.45 • palazzo di san sebastiano • € 5,00
Diego De Silva e Francesco Piccolo
DI CHE COSA RIDIAMO QUANDO LEGGIAMO
Francesco Piccolo (Il desiderio di essere come tutti, premio Strega 2014) e Diego
De Silva (Arrangiati, Malinconico) esplorano un genere da tempo escluso dalle
grandi rotte della letteratura: il comico. Una navigazione attraverso i libri propri
e quelli altrui per riscoprire le ragioni e il piacere di ridere leggendo.
48 venerdì 5 settembre 2014 Festivaletteratura 49
107 17.45 • basilica palatina di santa barbara • € 5,00
Francesco Pecoraro con Giuseppe Antonelli
SESSANT’ANNI DI GUERRA NON DICHIARATA
Di formazione architetto, Francesco Pecoraro è arrivato alla
scrittura solo pochi anni fa, iniziando a pubblicare sul suo blog.
Le sue prime prose – i racconti di Dove credi di andare e i saggi narrativi di Questa
e altre preistorie – possono essere lette oggi come dei materiali preparatori del
suo primo romanzo, La vita in tempo di pace, narrazione in cerca di una trama che
alla sua uscita ha suscitato un ampio dibattito critico. Per questo racconto della
radicale disillusione novecentesca, in cui i fallimenti storici si esprimono in passioni
tristi, in un’ossessiva e frustrante ricerca dell’anello che non tiene, sono stati presi
a paragone maestri del pessimismo come Svevo, Gadda, Pasolini. Dialoga con
Francesco Pecoraro Giuseppe Antonelli, storico della lingua e critico letterario.
108 17.45 • aula magna dell’università • € 5,00
David B. con Matteo Stefanelli
GLI OSCURI SENTIERI DEL FUMETTO
È in parte grazie a David B., al secolo Pierre-François
Beauchard, se negli ultimi venti anni in europa è stata pienamente riconosciuta al
fumetto la dignità artistica che merita. Autore di capolavori come Il grande Male,
considerato uno dei titoli fondamentali del graphic novel internazionale, o del
recente Per gli oscuri sentieri, aff resco allegorico surreale in cui racconta la presa
di Fiume, David B. è stato anche tra i fondatori dell’Association, la più infl uente
casa editrice di fumetto europea, capace di rivoluzionare lo stile e il linguaggio del
fumetto, portandolo ad esplorare nuovi registri, nuove tematiche e nuovi formati.
Dialoga con lui Matteo Stefanelli, fumettologo e studioso di media.
109 17.45 • aula magna isabella d’este • € 6,50
PAROLE IN RIMA, RITMO E SUONO
Giochi di improvvisazione tra Voce e pianoforte
Pino Costalunga voce recitante – Luciano Borin pianoforte
bambini e adulti dai 5 anni in su
Si può raccontare il mondo in rima? E si può raccontarlo con i suoi stessi suoni? Lo si
può fare, anche perché il mondo stesso è suono: il cinguettio degli uccelli, il frusciare
delle foglie al vento, il tuono, il sorriso ed il pianto dell’uomo, il cuore che batte, la
parola. Il fi lo che tiene insieme tutto lo spettacolo di improvvisazione musicale sulle
parole è quello del ritmo: dalla ninna nanna alla conta, dalla fi lastrocca popolare
alla poesia d’autore e al racconto ritmico. La parola, e in particolar modo la “parola
poetica”, è sempre suono, sempre immagine, sempre emozione e sensazione, da
quando l’uomo è apparso sulla faccia della terra fi no ad oggi.
110 18.00 • conservatorio di musica “campiani” • € 5,00
Pierluigi Cappello con Antonio Prete
STORIA DI UNA LIBERTÀ
Libertà è una parola che torna con ostinazione nelle opere e nelle
rifl essioni di Pierluigi Cappello: è il sentimento fi ero di chi resiste e non si arresta, di
chi cerca spazio per la speranza. La poesia è un esercizio di libertà, “è una forma di
resistenza perché ti insegna a sentire le cose senza appropriartene: illumina le cose
da dentro e le libera”. Alla libertà Cappello ha dedicato il suo primo libro in prosa,
un’autobiografi a in cui racconta “la storia di come una libertà, la mia, sia germinata
dai luoghi vissuti da bambino e poi abbia preso il volo dal mio incontro con la lettura”,
esortandoci a trovare un coraggio nuovo, attraverso la cura dei nostri gesti e delle
nostre parole. Conversa con l’autore di Questa libertà il poeta Antonio Prete.
111 18.00 • Museo diocesano • € 8,00
Lorenza Zambon
SEMI DI FUTURO. TERZA LEZIONE
PER GIARDINIERI PLANETARI
vedi evento 45
112 18.15 • liceo classico “virgilio” • € 5,00
Zhang Jie con Marco Del Corona
STORIA DELLA CINA ATTRAVERSO LE DONNE
“Le parole sono inadeguate a rendere conto dell’epica tragedia della Cina del
ventesimo secolo”. Economista di formazione, Zhang Jie ha dovuto a lungo
reprimere la sua vocazione letteraria a causa delle persecuzioni subite nel
periodo maoista. È solo alla fi ne della Rivoluzione culturale che la scrittrice cinese
inizia a pubblicare e a ottenere i primi riconoscimenti, fi no alla candidatura al
premio Nobel già alla fi ne degli anni Ottanta. La sua opera più importante è una
trilogia di romanzi di cui in Italia sono stati pubblicati Senza parole e Anni di buio: in
essi Zhang Jie disegna un aff resco del Novecento cinese, visto attraverso diverse
generazioni di donne, dal mondo feudale dell’inizio del secolo fi no all’avvento
dell’odierno capitalismo tecnologico. La incontra il giornalista Marco Del Corona.
[L] 18.30 • piazza mantegna • ingresso libero
Valentina bambini
PAROLE SPECIALI, TRA SUONI ED EMOZIONI
lavagne – anatomia di una frase
Per comunicare nel mondo disponiamo di un ricco vocabolario di nomi,
verbi, aggettivi e avverbi. Ci sono poi parole speciali, che si comportano in
modo anomalo e per certi versi fanno eccezione alla grammatica, come le
onomatopee, gli insulti, le esclamazioni. In questo incontro parleremo di come
nascono e si sedimentano queste parole speciali, che rispecchiano l’interazione
tra il linguaggio, la nostra esperienza del mondo e le nostre emozioni.
per saperne di più sulle lavagne, vedi pagina 14
113 18.30 • tempio di san sebastiano • € 5,00
Vladimir Sorokin con Paolo Nori
OPRIČNINA, MADRE RUSSIA E ULTRAVIOLENZA
È mai possibile aff errare le contraddizioni che attraversano la Russia
contemporanea senza ricorrere a un eccellente romanziere, capace di fondere il
pulp con la satira politica, Gogol e Dostoevskij con la letteratura postmoderna?
Pare che il moscovita Vladimir Sorokin (La coda; Ghiaccio; La giornata di un Opričnik)
faccia al caso nostro e le sferzate del suo sarcasmo sembrano confermarlo: facile
che la sua penna trasformi un sogno nazionalista in un incubo neo-zarista, o una
setta di puri in un manipolo di ultra-violenti. E chi, meglio di Paolo Nori, potrebbe
misurarsi con una carica eversiva di tale portata? Provare per credere!
114 18.30 • piazza castello • € 5,00
Stefano Benni
SE QUALCUNO MI CHIEDE ANCORA A COSA SERVE LA
LETTERATURA LO AMMAZZO
“Chi dentro a un libro schiaccia una zanzara non fa cultura ma schiva una puntura”.
Un’ora di parole, letture e rifl essioni con “Lupo” Benni e i suoi lettori di tutte le età.
50 venerdì 5 settembre 2014 Festivaletteratura 51
Q 19.00 • tenda dei libri • ingresso libero
Hans Tuzzi
ZAFFERANO
le parole del cibo
Un colore più che un sapore della cucina. Hans Tuzzi ci racconta la storia di questa
spezia rara e benefi ca, che dal mondo arabo transita per la Spagna, arrivando per
ignote vie a Milano per ravvivare di GIALLO un altrimenti anonimo risotto.
Degustazione a cura della Pro Loco di Castel Goff redo.
per sapere che cosa sono le parole del cibo vedi pagina 18
19.00 • cinema oberdan • € 3,00 (biglietti in vendita sul luogo dell’evento)
Pagine Nascoste
PROFEZIA: L’AFRICA DI PASOLINI
di Gianni Borgna e Enrico Menduni | Italia, 2013, 80 minuti
presenta il fi lm il regista Enrico Menduni
vedi pagina 23
[C] 19.00 • piazza lega lombarda • ingresso libero
La Compagnia della Lettura coordinata da Luca Scarlini
FIABE D’AUTORE DEL NOVECENTO
vedi pagina 10
115 19.15 • chiesa di santa maria della vittoria • € 5,00 • D
Ander Izagirre e Giuliano Santoro con Christian Elia
IL reportage AL TEMPO DELLA BREAKING
NEWS PERMANENTE
meglio di un romanzo
La diff usione rapida e virale delle notizie, la nascita degli aggregatori che superano
la tradizionale forma giornale, lo sviluppo del cosiddetto citizen journalism sono
alcuni dei più evidenti sommovimenti causati nel mondo dell’informazione
dall’avvento di internet. Se il segno che accomuna tutte queste trasformazioni è
il declino dell’autorialità e la riduzione del giornalismo a notizia, è vero anche che
il web apre spazi inattesi per chi lavora con un passo più lungo. Christian Elia si
confronta su questo tema con Giuliano Santoro e Ander Izagirre, due giovani
giornalisti che interpretano la rete come un’opportunità per scavare e approfondire
le storie, con la calma che ci vuole per riuscire a raccontare pezzi di mondo.
In un’epoca frastornata da informazioni in tempo reale, cresce l’urgenza di un
giornalismo di narrazione, capace di ricostruire i frantumi della realtà in una storia.
Meglio di un romanzo porta al Festival le migliori esperienze di questo giornalismo
di ascendenza letteraria tornato recentemente a nuova vita, che sa raccontarci il
nostro tempo più e meglio della prosa di fi nzione.
20.30 • piazza leon battista alberti • ingresso libero • D
Luca Giordano, Florian Kessler e Jemma L. King
con Chicca Gagliardo e Jonny Honda
SCRITTURE GIOVANI
Letture all’imbrunire per il primo appuntamento di Scritture Giovani. Luca
Giordano, Florian Kessler e Jemma L. King si presentano con un reading a tre
voci di pagine scelte tra i propri libri e quelli altrui, in un ambiente musicale
creato per l’occasione da Jonny Honda. Madrina della serata Chicca Gagliardo.
con il contributo di British Council Roma; Goethe-Institut Mailand
116 20.30 • aula magna dell’università • € 5,00
Marco Belpoliti
UNA MAPPA DEL TEMPESTOSO PRESENTE
Due avvenimenti hanno segnato la storia degli ultimi tre decenni: la caduta
del Muro di Berlino nel 1989 e l’attacco alla Torri Gemelle nel 2001. Partendo
da questi due avvenimenti, si ricostruiscono attraverso parole e immagini le
vicende della nostra storia recente, segnata dall’eccesso e dall’estremismo,
da una serie di confl itti a bassa intensità che vengono combattuti lontano dai
nostri occhi di europei, ma di cui sono piene le fotografi e dei nostri giornali e
di cui ci parlano continuamente romanzi e opere d’arte, oggetti e performance.
Marco Belpoliti, dando forma a un racconto ispirato al suo recente “romanzo
in forma di saggio”, L’età dell’estremismo, ci restituisce l’immagine di un mondo
dominato da due prospettive solo apparentemente opposte: “la banalità
ininterrotta e un terrore inconcepibile”, come ebbe a dire Susan Sontag.
117 20.30 • palazzo di san sebastiano • € 5,00
Luciano Canfora
IL LINGUAGGIO DELLA POLITICA
Il linguaggio della politica sfi da i millenni. Le dinamiche con cui ci confrontiamo
oggi – al di là delle contingenze storiche – sono quelle che interessavano la
città-Stato greca e l’Italia romana di cui scrivevano Tucidide o Sallustio. Non è
un caso se, ancora oggi, nell’analisi dei sistemi politici utilizziamo le tipologie
defi nite da Erodoto – democrazia, oligarchia, tirannide –, su cui hanno continuato
a rifl ettere prima di noi Machiavelli, Hobbes, Montesquieu. Luciano Canfora,
fi lologo e studioso di storia antica, torna su uno dei temi che hanno attraversato
trasversalmente tutta la sua ricerca (La democrazia. Storia di un’ideologia; Esportare
la libertà; Intervista sul potere), proponendo un confronto reciprocamente
illuminante tra l’esperienza antica e gli attuali fenomeni politici.
[L] 20.45 • piazza mantegna • ingresso libero
Dario Maestripieri
DOMINANZA E GERARCHIE
La scienza e la letteratura rivelano perché il potere esiste e come funziona
lavagne
Dario Maestripieri, professore di Biologia del comportamento alla University
of Chicago, spiega le dinamiche del potere nelle relazioni personali e nelle
società umane utilizzando concetti di biologia evoluzionistica e di economia ed
illustrando le teorie con esempi tratti dalla cultura di massa e dalla letteratura.
per saperne di più sulle lavagne, vedi pagina 14
118 20.45 • liceo classico “virgilio” • € 5,00
Paolo Bacigalupi con Tullio Avoledo
IL FUTURO È UN GENE STREGATTO
“Niente è certo”, si ripete uno dei protagonisti del romanzo
La ragazza meccanica, tanto meno in un secolo in cui i combustibili fossili sono
un lontano ricordo, in cui la contrazione economica ha sovvertito l’ordine
mondiale e in cui spregiudicate aziende caloriche provocano lotte fratricide e
terribili mutazioni nel tentativo di accaparrarsi il bene più prezioso del futuro:
le varianti genetiche di cibi e sementi. Nel confronto tra Tullio Avoledo e Paolo
Bacigalupi, uno dei più talentuosi giovani narratori nordamericani, la migliore
letteratura fantascientifi ca si fonde con l’ecologia e torna a imporsi come uno
strumento imprescindibile per decifrare il presente.
ns sapo
52 venerdì 5 settembre 2014 Festivaletteratura 53
119 20.45 • basilica palatina di santa barbara • € 5,00
Adriana Lisboa con Lella Costa
LETTERATURA VERDE-ORO
“Io, con un cognome che evoca la capitale portoghese, un secondo nome
catalano, Fábregas, che i nordamericani non sanno pronunciare e il cognome
ebreo russo di mio marito, Gurevitz, sono, come la maggioranza dei brasiliani,
un melting pot!”. Il premio José Saramago vinto nel 2003 per Sinfonia in bianco e
la nomina tra i migliori autori latino-americani al di sotto dei 39 anni nel 2007,
nell’ambito del progetto Bogotà39 del Festival di Hay-on-Wye, hanno conferito
ad Adriana Lisboa la fama e il lustro di nuova star della narrativa brasiliana.
L’autrice di Blu corvino e Hanoi arriva a Mantova per parlare dei suoi libri, del suo
lavoro di traduttrice, delle sue letture ma anche del suo paese. La incontra Lella
Costa, Ambassador e portavoce WE per Expo 2015.
evento realizado com o apoio do /realizzato con il contributo di Ministério da
cultura do Brasil / Fundação Biblioteca Nacional
[T] 21.00 • tenda sordello • ingresso libero
Pino Cacucci e Carlo Lucarelli
IL CRAMPO DELLO SCRITTORE
accenti
Che fare quando la storia si incaglia, quando la scrittura si blocca? Di sicuro non
basta massaggiare il polso e l’avambraccio per qualche minuto. Carlo Lucarelli
con Bottega Finzioni e Pino Cacucci ne parlano con il pubblico e altri scrittori.
21.00 • cinema oberdan • € 3,00 (biglietti in vendita sul luogo dell’evento)
Pagine Nascoste
ROQUE DALTON, FUSILEMOS LA NOCHE!
di Tina Leisch | Austria/Cuba, 2013, 85 minuti
Anteprima italiana
Roque Dalton è stato il più importante poeta di El Salvador. La sua vita è
un’avventura, la sua poesia una pioggia di scintille scatenate dall’incontro tra
utopia e sensualità, convinzioni rivoluzionarie e slanci eretici. Condannato a morte
dalla dittatura per le sue attività sovversive, riuscì per ben due volte a evitare
l’esecuzione. Era il fi glio illegittimo di un’infermiera salvadoregna e di un milionario
nordamericano, discendente dei leggendari fratelli Dalton. Visse in Messico e a
Praga, scrisse la maggior parte delle sue opere dall’esilio a Cuba, ma contribuì
lo stesso a fondare l’Ejército Revolucionario del Pueblo, prima organizzazione
politico-militare del suo paese. Il suo assassinio resta tuttora un mistero.
120 21.15 • tempio di san sebastiano • € 5,00
Roberto Costantini e Stefano Tura con Luca Crovi
IL MALE VICINO
GIALLO italiano
Dove porta la ricerca della verità quando dietro una serie di omicidi si nasconde
l’abisso? E come si racconta una storia, quando si vogliono evocare le pulsioni
più oscure e sinistre? Roberto Costantini, autore di una Trilogia del male, affi da
al giovane e arrogante commissario Balistreri alcuni casi di morti violente nella
Roma distratta e torbida dell’inizio degli anni Ottanta; Stefano Tura (Il killer
delle ballerine, Tu sei il prossimo), lascia indagare l’ispettore Alvaro Gerace e il
giornalista Luca Rambaldi su delitti di cubiste e bambine in una Romagna in cui
si intrecciano perversione e omertà. Due giallisti aff ascinati dal male, in dialogo
con il giornalista Luca Crovi.
121 21.15 • piazza castello • € 5,00
Francesco De Gregori con Marino Sinibaldi
LA SMANIA DI NON ESSERE IL CANTAUTORE
CHE SONO
“Io considero la canzone qualcosa di molto popolare e easy, mentre l’immagine
del cantautore, che pure io ho incarnato e incarno (…) viene identifi cata
spesso come un artista che vuole tirare molto il tessuto della canzone per
farla diventare qualcosa di più nobile…”. Autore di testi tra i più suggestivi e
rivoluzionari della canzone d’autore “made in Italy”, Francesco De Gregori
ha realizzato negli anni una galleria di personaggi e una raccolta di fi abe che
descrivono la parabola italiana dal ’68 a oggi. Intellettuale e appassionato di
musica popolare, ha sempre costruito le sue canzoni avendo come riferimento
la poesia europea del Novecento, scrivendo versi di potente forza evocativa
e accompagnandoli con una musica originale e complessa. In occasione
dell’uscita della sua biografi a fotografi ca Guarda che non sono io, insieme al
giornalista Marino Sinibaldi De Gregori racconta oltre quarant’anni di carriera
trascorsi tra studi di registrazione, incontri e concerti.
122 21.30 • teatro ariston • € 10,00
Bruno Gambarotta e la Banda Città di Mantova
SESSANT’ANNI DI TELEVISIONE IN MUSICA
Il 3 gennaio 1954 prendono uffi cialmente il via le trasmissioni della televisione
italiana. È l’inizio di una rivoluzione culturale che ha profondamente trasformato
il costume e la società italiana e il nostro modo di stare insieme. I programmi,
le musiche, i volti dei protagonisti della televisione sono diventati la più
grande, forse l’unica, memoria condivisa di tutto il paese. Bruno Gambarotta ci
accompagna con la consueta ironia lungo i sessant’anni di questa straordinaria
avventura tra aneddoti, ricordi, ritratti di personaggi, seguendo la trama
musicale ordita dalla Banda Città di Mantova su canzoni e sigle che hanno fatto
la storia della televisione.
123 22.30 • teatro bibiena • € 10,00
Mariano Tomatis e il collettivo Wu Ming
LABORATORIO DI MAGNETISMO RIVOLUZIONARIO
“È giunto il tempo per la rivoluzione di cui ha bisogno la Francia. Ma (…) per
riuscire nell’intento occorre ammantarsi di mistero” (Nicolas Bergasse, primo
discepolo di Franz Anton Mesmer). Nel teatro della Rivoluzione Francese si
aggirano eroi e fantasmi. Sui tetti e nelle piazze, ad animare gli scontri è una
forza misteriosa, un fl uido mesmerico che muove i destini oscurando i lumi
della ragione. La fertile interazione tra magia e letteratura che attraversa
L’armata dei sonnambuli culmina in questo laboratorio in cui l’illusionismo si fa
storytelling. Al grido di “magia al popolo!” il romanzo dei Wu Ming si trasforma
in una fantasmagoria di letture, esperimenti di mesmerismo, gag illusionistiche,
proiezioni multimediali, incursioni storiche e giochi di prestigio.
regia Carlo Bono, con Ferdinando Buscema, Angelo Cauda, la sonnambula Nella
Zorà e Beppe Brondino.
G R U P P O
54
6 settembre 2014
SABATO venerdì 5 settembre 2014
124 22.30 • conservatorio di musica “campiani” • € 10,00
DORMONO SULLA COLLINA
un reading dal libro di Giacomo Di Girolamo
Il 12 dicembre 1969 esplode la bomba di Piazza Fontana. Finisce la storia quasi
felice dell’Italia che ha ripreso fi ducia dopo la guerra, dalla stagione costituente
agli anni del boom economico. Inizia un’altra storia, tesa, luttuosa, che arriva fi no
ai giorni nostri. Sul palco salgono a raccontarla tutti coloro che ne sono rimasti
vittime: politici, intellettuali, giornalisti, sacerdoti, imprenditori, persone note e
meno note che ancora oggi attendono di avere giustizia. Le voci di queste persone
strappate con violenza alla vita ci rivelano cose che non sappiamo, che mai hanno
ottenuto spazio nelle cronache uffi ciali. In questo coro di oscure trame e aspirazioni
interrotte si rispecchia la soff erta vicenda dei nostri ultimi quarant’anni.
regia di Vincenzo Zampa, con Elena Arcuri, Alessandro Lussiana, Silvia Pernarella,
Bianca Pugno Vanoni e Vincenzo Zampa.
22.30 • piazza leon battista alberti • ingresso libero
Fabio Geda
BLURANDEVÙ
volontari, all’intervista!
Fabio Geda ha iniziato la sua carriera scegliendo la strada: educatore per i servizi
sociali del Comune di Torino, ha lavorato con i minori a San Salvario e in seguito
con adolescenti, in prevalenza provenienti da altri paesi, accolti in case alloggio.
Tanti giovani stranieri, tante vite in movimento per scelta o necessità, tante identità
in costruzione. Da qui vengono gli eroi ragazzini dei suoi romanzi – Emil, Marta,
Corrado, Enaiatollah, Zeno – e anche Andrea Luna, protagonista di Se la vita che
salvi è la tua. “Tutte le mie storie,” ha scritto Geda, “in qualche modo, sono tentativi
di risposta a domande come: Chi sono? Chi vorrei essere? Perché sono così?”. A
verifi care se le sue risposte sono corrette, saranno i ragazzi di blurandevù.
[L] 22.30 • piazza mantegna • ingresso libero
Fabrizio Puglisi
‘ROUND MIDNIGHT:
IL JAZZ DI THELONIOUS MONK
Lavagne – esempi di scrittura musicale
Thelonious Monk rappresenta una delle icone del JAZZ: musicista eccentrico
ma rigoroso e consapevole, innamorato della tradizione e delle forme del
JAZZ “classico”, ma naturalmente votato alla asimmetria e all’imprevedibilità,
dotato di un suono tagliente più simile ad una percussione africana, che non
alla letteratura pianistica dell’Ottocento. Cercheremo di capire perchè la sua
musica rappresenta ancora oggi una inesauribile fonte di ispirazione per il
pubblico e per i musicisti più avventurosi e trasversali.
per saperne di più sulle lavagne, vedi pagina 14
[C] 23.00 • piazza lega lombarda • ingresso libero
La Compagnia della Lettura coordinata da Luca Scarlini
FIABE D’AUTORE DEL NOVECENTO
vedi pagina 10
[P] 9.00 • piazza leon battista alberti • ingresso libero
Lavanya Sankaran con Piero Zardo
LE PAGINE DELLA cultura
vedi pagina 15
125 10.00 • sagrestia di san barnaba • € 15,00
PUNTO DOPO PUNTO
Laboratorio e chiacchiere sulla maglia con Emma Fassio
tiene il fi lo del discorso Donatella Di Pietrantonio
vedi evento 62
[N] 10.00 > 20.00 • palazzo ducale – atrio degli arcieri • ingresso libero
IL PALAZZO DELLE FIABE
a cura di Luca Scarlini
vedi pagina 9
[T] 10.00 • tenda sordello • ingresso libero
Davide Longo
PERCHÉ L’amore MENTE E CI PIACE COSÌ
accenti
Desdemona ascolta le storie dolenti e avventurose di Otello e se ne innamora.
Otello ascolta le bugie di Jago sul tradimento di Desdemona e vuole crederci.
Otello non ci parla di gelosia, ma della nostra dipendenza dalle storie, di come
vogliamo essere cullati e ingannati dai racconti.
[C] 10.00 • piazza lega lombarda • ingresso libero
La Compagnia della Lettura coordinata da Luca Scarlini
FIABE D’AUTORE DEL NOVECENTO
vedi pagina 10
[M] 10.00 > 13.00 • piazza erbe • € 1,00 due favole
La Voce delle Cose
MACCHINE PER IL TEATRO INCOSCIENTE
vedi pagina 45
[s] 10.00 > 23.00 • famedio • € 2,00 (biglietti in vendita sul luogo dell’evento)
CARO PADRE, VIDIRÒ…
un’installazione sonora di Marco Olivieri, Fabrizio
Orlandi, Claudio Ponzana
la grande guerra – voci e storie di soldati
vedi pagina 15
56 sabato 6 settembre 2014 Festivaletteratura 57
126 10.00 • riserva naturale bosco fontana • € 6,50 • u
Marco Di Domenico con Marco Bardiani
e Alessandro Campanaro
IL BOSCO DOVE TUTTO SI TRASFORMA
con la straordinaria partecipazione di Andrea Valente
dai 10 ai 14 anni
vedi evento 14
Servizio navetta APAM: partenza da p.zza Sordello ore 9.15, ritorno da Bosco Fontana ore 12.30
127 10.00 • palazzo ducale – sale del capitano • € 6,50
Dario Zeruto
SE LA CARTA FA POP-UP
bambini e adulti laboratorio per bambini dai 7 ai 12 anni
accompagnati dai genitori
vedi evento 21
[s] 10.00 > 20.00 • archivio di stato – sacrestia • ingresso libero
I SOLDATI NEGLI ARCHIVI
laboratorio di ricerca sui ruoli matricolari militari
la grande guerra – voci e storie di soldati
vedi pagina 10
128 10.15 • palazzo ducale – portico del cortile d’onore • € 5,00
Colm Tóibín con Ranieri Polese
LA SOLITUDINE DI MARIA
“Ho scritto un romanzo e non un saggio polemico e il romanzo è secondo
me uno spazio assolutamente laico”. In questo modo Colm Tóibín risponde
alle critiche che hanno accompagnato la pubblicazione e la messa in scena a
Broadway di Il testamento di Maria. Se nelle sue opere lo scrittore irlandese torna
più volte sui sentimenti contrastanti in cui si giocano i rapporti familiari (Madri
e fi gli, La famiglia vuota), nel disegnare il personaggio di Maria dopo la morte di
Gesù rovescia l’immagine mite e indulgente della tradizione cattolica: Tóibín
dà voce a una madre ferita, umiliata, piena di risentimento e indignazione per
la doppiezza e la violenza che ha visto manifestarsi, annientata dall’orrore del
martirio del fi glio, di cui non riesce a ritrovare il senso, e desiderosa soltanto di
isolarsi. Dialoga con Tóibín il giornalista Ranieri Polese.
con il contributo di Ireland Literature Exchange
129 10.15 • Museo diocesano • € 4,00
Janna Carioli
OGGI SI FA POESIA!
a righe e a quadretti dai 7 ai 10 anni
Come sono fatte le parole? Sono morbide? dure? rotonde? appuntite? E che
sapore hanno? Sono dolci? salate? amare? E l’odore, com’è? Profumano di
rosa? di mare? di felicità? Per la lezione di poesia di Janna Carioli (Poesie in
agrodolce) servono naso, bocca, occhi, mani e orecchie: non lasciateli a casa!
130 10.30 • aula magna isabella d’este • € 4,00
Bernard Friot con Silvia Bonanni e Pino Costalunga
STORIE PER LA TESTA E PER IL CUORE
dagli 8 ai 12 anni
Ritorna a Mantova a grande richiesta Bernard Friot, autore amatissimo da
bambini e ragazzi, con una nuova puntata delle sue Storie a testa in giù. Ancora
ritmo, divertimento, ironia e la grande capacità di rappresentare pensieri e
sentimenti di bambini e ragazzi, raccontando le “loro” storie, senza morali,
buonismo, meri intenti pedagogici. Storie senza veli, irriverenti, curiose,
intelligenti, perfette da leggere ad alta voce. Anche per questo lo scrittore
francese sarà affi ancato dall’attore Pino Costalunga, che ha dato voce alle
storie strampalate e comiche di Friot. Le immagini sono affi date ai collage della
sua illustratrice Silvia Bonanni.
131 10.30 • teatro bibiena • € 5,00
Italo Lupi con Beppe Finessi
I PROGETTI DI UNA VITA
Consulente di immagine de La Rinascente, di IBM Italia, della Triennale di
Milano, art director di Domus e direttore responsabile e art director di Abitare,
nonché vincitore di due Compassi d’Oro, Italo Lupi è un indiscusso maestro
della grafi ca italiana e internazionale. La sua opera – che comprende poster,
libri, riviste, piccole architetture, allestimenti museali e temporanei, disegno
urbano – combina rigore e ironia e rimanda a un ricchissimo repertorio di
immagini, a una collezione di memorie e relazioni visuali a cui l’artista attinge
continuamente per giungere a nuove soluzioni formali. Insieme a Beppe
Finessi, esperto di design e arte contemporanea, l’autore di Autobiografi a
grafi ca ripercorre oltre quarant’anni di attività illustrando alcuni dei progetti e
delle realizzazioni editoriali che ne hanno contraddistinto la carriera.
132 10.30 • spazio studio s. orsola • € 8,00
Compagnia il Melarancio
10 PAROLE
dai 2 ai 5 anni
Mamma, bambino, papà, notte, luna, stella, albero, neve, piede, bocca, mano,
fi ume, nonno, fi ore, casa, sole… 10 Parole. Quali sono quelle prime dieci
parole che un bimbo impara a dire? Sono ovunque le stesse? E se sì, che cosa
raccontano? Due attori ed un’illustratrice mettono in scena uno spettacolo
fatto di suoni e colori. Una storia semplice che parla di natura generosa, di
famiglia, di giochi, dell’esperienza gioiosa del conoscere che è di ogni bambino.
con Vanni Zinola e Tiziana Ferro; scenografi e di Kimiko.
133 10.30 • conservatorio di musica “campiani” • € 5,00
Jorie Graham con Antonella Francini
CANTA QUALCOSA, E CANTANDO DISSENTI
“Abbagliante, intensa, articolata, erudita: la sua mente si muove rapidamente,
con frequenti digressioni che suggeriscono serbatoi invisibili di conoscenza”
(Craig Lambert). Da oltre trent’anni l’opera in versi di Jorie Graham si è imposta
come un punto di riferimento della poesia nordamericana, un monologo
sommesso, fatto di aneddoti, paesaggi, voci ed esperienze quotidiane volte
a cogliere la molteplicità dell’esistente, così come testimoniato dal recente Il
posto. Dialoga insieme all’autrice premio Pulitzer per la poesia la sua traduttrice
italiana Antonella Francini.
58 sabato 6 settembre 2014 Festivaletteratura 59
134 10.30 • tempio di san sebastiano • € 5,00
v Grammenos Mastrojeni con Franca Roiatti
PER UN’ECOLOGIA RESPONSABILE
Il pensiero ecologico non si limita a preservare una data specie animale in
pericolo, ma legge i rischi del riscaldamento globale alla luce della loro portata
politica, ad esempio come preludi a un’enorme frenata nelle nostre ambizioni
di giustizia, sviluppo e democrazia. Di qui prende corpo la tesi del diplomatico e
saggista Grammenos Mastrojeni (L’arca di Noè), già delegato alle Nazioni Unite
e collaboratore del Climate Reality Project di Al Gore, che da anni ha teorizzato
il legame fra squilibri ambientali e instabilità sociale, cercando strategie di
uscita razionalmente percorribili, a partire dal nostro impegno individuale. Lo
intervista la giornalista Franca Roiatti.
10.30 • cinema oberdan • € 3,00 (biglietti in vendita sul luogo dell’evento)
Pagine Nascoste
PAROLE POVERE
di Francesca Archibugi | Italia, 2013, 55 minuti
vedi pagina 30
135 10.45 • teatro ariston • € 5,00
Carlo Rovelli
DI CHE COSA È FATTO IL MONDO?
La scienza ci mostra mondi nuovi e stupefacenti: nell’enormità dell’universo
siamo perduti in un angolo irrilevante, spazio e tempo si curvano e spariscono a
piccola scala, la materia è costituita dal fl uttuare di onde che solo interagendo
possono dare vita all’esistente. Una ragnatela di scambi di informazione, in cui
piante, animali e pensieri sono meno dissimili dalle stelle e dalle montagne di
quanto abbiamo mai immaginato. Questo universo strano e misterioso ci è
anche estraneo ed ostile? Carlo Rovelli, fi sico teorico all’Università di Marsiglia
e autore di La realtà non è come ci appare, prova a raccontare perché questo
mondo è più simile a noi di quello fatto di soli sassolini che corrono nella scienza
del Settecento, o di quello fatto di angeli e diavoli nella fantasia medioevale. Un
mondo in cui possiamo sentirci a casa.
136 10.45 • liceo classico “virgilio” • € 5,00
Chiara Codecà e Wu Ming 4
HO RIVELATO IL MIO CUORE AL MONDO PERCHÉ LO
PRENDESSERO A FUCILATE
Intorno alle opere di Tolkien si è formata negli anni una sorta di cortina fumogena
fatta di interpretazioni ideologiche e pregiudiziali, che ha fi nito per impedire
una lettura più criticamente attenta ai testi, ai simboli e all’immaginario di
Lo Hobbit e di Il Signore degli Anelli, confi nando l’autore nel limitante ambito
della letteratura di genere. Uno strumento che riserva non poche sorprese a
chi voglia entrare nel pensiero e nel laboratorio creativo tolkieniano è l’ampio
epistolario dell’autore, di cui esiste un’edizione curata dal fi glio Christopher
e dal biografo Humphrey Carpenter, pubblicata anche in Italia con il titolo
La realtà in trasparenza. Chiara Codecà, esperta di letteratura fantasy, e Wu
Ming 4, autore di Difendere la Terra di Mezzo, percorrono le centinaia di lettere
indirizzate ai familiari, agli amici e agli editori cercando di sovvertire i luoghi
comuni e la vulgata tolkieniana e leggendo fi nalmente Tolkien attraverso
Tolkien.
137 10.45 • Museo diocesano • € 6,50
v Nadia Nicoletti
ROSE, CHE PASSIONE!
laboratorio per adulti
Un tempo la riproduzione delle rose veniva fatta “in casa” e molte signore, per
avere piante di rosa, si passavano piccoli rami con cui facevano delle talee.
Una tecnica usata anche da Joséphine de Beauharnais, che nel castello della
Malmaison riproduceva così le sue amate rose. Nadia Nicoletti ci insegna come
eseguire correttamente questa tecnica, utile per ottenere piante vigorose e
resistenti alle malattie, e come utilizzare le rose che cresceranno nel nostro
giardino per ottenere uno zucchero profumato, un sale ai fi ori e un intenso potpourri.
138 11.00 • cortile dell’archivio di stato • € 5,00
Alberto Arbasino con Marco Belpoliti
Fratelli d’Italia, Fantasmi italiani, Paesaggi italiani con zombi,
Un paese senza: basta scorrere per titoli la bibliografi a di
Alberto Arbasino per capire come la sua eccentrica e incontenibile produzione
in prosa da oltre cinquant’anni abbia eletto l’Italia come suo soggetto
privilegiato, seguendone senza posa – da assiduo e critico frequentatore – la
vita sociale e culturale. Con l’animo del “superstite che si sente privo dei suoi
coetanei”, Arbasino ha recentemente rimesso mano a questo ininterrotto
romanzo patrio con Ritratti italiani, una storia del nostro Novecento condensata
in una galleria di personaggi memorabili, dipinti come sempre con estro, levità
e sterminata erudizione. Lo incontra lo scrittore Marco Belpoliti.
139 11.00 • palazzo di san sebastiano • € 5,00
Elif Shafak con Chicca Gagliardo
UNA CITTÀ A MISURA DI MONDO
ascolto il tuo cuore, città
Gli scritti di Elif Shafak scaturiscono da diverse culture e tradizioni letterarie: ogni
sua opera è segnata tanto dalla storia, dalla fi losofi a e dall’architettura quanto
dal misticismo orientale, dal sufi smo e dalla cultura orale. Autrice poliedrica
e colta polemista, in romanzi come La bastarda di Istanbul e il recente La città
ai confi ni del cielo, la scrittrice turca è riuscita a creare situazioni e personaggi
indimenticabili, raccontandoli a partire da quell’osservatorio privilegiato che è
la città di Istanbul, antico crocevia di genti e sinonimo stesso del rapporto tra
Oriente e Occidente. La incontra la giornalista Chicca Gagliardo.
[L] 11.00 • piazza mantegna • ingresso libero
Giorgio Manzi
EVOLUZIONE UMANA: LUCY “NACQUE” 10
ANNI PRIMA (A OLDUVAI)
lavagne
Grazie alle intuizioni avute dieci anni prima dai ricercatori che operavano nel
sito archeologico di Olduvai, nel 1974 viene rinvenuto in Etiopia lo scheletro
fossile di Lucy, un australopiteco di sesso femminile vissuto oltre tre milioni
di anni fa. Giorgio Manzi ripercorre le tappe che hanno portato a questa
straordinaria scoperta, che corona più di cento anni di ricerche condotte tra
europa, Asia e AFRICA per ritrovare il più antico dei nostri antenati.
per saperne di più sulle lavagne, vedi pagina 14
60 sabato 6 settembre 2014 Festivaletteratura 89
140 11.00 • chiesa di santa maria della vittoria • € 5,00 t
Florian Kessler
MUT BÜRGER
Fast ein Drittel aller Deutschen ist in den letzten Jahren demonstrieren gegangen.
Vor unseren Augen verändern sich die Welt durch die friedlichen Proteste ihrer
Bewohner. Florian Kessler erzählt, wie vielfältig das neue Engagement aussieht
und weshalb es dringend Not tut, politische Anliegen selbst auf die Straße zu
tragen. Er nimmt uns mit zu Anti-Nazi-Demonstranten und Atomkraftgegnern.
L’evento si terrà in lingua tedesca senza traduzione.
[T] 11.00 • tenda sordello • ingresso libero
Irene Bignardi
INCONTRANDO IL NOVECENTO
accenti
Susan Sontag, Gabriel GarcÍa Márquez, Billy Wilder, Graham Greene, John Le
Carrè, Martin Scorsese, Scott Turow, Arthur Miller, Liza Minnelli, Jorge Luis
Borges, Federico Fellini: il Novecento raccontato attraverso le confi denze e le
rifl essioni di alcuni dei suoi protagonisti lasciate a Irene Bignardi (Brevi incontri).
141 11.15 • aula magna dell’università • € 5,00
Assia Petricelli, Sergio Riccardi, Pietro Scarnera
e Tuono Pettinato con Fabio Geda
LASCIARE IL SEGNO
Biografi e per immagini
ragazzi dai 12 anni in su
Kurt Cobain, Primo Levi, Marie Curie, Franca Viola, Miriam Makeba sono alcuni
degli ospiti d’onore di questo incontro dedicato alle biografi e a fumetti. Con la
regia dello scrittore Fabio Geda, saranno infatti rievocate le vite di personaggi più
o meno popolari che hanno lasciato un segno. E che proprio grazie a un segno,
quello di Tuono Pettinato (Nevermind), Pietro Scarnera (Una stella tranquilla), Assia
Petricelli e Sergio Riccardi (Cattive ragazze. 15 storie di donne audaci e creative),
riveleranno appieno le loro esistenze straordinarie ai lettori di tutte le età.
142 11.15 • basilica palatina di santa barbara • € 5,00
Francesco Abate e David Wagner con Massimo Cirri
CI VUOLE FEGATO
Due scrittori, la stessa storia. Non è certo raro, ma qui la vicenda
narrata è la vita vera dei due autori e soprattutto il percorso che li
porta dalla malattia al trapianto di fegato. Lo raccontano entrambi in forma di
romanzo: con una comicità a tratti surreale e uno stile incalzante lo scrittore
tedesco David Wagner, vincitore con Il corpo della vita del premio per la
Letteratura alla Fiera di Lipsia, e con la consueta capacità narrativa – e senza
rinunciare all’ironia – Francesco Abate (Chiedo scusa). Indaga sui temi e i toni di
questa incredibile coincidenza il conduttore radiofonico Massimo Cirri.
con il contributo di Goethe-Institut Mailand
11.30 • piazza leon battista alberti • ingresso libero • D
Mario Desiati ed Emanuele Giordana con Christian Elia
PITCHING IN PIAZZA
meglio di un romanzo (in bozze)
vedi pagina 13
Piazza Virgiliana, 16 (MN)
143 11.30 • piazza castello • € 5,00
INEDITA ENERGIA
Nel 1955 usciva il primo numero della rivista di eni Il Gatto Selvatico diretta da
Attilio Bertolucci. Pagine a colori, vignette, racconti di autori importanti e tante
rubriche per la famiglia: medicina, arredamento, moda, cucina. Fin dal primo
numero uno spazio era sempre dedicato alla cronaca e al racconto sportivo,
affi dato alla penna di importanti giornalisti e scrittori dell’epoca, da Salvatore
Bruno a Corrado Sofi a, da Mario Medici a un giovanissimo Alberto Bevilacqua.
Editi quest’anno per la prima volta da eni, i racconti delle imprese di Coppi
e Bartali, dei gol di Sivori e Rivera, dei record di Berruti, sono lo specchio di
un Paese alla ricerca di storie “felici” dopo la complessa ricostruzione del
dopoguerra. Un parterre di ospiti prestigiosi discuterà insieme al pubblico di
Mantova di sport e letteratura, binomio sempre attuale per un popolo, quello
italiano, fatto di scrittori, poeti ma anche di allenatori..
11.45 • cinema oberdan • € 3,00 (biglietti in vendita sul luogo dell’evento)
Pagine Nascoste
LISBOA
di Eduardo Montes-Bradley | Stati Uniti, 2013, 27 minuti
Anteprima italiana
presenta il fi lm Adriana Lisboa
VIEW OF KRAKOW
di Magdalena Piekorz | Polonia, 2013, 59 minuti
Anteprima italiana
vedi pagina 46
[s] 12.00 • archivio di stato – sacrestia • ingresso libero
Daniela Ferrari e Danilo Craveia
I SOLDATI NEGLI ARCHIVI
Guida rapida alla ricerca
la grande guerra – voci e storie di soldati
vedi pagina 17
Q 12.00 • tenda dei libri • ingresso libero
Alessandro Marzo Magno
TIPICO
le parole del cibo
Vino tipico, piatto tipico, prodotto tipico. Della tipicità abbiamo fatto un vessillo
della cucina italiana (ovviamente tipica, in tutte le sue varianti regionali), un
motivo d’orgoglio, un marchio per incentivare facilmente i profi tti. Ma – come
ben spiega Alessandro Marzo Magno, autore di Il genio del gusto – il tipico…
proprio non esiste.
Degustazione a cura di TuberFood – Fiera del Tartufo di Borgofranco sul Po.
per sapere che cosa sono le parole del cibo vedi pagina 18
[C] 12.00 • piazza lega lombarda • ingresso libero
La Compagnia della Lettura coordinata da Luca Scarlini
FIABE D’AUTORE DEL NOVECENTO
vedi pagina 10
90 sabato 6 settembre 2014 Festivaletteratura 91
14.30 • cinema oberdan • € 3,00 (biglietti in vendita sul luogo dell’evento)
Pagine Nascoste
ALICE WALKER: BEAUTY IN TRUTH
di Pratibha Parmar | Stati Uniti, 2013, 82 minuti
vedi pagina 28
148 14.30 • piazza castello • € 5,00
Jeremy Rifkin
L’ASCESA DELL’ANTICAPITALISMO
Lo sviluppo delle nuove tecnologie sta determinando una serie di mutamenti
nella relazione tra persone, infrastrutture e cose, che potrebbe avere eff etti
dirompenti nelle dinamiche economiche e sociali su scala globale. La facilità
di utilizzo e il costo sempre più basso degli strumenti che servono a produrre
merci e servizi “immateriali” e insieme la nascita grazie a internet di network
di persone che si scambiano gratuitamente video, musica e informazioni,
rischiano di far sì che la riduzione dei costi di produzione – solitamente vista
con favore dagli esperti – si avvicini tanto rapidamente allo zero da far saltare
l’intero sistema economico. Il fenomeno infatti – come osserva l’economista
Jeremy Rifkin, autore di La società a costo marginale zero – si sta spostando dalla
comunicazione e dall’intrattenimento ad altri settori produttivi: un Internet
delle Cose che potrebbe potenzialmente rendere marginale l’organizzazione
capitalistica e ridisegnare il ruolo del non profi t.
149 14.30 • conservatorio di musica “campiani” • € 5,00
Oliver Rohe con Emanuele Giordana
UN’ARMA PER LE MASSE
Il nome di Michail Kalašnikov sarà sempre legato a
quello della sua micidiale invenzione, l’AK-47, altrimenti noto come Avtomat
Kalašnikova. Nato dopo gli orrori della Seconda guerra mondiale, il fucile
d’assalto diviene il simbolo globale dell’emancipazione dei popoli e della lotta
contro gli oppressori, ma anche l’oggetto del desiderio di mercanti d’armi e
dittatori. “Dietro quella sigla austera non c’era soltanto l’inventiva di un giovane
costruttore sovietico” ma l’aberrazione di un secolo. E solo un narratore di
prima razza come Oliver Rohe (La mia ultima invenzione è una trappola per talpe),
poteva elaborare da una vicenda così oscura un poetico intreccio tra saggio e
biografi a. Ne parla insieme al cofondatore e presidente onorario di Lettera22
Emanuele Giordana.
150 14.45 • liceo classico “virgilio” • € 4,00
Andrea Molesini e Fabrizio Silei con Matteo Corradini
IMMAGINA DI ESSERE IN GUERRA
bambini e adulti dai 12 anni in su
“È di cipria e di ferro la paura, e ha l’odore del piscio e della terra bagnata. Una
cipria che scivola giù, nello stomaco, e lì fa uno sconquasso, e FAI fatica anche a
pensare, che quando i dieci li hai compiuti da un pezzo dovrebbe essere una cosa
semplice”: Andrea Molesini (Non tutti i bastardi sono di Vienna e La primavera del
lupo) e Fabrizio Silei (Bernardo e l’angelo nero e Fuorigioco) hanno saputo dare voce
ai bambini e ai ragazzi coinvolti negli eventi bellici. Ma come si racconta ai più
giovani la guerra? I due scrittori ne parlano con Matteo Corradini.
144 13.00 • casa slow • € 15,00
Roberta Corradin
3. DALL’ACETO AL RISVEGLIO DELLE COSCIENZE
le ossessioni culinarie dell’Italia Repubblicana
È un’Italia che inacidisce quella degli anni Novanta: la crisi politica e la
decadenza delle istituzioni si riversa in aceto nei carpacci e nelle insalatone
dei pranzi veloci. L’emergenza ambientale (ed economica) crea col nuovo
millennio una nuova consapevolezza, soprattutto a tavola: nasce l’esigenza di
un cibo più sano, più equo, più vicino a chi lo consuma.
per saperne di più sulle ossessioni culinarie, vedi evento 20
145 14.30 • palazzo ducale – portico del cortile d’onore • € 5,00
Scholastique Mukasonga con Fabio Geda
NOSTRA SIGNORA DEL RUANDA
“Ho considerato i miei libri come una tomba di carta per tutte le vittime rimaste
senza sepoltura: avevano bisogno di una tomba degna per loro”. Scholastique
Mukasonga, ruandese di etnia tutsi, si è rifugiata in Burundi per sfuggire alle
persecuzioni degli Hutu. Nel 2006 esordisce come scrittrice con Inyenzi ou
les Cafards (Gallimard). Con Nostra Signora del Nilo, che racconta attraverso le
ragazze di un esclusivo collegio ruandese l’anno antecedente la guerra civile
e l’eccidio dei Tutsi, ha vinto il Prix Ahmadou Kourouma e il prestigioso Prix
Renaudot. La intervista il lettore Fabio Geda.
146 14.30 • aula magna dell’università • € 5,00
v Hans Rudolf Herren con Laura Ciacci
L’AGRICOLTURA DAL VOLTO UMANO
“Il dibattito sulla sicurezza alimentare e nutrizionale
deve prendere le distanze da costose formule magiche e
propendere verso soluzioni più economiche, realistiche
e testate, che uniscano le conoscenze degli agricoltori con le innovazioni
sostenibili e i consumatori con i produttori”. Attivo da decenni nella lotta
biologica ai parassiti delle piante e pioniere dell’agricoltura sostenibile,
l’agronomo ed entomologo svizzero Hans Rudolf Herren e la responsabile
delle relazioni istituzionali per Slow Food Laura Ciacci si incontrano nell’anno
internazionale dell’agricoltura familiare, una ricorrenza promossa dalla FAO
al fi ne di mettere in luce i vantaggi di un modello di sviluppo radicato nelle
comunità rurali.
147 14.30 • teatro bibiena • € 8,00
Paolo Rumiz e Alessandro Scillitani
NEI LUOGHI E NELLE STORIE DELLA PRIMA
GUERRA MONDIALE
“Capire l’europa del ’14 è indispensabile per intendere quella del 2014. Non è
possibile capire se cammini eretto là dove loro sono andati strisciando come
vermi. Non puoi, se porti scarpe asciutte e vestiti puliti”. Paolo Rumiz ha
intrapreso un lungo viaggio dalla Germania alla Francia, dall’Ucraina all’Italia
per i sentieri e le trincee che sono state il triste teatro del primo confl itto
mondiale. Una geografi a umana, un cammino della memoria ricostruito
attraverso le testimonianze di storici, intellettuali, fi gli e nipoti di reduci che
Rumiz ripercorre al Festival insieme al regista Alessandro Scillitani, alternando
la propria voce alle immagini raccolte nei fi lmati di Paolo Rumiz racconta la
Grande Guerra.
92 sabato 6 settembre 2014 Festivaletteratura 93
[T] 15.30 • tenda sordello • ingresso libero
Cecilia Strada e Lella Costa
DA VENT’ANNI A CURARE I FERITI
accenti
Il 15 maggio 1994 nasce a Milano una piccola organizzazione di medici e infermieri
per off rire cure alle vittime della guerra e delle mine antiuomo. La prima missione
è in Ruanda, a cui si sono aggiunti l’Iraq, la Cambogia, l’Afghanistan e molti altri
paesi. I Vent’anni di Emergency, raccontati in mezz’ora.
155 15.30 • palazzo di san sebastiano • € 5,00
Julian Fellowes con Irene Bignardi
SCRIVERE DOWNTON ABBEY
Defi nita da The Guardian “un piacere della domenica sera” e seguita in patria
da oltre dieci milioni di persone a puntata, Downton Abbey è una delle serie
televisive più premiate al mondo e tra le poche che hanno riscosso unanime
consenso dalla critica. Tutte e cinque le stagioni della serie – che racconta le
complesse relazioni all’interno di una famiglia dell’aristocrazia inglese dell’epoca
edoardiana – sono state scritte da Julian Fellowes, sceneggiatore di Gosford Park
(per cui ha vinto l’Oscar nel 2002) e autore di Snob, caustico romanzo su codici
e rituali dell’aristocrazia inglese del nuovo millennio. In occasione dell’uscita in
volume della sceneggiatura della prima stagione di Downton Abbey, Fellowes si
confronta con la critica cinematografi ca Irene Bignardi sulle specifi cità narrative
e sul processo di scrittura di una serie televisiva.
156 15.30 • aula magna isabella d’este • € 4,00
Elvira Lindo con Mario Sala Gallini
LE EROICHE IMPRESE DI TUTTI I GIORNI
dai 7 agli 11 anni
Manolito è un piccolo eroe della letteratura per l’infanzia. Le sue avventure
quotidiane assomigliano a quelle di ogni bambino, che ogni giorno deve fare
i conti con una mamma infallibile nello scoprire tutte le malefatte, con la
maestra, i compagni di scuola e gioco, il bullo del quartiere, l’amato nonno.
Le storie di Manolito, ideate inizialmente da Elvira Lindo per una trasmissione
radiofonica, hanno coinvolto e divertito migliaia di bambini e ragazzi in tutto il
mondo, e continuano a farlo anche oggi risultando sempre irriverenti, ironiche,
avventurose e piene di sorprese. A fi anco della scrittrice spagnola ci sarà Mario
Sala Gallini, anche lui autore di storie di straordinaria quotidianità.
157 15.30 • Museo diocesano • € 6,50
v Nadia Nicoletti
UN GIARDINO DA MANGIARE
laboratorio aromatico
dai 5 ai 9 anni
Timo, salvia, rosmarino, prezzemolo, zaff erano: nell’orto ci sono tante piccole
piante e fi ori che visti così non sembrerebbero tanto appetitosi, eppure il buon
sapore di tante pietanze che portiamo in tavola dipende tutto dalle loro foglie o
dai loro pistilli. La scrittice-giardiniera Nadia Nicoletti introduce i bambini alla
coltivazione dei bulbi di zaff erano e delle piante di rosmarino, per un autunno
di risotti e di patate al forno!
[V] 15.00 • chiesa di santa maria della vittoria • ingresso libero
VOCABOLARIO EUROPEO
la parola (d)agli autori
coordina Matteo Motolese
David Wagner – dal tedesco, Grenze: confi ne
Tommy Wieringa – dal neerlandese, uiterwaarden: golena
per saperne di più sul vocabolario europeo vedi pagina 25
151 15.00 • basilica palatina di santa barbara • € 5,00
Luisa Muraro
IRIS MURDOCH RENAISSANCE
Stiamo assistendo a un “rinascimento” della fi gura e dei testi
della pensatrice inglese Iris Murdoch, un’autrice fondamentale
del Novecento la cui opera si distribuisce sui due versanti della letteratura
(romanzi) e della fi losofi a. Particolare interesse in questo momento di edizioni
e riedizioni dei suoi libri, è l’inedita posizione morale non sistematica, ma
legata alla sola autorevolezza dell’esperienza. Luisa Muraro, fi losofa che ha
introdotto la raccolta di saggi della Murdoch Esistenzialisti e mistici, terrà una
lezione in cui darà molte chiavi preziose per mettere in luce le conseguenze
di una folgorante formulazione della fi losofa inglese: “Fare fi losofi a signifi ca
esplorare il proprio temperamento andando nello stesso tempo alla ricerca
della verità.”
152 15.00 • cortile dell’archivio di stato • € 5,00
Gary Shteyngart con Marco Malvaldi
HO RISCHIATO DI CHIAMARMI COME UN
PORNODIVO BAVARESE
“Shteyngart è ormai uno scrittore imprescindibile” ha scritto Jay
McInerney. Nato a San Pietroburgo (allora Leningrado) ed emigrato negli Stati Uniti
all’età di sette anni, Gary Shteyngart è oggi uno degli scrittori satirici più ammirati
oltreoceano. I protagonisti dei suoi libri sono uomini comicamente indecisi sulla
propria identità che si trovano catapultati in avventure picaresche tra caricature
di capitali europee (Il manuale del debuttante russo), lande post-sovietiche desolate
e mafi ose (Absurditsan), città prossime venture in cui si vendono proroghe vita
a tempo indeterminato e tutti usano un telefono obbligatorio chiamato apparat
(Storia d’amore vera e supertriste). Nell’ultimo Mi chiamavano piccolo fallimento
Shteyngart si mette direttamente in scena in un memoir autobiografi co, che si rivela
come di consueto una narrazione di rara – ed esilarante – intelligenza umoristica.
Conversa con Shteyngart lo scrittore Marco Malvaldi.
153 15.00 • palazzo ducale – sale del capitano • € 6,50
Giacomo Bagnara
RI-TRATTO
laboratorio per adulti
vedi evento 42
154 15.30 • sagrestia di san barnaba • € 15,00
PUNTO DOPO PUNTO
Laboratorio e chiacchiere sulla maglia con Emma Fassio
tiene il fi lo del discorso Danilo Craveia
vedi evento 62
LAVORAZIONE POLIETILENE
s.r.l.
www.clover-italia.com
94 sabato 6 settembre 2014 Festivaletteratura 95
161 16.30 • biblioteca teresiana – sala delle vedute • € 5,00
Carlo Zucchini
A PROPOSITO DI GIORGIO MORANDI
testimoni d’archivio
L’opera e la biografi a artistica di Giorgio Morandi sono
ormai universalmente note grazie alla creazione del Museo a lui intitolato e
a una sterminata bibliografi a critica i cui primi titoli risalgono agli anni ’40
del secolo scorso. A restare ancora poco conosciuti sono invece i rapporti di
amicizia, le frequentazioni domestiche di intellettuali come Mario Bacchelli –
suo compagno di studi – e di altri pittori e scrittori del tempo. Carlo Zucchini,
amico di Morandi e oggi garante della sua opera, ci restituisce i momenti
domestici della vita del pittore bolognese, off rendo nuovi elementi per la
comprensione della sua arte.
per saperne di più su testimoni d’archivio, vedi evento 36
[T] 16.30 • tenda sordello • ingresso libero
Silvia Bencivelli e Stefano Caserini
BUFALE: COME SCOPRIRLE, COME COMBATTERLE
accenti
Scie chimiche, fragole-pesce, squali giganti: sembra una gara a chi la spara
più grossa. Se l’informazione mainstream spesso abbocca, per amore del
sensazionalismo, alle teorie più irrazionali, adottare un sano atteggiamento
scientifi co ci aiuterebbe a comprendere meglio quello che ci succede intorno e
a non lasciarci condizionare dalle paranoie in scelte importanti che riguardano
la nostra salute, il cibo, l’ambiente.
16.30 • cinema oberdan • € 3,00 (biglietti in vendita sul luogo dell’evento)
Pagine Nascoste
THE NEW YORK REVIEW OF BOOKS:
THE 50 YEAR ARGUMENT
di Martin Scorsese e David Tedeschi | Stati Uniti, 2014, 97 minuti
presenta il fi lm Michael Cunningham
vedi pagina 12
162 16.30 • la zanzara • €4,00
Alberto Pellai e Telmo Pievani con Federico Taddia
e le incursioni musicali degli Scomoda Voce
TRA SESSO E REALTÀ
amore, corpo e adolescenti: dall’Homo erectus all’Homo facebook.
ragazzi dai 14 ai 18 anni
Cosa rappresenta il sesso per gli adolescenti? Qual è il confi ne tra amore,
aff etto e corporeità? Le nuove generazioni sono così diverse da quelle di decine,
centinaia, migliaia di anni fa? Un medico che capisce e sa farsi capire dai ragazzi,
Alberto Pellai (Il primo bacio. L’educazione sentimentale ai tempi di Facebook) e un
fi losofo della scienza che sa viaggiare e far viaggiare nel tempo, Telmo Pievani
(Evoluti e abbandonati. Sesso, politica, morale: Darwin spiega proprio tutto?),
sollecitati da Federico Taddia accompagnano il pubblico alla scoperta delle
strette connessioni (passate, presenti e future) tra adolescenza e sessualità,
innamoramento e amicizia, passione e istinto. Con l’accompagnamento live
degli “Scomoda Voce”, band emergente del panorama musicale bolognese.
[M] 15.30 > 18.30 • piazza erbe • € 1,00 due favole
La Voce delle Cose
MACCHINE PER IL TEATRO INCOSCIENTE
vedi pagina 45
158 16.00 • sagrestia di san barnaba • € 5,00
Roger McGough con Franco Nasi
“Santo patrono della poesia” come è stato defi nito in patria, Roger McGough
deve la sua fama allo straordinario talento di performer nei reading pubblici
e soprattutto a Poetry Please, la popolarissima trasmissione radiofonica in
cui dal 1979 McGough legge e commenta le poesie scelte dal pubblico. Il
suo apprendistato come poeta avviene nel fermento artistico della Liverpool
operaia degli anni Sessanta. Dello spirito irridente e dell’esuberanza di quegli
anni resta un’ironia più rifl essiva con cui l’autore di As far as I know continua a
osservare e ad ascoltare le cose di tutti i giorni e a trasportarle in verso con
straordinaria freschezza inventiva. Lo incontra il suo traduttore Franco Nasi.
159 16.00 • palazzo ducale – galleria dei fiumi • € 8,00
Andrea di Robilant con Clark Lawrence
SULLE TRACCE DELLA ROSA MOCENIGA
Le pagine di un vecchio diario di fi ne Ottocento, scoperto
tra le carte di famiglia nell’Archivio di Venezia, e una talea di rosa ricevuta in
regalo sono le occasioni per iniziare un vero viaggio tra la storia e la botanica,
che fi nisce tra le pagine di Sulle tracce di una rosa perduta. Le rose sono le vere
protagoniste, dalla Malmaison al Friuli dei nostri giorni, dell’avventura che
Andrea di Robilant ripercorrerà in dialogo con Clark Lawrence, fondatore
dell’associazione culturale Reading Retreats in Rural Italy.
In collaborazione con la direzione del Palazzo Ducale di Mantova. Il biglietto
d’ingresso comprende la visita al Museo.
160 16.00 • tempio di san sebastiano • € 5,00
Patrick Fogli e Simone Sarasso con Luca Crovi
L’ITALIA VISTA DAL NOIR
GIALLO italiano
Tra le molteplici strade percorse dal GIALLO italiano contemporaneo, una delle
più fertili e inusuali è quella che lo avvicina al romanzo civile. Senza interesse
per le denunce esplicite, autori come Patrick Fogli o Simone Sarasso usano il
genere noir per raccontare un paese che ha perduto – o che non ha mai avuto
– l’innocenza. Nei romanzi della Trilogia sporca dell’Italia, Simone Sarasso
trasfi gura i protagonisti del lungo periodo che va dal dopoguerra all’inizio degli
anni Novanta, rendendo più evidente la grettezza, la violenza sommersa, lo
squallore imperante. Patrick Fogli (La puntualità del destino, Vite spericolate)
si concentra invece su microstorie di provincia, dove le morti rappresentano
gli affi oramenti di un malessere che corrode il senso di comunità. I due autori
dialogano con Luca Crovi, autore di Noir.
[C] 16.00 • piazza lega lombarda • ingresso libero
La Compagnia della Lettura coordinata da Luca Scarlini
FIABE D’AUTORE DEL NOVECENTO
vedi pagina 10
96 sabato 6 settembre 2014 Festivaletteratura 97
[L] 17.00 • piazza mantegna • ingresso libero
Roberto Scaini
LE MALATTIE DIMENTICATE
lavagne
Nel mondo, ogni anno, il 25% dei decessi è causato da malattie infettive:
polmoniti, tubercolosi, diarree, malaria, HIV/AIDS colpiscono in maniera
sempre più violenta i paesi in via di sviluppo, dove le carenze strutturali
sono aggravate dalla povertà e dalla mancanza di accesso alle cure. Nel sud
del mondo e nei paesi in transizione dell’Est europeo sono circa due miliardi
le persone che non hanno possibilità di accedere a cure sanitarie di qualità.
Guerre, violenze e instabilità politiche inoltre indeboliscono le strutture
sanitarie e i programmi di prevenzione e controllo delle malattie infettive
causando un aumento della mortalità e della soff erenza tra la popolazione.
per saperne di più sulle lavagne, vedi pagina 14
166 17.00 • spazio studio s. orsola • € 8,00
Compagnia il Melarancio
10 PAROLE
dai 2 ai 5 anni
vedi evento 132
167 17.15 • cortile dell’archivio di stato • € 5,00
Sandra Petrignani, Liliana Rampello, Anita Raja
con Annarosa Buttarelli
RISCRIVERE LA VITA
DI UNA SCRITTRICE FAMOSA
Uno dei segni che il nostro mondo sta cambiando è dato dall’esigenza diff usa e
sempre più frequente di ripercorrere la vita e le opere di personaggi e autori celebri,
non trovando più “vero” ciò che è già stato scritto, aff amati come si è di visioni
nuove quando anche non rivoluzionarie. Concorrono alla rifl essione su questa
esigenza e sui rischi che si corre riscrivendo le vite di scrittrici famose tre autrici
che si sono impegnate in questo compito: Sandra Petrignani, lavorando intorno
al mistero che si chiama Marguerite Duras (Marguerite); Liliana Rampello, che ci
restituisce una sconosciuta Jane Austen dando una chiave del tutto inedita dei suoi
notissimi romanzi (Sei romanzi perfetti. Saggio su Jane Austen); Anita Raja, che è la
traduttrice italiana di Christa Wolf di cui si è ritrovata a riscrivere la vita attraverso le
straordinarie traduzioni che ci ha regalato. Conduce l’incontro la fi losofa Annarosa
Buttarelli.
168 17.30 • chiesa di santa maria della vittoria • € 5,00 • D
Catalina Gayà e Angelo Mastrandrea con Christian Elia
CRONACHE DALL’INTERNO
meglio di un romanzo
Raccontare quello che abbiamo accanto: alcune delle esperienze più interessanti
di giornalismo narrativo nascono non a migliaia di chilometri di distanza, ma
all’interno della città in cui si vive o nei territori circostanti. Sono diari urbani,
cronache di territorio, nelle quali chi scrive cerca di cogliere i segnali anche
minimi di una mutazione sociale che si avverte a livello più generale. Angelo
Mastrandrea ha raccontato Napoli sulle più importanti riviste francesi e con
Il paese del sole ha recentemente realizzato un reportage nell’Italia del Sud al
tempo della crisi. Catalina Gayà, giornalista della grande scuola sudamericana,
tiene oggi per El Periódico una sorta di registrazione quotidiana degli umori e
degli accadimenti invisibili di Barcellona. Li incontra Christian Elia.
per saperne di più su meglio di un romanzo, vedi evento 115
163 17.00 • piazza castello • € 5,00
Michael Pollan con Stefano Salis
LA CUCINA DEI QUATTRO ELEMENTI
Che cosa sappiamo di ciò che mangiamo? Di che cosa son fatti i cibi che
mettiamo nel carrello della spesa? A partire da questi semplici interrogativi, in
saggi come Il dilemma dell’onnivoro, Michael Pollan ha cercato di sensibilizzare
l’opinione pubblica occidentale riguardo alle distorsioni dell’industria
alimentare e dei nostri stili di vita, elencando i vantaggi della fi liera biologica e
di una maggiore consapevolezza culinaria. Nel recente Cotto, come ha scritto
Paul Levy sul Guardian, l’autore statunitense si è spinto oltre, reinventandosi
cuoco e riscoprendo “il piacere di trasformare la sostanza della natura nelle
delizie che mangiamo e beviamo”. Lo incontra al Festival il giornalista Stefano
Salis.
164 1 7.00 • palazzo ducale – portico del cortile d’onore • € 5,00
Charles King con Alessandro Marzo Magno
L’UTOPIA COSMOPOLITA DI ODESSA
ascolto il tuo cuore, città
Fondata da un mercenario napoletano nel 1794, Odessa si è distinta fi n dalle
origini per la sua capacità di far convivere comunità diff erenti – russi, ebrei,
greci, italiani – e di defi nire la sua identità su questa propensione multiculturale.
“Quando tutto andava per il meglio, Odessa era in grado di formare artisti
e intellettuali il cui talento seppe illuminare il mondo. Quando invece tutto
crollava, il nome della città divenne sinonimo di fanatismo, antisemitismo e
bieco nazionalismo”. Charles King, studioso della storia dell’europa orientale
e autore di Odessa e di Il miraggio della libertà, racconta la vicenda tragica e
splendida della città sul Mar Nero che ha visto protagonisti tra gli altri registi
come Ėjzenštejn e scrittori come Aleksandr Puškin e Isaak Babel’. Lo incontra
lo storico Alessandro Marzo Magno.
165 17.00 • teatro ariston • € 10,00
E JOHNNY PRESE IL FUCILE
dal romanzo di Dalton Trumbo
Audiodramma in teatro – anteprima nazionale
adattamento e regia di Sergio Ferrentino
con Marco Baliani, Roberto Recchia, Eleni Molos, musiche di Gianluigi
Carlone
E Johnny prese il fucile è considerata l’opera narrativa più sconvolgente sulla
guerra: uscito negli Stati Uniti nel 1939 è ancora oggi di una attualità assoluta, così
come è assoluto il suo pacifi smo integrale. Dalton Trumbo ne trasse un fi lm che
diresse egli stesso nel 1971, e che fu tra i prediletti di Truff aut; e la voce di Johnny
tuttora intatta – come scrive Goff redo Fofi – è quella di un Lazzaro indomito e
sarcastico. Sergio Ferrentino dà una nuova prospettiva al radiodramma: lo mette
in scena, lo mostra nel suo farsi, nella recitazione, nella rumoristica, nella regia,
e lo trasmette agli spettatori tramite radiocuffi e che riproducono un suono
raccolto con la testa-microfono binaurale, usata in diretta, sul palco. Questa
tecnica di ripresa porta il pubblico proprio “sul palcoscenico”, nell’intreccio di
suoni, eff etti e voci, in un totale coinvolgimento. Lo spettacolo gioca quindi su
un nuovo sorprendente riverbero tra messa in scena e recitazione, un’esperienza
artistica e cognitiva che ci porta in un modo nuovo, inedito, dentro al testo, tra
sound Radio, teatro e alta tecnologia audio.
In collaborazione con ReteDue della RSI – Radio Svizzera Italiana.
Il pubblico è pregato di arrivare a teatro con almeno 30 minuti di anticipo rispetto
all’orario d’inizio dello spettacolo per facilitare la distribuzione delle cuffi e.
98 sabato 6 settembre 2014 Festivaletteratura 99
172 17.45 • aula magna dell’università • € 5,00
Michael Jakob con Luca Molinari
OSSERVARE IL PAESAGGIO DA UNA PANCHINA
un’idea di città
La cultura occidentale ha cresciuto lungo i secoli una sofi sticata relazione tra
la percezione sempre più consapevole del paesaggio e i luoghi da cui godere
al meglio questa condizione. La storia della panchina, uno degli oggetti più
semplici e silenziosi della nostra storia, ci accompagna in questo dialogo tra
Michael Jakob, studioso di storia e teoria del paesaggio ed autore di Sulla
panchina, e l’architetto Luca Molinari come traccia originale per rileggere la
storia del nostro paesaggio.
[M] 18.00 > 22.00 • Spazio Bernardelli • ingresso libero
MATITA
Jam session per tastiera, matite e fogli di carta.
Intorno a un lungo tavolo sono seduti quattro disegnatori che creano pattern
ritmici con penne, matite e pennarelli su fogli opportunamente amplifi cati,
accompagnando le improvvisazioni del piano elettrico. Nascono in questo
modo piccole canzoni estemporanee, creazioni visual-sonore improvvisate
come scarabocchi all’angolo di un foglio di appunti, come minuscoli disegni
armonici abbozzati nell’aria. Il tavolo è aperto alla partecipazione del pubblico
che può sedersi per scarabocchiare/suonare e riscoprire come ci si divertiva a
disegnare quando si era bambini.
Antonello Raggi piano elettrico; Fabio Bonelli penne; Luigi Bonelli matite;
Susanna Tosatti disegno continuo; Fabio Valesini pennarelli.
173 18.00 • teatro bibiena • € 8,00
L’ULTIMA FAVOLA
una lettura di Roberto Herlitzka da Francesco Permunian
introduce Salvatore Nigro
L’ultima favola intende rappresentare un’estrema e malinconica “favola
d’amore” tra un uomo e la sua donna, una grottesca “fabula padana” recitata
da guitti di provincia che fanno un gran chiasso sulla scena per coprire il vuoto
di un lungo addio. Una specie di diario in pubblico in cui la fi gura della donna
amata, poi perduta e la conseguente esperienza del lutto, si spogliano di ogni
accento realistico per trasformarsi in una sorta di spartito lirico e visionario.
Fino a diventare un canto sommesso, in cui il lamento funebre e la coscienza
del nulla accompagnano la marcia trionfale del tempo il quale, con sovrana
indiff erenza, calpesta e umilia ogni cosa. Perfi no il ricordo e la pietà dell’amore.
174 18.00 • palazzo di san sebastiano • € 5,00
Anna Marchesini con Giuseppe Antonelli
Attrice dalla comicità irresistibile, dopo una lunga carriera teatrale e televisiva
che l’ha resa popolarissima Anna Marchesini è felicemente approdata alla
narrativa. I suoi romanzi (Il terrazzino dei gerani timidi; Di mercoledì) ci raccontano
di fragili esistenze, donne e bambine che segnate da intimi dolori e turbamenti
non smettono di guardare alla vita, disponendosi ad accogliere le gioie più
silenziose e inattese. Nel suo ultimo lavoro, la raccolta di racconti Moscerine,
l’attenzione dell’autrice si concentra sugli “aspetti microscopici talvolta invisibili
dell’esistenza, insospettabili trame, elementi irrilevanti eppure capaci di
ribaltarne il racconto”: come un piccolo insetto, l’imprevisto s’insinua in queste
storie sconvolgendone l’esito, voltandolo in commedia o in farsesca tragedia.
Dialoga con Anna Marchesini lo storico della lingua Giuseppe Antonelli.
[T] 17.30 • tenda sordello • ingresso libero
Giuseppe Ayala, Rosaria Capacchione e Isaia Sales
LE MAFIE DEL NUOVO SECOLO
accenti
Di fronte alle trasformazioni economiche e antropologiche in corso, le mafi e
non si sono fatte trovare impreparate: hanno diversifi cato gli investimenti,
mutato le strategie di immagine e, soprattutto, sono riuscite a espandersi e a
prosperare nei vergini territori del Centro-Nord, fi no a qualche anno fa ritenuti
impenetrabili alla cultura mafi osa.
169 17.30 • basilica palatina di santa barbara • € 5,00
Aleksandar Hemon con Chiara Valerio
LONTANO DA SARAJEVO
ascolto il tuo cuore, città
“Diciamocelo, Aleksandar Hemon è il piú grande scrittore della nostra
generazione”. Potremmo obiettare all’aff ermazione di Colum McCann che le
generazioni potrebbero essere anche di più perché Aleksandar Hemon nei suoi
libri unisce “la lucidità del saggio, la pienezza del romanzo di formazione e la
tagliente intelligenza di una lingua che canta il nostro tempo come nessun’altra”.
E che da Sarajevo a Chicago racconta le città non come sfondo delle vicende dei
protagonisti, ma come personaggi principali, esseri vivi e pulsanti senza le quali
non ci sarebbero Il libro delle mie vite e Amori e ostacoli, dove le strade battute da
Hemon diventano le nostre. Dialoga con lui la scrittrice Chiara Valerio.
170 17.45 • Museo diocesano • € 4,00
Marco Malvaldi e Tuono Pettinato con Cinzia Poli
EROI QUOTIDIANI
ragazzi dai 14 ai 18 anni
Cosa accomuna lo scrittore e chimico Marco Malvaldi e il fumettista Tuono
Pettinato? La cittadinanza pisana ma anche il saper raccontare l’eroismo della
vita quotidiana, alla quale ispireranno la storia temporanea che scriveranno e
illustreranno con gli adolescenti.
Ci sono uno scrittore e un disegnatore che non si conoscono; poi ci sono i ragazzi
e le ragazze che contribuiranno a realizzare questa storia per immagini, che fi nito
l’incontro, svanirà. O forse rimarrà nella mente e nel cuore di chi ha avuto la fortuna
di incappare nella temporary story.
171 17.45 • conservatorio di musica “campiani” • € 5,00
Lavanya Sankaran con Carlo Annese
STORIA COLLETTIVA, RESPONSABILITÀ
INDIVIDUALE
Scrittrice che riesce a comprendere le vite degli altri, immergendosi nei ritmi
convulsi di Bangalore, città fantasmagorica dove tutto convive, cultura millenaria
e globalizzazione sfrenata, ricchezza facile e destini di estrema povertà, Lavanya
Sankaran è uno dei più promettenti talenti della letteratura contemporanea. La sua
prima raccolta di racconti, Il tappeto rosso, conteso dagli agenti letterari americani,
è stato un best seller assoluto in India e acclamato dalla critica di tutto il mondo.
Nel recente romanzo La fabbrica della speranza, Sankaran prende di mira il mondo
imprenditoriale e la corruzione che frena il progresso economico dell’India. Di
questo e di altri temi legati al rapporto tra storia collettiva e storia individuale parla
con il giornalista Carlo Annese, coautore del recente La maestra di Kabul.
100 sabato 6 settembre 2014 Festivaletteratura 101
178 18.30 • liceo classico “virgilio” • € 5,00
Tullio Avoledo e Wu Ming 4 con Stefano Jossa
IL RITORNO DELL’EROE
I personaggi che ci hanno ispirato e quelli che costruiamo
Due personaggi impenetrabili dominano il confronto odierno: Tullio Avoledo
propone come suo eroe Corto Maltese, il marinaio nato dalla fantasia di Hugo
Pratt, Wu Ming 4 George Smiley, l’uffi ciale dirigente dei servizi segreti inglesi
(MI6) e vice-capo del Circus, protagonista di diversi romanzi di John le Carré.
per saperne di più su il ritorno dell’eroe, vedi evento 85
179 18.30 • tempio di san sebastiano • € 5,00
Antonio Moresco con Loredana Lipperini
Tra gli scrittori italiani contemporanei, Antonio Moresco è forse quello che ha
dimostrato la più autentica fede nella letteratura, nel suo potere immaginifi co
e rivelatorio che ci porta a vedere oltre. Non è soltanto la sua tormentata e
nota vicenda editoriale a testimoniarlo, quanto opere potenti, liriche e iperrealistiche
come I canti del caos, in cui si susseguono straripanti visioni di
un’umanità sull’orlo dell’abisso, o favole più lievi come La lucina, Fiaba d’amore
e 21 preghierine per una nuova vita, dove la solitudine esistenziale è fi nalmente
toccata dalla tenerezza, dalla sorpresa dell’ignoto, dalla manifestazione serena
del mondo dei morti. Lo incontra la giornalista Loredana Lipperini.
Q 19.00 • tenda dei libri • ingresso libero
Lella Costa
MINESTRINA
le parole del cibo
Che cosa ci scalda il cuore più di una minestrina in brodo? Lella Costa enumera
virtù e poteri taumaturgici di un piatto semplice e antico, corroborante e
consolatorio come nessun altro, specie nelle solitarie sere invernali.
Degustazione a cura di TuberFood – Fiera del Tartufo di Borgofranco sul Po.
per sapere che cosa sono le parole del cibo vedi pagina 18
[C] 19.00 • piazza lega lombarda • ingresso libero
La Compagnia della Lettura coordinata da Luca Scarlini
FIABE D’AUTORE DEL NOVECENTO
vedi pagina 10
180 19.00 • piazza castello • € 5,00
Enzo Bianchi e Ilvo Diamanti
LA BIBBIA VISTA DAGLI italiani
Tra i documenti del Concilio Vaticano II, la Dei Verbum – che tratta della
rivelazione divina e del valore dell’Antico e del Nuovo Testamento – può essere
indicata come uno dei testi più decisivi e qualifi canti, che riposiziona al centro
della vita ecclesiale il “religioso ascolto della parola di Dio”. A cinquant’anni dalla
promulgazione di quel documento, è stata condotta un’indagine sul rapporto tra
gli italiani e la Bibbia. La conoscenza diretta e la percezione del testo sacro, la
sua valenza educativa, la consapevolezza del ruolo che ha avuto nella cultura
e nell’arte sono alcuni dei temi della ricerca, i cui risultati – raccolti nel libro Gli
italiani e la Bibbia – sono al centro del confronto tra il sociologo Ilvo Diamanti,
curatore del volume, ed Enzo Bianchi, priore della Comunità di Bose.
175 18.00 • palazzo ducale – sale del capitano • € 6,50
Silvia Bonanni
RITAGLI DI COLORE
laboratorio di collage
dai 4 ai 6 anni
Disegnare senza prendere in mano una matita, colorare senza toccare tempere
o pennarelli. Stiamo parlando di una magia? Silvia Bonanni (Disegnare con
le forbici) non è una fata, né una strega, ma solo un’illustratrice bravissima
nell’arte del collage. Basta giocare con un paio di forbici, un po’ di colla e carte
colorate, e la fantasia può volare!.
176 18.15 • aula magna isabella d’este • € 4,00
Luigi Ballerini e Annalisa Strada
SCELTE
dai 13 ai 18 anni
Che si tratti di una gravidanza (La sottile linea rosa) o in quale
squadra giocare (Non chiamarmi Cina), il colore delle scarpe, piuttosto che
un’amica, il cibo o la scuola da frequentare, le scelte hanno un peso e un sapore
diverso nell’adolescenza. Ne parlano i premi Andersen 2014 Annalisa Strada,
scrittrice e insegnante e Luigi Ballerini, scrittore e psicoanalista, e naturalmente
i giovani spettatori.
177 18.15 • sagrestia di san barnaba • € 5,00
Chandra Livia Candiani con Giorgio Morale
LA GIOIA INCREDULA DEL MONDO
L’autrice di La bambina pugile ovvero la precisione dell’amore scrive di sé: “Vado
sempre in cerca di poesia, nutre una mia batteria fondamentale, la cerco nei
boschi, nella notte, negli alberi, negli animali, nei libri, negli ascolti, negli sbagli.
Soprattutto, nella mancanza. Se accetto di mancare, di assaporare quel mio
mancarmi sempre, arriva una brezza di parole”. È la traccia che si ritrova nei
suoi versi, così fortemente segnati dal cammino spirituale tra esperienza
occidentale e pensiero orientale in dialogo continuo. Ne parlerà con il critico
Giorgio Morale.
[L] 18.30 • piazza mantegna • ingresso libero
Cristiano Chesi
FILASTROCCHE MECCANICHE: APPUNTI PER
INFINITE ACROBAZIE LINGUISTICHE
lavagne – anatomia di una frase
Nel 1973 Gianni Rodari pubblica La grammatica della fantasia. Il titolo del libro
suona come un ossimoro, probabilmente per colpa di quell’approccio scolastico
normativo che concepisce la Grammatica (solo) come “lista di prescrizioni”:
questo si può dire, questo non si può dire. Rodari addomestica e ingentilisce
quest’idea normativa, applicandola al potenziale innato e inesauribile che si
può sviluppare dalla predisposizione al gioco e alla parola di cui sono dotati
tutti gli esseri umani fi n da bambini. Da questa intuizione, con l’ausilio della
linguistica formale e di alcuni risultati della ricerca in ambito neuroscientifi co,
Cristano Chesi propone una “grammatica delle fi lastrocche”, per imparare a
produrre poesie… a macchina!
per saperne di più sulle lavagne, vedi pagina 14
102 sabato 6 settembre 2014 Festivaletteratura 103
182 20.45 • chiesa di santa maria della vittoria • € 5,00
Attilio Scienza con Giovanni Gregoletto
LA GENETICA CHE SALVA IL VINO
L’arrivo delle malattie cosiddette americane in europa verso la metà dell’800
mise completamente in crisi lo status quo economico e sociale nel quale
galleggiava la viticoltura europea, ma anche un’occasione irripetibile per il
rinnovamento della viticoltura, che da allora venne defi nita “moderna”. Furono
gli studi di genetica, allora agli albori, a creare nuove varietà di portinnesti e di
vitigni per reagire agli eff etti nefasti di questi mali devastanti per le coltivazioni.
Attilio Scienza, docente di Viticoltura presso l’Università degli Studi di Milano
e autore di Accidenti, malattie e parassiti della vite, in dialogo con il viticoltore
Giovanni Gregoletto, mostra come la genetica sia ancor oggi la vera risposta alla
domanda di sostenibilità ambientale della viticoltura, la quale non può rinunciare
a combattere i parassiti se vuole difendere la “straordinaria invenzione” del vino.
[L] 20.45 • piazza mantegna • ingresso libero
Carlo Rovelli
STELLE DI PLANCK
lavagne
I buchi neri osservati dagli astronomi sono ormai oggetti abituali. Se ci
stupiscono ancora è perché fanno proprio quello che devono fare secondo le
nostre teorie. Eppure nascondono ancora misteri: dove fi niscono le cose che vi
fi niscono dentro?
per saperne di più sulle lavagne, vedi pagina 14
183 21.00 • tempio di san sebastiano • € 5,00
Dulce Maria Cardoso con Michela Murgia
PAGINE DI STORIA(E)
Considerata una delle voci più importanti e vitali della letteratura europea,
Dulce Maria Cardoso, nata in Portogallo, ha trascorso parte della sua infanzia
in Angola. Tornata in Portogallo si è stabilita a Lisbona e ha iniziato a scrivere
soggetti cinematografi ci e racconti. Nel 2009 le è stato assegnato il Premio
letterario dell’Unione Europea per il romanzo Le mie condoglianze. Con Il ritorno
ripercorre una parte della sua storia personale dando voce ai retornados che
negli anni Settanta della Rivoluzione dei Garofani e della rapida e benvenuta
decolonizzazione furono costretti a ritornare in Portogallo dall’Angola. Così
attraverso la letteratura può essere conosciuta una vicenda che ha coinvolto
migliaia di persone, molti adolescenti e di cui la storia uffi ciale non si è
occupata. La incontra la scrittrice Michela Murgia.
184 21.00 • aula magna dell’università • € 5,00
Marco Steiner con Patrizio Roversi
IN VIAGGIO CON CORTO MALTESE
Marco Steiner ha iniziato a viaggiare leggendo Stevenson, London, Conrad,
Chatwin, poi ha avuto la fortuna di incontrare Hugo Pratt, con cui ha iniziato a
collaborare occupandosi delle ricerche geografi che, bibliografi che e letterarie
per le sue ultime storie. L’attrazione per il mondo ricreato da Pratt lo ha portato a
viaggiare per oltre sei anni per le terre e i mari di Corto Maltese. E a Corto, il suo
personaggio preferito, ha voluto concedere un’altra avventura, la prima, quella
della giovinezza, una storia di formazione all’avventura, alla lealtà, all’amicizia. A
dialogare con l’autore di Il corvo di pietra è il viaggiatore Patrizio Roversi.
Consiglio Notarile
di Mantova
19.00 • cinema oberdan • € 3,00 (biglietti in vendita sul luogo dell’evento)
Pagine Nascoste
WRITE DOWN, I AM AN ARAB
di Ibtisam Mara’ana Menuhin | Israele/Palestina, 2014, 73 minuti
Anteprima italiana
presenta il fi lm Elisabetta Bartuli
vedi pagina 39
20.30 • piazza leon battista alberti • ingresso libero • D
Luca Giordano, Florian Kessler e Jemma L. King con
Elisa Ruotolo e Chicca Gagliardo
SCRITTURE GIOVANI
Il luogo del delitto, l’innesco del Novecento, la città
con cui l’europa torna a fare i conti ogni volta che vuol mettere alla prova la
convivenza tra le sue diverse anime. Scritture Giovani 2014 parte da Sarajevo:
su questo tema Luca Giordano, Florian Kessler e Jemma L. King hanno scritto il
loro racconto per il progetto e si confrontano, per parlare di letteratura, con la
scrittrice Elisa Ruotolo. Conduce Chicca Gagliardo.
con il contributo di British Council Roma; Goethe-Institut Mailand
[T] 20.30 • tenda sordello • ingresso libero
Paola Barretta, Christian Elia e Gabriele Eminente
DIECI ANNI DI CRISI DIMENTICATE
accenti
Nell’era dell’informazione minuto per minuto, le grandi crisi umanitarie sono
ancora lontane dai rifl ettori dei media. Guerre, epidemie, catastrofi naturali
che ogni anno colpiscono milioni di persone scompaiono dietro alla politica, la
cronaca o le notizie di colore. È quanto emerge da Crisi Dimenticate, il rapporto
annuale realizzato da Medici Senza Frontiere insieme all’Osservatorio di Pavia,
che analizza le edizioni di prima serata dei principali telegiornali italiani.
181 20.45 • basilica palatina di santa barbara • € 5,00
Jean-Christophe Rufi n con Fabio Gambaro
PELLEGRINI DEL VUOTO
promenade française
Di che cosa va in cerca chi si mette in cammino per Santiago di Compostela?
“Avverto al contempo un bisogno di movimento e di ritorno alle radici. Parlerei
di una volontà paradossale di movimento e radicamento, come se occorresse
di nuovo cercare queste radici spostandosi”. Jean-Christophe Rufi n, premio
Goncourt, accademico di Francia, già ambasciatore francese in Senegal, ha
preso il Camino del Norte, la via più dura e più aspra, facendone un cammino
iniziatico. Il chiasso dei turisti, gli incontri e la solidarietà tra pellegrini, e insieme
le considerazioni storiche e l’osservazione del paesaggio fanno solo da sfondo
a questo “apprendistato del vuoto”, in cui la strada percorsa agisce sull’anima,
alleggerendola da qualsiasi pensiero e aprendola all’esperienza di una totale
libertà. Dialoga con l’autore di Il cammino immortale il giornalista Fabio Gambaro.
104 sabato 6 settembre 2014 Festivaletteratura 105
185 21.00 • cinema oberdan • € 5,00
Lorenza Mazzetti
IL MIO FREE cinema
Proiezione dei fi lm K e Together
La produzione di Lorenza Mazzetti – pur limitandosi a due opere che insieme
raggiungono a stento la normale durata di un lungometraggio – ha segnato una
svolta importante nel cinema europeo del dopoguerra. Nel cortometraggio K
(1953) si ritrovano le radici del pensiero e della poetica di Mazzetti, nonché
i primi sviluppi della sua rifl essione sulla fi gura dell’outsider. Incentrato sulle
vicende di due sordomuti nel quartiere East End di Londra, Together (1956)
è un fi lm dalla natura esplicitamente non narrativa la cui audace concezione
e lo stile personale, il suo insolito e delicato mood rinforzato dall’espressiva
coerenza di stile di attori non professionisti, colpì profondamente la critica
dell’epoca e conquistò in Italia registi e intellettuali come Pasolini, Bertolucci,
Zavattini. Il fi lm fu premiato a Cannes con il Palmares dell’Avanguardia.
In occasione dell’uscita di Diario londinese, la regista presenta i suoi fi lm al
pubblico del Festival.
186 21.00 • liceo classico “virgilio” • € 5,00
Giulio Questi con Davide Longo
NUOVI RACCONTI PARTIGIANI
“La mia memoria mi inquieta perché non è dolce né arrendevole. Mi stordisce
come un pugno violento. E non posso farci niente”. Giulio Questi è un
esordiente di novant’anni. Partigiano in Valtellina, subito dopo la guerra inizia
a scrivere su un giornale locale e i suoi articoli vengono notati da Vittorini,
che gli propone di pubblicare un volume nei Gettoni di Einaudi. Ma la sua vera
passione è il cinema, e il libro non uscirà mai. Dopo una vita rocambolesca
passata sul set a lavorare come attore, scenografo, operatore e regista (i suoi
western sono venerati da Quentin Tarantino), Questi è tornato recentemente a
scrivere. Uomini e comandanti è una raccolta di racconti che si ricongiunge alla
linea di scrittura resistenziale di Calvino, Fenoglio, Meneghello, sorprendendo
il lettore per la sua dimensione fi abesca. A raccogliere le sue testimonianze
letterarie e di vita è lo scrittore Davide Longo.
187 21.15 • conservatorio di musica “campiani” • € 5,00 • D
Elisabetta Bartuli, Elias Khoury e Mourid Barghouti
AFFINCHÉ IL VENTO NON MI DISPERDA
un ricordo di Mahmoud Darwish
la terra fragile – focus sulla letteratura palestinese
“Ho scoperto che la terra è fragile, e il mare, leggero: ho imparato che lingua
e metafora non bastano più a dare un luogo al luogo (…). Non avendo potuto
trovare il mio posto sulla terra, ho tentato di trovarlo nella Storia”. Mahmoud
Darwish è universalmente considerato il più importante poeta palestinese.
Tradotti in oltre venti lingue, i suoi versi hanno saputo rendere universali il
sentimento di sradicamento, il desiderio di riscatto, la necessità di dover
riaff ermare continuamente il proprio diritto che derivano dalla sua condizione
di esilio. A sei anni dalla sua scomparsa e in occasione dell’uscita di Darwish.
Una trilogia palestinese, che raccoglie i suoi più importanti testi in prosa, alcuni
degli amici e scrittori che gli sono stati vicini ne ricordano la fi gura e l’opera con
interventi e letture.
188 21.15 • teatro bibiena • € 5,00
UNA ROSA IN PIENO INVERNO
Dialogo di Suor Maria Celeste Galilei con suo padre Galileo
Un racconto con musica e immagini di Luca Scarlini
Virginia Galilei (1600-1634), fi glia primogenita dello scienziato, ebbe un ruolo
fondamentale nella sua vita, al momento della condanna. Aff aticato, malato,
il ricercatore si trovò isolato dal mondo ed ebbe un continuo conforto dalla
rampolla. Monaca di clausura, si adoperò per tramite di molti contatti, a fargli
pervenire conserve, dolci, quanto credeva potesse rallegrare la vecchiaia
inquieta dell’illustre genitore. Restano di lei un mannello di lettere magnifi che,
in cui è centrale la pagina dove parla di una rosa in pieno inverno, che invia
subito al genitore perché ne faccia uno studio.
189 21.15 • palazzo di san sebastiano • € 5,00
Elizabeth Strout con Piero Dorfl es
MICROCOSMI AMERICANI
Elizabeth Strout è una delle scrittrici più profonde e raffi nate della
scena letteraria americana contemporanea. Frequentatrice degli
ambienti letterari newyorchesi solo per quanto strettamente necessario, Strout
vive nella campagna del Maine, che rappresenta il retroterra imprescindibile
dei suoi romanzi per ambientazione e caratterizzazione umana dei personaggi.
Vincitrice del premio Pulitzer nel 2009 con la raccolta di racconti Olive
Kitteridge, Strout è stata avvicinata dalla critica ad autrici come Alice Munro
e Annie Proulx. Il suo ultimo libro è I ragazzi Burgess, storia di tre fratelli divisi
tra New York e la provincia americana in cui si rifl ette, nel disvelamento dei
falsi miti della famiglia e dell’integrazione, il fallimento dei valori fondanti di
un’intera nazione. Conversa con Elizabeth Strout il giornalista Piero Dorfl es.
[T] 22.00 • tenda sordello • ingresso libero
Gary Shteyngart
LA SCRITTURA NELLA RETE
accenti
Cosa signifi ca scrivere, recensire, comunicare i libri nell’era di internet? Ne parlano
a colpi di post, booktrailer, commenti sul web lo scrittore americano e i
blogger letterari presenti al Festival. In collaborazione con The Reading Circle.
190 22.00 • teatro ariston • € 10,00
E JOHNNY PRESE IL FUCILE
dal romanzo di Dalton Trumbo
audiodramma in teatro – anteprima nazionale
adattamento e regia di Sergio Ferrentino
con Marco Baliani, Roberto Recchia, Eleni Molos, musiche di Gianluigi Carlone
Il pubblico è pregato di arrivare a teatro con almeno trenta minuti di anticipo
rispetto all’orario d’inizio dello spettacolo per facilitare la distribuzione delle cuffi e.
vedi evento 165
CONSAPEVOLEZZA VERDE
Per far crescere una sensibilità ecologica condivisa c’è bisogno di
consapevolezza verde! Segui l’icona con la foglia per trovare nel
programma tutti gli incontri e i laboratori dedicati ad alberi, boschi,
clima, cura della terra, gestione delle risorse naturali, difesa degli ecosistemi,
nuove pratiche per la sostenibilità.
106
7 settembre 2014
DOMENICA sabato 6 settembre 2014
[P] 9.00 • piazza leon battista alberti • ingresso libero
Adriana Lisboa con Piero Zardo
LE PAGINE DELLA cultura
vedi pagina 15
192 9.00 • palazzo ducale – sale del capitano • € 8,00
Ludosofici
LA PIEGA SPIEGATA, OVVERO LA SPIEGA DELLA
PIEGA!
bambini e adulti dai 7 ai 12 anni accompagnati dai genitori
vedi evento 59
193 10.00 • Museo diocesano • € 4,00
Bruno Tognolini
LA PROSA DICE, LA RIMA FA
Le rime sono antichissime app per la mente umana
bambini e adulti per bambini dai 7 anni accompagnati dai genitori
Dagli arcaici scongiuri agli spot della Apple, delle cupe U della messa in latino alle
rime di rabbia antiche e moderne, dalle rime per imparare a quelle per protestare.
Epitalami, epinici, epitaffi, lo dice il suo nome in greco: la poesia fa. Fa piangere
quando è bene piangere, fa capire cosa ci accade, fa votare, comprare, sperare e
pulire il sistema. Un volo d’angelo attraverso i 1300 componimenti in rima scritti
in trent’anni da Bruno Tognolini per i bambini e per i loro grandi.
[N] 10.00 > 18.00 • palazzo ducale – atrio degli arcieri • ingresso libero
IL PALAZZO DELLE FIABE
a cura di Luca Scarlini
vedi pagina 9
[s] 10.00 > 18.00 • famedio • € 2,00 (biglietti in vendita sul luogo dell’evento)
CARO PADRE, VIDIRÒ…
un’installazione sonora di Marco Olivieri,
Fabrizio Orlandi, Claudio Ponzana
la grande guerra – voci e storie di soldati
vedi pagina 13
[s] 10.00 > 18.00 • archivio di stato – sacrestia • ingresso libero
I SOLDATI NEGLI ARCHIVI
laboratorio di ricerca sui ruoli matricolari militari
la grande guerra – voci e storie di soldati
vedi pagina 10
22.30 • piazza leon battista alberti • ingresso libero
Stefano Benni
BLURANDEVÙ
volontari, all’intervista!
Il soprannome di “Lupo” gli viene dalle notti passate da ragazzino a girare in
compagnia dei suoi cani per le campagne di Monzuno. Poi un giorno Stefano
Benni è entrato in una biblioteca e ha scoperto London, Salgari, Poe, Boccaccio,
Gogol e Flaubert. Ha continuato a leggere tantissimo e sempre quello che voleva,
cambiando la copertina ai libri per far credere che fossero quelli di scuola. Oggi è
uno degli scrittori più amati dal pubblico di tutte le età. Il suo successo è iniziato con
le luisone e i flipper di Il bar sotto il mare, ed è proseguito con Terra!, Comici spaventati
guerrieri, Baol, fino all’ultimo Pantera. Si è divertito a fare cinema, a scrivere per il
teatro, a pubblicare corsivi sarcastici sui quotidiani e a presentare i libri del suo
amico Daniel Pennac. Oggi si concede all’intervista dei ragazzi di blurandevù.
191 22.30 • piazza castello • € 8,00
La Banda Osiris, con Telmo Pievani e Federico Taddia
NOTE DOLENTI E DOLENTI NOTE
Sesso, ritmo ed evoluzione attraverso la storia del mestiere più antico del
mondo: il musicista. Quattro musicisti involuti e un evoluzionista scanzonato
con ironia e sarcasmo giocano sul filo del pentagramma tra scienza, arte
e musica. Dal perché è meglio non diventare musicisti ai recenti studi sui
rocker più desiderati durante l’ovulazione, dalla sopravvivenza della specie
all’estinzione dei componenti più insopportabili di una band, dal duetto
all’accoppiamento. Diretti da Federico Taddia, la Banda Osiris e il filosofo della
scienza Telmo Pievani danno vita ad un incontro/scontro/spettacolo tra il sex
e il sax.
[L] 22.30 • piazza mantegna • ingresso libero
Giovanni Bietti
I MONDI SONORI DI LIGETI
Lavagne – esempi di scrittura musicale
György Ligeti, grande compositore ungherese scomparso nel 2006, ha creato
alcuni dei più affascinanti brani musicali del secolo scorso, riflettendo sul
tempo, sullo spazio, sui meccanismi, sul ritmo, sulle illusioni sonore. L’incontro
ci rivelerà l’universo espressivo, davvero unico, di questo grande artista.
per saperne di più sulle lavagne, vedi pagina 14
[C] 23.00 • piazza lega lombarda • ingresso libero
La Compagnia della Lettura coordinata da Luca Scarlini
FIABE D’AUTORE DEL NOVECENTO
vedi pagina 10
S La lettrice vis à vis T
“L’importante non è avere tutto in testa, ma sapere dove andare a trovarlo” ha scritto
Juan Villoro. Provate con Chiara Trevisan, la Lettrice vis-à-vis. Suonate il , entrate
nel salottino itinerante. In pochi minuti, tra i tanti libri del Festival, la Lettrice vi conduce
esattamente alla che fa per voi, e ve la legge vis-à-vis. Una , una sintesi della
libreria di Festivaletteratura 2014 raccolta nel carretto, due sedili e una certa dose di
complicità. La Lettrice vis-à-vis sarà al gazebo di Piazza Erbe, alle code per entrare agli
eventi, in biglietteria, per aiutare ciascuno a trovare il proprio giusto.
108 domenica 7 settembre 2014 Festivaletteratura 109
197 10.00 • basilica palatina di santa barbara • € 5,00
Miki Ben-Cnaan e Michela Murgia con Loredana Lipperini
LA LIBERA CIRCOLAZIONE DELLE IDEE E DELLE
STORIE
Scenografa, scrittrice, costumista, esperta di nuove tecnologie, impegnata
politicamente: Miki Ben-Cnaan ha autoprodotto il suo primo libro ed è riuscita a
farlo acquistare dalle librerie e recensire su tutti i maggiori giornali. Il secondo, Il
grande circo delle idee, lo ha pubblicato con una piccola casa editrice indipendente
ed è diventato un best seller. Come accade per Michela Murgia, per la scrittrice
israeliana la scrittura è un modo per raccontare e insieme per cercare di
cambiare il mondo. Sul ruolo dello scrittore, anche in rapporto al luogo in cui
vive, parleranno con la giornalista e scrittrice Loredana Lipperini.
con il contributo dell’Uffi cio Culturale dell’Ambasciata di Israele in Italia
198 10.15 • aula magna isabella d’este • € 4,00
Mario Sala Gallini
DETECTIVE PER UN GIORNO
dagli 8 ai 10 anni
Un celebre caso di scomparsa e una squadra investigativa davvero speciale:
quella composta da tutti i bambini che vorranno provare a sentirsi detective
per lo spazio di un incontro. Pipa e lente d’ingrandimento sono ben
accetti. Riusciranno i nostri eroi a portare a termine l’arduo compito? Un
microlaboratorio sul GIALLO guidato da Mario Sala Gallini, a metà tra gioco
e scrittura, dove gli indizi piovono dal cielo e il colpevole potrebbe anche
nascondersi in mezzo ai presenti.
10.30 • cinema oberdan • € 3,00 (biglietti in vendita sul luogo dell’evento)
Pagine Nascoste
PROFEZIA: L’AFRICA DI PASOLINI
di Gianni Borgna e Enrico Menduni | Italia, 2013, 80 minuti
vedi pagina 23
199 10.30 • palazzo ducale – sale del capitano • € 6,50
Giacomo Bagnara
RI-TRATTO
laboratorio per adulti
vedi evento 42
200 10.30 • palazzo ducale – portico del cortile d’onore • € 5,00
Paolo Pejrone con Emanuela Rosa-Clot
PER UN GIARDINO FELICE (E NUOVO) IN TEMPO DI
CRISI
Paolo Pejrone, allievo di Russell Page e Roberto Burle Marx, è
l’architetto che ha fi rmato alcuni fra i più bei giardini al mondo.
A diff erenza di altri suoi colleghi ha sempre sostenuto che le piante sono più
importanti del disegno e che occorre che costruire la relazione tra “fare giardini”
e la tutela del paesaggio. A questo giardiniere curioso Festivaletteratura
chiede cosa fare per aver un angolo di giardino anche in tempi diffi cili, anche
un giardino semplice, non troppo elaborato, può diventare un luogo dove
recuperare energia e gioia. Dialoga con lui la giornalista Emanuela Rosa-Clot.
[M] 10.00 > 13.00 • piazza erbe • € 1,00 due favole
La Voce delle Cose
MACCHINE PER IL TEATRO INCOSCIENTE
vedi pagina 45
[C] 10.00 • piazza lega lombarda • ingresso libero
La Compagnia della Lettura coordinata da Luca Scarlini
FIABE D’AUTORE DEL NOVECENTO
vedi pagina 10
[T] 10.00 • tenda sordello • ingresso libero
Edgarda Ferri
POTERE CIECO, ASSOLUTO, MORENTE
accenti
Grottesco e surreale diario dal 28 giugno al 4 luglio 1914, quando Sophie
Chotek, colpevole di aver sposato l’erede al trono Francesco Ferdinando senza
avere suffi cienti titoli nobiliari, fu condannata dal protocollo asburgico a un
funerale di terza classe.
194 10.00 • palazzo di san sebastiano • € 5,00
Gustavo Pietropolli Charmet con Lella Costa
innamorarsi POCO
Le vite sentimentali degli adolescenti e il tramonto del romanticismo
Che fi ne hanno fatto i lunghi corteggiamenti, gli scambi epistolari, le
presentazioni in famiglia, le feste di fi danzamento? Sembrano passati anni luce
da quando l’amore cresceva lungo un percorso scandito secondo tappe ben
defi nite per giungere al coronamento nuziale. Oggi gli adolescenti sembrano
voler dare meno ardore alle proprie relazioni, accontentandosi di sentimenti
più innocui: consapevoli della reversibilità del loro stare insieme, si preparano
a uscirne senza traumi, pronti a rimettersi in gioco. Lo psicologo Gustavo
Pietropolli Charmet (Narciso innamorato), insieme all’attrice e amica Lella
Costa, analizza i comportamenti sentimentali dei giovanissimi, evidenziando
le nuove soff erenze e cercando di prefi gurare le conseguenze di questi amori
sobri nel cammino degli adolescenti verso l’età adulta.
195 10.00 • sagrestia di san barnaba • € 6,50
Parco Archeologico del Forcello e Gianfranco Allari
LE MERENDE DI NONNA ANTHUS
laboratorio di cucina etrusca
dai 6 ai 10 anni
vedi evento 2
196 10.00 • riserva naturale bosco fontana • € 6,50 • u
Marco Di Domenico con Marco Bardiani
e Alessandro Campanaro
IL BOSCO DOVE TUTTO SI TRASFORMA
laboratorio per adulti
vedi evento 14
Servizio navetta APAM: partenza da p.zza Sordello ore 9.15, ritorno da Bosco Fontana ore 12.30
110 domenica 7 settembre 2014 Festivaletteratura 111
205 11.00 • tempio di san sebastiano • € 5,00
Chiara Valerio con Marco Malvaldi
LA FORMULA DELLE STORIE
Chiara Valerio e Mantova: un legame indissolubile. Festivaletteratura grazie a
Scritture Giovani l’ha un po’ scoperta e lei non ha certo deluso le aspettative
arrivando alla defi nitiva consacrazione come scrittrice con il recente Almanacco
del giorno prima, dove riesce a fare letteratura delle sue appassionate letture
e della ricchezza delle sue esperienze di studio e di vita. La interroga sulle
formule matematiche ma anche chimiche dei romanzi Marco Malvaldi, suo
aff ezionato lettore.
206 11.00 • spazio studio s. orsola • € 8,00
Compagnia il Melarancio
10 PAROLE
dai 2 ai 5 anni
vedi evento 132
[T] 11.00 • tenda sordello • ingresso libero
Marino Sinibaldi
FARE cultura
accenti
Può la cultura cambiare – se pur di pochissimo – il destino di una persona? Se
la risposta è sì come per Marino Sinibaldi (Un millimetro in là), allora bisogna
interrogarsi su come fare culture, e dove, su quali sono le opportunità di
emancipazione e i rischi di deresponsabilizzazione che presenta Internet, sul
ruolo – sempre più centrale – dei mediatori.
[L] 11.00 • piazza mantegna • ingresso libero
v Stefano Caserini
TRE EQUAZIONI SUL FUTURO DEL
NOSTRO CLIMA
lavagne
Migliaia sono le equazioni alla base dei modelli che simulano il riscaldamento
globale; alcune di queste sembrano semplici ma hanno signifi cati e implicazioni
che ci riguardano da vicino, più di quanto pensiamo.
per saperne di più sulle lavagne, vedi pagina 14
207 11.15 • aula magna dell’università • € 5,00
Marcello Flores e Mimmo Franzinelli
con Andrea Ranzato
IL LATO IN OMBRA DELLA STORIA
La ricerca storica sul Novecento italiano tra mitologie, omissioni, dietrologie,
luoghi comuni. E il fascino della ricerca tra fonti d’archivio e testimonianze
orali, nella ricostruzione di un passato occultato e censurato: dalla delazione
in epoca fascista ai retroscena del Mussolini di Salò, dallo scontro Guareschi-
De Gasperi del 1954 all’utilizzo del Piano Solo contro il governo Moro. Una
conversazione tra gli storici Mimmo Franzinelli (Autopsia di un falso) e Marcello
Flores (Il secolo mondo. Storia del Novecento), condotta da Andrea Ranzato,
docente di storia e letteratura.
201 10.30 • cortile dell’archivio di stato • € 5,00
Licia Troisi con Luca Crovi e Sandrone Dazieri
ULTIME NOTIZIE DAL MONDO EMERSO
Il Mondo Emerso non ha ancora fi nito di riservarci sorprese.
Gli odi, le passioni, le rivalità che hanno animato elfi , gnomi e uomini nelle
tre trilogie fi no ad oggi pubblicate – Cronache del Mondo Emerso, Le guerre del
Mondo Emerso, Le leggende del Mondo Emerso – sembrano tutt’altro che sopite,
e Licia Troisi è pronta a tornare a scrivere. Ma che cosa sta per accadere? Quali
sono i personaggi che saranno protagonisti delle nuove avventure? Due grandi
appassionati della saga del Mondo Emerso – Luca Crovi e Sandrone Dazieri –
insieme al pubblico presente, provano a immaginare gli sviluppi della storia e i
colpi di scena che si stanno preparando: una gara di idee e di spunti narrativi,
sorvegliata dall’occhio divertito dell’autrice.
202 10.45 • chiesa di santa maria della vittoria • € 5,00
Chicca Gagliardo
I VERTIGINOSI POETI DELL’ARIA
L’aria è ovunque, non c’è nulla di più comune. E nulla di più
vertiginoso. Girano nel vento i versi di Emily Dickinson e Marina
Cvetaeva, si dipingono di blu i voli di Yves Klein, e se da un lato
Philippe Petit cammina nel cielo, dall’altro Bruno Munari mostra le forme del
vuoto. Chicca Gagliardo, autrice del romanzo Il poeta dell’aria, ci farà osservare
la trama che scrittori, fi losofi , funamboli, musicisti, poeti di ogni specie e tempo
sono riusciti a comporre sulle note di un’arte invisibile che attraversa la forza di
gravità. Per apprenderla, occorre un fi lo d’aria.
203 10.45 • teatro ariston • € 5,00
Pierre Lemaitre con Fabio Gambaro
LA GLORIA DEI MORTI, LA GUERRA DEI VIVI
promenade française
“Chi pensava che quella guerra sarebbe fi nita presto era già morto da molto
tempo. In guerra, per l’appunto”: così, dalle trincee del primo confl itto mondiale
a quelle, non meno insidiose, della vita quotidiana nella Francia postbellica,
inizia la storia dell’amicizia tra Édouard e Albert, i due reduci protagonisti di Ci
rivediamo lassù, l’opera che è valsa a un alfi ere del noir come Pierre Lemaitre il
Premio Goncourt 2013 e che staglia l’autore parigino nell’empireo del grande
romanzo francese, accanto a mostri sacri come Victor Hugo e Alexandre
Dumas. Dialoga in sua compagnia il saggista Fabio Gambaro.
204 11.00 • liceo classico “virgilio” • € 4,00
Bernard Friot e Annalisa Strada con Simonetta Bitasi
INSEGNARE LA LETTURA?
bambini e adulti dai 9 anni in su
“Vi è probabilmente una contraddizione insanabile tra la
dimensione clandestina, ribelle, eminentemente intima della lettura per
se stessi, e gli esercizi in classe, in quello spazio trasparente, sotto gli occhi
degli altri. Tra le fantasticherie di un bambino che costruisce un signifi cato e
la sottomissione alla letteralità. E l’essenziale dell’esperienza personale della
lettura non passa per una scheda”. Così Michéle Petit in Elogio della lettura. Che
rapporto quindi deve esserci tra la scuola e la lettura? Ne discutono gli scrittori
e insegnanti Bernard Friot e Annalisa Strada, ma anche gli spettatori che sono
invitati a portare la loro esperienza di lettura legata ai banchi scolastici. Regola
il traffi co di spunti, rifl essioni, proposte, strategie Simonetta Bitasi.
112 domenica 7 settembre 2014 Festivaletteratura 113
Q 12.00 • tenda dei libri • ingresso libero
Hans Rudolf Herren
RESILIENZA
le parole del cibo
Con i cambiamenti climatici che sconvolgono gli ecosistemi, la produzione
agricola rischia di diminuire drasticamente. Hans Rudolf Herren propone
resilienza come parola per progettare il nostro futuro alimentare. Con meno
acqua, meno combustibili fossili e un ciclo delle stagioni in evoluzione,
l’agricoltura deve essere pronta a cambiare colture, tecniche e modalità di
produzione per assicurare ancora cibo sulle nostre tavole.
Degustazione a cura della Condotta Slow Food di Mantova.
per sapere che cosa sono le parole del cibo vedi pagina 18
12.00 • piazza leon battista alberti • ingresso libero
Suad Amiry
BLURANDEVÙ
volontari, all’intervista!
In un contesto diffi cile da vivere e interpretare come quello della Palestina, Suad
Amiry ha almeno una convinzione: “noi non abbiamo per nulla voglia di essere
eterne vittime”. Scrittrice e architetto, Amiry è una delle personalità più attive
nella vita culturale palestinese. Fondatrice del Riwaq Centre for Architectural
Conservation a Ramallah, ha avviato un progetto volto al recupero del patrimonio
architettonico palestinese come risposta alla sistematica opera di distruzione
seguita alla colonizzazione israeliana. Con i suoi libri ha cercato di far capire al
mondo intero che una parola come occupazione signifi ca, nella vita dei singoli,
vedersi radere al suolo la propria casa o dover negare la propria identità per
mantenersi. Un confronto pieno di stimoli, per i giovani intervistatori di blurandevù.
211 12.00 • basilica palatina di santa barbara • € 5,00
Bernardo Secchi con Luca Molinari
ASCOLTARE LA CITTÀ CONTEMPORANEA
un’idea di città
Cosa ci può insegnare oggi il paesaggio metropolitano in cui viviamo e ci
muoviamo quotidianamente? In un epoca di profonde trasformazioni la città
continua ad essere uno dei luoghi che può indicare le tracce e i segnali di futuri
possibili, oltre che rendere visibili le profonde diff erenze prodotte dalla società
attuale. Bernardo Secchi, uno dei padri dell’urbanistica italiana contemporanea,
ci aiuterà a comprendere perchè è importante ascoltare le nostre città e
comprenderne le sottili complessità. Lo incontra l’architetto Luca Molinari.
12.15 • cinema oberdan • € 3,00 (biglietti in vendita sul luogo dell’evento)
Pagine Nascoste
THE TYPEWRITER (IN THE 21ST CENTURY)
di Christopher Lockett | Stati Uniti, 2012, 57 minuti
Anteprima italiana
vedi pagina 11
[M] 14.00 > 18.00 • Spazio Bernardelli • ingresso libero
MATITA
Jam session per tastiera, matite e fogli di carta
vedi pagina 99
208 11.30 • piazza castello • € 5,00
Claudio Magris
I TAVOLI DELLA SCRITTURA
Nel saggio intitolato La casa ideale, Robert L. Stevenson sostiene che lo studio dello
scrittore deve avere cinque tavoli: uno per il lavoro del momento, uno per i libri da
consultare, uno per manoscritti e bozze, un quarto sgombro per ogni occorrenza e
un quinto per le carte geografi che. Anche il lavoro letterario di Claudio Magris ha
sempre visto impegnati più tavoli contemporaneamente: uno per la narrativa, uno
per la scrittura saggistica rivolta alla letteratura o a temi civili, uno per l’attività
giornalistica, un ultimo alla corrispondenza privata, alle lettere scambiate con
amici e maestri. Su quest’ultimo tavolo poggia il carteggio con Biagio Marin, il
grande poeta friulano con cui Magris tenne per oltre trent’anni un fi tto scambio
epistolare, oggi raccolto in Ti devo tanto di ciò che sono. Una relazione intellettuale
intensissima, aff ettuosa, a volte confl ittuale, che ha lasciato un’eredità sensibile
nella vita e nell’opera dello scrittore triestino.
209 11.30 • conservatorio di musica “campiani” • € 5,00
Federica Guidetti, Antonio Prete e Nella Roveri
FINESTRA SUL NOVECENTO: UMBERTO BELLINTANI
“Sto leggendo, in campagna, Bellintani: un incantamento quieto
e insieme interrogativo, un fortissimo senso della comunione con il respiro della
natura, una dizione piana del vedere che è come un battito cardiaco, tanto è
connaturale al sentire. E una visionarietà che è anche domanda di un altro mondo”,
scrive Antonio Prete a maggio del 2014, all’indomani della riedizione di Forse un viso
tra mille, la prima raccolta di Umberto Bellintani (1914-1999), pubblicata nel 1953. È
la stessa sorpresa di coloro che hanno messo mano alle “carte” del poeta: poesie,
racconti, bozzetti, disegni e una corrispondenza di sessant’anni con i maggiori
artisti e intellettuali del secolo scorso fanno di questo poeta, che si è sottratto a
lungo alla pubblicazione, un centro del Novecento ancora da scoprire. Con Antonio
Prete ne parlano Nella Roveri, che ha curato la nuova edizione, e Federica Guidetti,
che ha allestito la mostra “Umberto Bellintani. Un gorgo nel cuore del Novecento”.
210 11.30 • teatro bibiena • € 5,00
Stefano Massini con Oliviero Ponte di Pino
LEHMAN BROTHERS: IL CAPITALISMO VA A TEATRO
letture a cura di Giuliano Turone
“Il nostro obiettivo/ è un pianeta Terra/ in cui non si compri più nulla per
bisogno/ ma si compri per istinto”. La Lehman Brothers è stata una delle
più importanti banche d’aff ari americane, che ha determinato esiti e logiche
dell’economia mondiale fi no al rovinoso tracollo del 2008. Il drammaturgo
Stefano Massini ha trasformato questa saga familiare in una grande e cupa
epopea del capitalismo. Lehman Trilogy – già rappresentato in Francia e negli
Stati Uniti – è un testo esorbitante, ardito, che alterna digressioni saggistiche
a narrazioni oniriche, tempi lunghi romanzeschi a serrati ritmi cinematografi ci,
“un trittico”, ha scritto Luca Ronconi, “quasi wagneriano, dove l’Oro del Reno
di un’Alabama negriera giungerà, inevitabile, al Crepuscolo dei divini indici di
Wall Street”. Dialoga con l’autore il critico teatrale Oliviero Ponte di Pino.
[C] 12.00 • piazza lega lombarda • ingresso libero
La Compagnia della Lettura coordinata da Luca Scarlini
FIABE D’AUTORE DEL NOVECENTO
vedi pagina 10
114 domenica 7 settembre 2014 Festivaletteratura 115
215 14.30 • tempio di san sebastiano • € 5,00
Haim Baharier con Magda Poli
IL CLOCHARD LUNARE
Vita e leggenda di Monsieur Chouchani
Una fi gura misteriosa dal carisma eccezionale, un apolide etico che percorre
il mondo con la sua andatura claudicante e avvolto in un paletot sdrucito,
un clochard che mendica cibo dispensando in cambio sapienza. Ma chi era
veramente monsieur Chouchani? “Incontrarlo”, ha scritto il fi losofo Emmanuel
Lévinas, “era come entrare in contatto con un genio nel senso assoluto della
parola; era un uomo che poteva tenere insieme un numero molto vasto di idee
senza essere soggetto alla costrizione di condurle a un esito conclusivo”. Haim
Baharier, esperto di pensiero ebraico ed autore di La valigia quasi vuota, ne
rievoca la fi gura a partire dai ricordi personali, individuando nell’eccezionalità e
insieme nell’andatura incerta di Chouchani l’essenza stessa della conoscenza.
Lo incontra la giornalista e critica teatrale Magda Poli.
216 14.30 • palazzo di san sebastiano • € 5,00
v Jostein Gaarder con Stefano Caserini
PER UNA LETTERATURA A FORTE
IMPATTO AMBIENTALE
Da ormai diversi anni la comunità scientifi ca ha messo l’opinione pubblica di
fronte ai probabili scenari che si apriranno da qui a pochi anni in seguito ai
mutamenti climatici. La sensibilità verde sta indubbiamente aumentando, ma
non è ancora così forte da riuscire a imporre un signifi cativo mutamento di
rotta nelle azioni dei governi e delle economie internazionali. Che cosa può fare
la letteratura? Possono le storie svolgere un ruolo decisivo nel cambiamento?
Jostein Gaarder, autore del best seller Il mondo di Sofi a, ha piegato la sua
collaudata forma di romanzo fi losofi co all’attualità ambientale. Il mondo di
Anna è una favola ecologica in cui il futuro del pianeta si manifesta nei sogni
della giovane protagonista, spingendola ad attuare un coraggioso piano di
salvataggio. Su come i libri possano – o non possano – renderci più responsabili
verso il nostro pianeta, Gaarder dialoga con Stefano Caserini, curatore del sito
climalteranti.it.
con il contributo di NORLA Norwegian Literature Abroad
217 14.30 • teatro ariston • € 5,00
Paolo Ferri e Gino Roncaglia vs. Antonio Calvani
e Raff aele Simone
PROMESSE E INSIDIE DELLA SCUOLA DIGITALE
dibattito in oxford style
Il mondo digitale ha cambiato la nostra vita, permette una circolazione e
una condivisione di idee e di contenuti impensabile solo pochi anni fa. Ma le
modalità di ingresso del digitale nei percorsi formativi è al centro di un dibattito
serrato. C’è chi vuole voltare pagina, e cogliere appieno tutte le potenzialità
di una “scuola aumentata” da contenuti in rete, nuovi software didattici, e
un accrescimento delle capacità di tendere relazioni tra i campi del sapere, e
chi vede in un uso “forte” della tecnologia la frammentazione del sapere, una
minaccia per i processi di apprendimento, stravolti da una semplifi cazione dei
percorsi e dei contenuti, e la perdita di ruolo dell’insegnante. Quanto digitale
deve esserci a scuola? Quali sono vantaggi e svantaggi? Come gestirlo e con
quali idee sull’insegnamento e sulle relazioni tra alunni, famiglie e insegnanti?
In quale contesto socio-economico?
All’inizio e al termine dell’incontro sarà misurato l’orientamento del pubblico, per
capire quanto il dibattito ne ha infl uenzato ed eventualmente mutato l’opinione.
14.00 • cinema oberdan • € 3,00 (biglietti in vendita sul luogo dell’evento)
Pagine Nascoste
PAROLE POVERE
di Francesca Archibugi | Italia, 2013, 55 minuti
vedi pagina 30
14.00 • piazza leon battista alberti • ingresso libero • D
PROTOTIPI
Verso Festivaletteratura 2015, e oltre
Uno spazio di sviluppo, collaudo e verifi ca di progetti per neolibri e altre
invenzioni leggibili. Un’offi cina di provocazioni per orientare il pensiero a nuovi
oggetti di lettura. Inizia il countdown per Prototipi verso Festivaletteratura 2015.
212 14.30 • palazzo ducale – portico del cortile d’onore • € 5,00
Barney Hoskyns con Riccardo Bertoncelli
DALLA PARTE SBAGLIATA DELLA STRADA
Dall’esordio con Closing Time a Bad as Me, passando per il
memorabile trittico degli album Swordfi shtrombones, Rain dogs
e Franks Wild Years, Tom Waits continua a essere uno degli
artisti più ineff abili della storia della popular music, underground come la sua
voce roca, irresistibile come le sue performance, che mescolano poesia beat,
musica folk e surrealismo, lunatico come i personaggi che ha regalato alla storia
del cinema, lavorando fi anco a fi anco a registi del calibro di Altman, Coppola,
Gilliam e Jarmusch. Accompagnato da Riccardo Bertoncelli, il giornalista e
critico musicale Barney Hoskyns ripercorre le tappe di una carriera artistica
“dalla parte sbagliata della strada”.
213 14.30 • cortile dell’archivio di stato • € 5,00
Giorgio Fontana e Benedetta Tobagi
RACCONTARE L’ITALIA
“Se il meglio della recente produzione italiana, sia nella fi ction
che nella non-fi ction, viene dal tentativo di spazzolare contropelo la nostra
storia recente, gli anni di piombo e quelli delle stragi sono sicuramente due dei
nodi maggiori, tra quelli rimasti impigliati nella spazzola”: l’analisi di Alessandro
Leogrande, che prende il via dalla lettura di Morte di un uomo felice di Giorgio
Fontana è il punto di partenza del confronto tra lo scrittore candidato al Campiello
e la giornalista e scrittrice Benedetta Tobagi, autrice di Una stella incoronata di buio.
Storia di una strage impunita, dedicato alla strage di piazza della Loggia.
214 14.30 • basilica palatina di santa barbara • € 5,00
Sebastiano Vassalli con Piero Dorfl es
“Per cercare le chiavi del presente, e per capirlo, bisogna
uscire dal rumore: andare in fondo alla notte, o in fondo
al nulla”. Sebastiano Vassalli è un autore che ha sempre creduto nella storia
e nelle storie. In una società dimentica e sorda, lo scrittore ha per Vassalli il
compito di riportare in vita il passato per illuminare il nostro tempo e aff rontare
con consapevole disincanto la nostra vita. La chimera, Marco e Mattio e il più
recente Terre selvagge, che rievoca i tempi della battaglia dei Campi Raudii
tra Cimbri e Romani, sono romanzi di ampio respiro, che mostrano una mai
sopita passione per gli aneliti, le paure, le soff erenze che muovono e segnano
le vicende umane. Dialoga con Sebastiano Vassalli il giornalista Piero Dorfl es.
116 domenica 7 settembre 2014 Festivaletteratura 117
222 15.00 • teatro bibiena • € 5,00
Bianca Lazzaro con la partecipazione straordinaria
di Mimmo Cuticchio
SI CONTA E SI RACCONTA CHE C’ERA UN POZZO DELLE
MERAVIGLIE
Fiabe di reginelle e di reucci, fate e animali, giganti e mammedraghe, diavoli
e maghi; storie di sciocchi e furbi, amori e dispetti, botole e sotterranei,
travestimenti e fughe e poi ancora giardini e fontane, fi chi e melagrane, sale
e zaff erano, olio e basilico, ricotta e sangue… Dalla Sicilia, le fi abe di Giuseppe
Pitrè, che Calvino considerava le più belle “che l’Italia possieda”. Venite a
scoprirle con Bianca Lazzaro, editor e traduttrice dal siciliano, e a sentirne
qualcuna dalla voce del maestro Mimmo Cuticchio.
223 15.00 • piazza castello • € 5,00
Àlen Loreti e Angela Terzani Staude
CHE COSA FA DELLA VITA CHE ABBIAMO
UN’AVVENTURA FELICE?
Oltre ai reportages e alle corrispondenze internazionali tenute per i principali
giornali europei, negli ultimi vent’anni della sua vita Tiziano Terzani si è dedicato
a una scrittura più intima e rifl essiva. Nel 1984 il governo cinese lo chiude in
carcere per attività controrivoluzionarie, e come per reazione Terzani inizia a
tenere un diario dove confl uiscono osservazioni e appunti sui viaggi successivi
in Thailandia, URSS, Indocina, Medio Oriente e India, ma soprattutto notazioni
più intime, rifl essioni sulla vita e sul tempo, meditazioni aff ettuose destinate ai
propri cari. “Questi diari privati e personali” ha scritto Angela Terzani Staude “io li
amo perché rivelano, anche a me, quel che più lo ha caratterizzato: il coraggio e la
solitudine intellettuale”. A ricordare Tiziano Terzani attraverso i suoi diari (raccolti
in Un’idea di destino) sono la moglie Angela e il curatore del volume Alen Loreti.
[V] 15.00 • chiesa di santa maria della vittoria • ingresso libero
VOCABOLARIO EUROPEO
la parola (d)agli autori
coordina Giuseppe Antonelli
Oliver Rohe – dal francese, révolution: rivoluzione
Colm Tóibín – dall’irlandese, oileàin: isola
per saperne di più sul vocabolario europeo vedi pagina 25
224 15.15 • aula magna isabella d’este • € 4,00
Mario Sala Gallini
ESPERIMENTI SUL FUTURO
dagli 8 ai 10 anni
Un piccolo laboratorio interattivo incentrato sul tema del risparmio energetico: con
Mario Sala Gallini, che all’argomento ha dedicato il suo ultimo lavoro, e i ricercatori
del Dipartimento di Ingegneria industriale e dell’informazione dell’Università
di Pavia. Non una lezione, ma un piccolo spettacolo, articolato in una serie di
esperimenti sull’energia, che permetterà di toccare con mano i signifi cativi
vantaggi di un’azione, individuale e collettiva, per la salvaguardia del bene comune.
[M] 14.30 > 17.30 • piazza erbe • € 1,00 due favole
La Voce delle Cose
MACCHINE PER IL TEATRO INCOSCIENTE
vedi pagina 45
218 14.45 • aula magna dell’università • € 5,00
Dario Maestripieri con Silvia Bencivelli
UNA SCIMMIA IN ASCENSORE
È opinione comune che i nostri comportamenti dipendano da
codici culturali che si sono sedimentati nel tempo e che concorrono a defi nire
la nostra civiltà. Eppure, secondo Dario Maestripieri, docente di Biologia
evoluzionistca all’University of Chicago, basta osservare i modi di relazionarsi di
macachi, babbuini e altri primati per capire come anche i nostri atteggiamenti più
quotidiani – come prendere un ascensore con un estraneo o lasciare un’off erta in
una cassetta – non siano dissimili da quelli dei nostri più lontani parenti. Mettendo
in relazione gli studi sui primati con le recenti scoperte in campo neurobiologico,
psicologico e sociologico, l’autore di A che gioco giochiamo noi primati dimostra la
lunga storia evolutiva del nostro essere animali sociali e la natura più autentica
della specie umana. Lo intervista la giornalista Silvia Bencivelli.
219 14.45 • liceo classico “virgilio” • € 4,00
Elvira Lindo con Federico Taddia
BUON COMPLEANNO, MANOLITO!
dagli 8 agli 11 anni
Finalmente una storia che non intende neanche per un minuto insegnare
qualcosa ai bambini a tutti i costi. Elvira Lindo sembra avere solo voglia di far
divertire i suoi lettori. Grande merito va anche a Luisa Mattia che in questa
nuova traduzione riesce a restituire alla storia l’irresistibile simpatia del
protagonista, l’occhialuto Manolito, che ridendo e scherzando ha appena
compiuto vent’anni! Con l’aiuto di Federico Taddia, famoso gafotas, andiamo
alla scoperta di come diventare grandi senza perdere il gusto dell’ironia.
220 14.45 • conservatorio di musica “campiani” • € 5,00
Lorenza Mazzetti con Ranieri Polese
LA GIOVANE Londra DEL cinema LIBERO
Lorenza Mazzetti è la scintilla che ha fatto defl agrare il Free cinema inglese,
una delle correnti più innovative e anti-sistema mai conosciute dalla storia del
cinema. Lindsay Anderson, Karel Reisz, Tony Richardson porteranno avanti per
tutti gli anni Cinquanta e Sessanta quelle idee semplici e gioiosamente eversive
che questa giovane studentessa della Slade School of Fine Art aveva applicato
un po’ per caso nel suo mediometraggio Together, vincitore del Palmares
dell’avanguardia al Festival di Cannes. In Diario londinese Lorenza Mazzetti
richiama alla memoria quella breve stagione della sua vita, trascorsa tra terribili
privazioni, incontri fortuiti e paradossali, momenti di allegria creativa, in una città
in cui si è aggirata da incantata outsider. La incontra il giornalista Ranieri Polese.
221 15.00 • palazzo ducale – sale del capitano • € 6,50
Silvia Bonanni
RITAGLI DI COLORE
laboratorio di collage
vedi evento 175
118 domenica 7 settembre 2014 Festivaletteratura 119
[T] 16.30 • tenda sordello • ingresso libero
don Antonio Mazzi
I PADRI, QUESTI SCONOSCIUTI
accenti
Evitare di “uccidere” il padre. Rifondare il rapporto tra padri e fi gli, soprattutto
oggi che i rapporti di vicinanza si stanno impoverendo. Don Mazzi propone
dieci non regole per far riprendere ai padri il ruolo educativo imprescindibile nel
cammino degli adolescenti verso l’età adulta.
228 16.45 • cortile dell’archivio di stato • € 5,00
Sandrone Dazieri, Veit Heinichen e Carlo Lucarelli
con Luigi Caracciolo
TRIS DI GIALLI
GIALLO italiano
Che cosa accomuna Sandrone Dazieri, Veit Heinichen e Carlo Lucarelli nel modo
di interpretare il GIALLO? Dopo la fortunata serie del Gorilla, con Uccidi il padre
Dazieri si sposta nei territori del thriller, dando vita a una caccia al mostro dal
ritmo incalzante e dagli esiti sorprendenti. Da Bologna si sposta ad Asmara la
scena dei delitti di Carlo Lucarelli, che in Albergo Italia fa dell’Eritrea lo specchio
fedele dei difetti e della furfanteria italica. Veit Heinichen (Il suo peggior nemico)
prosegue invece il disegno delle trame delittuose che s’incrociano a Trieste tra
Mediterraneo e Mitteleuropa. Il compito di ritrovare affi nità e distanze tra i tre
scrittori è affi dato all’esperto di gialli Luigi Caracciolo.
con il contributo di Goethe-Institut Mailand
229 16.45 • basilica palatina di santa barbara • € 5,00
Adriana Cavarero con Francesca Rigotti
UNA VIRTÙ POLITICA IN TEMPO DI CRISI:
L’INCLINAZIONE
La “rettitudine” è sempre stata considerata una virtù politica
necessaria per governare le comunità e gli Stati. Come mai è sempre
stata disattesa dalle classi politiche e anche dagli intellettuali? Perché non funziona
evocarla sempre? La fi losofa Adriana Cavarero mostra che, come sempre, il
difetto è nell’ambiguità della parola stessa. Bisogna cambiarla per cambiare virtù.
In questo caso, invece di stare rigidamente “eretti” può essere decisivo provare a
“inclinarsi” verso l’Altro, come fanno soprattutto le donne nella vita di tutti i giorni.
L’autrice di Inclinazioni ne discute con la fi losofa Francesca Rigotti (Onestà).
230 16.45 • teatro ariston • € 5,00 • D
Suad Amiry con Wasim Dahmash
UNA BELLEZZA SENZA DIMORA
la terra fragile – focus sulla letteratura palestinese
“Sin da bambina ho amato raccontare storie o barzellette. E sono stata sempre
apprezzata per le mie qualità di hakawati, colui che nel mondo arabo ogni giorno,
sedendo al caff è, racconta storie tratte dalla tradizione o dalla cronaca”. Suad
Amiry ha riscoperto questa sua vocazione narrativa quasi per caso, scambiandosi
email con gli amici. Da lì viene la sua scrittura dal tono quotidiano, spesso ironica,
che le ha permesso di rappresentare la dimensione privata all’oppressione e le
perdite che i palestinesi hanno saputo raccontare solo a livello politico. I suoi
libri – da Sharon e mia suocera al più recente Golda ha dormito qui – restituiscono
il senso dell’occupazione riportandolo ai paradossi della vita di tutti i giorni, la
perdita dell’appartenenza raccontando l’espropriazione della propria casa. La
incontra Wasim Dahmash, esperto di letteratura araba.
225 15.15 • Museo diocesano • € 4,00
Matteo Corradini e Sualzo con Massimo Cirri
SOSTE E PASSAGGI
temporary story
ragazzi dai 14 ai 18 anni
Sarà il tratto di Sualzo (Fiato sospeso; Fermo) a illustrare la storia ideata con i ragazzi
dallo scrittore Matteo Corradini (La Repubblica delle farfalle; Annalilla) e dedicata ai
momenti cruciali della nostra vita, grazie anche alla conduzione di Massimo Cirri.
per saperne di più sulle temporary story, vedi evento 170
[T] 15.30 • tenda sordello • ingresso libero
Emilio Isgrò con Silvana Greco
MA NON AVRAI GIÀ CANCELLATO TUTTO?
accenti
Emilio Isgrò è sinonimo di cancellatura: le sue pagine a larghi tratti neri,
inquietano ed esplorano la parola. Un bilancio di cinquant’anni di provocazioni e
di esercizio dell’avanguardia con uno dei protagonisti dell’arte contemporanea.
[C] 16.00 • piazza lega lombarda • ingresso libero
La Compagnia della Lettura coordinata da Luca Scarlini
FIABE D’AUTORE DEL NOVECENTO
vedi pagina 10
226 16.00 • corte eremo • € 8,00 • u
Clark Lawrence, Nadia Nicoletti e Luca Scarlini
IL FIORE DEL MIO SEGRETO
Storie di fi ori nei giardini e nei libri. Passeggiata ispirata a Vita Sackville-
West
Vita Sackville-West amava conoscere l’origine delle piante, i riferimenti
letterari frutto di numerose letture e da appassionata autodidatta teneva la sua
rubrica di giardinaggio sull’Observer tra letteratura e botanica. A Corte Eremo,
giardino di grandi piante e fi ori nati da semi amici arrivati da lontano, Luca
Scarlini disegna un percorso di fi ori e piante letterari, germogliati dalla penna di
narratrici e poeti, mentre ai giardinieri esperti Nadia Nicoletti e Clark Lawrence
spetta il compito di completare con appassionate informazioni botaniche.
Servizio navetta APAM: partenza da p.zza Sordello ore 15.15, ritorno da Corte Eremo ore 18.00
16.15 • cinema oberdan • € 3,00 (biglietti in vendita sul luogo dell’evento)
Pagine Nascoste
ROQUE DALTON, FUSILEMOS LA NOCHE!
di Tina Leisch | Austria/Cuba, 2013, 85 minuti
Anteprima italiana
vedi pagina 52
227 16.30 • spazio studio s. orsola • € 8,00
Compagnia il Melarancio
10 PAROLE
dai 2 ai 5 anni
vedi evento 132
􀀳􀀦􀀴􀀪􀀥􀀦􀀯􀀤􀀦
120 domenica 7 settembre 2014 Festivaletteratura 121
231 16.45 • palazzo di san sebastiano • € 5,00
Lidia Ravera, Lella Costa e Paolo Calabresi con Cinzia Poli
NUDI SENTIMENTI
“Il mio romanzo Piangi pure è una storia d’amore normale eppure estremo.
Lella Costa è entrata dentro Iris con la grazia dei talenti naturali (…). Paolo
Calabresi (…) un essere maschile superiore, di quelli che sogni di incontrare
a una festa e farli innamorare”. Così scrive Lidia Ravera nel programma di sala
di Nuda Proprietà, lo spettacolo teatrale tratto da Piangi pure. Sul palcoscenico
di Mantova i due affi atati attori protagonisti dialogano con la scrittrice in
un inedito incontro, dove romanzo e commedia si intrecciano. Presenta la
conduttrice radiofonica Cinzia Poli.
232 17.00 • conservatorio di musica “campiani” • € 5,00
Mario Brunello
SILENZIO, PER FAVORE
“Prendevo appunti da diversi anni, all’inizio sotto forma di note, e quando mi
sono messo a scrivere ho creduto di suonare. Più penso al silenzio più mi sembra
di sentire la musica”. Da molti anni Mario Brunello è alla ricerca del silenzio.
Lo insegue col suo violoncello sui palchi dei teatri del mondo intero, sulle
montagne, in mezzo al deserto africano, tra le periferie industriali. Lo cerca nel
fragile istante prima di attaccare con l’archetto le corde del suo strumento, nella
mente del compositore di cui esegue una partitura, immaginando il momento
in cui si aff accia un’idea e si compie la magia della creazione. Una ricerca di
musicalità assoluta, a cui si sono dedicati nei secoli i più grandi musicisti.
233 17.00 • tempio di san sebastiano • € 5,00
Francesco Piccolo e Licia Troisi con Stefano Jossa
IL RITORNO DELL’EROE
I personaggi che ci hanno ispirato e quelli che costruiamo
Vengono da due best seller degli anni Ottanta gli eroi di questo terzo incontro:
Guglielmo da Baskerville (eroe di Licia Troisi) è nientemeno che il protagonista
di Il nome della rosa di Umberto Eco; Tomáš (eroe di Francesco Piccolo) è il
chirurgo libertino di L’insostenibile leggerezza dell’essere di Milan Kundera.
per saperne di più su il ritorno dell’eroe, vedi evento 85
234 17.00 • liceo classico “virgilio” • € 5,00
Annie Ernaux con Chiara Valerio
EPICA DEL SÉ
Annie Ernaux ha senza dubbio un ruolo di primo piano nel panorama letterario
francese. Consacrata recentemente dal suo editore Gallimard con una scelta
antologica di prose, la scrittrice defi nisce i suoi libri, spesso ispirati alle sue
vicende personali, un’epica del sé, perché il reale viene riformulato dalla scrittura
che lo trasforma il letteratura: “Dal momento che si scrive di sé, la scelta delle
parole è già la fi nzione”. In Italia Annie Ernaux è protagonista di una storia
editoriale curiosa, perché solo quest’anno, a trent’anni dall’uscita in Francia, è
stato tradotto il suo capolavoro Il posto, che ha immediatamente conquistato
lettori e critica. Di vita, libri, occasioni, parlerà rispondendo alle domande di
Chiara Valerio.
con il contributo di Institut Français Italia
Mantova Pane
[L] 17.00 • piazza mantegna • ingresso libero
Marco Malvaldi
COSE INCREDIBILI CHE ACCADONO
lavagne
Potete chiamarle coincidenze, fato, accidenti, cose incredibili che accadono
tutti i giorni, a ognuno di noi. Ma forse dopo aver ascoltato Marco Malvaldi,
scienziato prestato alla scrittura e scrittore prestato alla scienza, forse
penserete agli algoritmi e al calcolo della probabilità se non all’entropia. Grazie
anche ai libri Il caso non esiste di David Hand e Capra e calcoli. L’eterna lotta tra
gli algoritmi e il caos, scritto dallo stesso Malvaldi con il collega (fi sico, non
scrittore) Dino Leporini.
per saperne di più sulle lavagne, vedi pagina 14
235 17.00 • aula magna dell’università • € 5,00
André Aciman con Marco Filoni
VAGABONDAGGI DELL’ANIMA
ascolto il tuo cuore, città
“Per amare una città serve un’illusione, un’immagine diversa dalla realtà”.
Defi nito il maestro della nostalgia, André Aciman è uno scrittore diffi cilmente
catalogabile, anche per le sue peregrinazioni. Nato ad Alessandria d’Egitto,
da una famiglia ebrea di origini turche che parlava francese, da ragazzino
fu costretto a fuggire a Roma, prima di trasferirsi a New York. Forse anche
per questo da Alessandria a Roma, da Parigi a Barcellona, ovunque Aciman
raccoglie sensazioni e storie da restituire al lettore. Incontra l’autore di Città
d’ombra e Harvard Square il giornalista Marco Filoni.
236 17.15 • Museo diocesano • € 4,00
Chiara Carminati e Pia Valentinis
A FERRO E FUOCO
ragazzi dai 12 anni in su
Intervista a partita doppia tra due autrici che in diverso modo si sono
sperimentate in nuovi linguaggi espressivi e strade creative: Pia Valentinis,
una delle più interessanti illustratrici di libri per ragazzi, esordisce nel graphic
novel con Ferriera, una storia che intreccia con ironia e intensità vita personale
e lucidissimi spaccati sociali. Spesso in dialogo con lei sulle pagine dei libri
rivolti ai bambini, la scrittrice Chiara Carminati racconterà invece la genesi
del suo romanzo fuori fuoco: una storia che questa volta non solo rinuncia alle
immagini, ma si articola sulla narrazione di tredici fotografi e del tutto invisibili.
Aneddoti, curiosità, sintonie, percorsi di ricerca e piccole grandi domande, in
bilico tra parola e immagine.
237 17.30 • chiesa di santa maria della vittoria • € 5,00
Gianluigi Ricuperati
POST LITERARY WORLD
L’attitudine corretta verso il mondo post-letterario – ovvero
quel luogo della cronologia in cui gli strumenti della letteratura
servono sempre meno a descrivere il mondo dominato da scienze esatte,
tecnologie eccitanti e big data – deve essere nutrita di curiosità e passione. Ce
ne parla Gianluigi Ricuperati, scrittore torinese e direttore creativo della Domus
Academy di Milano, che conduce la sua ricerca attraverso esperimenti diversi e
collaborazioni con esperti di digital humanities, per far luce su un paesaggio dal
passato stabile e dal futuro instabile.
ANTONIAZZI
pasticceria
e banqueting
122 domenica 7 settembre 2014
[T] 17.30 • tenda sordello • ingresso libero
Emidio Clementi
SEMINO PAROLE DA UN BUCO DELLA TASCA
accenti
La vicenda artistica e umana di Emanuel Carnevali è ancora oggi sconosciuta al
grande pubblico. A oltre settant’anni dalla scomparsa, di lui rimane la tragica bellezza
delle sue pagine, capaci di toccare chiunque si avvicini a esse, così come hanno
infl uenzato la scrittura e lo sguardo sul mondo di Emidio Clementi (L’ultimo dio).
238 17.30 • teatro bibiena • € 5,00
Mario Dondero con Emanuele Giordana
IL SECOLO DEI FOTOREPORTER
Dalla guerra civile spagnola a quella del Vietnam non esiste evento della
storia del Novecento che non sia associato nella nostra memoria allo scatto
di un fotoreporter. In particolare tra gli anni Cinquanta e Settanta del secolo
scorso, con la nascita delle riviste di attualità, il fotogiornalismo ha conosciuto
forse la sua stagione più straordinaria. Grazie a fotografi di grande coraggio e
animati da una forte tensione civile, gli eventi più tragici o più esaltanti hanno
potuto assumere un volto ed entrare nella coscienza collettiva. Mario Dondero,
tra i principali protagonisti del fotogiornalismo italiano, parla del fervore e
dell’eredità di quel periodo insieme a Emanuele Giordana, co-autore con
Dondero di Lo scatto umano.
18.00 • cinema oberdan • € 3,00 (biglietti in vendita sul luogo dell’evento)
Pagine Nascoste
Replica del fi lm più richiesto
239 18.30 • piazza castello • € 5,00
Michael Cunningham con Massimo Vincenzi
“Credo che l’arte sia un tributo, una celebrazione della vita. Se si scrive si deve
pagare questo tributo anche verso gli aspetti più diffi cili della vita, descrivendoli
nelle proprie opere”. Premio Pulitzer nel 1999 per Le ore, il romanzo che ne
ha decretato il successo a livello internazionale, Michael Cunningham è uno
degli autori di riferimento della letteratura americana contemporanea. La
straordinaria empatia con i personaggi delle sue storie, l’abilità di scavare nei
pensieri e nei sentimenti più reconditi, il dialogo ininterrotto con i grandi scrittori
del passato ne fanno una sorta di classico del nostro tempo. Con il suo ultimo
La regina delle nevi, Cunningham racconta un’America che ha smesso di puntare
sul successo, riprendendo alcuni temi già presenti nelle sue opere precedenti
come il sentimento del tempo, le relazioni familiari, la presenza della morte. Lo
incontra il giornalista Massimo Vincenzi.
mori
legnami
Meglio di un romanzo è lo spazio che Festivaletteratura – in collaborazione
con Luiss Creative Summer School – apre da quest’anno a progetti di giornalismo
narrativo, a scritture di impianto documentaristico che si propongono
di raccogliere storie taciute, apparentemente marginali, ma che sanno
catturare il pubblico più e meglio di un romanzo.
Negli incontri di Meglio di un romanzo si potranno incontrare alcuni dei
giornalisti della nuova generazione che, a livello internazionale, si stanno
proponendo come i più interessanti e innovativi interpreti della grande
tradizione di giornalismo narrativo che risale a Truman Capote e Ryszard
Kapuściński.
Nelle sessioni di pitching in piazza di Meglio di un romanzo (IN BOZZE) saranno
invece giovanissimi aspiranti autori di reportage d’età compresa tra i
16 e i 22 anni a presentare i loro progetti ad alcuni professionisti del settore:
un confronto aperto per capire come arriva in pagina (o sul web, o in video)
un’idea giornalistica.
La scadenza per presentare i propri progetti è stata prorogata al 18 agosto.
Per partecipare basta scrivere a megliodiunromanzo@festivaletteratura.it
Meglio di un romanzo rientra nel progetto
Non c’è miglior notizia
di un racconto.
L’avvento dell’era digitale ha segnato una radicale rivoluzione delle
modalità di produzione e di accesso all’informazione. I media tradizionali
non riescono più a competere nei tempi di diff usione delle
notizie, ma è la stessa fi gura del giornalista che viene rimessa in
discussione di fronte a forme libere e partecipate di informazione,
rese possibili dalla facilità di accesso alle nuove tecnologie, dalla
viralità dei social e da un desiderio di testimonianza, civico o narcisistico
che sia.
Se le news oggi corrono rapide più che mai, sono i mutamenti profondi
a reclamare di essere raccontati. Sono le storie di comunità,
le vite emblematiche, le silenziose trasformazioni dei territori, i percorsi
di persone e cose da un lato all’altro del mondo reale o virtuale
ad arrivare tardi – o non arrivare aff atto – alla nostra conoscenza.
IN COLLABORAZIONE CON
A fronte di un’overdose di aggiornamenti in tempo reale è sempre
più diff usa l’esigenza di un’informazione più lenta, capace di immergersi
in fatti, dettagli, dialoghi, impressioni e restituirne un racconto
piuttosto che una frammentata sequenza di tweet. Un’esigenza
di narrazione che spesso il romanzo contemporaneo non riesce a
soddisfare, incapace di essere attuale, d’interpretare un’epoca.
DAMMI TRE PAROLE
benessere GIOVANI COMUNITÀ
Fondazione Cariplo fa filantropia,
da oltre vent’anni.
Non siamo una banca.
Abbiamo la passione per l’arte, la cultura,
la ricerca scientifica e il sociale.
Adesso ci concentreremo sul sostegno
ai giovani, sul welfare di comunità
e sul benessere delle persone.
Sempre insieme alle organizzazioni
non profit.
Sempre sul territorio.
Vieni a scoprire i nuovi bandi 2014
www.fondazionecariplo.it
diciotto+: siamo solo all’inizio
Diciotto anni trascorsi a portare scrittori e lettori in piazza
a fare festa, a costruire uno spazio di confronto intorno
alle storie, alle idee, ai libri. L’infanzia e l’adolescenza di
Festivaletteratura sono state entusiasmanti.
Raggiunto l’importante traguardo della maggiore età, il Festival
riprende slancio e guarda oltre. diciotto+ è un progetto che
nasce per orientare il Festival al futuro. Diciotto sono gli anni
da cui il Festival riparte e più sta per più accogliente per chi viene
a Mantova, più innovativo nella proposta, più capace
di diffondere quanto avviene durante i cinque, intensissimi giorni
di settembre.
Con la riapertura del campeggio del Festival e l’istituzione
di festivalbus , il servizio di navette dedicate da/per Milano
e Bologna, Diciotto + offre nuove opportunità per chi viene da
fuori Mantova. Con l’edizione 2014 parte la fase preparatoria
di segnali di Festival : i volontari saranno impegnati a chiedere
al pubblico come migliorare l’informazione sul Festival in città,
per rendere più accesibili servizi ed eventi e più godibile l’intera
manifestazione.
Con Diciotto + il programma del Festival diventa ancora più
aperto: si rilanciano gli incontri dedicati alle nuove voci della
letteratura ( scritture giovani , con protagonisti i giovani
narratori europei; il focus sulle letterature emergenti,
quest’anno dedicato alla Palestina), si esplorano territori di
confine con meglio di un romanzo – sul giornalismo narrativo –
e prototipi , il cui lancio ufficiale è previsto per la giornata
di chiusura.
Ma è soprattutto un Festival in grado di rimettere in circolo
le parole, di far continuare il confronto con scrittrici e scrittori
passati per Mantova quello che cresce grazie a diciotto +.
Aumenta il numero degli incontri trasmessi in streaming
durante il Festival. Con l’attivazione dell’ opac dell’archivio
prevista per fine 2014, prende il via un programma di
distribuzione di video e registrazioni delle passate edizioni
o di serie di eventi (tra cui pagine nascoste ), che prevede
il coinvolgimento attivo di scuole e lettori.
Diciotto + è un progetto sotenuto
da Fondazione Cariplo.
126 127
mostre
biblioteca teresiana
Le materie del libro. Le legature
storiche della Biblioteca Teresiana
In mostra verranno esposte le più significative e
rare legature antiche conservate nella Biblioteca
Teresiana.
Il rapporto tra la storia delle tecniche e dei
materiali utilizzati nella manifattura del libro
antico – disciplina che prende il nome di
Archeologia del libro – e la storia della legatura
è molto stretto per la complessità di questo
oggetto, pietra miliare della cultura occidentale.
L’impegno dei curatori, Carlo Federici e Federico
Macchi, è stato quello di descrivere puntualmente
le componenti materiche delle legature teresiane
senza trascurare gli aspetti decorativi che,
soprattutto a partire dal secolo XVI, hanno fatto
delle legature delle vere e proprie opere d’arte.
Partecipano l’Assessore alle Biblioteche Marco
Cavarocchi, il Prefetto della Biblioteca Vaticana,
Mons. Cesare Pasini e il filosofo Nuccio Ordine.
Saranno altresì presenti i curatori Prof. Carlo
Federici e Dott. Federico Macchi.
Prima Sala Teresiana della Biblioteca comunale,
via Ardigò 13 – Mantova.
Giovedì 4 settembre ore 18.30.
La mostra resterà aperta fino all’11 gennaio 2015.
Durante Festivaletteratura rispetterà il seguente
orario di apertura: venerdì 5 e sabato 6 dalle
ore 10 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore 18.30,
domenica 7 dalle ore 10 alle ore 13.
studio atelier di scultura andrea jori
Libri e lettori in terracotta
Libri e lettori propone una rassegna artistica
con molteplici suggestioni rivolte ai visitatori.
In mostra, delle terracotte: lettori equilibristi,
compagni d’avventure, assorti nella loro sete di
parole, protesi nel sogno di possibili relazioni.
Queste “marionette” rinunciano alla compostezza
formale, divengono elementi umanizzati,
accostate ai libri, custodi di incrollabili forze.
Studio Atelier Laboratorio Andrea Jori, via
Accademia 44 – Mantova
Inaugurazione mostra: 3 settembre ore 18.00
Dal 1° al 30 settembre 2014.
Orari: 09.00-12.00, 15.00-19.00.
Ingresso gratuito.
Tel. 0376.368303 – 333.2109208
www.andreajori.it – info@andreajori.it
comune di Mantova
Bertozzi & Casoni: dove come quando
Fino al 7 settembre 2014
Gregorio Botta
Dal 3 settembre al 10 dicembre 2014
La pittura a Venezia dal dopoguerra
e Licata
Dal 3 settembre al 19 gennaio 2015.
Palazzo Te, viale Te 1 – Mantova
Orari: lunedì 13.00 – 18.00 (ultimo ingresso ore
17.30), martedì-domenica: 9.00 – 18.00 (ultimo
ingresso ore 17.30).
La biglietteria chiude 30 minuti prima.
Fino al 1° novembre.
Nei giorni di venerdi e sabato, Palazzo Te e
Palazzo S. Sebastiano chiuderanno alle ore 20.00
(la biglietteria chiude mezz’ora prima).
Tel. 0376.323266 www.palazzote.it
palazzo te – fruttiere
GAZZETTA 350 anni
Giornali, documenti, fotografie d’epoca
e video racconteranno tre secoli e mezzo
di storia mantovana. Alle Fruttiere sarà
esposta, per la prima volta a Mantova,
la copia più antica del giornale ancora in
circolazione: è del 1665 ed è custodita
all’Archivio di Stato di Modena.
Dal 2 settembre al 31 ottobre.
Inaugurazione 1° settembre ore 18.00
Orari: lunedì 13.00 – 18.00; da martedì a
venerdì 9.00 – 18.00; sabato e domenica:
9.00 – 20.00.
Ingresso gratuito.
casa del mantegna
Viaggio nelle Suggestioni della
Pittura di Claudio Bassani
via Acerbi – Mantova
Dal 2 settembre al 26 ottobre 2014.
Orari: mattino, da martedì a domenica 10.30
– 12.30, pomeriggio, mercoledì e giovedì
15.00 – 17.00, sabato e domenica 15.00 –
18.00; lunedì chiuso.
In occasione di Festivaletteratura apertura
straordinaria da mercoledì 3 a domenica 7
settembre 2014.
Orari: 10.00 – 12.30, 15.00 – 22.00.
Ingresso gratuito.
Tel. 0376.360506
www.casadelmantegna.it
galleria “arianna sartori”
Cesare Lazzarini. Dipinti (1975-1995)
La mostra offre una selezione di dipinti, dalle
vedute di una Mantova silente e deserta ai
paesaggi d’acque e di monti.
Gianni Pascoli. Una vita d’artista
Immagini, libri, sogni per un mondo migliore.
La mostra è dedicata alla donna.
Galleria Arianna Sartori, Via Capelli 17 e Via
Nievo 10 – Mantova.
Inaugurazione mostra venerdi 29 agosto ore
18.00 e sabato 30 agosto ore 18.00.
Dal 29 agosto al 18 settembre.
Orari: da lunedi a sabato 10.00-12.30 e
15.30-19.30. Durante il Festival la Galleria
rimarrà aperta anche domenica 7 settembre
dalle 15.30 alle 19.30.
Ingresso gratuito.
Tel. 0376.324260
info@ariannasartori.191.it
libreria coop nautilus
Pensieri inTessuti
Creazioni di Chiara Danesi da usare o
indossare.
DOSI per 1 persona: curiosità, idee di
stagione, fantasia , materie prime q.b.
PREPARAZIONE: inserire gli ingredienti nel
cervello, azionare cuore e mani, scuotere
e servire.
In mostra e in vendita dal 1° al 30 settembre
negli orari di apertura della libreria.
Piazza 80° Fanteria 19 – Mantova.
tel. 0376.360414, Chiara Danesi cell.
349.6641487
libreria.Mantova@librerie.coop.it
musei
Palazzo Ducale
piazza sordello – Mantova
Prenotazioni: 041.2411897
Informazioni: 0376.224832
Martedì, mercoledì, venerdì, domenica e
festivi: 8.30-13.30
Giovedì e sabato: 13.30-18.30
Palazzo Te
Viale Te – Mantova
tel: 0376.323266
Lunedì: 13.00–18.00; martedì, mercoledì,
giovedì e domenica: 9.00–18.00; venerdì
e sabato: 9.00-20.00
Palazzo di San Sebastiano – Museo
della Città
Largo XXIV Maggio, 12 – Mantova
tel. 0376.367087
Lunedì: 13.00–18.00; da martedì a
domenica: 9.00–18.00
(La biglietteria chiude alle 17.30)
Accademia Nazionale Virgiliana
Via Accademia, 47 – Mantova
tel. 0376.320314
Dal lunedì al sabato: 10.00-13.00
Casa della Beata Osanna Andreasi
Via Frattini, 9 – Mantova
tel. e fax 0376.322297
Da lunedì a venerdì: 10.00-12.30;
giovedì 18.00-19.00
Aperto altri giorni su prenotazione
Galleria Museo Valenti Gonzaga
Via Frattini, 7 – Mantova
tel. 0376.364524
Da martedì a venerdì solo su
prenotazione.
Sabato, domenica e festivi: visite
ore 10.00, 11.00, 12.00, 15.00, 16.00,
17.00, 18.00
Museo Diocesano “Francesco
Gonzaga”
Piazza Virgiliana, 55 – Mantova
tel. e fax 0376.320602
Da mercoledì a domenica: 9.30-12.00;
15.00-17.30; lunedì e martedì aperto per
gruppi prenotati.
(La biglietteria chiude alle 17.00)
Museo Storico del Corpo Nazionale
dei Vigili del Fuoco
Largo Vigili del Fuoco – Mantova
tel. 0376.22771
Sabato: 14.30-18.00; domenica e festivi:
10.00-12.00; 14.30-18.00; da lunedì a
venerdì su prenotazione
Museo Numismatico
Fondazione BAM
Corso Vittorio Emanuele II, 13 – Mantova
tel: 0376.311861
Venerdì e sabato: 9.00-12.30; 15.00-
18.00
Domenica: 9.30-13.00
Parco Archeologico del Forcello
SS. 413 Traversa Via Forcello – San Biagio
di Bagnolo San Vito (MN)
tel. 348.08806468
Ingresso solo su prenotazione
Teatro Scientifico Bibiena
Via Accademia, 47 – Mantova
tel. 0376.327653
Da martedì a venerdì: 10.00-13.00;
15.00-18.00; sabato, domenica e festivi:
10.00-18.00
(La biglietteria chiude alle 17.30)
Tempio di San Sebastiano
Largo XXIV Maggio – Mantova
tel. 0376.288208
Da martedì a domenica: 10.30-12.30;
15.00-17.00
Rotonda di San Lorenzo
piazza erbe – Mantova
tel. e fax 0376 322297
Da lunedì a venerdì: 10.00-13.00; 15.00-
18.00; sabato e domenica: 10.00-19.00
Sinagoga “Norsa Torrazzo”
Via Govi, 11 – Mantova
tel. e fax 0376 321490
Da lunedì a venerdì: 8.30-11.30
Ingresso solo su prenotazione.
128 129
comune di Mantova
Laboratori Montessori
Il Comune di Mantova – Settore Servizi
Educativi e Sociali, in collaborazione con
GonzagArredi Montessori srl ed Opera
Nazionale Montessori, organizza un
evento rivolto a bambini dai 3 ai 6 anni. I
bambini potranno usufruire del materiale
montessoriano sotto la guida di personale
specializzato. Genitori e bambini avranno
così la possibilità di sperimentare nel
concreto il metodo e le sue potenzialità.
L’accesso agli spazi sarà a numero chiuso ed
è quindi preferibile la prenotazione.
Sabato 6 e domenica 7 settembre 2014 dalle
10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 17.00.
Sala degli Aquiloni, Piazza Filippini –
Mantova.
Tel. 0376.376866 – 888
provincia di Mantova
-assessorato alle politiche
di coesione sociale e pari
opportunità – il cartiglio
mantovano editore
Suggestioni dal Mondo
Istanti, sogni e cibi negli scatti raccolti
durante l’esperienza medica di Milena
Ribotto. L’Assessore Elena Magri e l’Editore
Monica Bianchi inaugurano la mostra e
presentano i volumi di Milena Ribotto Il cibo è
insospettabile. Prevenzione e cura con gusto.
Palazzo del Plenipotenziario, Piazza Sordello,
43 – Mantova.
Giovedì 4 settembre, ore 11.00.
La mostra resterà aperta dal 4 al 14 settembre.
Ingresso libero.
Tel. 0376.225888
info@ilcartigliomantovano.it
cds educatore professionale di
Mantova, comune di Mantova,
fondazione enaip lombardia,
fondazione università Mantova
Nuove generazioni
L’iniziativa Non solo libri, nata con un gruppo
di autrici/autori in seno a Edizioni La
Meridiana, propone, attraverso una serie
di eventi itineranti per luoghi e città, una
riflessione sui passaggi intergenerazionali.
Nuove generazioni è un incontro germinativo,
per promuovere il dialogo e lo scambio sui
temi delle relazioni che servono a crescere,
con Paola Scalari, autrice di Parola di
bambino, e Chiara Mortari, autrice di Desideri
sostenibili. Intervengono Paola Bruschi e
Roberto Archi. In mostra “Pin/occhi” di
Andrea Jori. In collaborazione con Istituto
Comprensivo Luisa Levi e Istituto Superiore
di Secondo grado Alessandro Manzoni.
Sede universitaria CdS Educatore Professionale,
Viale Val D’Aosta , 18 – Mantova.
Venerdì 5 settembre ore 17.00
L’esposizione “Pin/occhi” è visitabile dal
lunedi al venerdi dal 4 settembre al 4 ottobre
2014. Orari: 9.00-17.00.
Ingresso libero.
Tel. 0376 371465
segreteria.educatorimn@enaip.lombardia.it
camera di commercio e provincia
di Mantova – il cartiglio
mantovano editore
Mantova Magic Moments
Il Presidente della Provincia Alessandro
Pastacci e il Consigliere della Camera di
Commercio Alberto Righi, insieme all’editore
Monica Bianchi, agli Autori e agli Sponsor
presentano Mantova Magic Moments.
Lo zainettto di design con gli scorci della
nostra suggestiva Città costituisce il magico
contenitore dei “Saperi e Sapori” che ci
rendono unici nel mondo.
Sala Luna e Nodi, Palazzo Andreani, Via
Calvi 28 – Mantova.
Giovedì 4 settembre, ore 18.00.
Ingresso libero.
Tel. 0376.225888
info@ilcartigliomantovano.it
asd vaniglia, uisp comitato di
Mantova
5:30 Special Edition
Festivaletteratura
Movimento e sana alimentazione: 5,3 km
non competitivi per appassionati e non.
Un’occasione unica per scoprire la città e
promuovere l’attività fisica quotidiana. È
previsto un ristoro a base di gustosa frutta
fresca di stagione.
Venerdì 5 settembre, partenza ore 5.30 dal
Giardino esterno del Castello di San Giorgio.
Iscrizioni: www.run530.it, oppure a Mantova
presso POLISPORT, Via Gaetano Bonoris 1.
Costo iscrizione 10 euro, per i bambini fino a
13 anni 8 euro. Le iscrizioni verranno chiuse
al raggiungimento di 500 partecipanti. Le
T-shirt verranno consegnate mercoledì 3
e giovedì 4 settembre in Piazza Martiri di
Belfiore, dalle 10.00 alle 18.00.
Per informazioni: www.run530.it
abacoop cooperativa di servizi
turistici
Mantova: di magie e di delitti
Venite! Venite! Magie e Delitti andremo
a raccontar. Di poi, a conforto d’animi, al
desco a consumar. Con Elisabetta Arcari,
Scuola di cucina” Peccati di Gola”; Laura
Torelli, attrice.
Abacoop, Via F.lli Bandiera 10 – Mantova.
Giovedì 4, venerdì 5, sabato 6 settembre
ore 18.00.
Ingresso: 15 euro.
Tel. 0376.1505174 – 338.5437591
abacoopmn@gmail.com
azienda ospedaliera “carlo poma”
Diamo Voce ai Ragazzi: gli
adolescenti e la loro arte
Uno spazio per immergersi nel loro mondo
creativo, dialogare con i giovani artisti e gli
esperti da loro invitati.
BP Factory, Piazza Concordia 13 – Mantova.
Da giovedì 4 a sabato 6 settembre dalle
18.00 alle 21.00.
tel. 338.9808168
libreria galleria einaudi eventi collaterali
Tullio Pericoli : ritratti e paesaggi
Un gradito ritorno quello di Tullio Pericoli
alla Einaudi. Si tratta dell’artista che
più di ogni altro è stato coinvolto dalla
letteratura e dalla curiosità sulla vita dei suoi
protagonisti, gli scrittori, i cui ritratti hanno
vivacizzato la lettura sulle pagine dei grandi
quotidiani, sulle riviste e sulle copertine.
La mostra presenterà una nuova serie di
ritratti e paesaggi realizzati con le tecniche
dell’incisione, dell’acquerello e dell’olio.
Ingresso libero.
Corso Vittorio Emanuele 19 – Mantova.
Da mercoledì 3 settembre al 12 ottobre
2014. Orario: da martedì a sabato dalle
10.00 alle 13.00 dalle 16.00 alle 19.30.
Aperto la domenica del Festival.
Tel. 0376.365854 – einaudi.mn@tin.it
corraini arte contemporanea
Michele De Lucchi: Edifici vuoti
Sculture e incisioni.
Libri disegnati
Illustrazioni filosofiche di Alberto Rebori
(tratte da Tu chi sei? dei Ludosofici) e
illustrazioni letterarie di Yocci (tratte da
Scuola elementare di scrittura emiliana per non
frequentanti coin esercizi svolti di Paolo Nori).
In occasione di Festivaletteratura alla
Galleria Corraini si terranno presentazioni,
firmacopie e incontri. Calendario completo e
aggiornato su www.corraini.com
Via Ippolito Nievo 7/a – Mantova
Dal 3 settembre al 22 novembre, da lunedì
a sabato ore 9.30-12.30 e 15.30-19.30.
Durante il Festival la Galleria rimarrà aperta
anche domenica 7 settembre.
Tel. 0376.322753 – info@corraini.com
galleria il saggio
Assonanze in una famiglia di artisti
Mostra di pittura e scultura.
Inaugurazione sabato 30 agosto ore 18.00
con Enzo Nenci e Teresa Noto. Interviene
Gianfranco Ferlisi.
Via della Mainolda 19 – Mantova.
Ingresso libero.
Tel. 339.7455784
LA CAMPAGNA IN CITTÀ
punto informazioni: tra piazza martiri di belfiore e il lungorio
iv novembre informazioni relative all’ospitalità in agriturismo,
ai prodotti di fattoria e alle risorse di turismo rurale.
grande mercato contadino il sabato mattina, dalle 8 alle
13, dove trovare il meglio dei prodotti di fattoria delle campagne
mantovane.
la sporta del contadino: per il vostro ristoro, una mela biologica
lavata, uno yogurt di fattoria, un panino farcito, una
bottiglietta d’acqua a 6 euro.
presso la sede del consorzio, in strada Chiesanuova 8, tutti i
giorni, dalle 8 alle 19, mostra permanente e vendita diretta di
prodotti di fattoria.
per informazioni: Consorzio agrituristico mantovano
tel. 0376.324889 cell. 329.2127504
info@agriturismomantova.it | www.agriturismomantova.it
130 131
bottega finzioni
Pronto Soccorso Narrativo: il punto
di ascolto di Bottega Finzioni per
aspiranti scrittori in difficoltà
Il Pronto Soccorso Narrativo offre consulenza
gratuita a chi deve ultimare un racconto, è
alle prese con una sceneggiatura che non
lo convince o non riesce a trovare il finale
adatto per il suo romanzo. Su appuntamento.
Caffè Borsa – Antoniazzi Pasticceria, corso
della Libertà 6 – Mantova.
Venerdì 5 settembre dalle 15.00 alle 19.00
info@prontosoccorsonarrativo.it
www.bottegafinzioni.it
centro culturale arci papacqua
Tributo al poeta contemporaneo
Roberto Vecchioni
Alessandro Lui (voce) e Maurizio Rose
(chitarra) interpretano le canzoni del noto
cantautore Vecchioni, fra cui quelle dedicate
a famosi poeti.
Venerdì 5 settembre ore 21.00.
Fiera del Broccante
Mercatino delle pulci dove si possono
trovare oggetti, anticaglie e curiosità.
Domenica 7 settembre dal mattino alla sera.
Centro Culturale ARCI Papacqua, via Daino
n. 1 (zona Anconetta) – Mantova.
Ingresso libero.
Tel. 0376.364636 – info@papacqua.it
www.papacqua.it
comune di san giorgio di Mantova
In Theophili Folengi Sive Merlini
Cocaii Poetae Honorem Favstissima
cena VII” – La machina mundi e
l’incontro di Baldo con Manto”
cena di sapore medievale con piatti della
tradizione locale, in onore di Teofilo Folengo.
Conversazione di Rodolfo Signorini.
Corte Costavecchia, via Cavallare 11 – San
Giorgio di Mantova (MN).
Mercoledi 3 settembre, ore 20.00.
Ingresso a pagamento 30 €. Prenotazione
obbligatoria entro il 30 agosto.
Tel. 0376.273126 – 273124
a.ricco@comune.sangiorgio.mn.it
città del sole
Una Mantova da Favola
Vie e vicoli di Mantova: itinerario storico/
avventuroso tra segreti e curiosità di
Mantova antica. Percorso per adulti e
bambini tra storia e leggenda. Partenza da
Città del sole in via Cappello. L’Arengario e le
torture, il Broletto e i Mercanti, il Fossato dei
buoi e gli animali nella città e il Passerino,
piazza Pallone e il fantasma di Agnese, via
Cavour e la gabbia, vicolo Nazione e le Case
sospese, via Leon d’Oro e l’osteria, piazza
delle Erbe e l’Astrologia e infine la Gran
Contessa Matilde di Canossa.
con la collaborazione di Cinzia Goldoni e
ABACOOP Cooperativa servizi turistici Mantova.
Venerdì 5 settembre ore 16.30, sabato 6
settembre ore 10.30, domenica 7 settembre
ore 10.30.
Evento a pagamento con prenotazione
obbligatoria. Max 20 bambini +
accompagnatori € 3,00.
Tel 0376.369801 Mantova@cittadelsole.com
cooperativa centro donne Mantova
Undicesimo comandamento: uccidi chi
non ti ama
Un libro perfetto per indagare la violenza
sulle donne e comprendere le dinamiche
che legano vittima e carnefice. Intervengono
Elena Mearini, scrittrice; Lara Facchi,
criminologa; Claudia Forini, Presidente
Cooperativa Centro Donne Mantova; Elena
Magri, Assessora Pari Opportunità Provincia
di Mantova.
Palazzo del Plenipotenziario, piazza Sordello,
43 – Mantova.
Giovedì 4 settembre ore 18.00.
Ingresso libero.
Tel. 328 8007055
info@centrodonnemantova.it
compagnia di prosa teatro minimo
di Mantova
Il Teatro Minimo tra storia e
letteratura: L’istruttoria di Peter
Weiss e L’amica delle mogli di Luigi
Pirandello
La tragedia dell’Olocausto nel ricordo di chi
la visse a Auschwitz e un “noir” a sfondo
psicologico, molto insolito nella produzione
teatrale di Luigi Pirandello.
Teatro Minimo, via Gradaro 7/A – Mantova.
Mercoledì 3 e giovedì 4 settembre ore 21.15
L’istruttoria di Peter Weiss.
Venerdì 5 e sabato 6 settembre ore 21.15
L’amica delle mogli di Luigi Pirandello.
Ingresso 10 euro.
Tel. 0376.320407 – 339.6884328 (chiamare
dalle ore 18.00 alle 19.30).
Prenotazioni anche presso Tabaccheria
Meloni, via XX settembre 33 – Mantova.
coracino Napoli take away
Il guarracino, storie sottomarine
Spettacolo di sonorizzazioni teatrali a cura di
Compagnia delle musiche e altri sogni. Una
chiassosa favola sottomarina alla conquista
dell’amata sardella coi boccoli. Seguirà
un dibattito/confronto coordinato dal
giornalista e scrittore Salvatore Santangelo
sul tema dell’ispirazione poetica musicale,
e sui passaggi della rielaborazione di storie
antiche in chiave moderna.
Piazza 80° Fanteria – Mantova.
Venerdì 5 settembre ore 19.30.
Ingresso libero.
info@coracino.it
Coracino e tutti i pesci del mare
Laboratorio di arte creativa e lettura
animata per bambini dai 5 agli 11 anni. Il
mare azzurro e profondo è lo scenario della
storia del pesce Coracino, raccontato da
un anonimo napoletano nella ballata ‘U
Guarracino. A partire dal racconto animato
della storia, Silvia Leso coinvolgerà i
bambini, invitandoli a liberare fantasia e
immaginazione per popolare il mare di pesci
realizzati con varie tecniche artistiche. Dopo
il laboratorio ogni bimbo riceverà la medaglia
del mare. Verrà offerta la merenda a tutti
i bimbi.
Piazza 80° Fanteria – Mantova.
Domenica 7 settembre 2014
Orari: 10.00-12.00/16.00-18.00
Ingresso libero.
Tel. 348.8526760 – info@coracino.it
amici di palazzo te e dei musei
mantovani delegazione “castelli
e territori di confine” – comune di
villimpenta
Presentazione del romanzo La Dama
di Chiusano
L’autrice Sondra Coizzi presenta il romanzo
ispirato a un ritrovamento archeologico nella
campagna di Rovigo.
Castello Scaligero di Villimpenta, via Tione
1 – Villimpenta (MN).
Domenica 7 settembre 2014 dalle ore 17 in poi.
Ingresso libero.
Mattia Braga 348.8254735, Michele Cassini
346.6229251 – m.cassini85@gmail.com
associazione centro
internazionale libro parlato
“a.sernagiotto”
Letture in Piazza Sordello
I lettori del Centro Internazionale del
libro Parlato saranno presenti a Mantova
con racconti dei più noti autori italiani e
stranieri e brani di libri che hanno riscosso
particolare successo. La mattina del sabato
sarà dedicata al consueto appuntamento di
letture animate per bambini. Il programma
completo sarà distribuito agli info-point, ai
passanti ed esposto giornalmente ai lati del
gazebo.
Piazza Sordello – Mantova.
Da giovedì 4 settembre 2014 ore 16.30 a
domenica pomeriggio 7 settembre 2014 con
chiusura alle ore 18.00.
Tel. 0439.880425 – info@libroparlato.org
www.libroparlato.org
carlasomensari@gmail.com
Tel. 349.8219017
associazione culturale coltiv/
arti
Presentazione del libro L’ombra del
gattopardo
Un misterioso felino si aggira tra le foreste
del Parco Nazionale d’Abruzzo e un guarda
parco indaga sul caso. Giuseppe festa
presenta il suo nuovo romanzo, ispirato a
una storia vera, con aneddoti, immagini,
canzoni e le letture di Adolfo Vaini.
Teatrino di Palazzo d’Arco, piazza d’Arco,
2 – Mantova.
Sabato 6 settembre ore 18.00.
Ingresso libero. Si consiglia la prenotazione.
Tel. 348.5305090 – d.tamani@virgilio.it
coltiv.arti@yahoo.com
associazione mantovana auto
moto storiche “tazio nuvolari”
Il circuito del Te
Rievocazione di una competizione
motoristica d’altri tempi che si svolse dai
primi del Novecento fino agli anni Cinquanta
sui viali cittadini, su un circuito breve ma
impegnativo nella suggestiva cornice del
Palazzo gonzaghesco del Te. Evento dal
grande significato storico-culturale al quale
hanno partecipato campioni quali Vaccari,
Guido Leoni e Tazio Nuvolari.
Viale Te – Mantova.
Domenica 31 agosto dalle ore 8.00 alle 16.00.
Ingresso libero.
Tel. 340.6617286 – infoamams@amams.org
il cartiglio mantovano editore
Stati d’animo in versi e originalità
delle creazioni
Antonina Paulis presenta Pensieri oltre.
Partecipano Matilde Bergamaschi, Manuela
Bergamin e Monica Bianchi. Pensando alla
cooperativa sociale Il Ponte (Sermide).
Evento musicato da Marco Remondini e
Manuel Malò.
Ingresso libero.
Via Pescheria, loggiato accanto a Il Cartiglio
Mantovano – Mantova.
Sabato 6 settembre, ore 18.00.
Tel. 0376.225888
info@ilcartigliomantovano.it
associazione “pierre janet”
La Colite nel bambino: è possibile una
cura senza farmaci?”
Un pediatra, uno psicologo, un
neuropsichiatra infantile e un
gastroenterologo dibatteranno questo
problema.
Sala dell’Organo del Conservatorio
“L.Campiani”, via Conciliazione 33 – Mantova.
Sabato 6 settembre ore 10.00.
Ingresso libero.
Tel. 349.5722157 – francoferrarini.ff@gmail.com
associazione di volontariato
onlus”cuore amico” Mantova
Disabilandia il mondo che ti cambia
Presentazione del libro Disabilandia il mondo
che ti cambia di Luca Mercuri. Dialoga con
l’autore lo scrittore Luca Tom Billotta.
Interviene Giovanni Fabiano, direttore
editoriale David and Matthaus.
Libreria Di Pellegrini, via Marangoni 16 –
Mantova.
Venerdi 5 settembre ore 18.00.
Ingresso libero.
Tel. 334.5618442 – marzianegri70@gmail.com
la bottega di cavicchioni e natali
Ama il prossimo tuo
Presentazione del libro di Franco Pagetti,
fotoreporter della Agenzia americana VII
di New York, con esposizione di fotografie
scattate sui principali teatri di guerra
a partire dal 1997 ad oggi. Immagini
che testimoniano l’impegno civile di chi
documenta gli orrori della guerra, stando
dalla parte di coloro che la guerra sono
costretti a subirla a dispetto di interessi o
contrapposizioni di religione.
La Bottega, via P.F. Calvi 53 – Mantova.
Mostra fotografica dal 31 agosto al 20 settembre.
Inaugurazione 3 settembre ore 19.00.
Ingresso libero.
Tel. 0376.368788 – 347.0953858
labottegacornici@virgilio.it
caffè mirò
Caffè filosofico
Uno spazio di riflessione e libero confronto sul
tema del rispetto (1° incontro) e della libertà
(2° incontro). A cura di Elena Belladelli.
Caffè Mirò, Piazza Mantegna – Mantova.
Giovedì 4 settembre e sabato 6 settembre
ore 17.00.
Ingresso libero con prenotazione.
Tel. 0376 324286 – 333.5266238
elenabelladelli@gmail.com
132 133
cooperativa speranza
Presentazione 1983-2013.
Dal sogno alla realtà
1983-2013, La Cooperativa Speranza: tante
piccole storie hanno fatto una bella impresa
fondata sulla solidarietà e sulla dignità del lavoro.
Intervengono Patrizio Roversi, Davide Parenti,
Luigi Benevelli, Giovanni Rossi, Oreste Pivetta.
Ca’ degli Uberti, piazza Sordello 13 – Mantova.
Sabato 6 settembre ore 18.00.
Ingresso libero.
Tel. 0376.381560 – info@coopsperanza.it
davide “red” e stefano guernelli
Disanima piano
Tre giornate di musica e l’insolita
presentazione del libro Disanima di Davide
Guernelli. Vari performers al pianoforte e
alla lettura.
Giardino di Casa Scalori, via Chiassi 10 –
Mantova.
Venerdì 5, sabato 6, domenica 7 settembre
ore 18.00. Inaugurazione venerdì 5
settembre ore 17.00.
Ingresso libero.
Tel. 340.6909557 – alasia@libero.it
distretto culturale le regge dei
gonzaga
Cantieri aperti – Le meraviglie
architettoniche dell’OltrePo
Cantieri Aperti propone giornate di incontro
e di visita alle Regge gonzaghesche.
L’esperienza consentirà ai partecipanti
di condividere le ragioni e gli interventi
di recupero delle magnifiche architetture
gonzaghesche del Distretto Culturale.
Le giornate prevedono seminari di
approfondimento e visite guidate ai manufatti.
Giovedì 4 settembre
Chiesa Castello: un capolavoro di valorizzazione
Chiesa Castello, via Parrocchia – San Martino
dall’Argine.
Conferenza e visita dalle 16.00 alle 18.30.
Partenza bus da Piazza Sordello Mantova ore
15.00, rientro previsto ore 19.00.
Venerdì 5 settembre
L’Abbazia di San Benedetto in Polirone
Chiostro dei Secolari, ingresso da Piazza T.
Folengo – San Benedetto Po. Conferenza e
visita dalle 10.30 alle 12.30; spostamento e
pranzo in nave dalle 13.00 alle 15.00.
Il Palazzo di Luca Fancelli
Chiostro di Palazzo Ducale, Piazza Castello –
Revere, conferenza e visita dalle 15.30 alle 18.00.
Partenza Bus da Piazza Sordello ore 9.45,
rientro previsto ore 19.00.
Partecipazione, visita ai cantieri e trasporto
gratuiti. Per la prenotazione scrivere a
cantieriaperti@reggedeigonzaga.it. Si
ringrazia Fondazione Cariplo.
libreria galleria einaudi
Presentazione del libro Tutta colpa di
Berlinguer
Francesco Serra presenterà il suo e-book.
Ne discuteranno con l’autore Enrico Grazioli,
Andrea Romano e Amedeo Palazzi.
Corso Vittorio Emanuele 19 – Mantova.
Venerdì 5 settembre ore 19.00.
Ingresso libero.
Tel. 0376.365854 – einaudi.mn@tin.it
Food joy
Donne libri cibo
Ami cucinare? Ti piace leggere? Per te
uno spazio ad hoc con le più importanti
penne del mondo della cucina. Con Martina
Liverani, Maria Chiara Montera, Samanta
Cornaviera, Teresa Armetta, Lisa Casali,
Roberta Molani, Lucia Mosci, Angela Maci.
Piazza Broletto 6 – Mantova.
Da mercoledì 3 a domenica 7 settembre
10.00-20.00.
Ingresso libero.
Tel. 349.4574176
ariannagandolfi@gmail.com
gli scarponauti
Mantova nel ‘700, la rinascita della
Città
Al crollo della signoria gonzaghesca nel
1707, Mantova passa sotto la dominazione
dell’Impero Austriaco: il percorso ci farà
scoprire le testimonianze degli importanti
rinnovamenti culturali e urbanisticoarchitettonici
attuati da Maria Teresa
d’Austria, con particolare attenzione al
Teatro Bibiena e alla Biblioteca Teresiana.
Venerdì 5 settembre, con partenza ore
16.30 da Piazza Sordello.
Iscrizione 7 € a persona, comprensivo di
guida e ingresso nelle strutture.
Dalla città in Festival a Corte
Virgiliana
Un ciclotour che parte dalla città di Mantova
e raggiunge le campagne vicine, lungo il
territorio anticamente lambito dalle acque
del fiume Mincio, che ora prende nome di
Vallazza. Un territorio da scoprire, ricco
di ricche testimonianze naturalistiche
e storiche, due tra tutti: il Forte francoasburgico
di Pietole e Corte Virgiliana.
Sabato 6 settembre, con partenza ore 7.00
da Piazza Sordello (previo recupero mezzora
prima delle bicilette presso la Scuola Media
Sacchi). Rientro in motonave dal Pontile di
Pietole, arrivo previsto a Mantova ore 11.30.
Iscrizione 10 € a persona, comprensivo di
guide, noleggio bici per il ciclotour e rientro
in motonave.
Iscrizioni e prenotazioni presso On The Road
Travel, via Giovanni Chiassi 20 – Mantova.
Tel. 0376.1434771 info@ontheroadtravel.it
oppure tel. 339.6656136 info@scarponauti.it
Si ringraziano la Ciclofficina della Scuola Media
“Maurizio Sacchi”, Festivaletteratura, Comune
di Mantova e Motonavi Andes Negrini.
gruppo teatrale il palcaccio e
comune di san giorgio
“Magia malia malefici di streghe”:
fiabe mantovane di Isaia Visentini
Spettacolo di teatro e danza creato dal
Palcaccio con il gruppo danza Step by step
di San Benedetto Po su fiabe mantovane
di Isaia Visentini. Attorno ad un fuoco si
riuniscono dei girovaghi che tra i bagliori e
il guizzare delle fiamme narrano storie di
streghe, principesse e re.
Centro Culturale di San Giorgio.
Domenica 7 settembre ore 17.00.
Ingresso libero.
Tel. 348.4146170
bussolotti_francesca@libero.it
playarte comunication
Passaggi
Art Works di Paolo Barbi, Nicola Biondani,
Pierpaolo Parogni, Osvaldo Trombini + Music
performances a cura di Gabriele Merli, con la
partecipazione di Matteo Parogni, Ludovica
Angelini e Paolo Barbi. Passaggi: viaggi
del cuore, dell’anima, della vita tra suoni,
immagini e parole alla ricerca de “l’essere”.
Evento promosso da Arcigay La Salamandra
e da Playarte comunication.
Cubo Studio, via XX settembre, 31 – Mantova
Dal 4 al 7 settembre, aperto tutti i pomeriggi
dalle 16.00 alle 20.00.
Inaugurazione giovedì 4 settembre ore 18.30.
Incontro con Eduardo Savarese autore del
libro Le inutili vergogne. In collaborazione con
Arcigay “La Salamandra”.
Venerdì 5 settembre ore 18.00. Aperitivo
rainbow a seguire.
Ingresso libero.
Tel. 339.5905291 Gabriele Merli
strada dei vini e dei sapori
mantovani
Vista sul Festival
Ca’ degli Uberti, palazzo cinquecentesco
ospita degustazioni guidate di qualità del
mantovano a cura della Strada dei vini e dei
sapori mantovani.
Ca’ degli Uberti, piazza Sordello 13 –
Mantova.
Degustazione: 12,00 euro.
Da mercoledì 3 a domenica 7 settembre su
prenotazione.
Tel. 0376.234420 – info@mantovastrada.it
istituto contardo ferrini
Contropiede
Provocazioni e riflessioni di don Marco
Pozza, giovane prete di periferia. Perché
essere cristiani non significa custodire un
Museo ma coltivare un giardino.
Teatro della scuola Redentore via Giulio
Romano 15 – Mantova.
Sabato 6 settembre ore 17.30.
segni d’infanzia, Festival d’arte e
teatro per le nuove generazioni
Prospettive
Macchie di colore e linee tortuose che
attraversano le superfici: lo spazio delle
opere contemporanee può apparire come la
mappa di un territorio visto dall’alto. Come
diventa la mia città se la guardo dalla torre
più alta? Cosa vedono le cicogne quando
sorvolano paesi e case per consegnare
bambini? Dopo aver esplorato le immagini
tratte dal libro Les yeux de la Terre di ZaÜ,
i bambini saranno condotti a realizzare la
loro mappa emotiva realizzando delle vere e
proprie opere d’arte contemporanea.
BP Factory, primo piano, Piazza Concordia
13 – Mantova.
Giovedì 4 e venerdì 5 settembre ore 16.00;
sabato 6 e domenica 7 settembre ore 11.30
– 15.30 – 17.00.
Ingresso libero. Prenotazione consigliata
presso il luogo dell’evento (BP Factory).
Tel. 0376.1511955
segreteria@segnidinfanzia.org
www.segnidinfanzia.org
motoplex
Let’s Celebrate
Speciale Happy Hour per celebrare il
Festivaletteratura di Mantova. Un evento
dedicato a tutti gli appassionati delle due
ruote e non solo nell’innovativo concept store
del Gruppo Piaggio. Uno spazio versatile e
modulare concepito per far vivere il mondo
che circonda ogni Brand da diversi punti di
vista, modificandosi nel tempo per cogliere
gli spunti dettati dalla stagione, dalla moda e
dagli stessi appassionati.
Motoplex, Centro Direzionale BOMA, Piazza
Vilfredo Pareto 1/2 – Mantova.
Venerdì 5 settembre ore 19.00.
Ingresso gratuito.
www.motoplex.it
knit café
Aperitivo a maglia
Il Knit Café di Mantova si dà appuntamento a
Festivaletteratura! Il gruppo di appassionate
di maglia si riunisce con le amiche di sempre
e nuove conoscenze, invitando magliste/i in
erba a partecipare ai lavori o semplicemente
a unirsi per due chiacchiere davanti ad un
aperitivo. Il Knit Café è lieto di insegnare i
primi rudimenti a chiunque lo desideri.
Chiosco tre60, piazza Virgiliana – Mantova.
Sabato 6 settembre dalle ore 18.00 in poi.
Silvia 349.3262228 – Valentina 347.8372959
navi andes
Navigando con Alberi e arbusti
Una navigazione-presentazione circondata da
ninfee e nitticore e da vegetazione arborea e
arbustiva tipicamente ripariale, descritta nel
libro-guida Riconoscere alberi e arbusti tipici del
territorio padano di Maria Rosa Macchiella. La
navigazione nell’oasi del Mincio accompagnerà
gli invitati in un ambiente suggestivo,
affascinante ed unico, dove la natura entrerà in
contatto con noi. Il tramonto, la cena servita a
bordo, la storia di Mantova narrata a lume della
città, da vedere e da vivere.
Motonave Andes 2000 sui laghi di Mantova.
Sabato 6 settembre ore 18.30.
Ingresso: 30 euro (comprende navigazione –
presentazione e cena a bordo).
Tel. 0376.324506 – info@naviandes.com
il porto dei piccoli onlus
Libri… dal fondo del mare!
Laboratori per le scuole dell’infanzia e asili
nido e rappresentazione teatrale.
Palazzo Ducale – Mantova (sala da definire).
Da mercoledì 3 a domenica 7 settembre
dalle 10.00 alle 22.00.
Laboratori ludico-didattici: mercoledì 3
settembre dalle 10.00 alle 12.00; giovedì
4 settembre dalle dalle 10.00 alle 12.00 e
dalle 13.30 alle 15.30.
Spettacoli teatrali: Giorgino e l’ambulatorio
sottomarino con presentazione del gioco
didattico dedicato alla storia di Giorgino
venerdì 5 settembre ore 10.30, sabato 6
settembre ore 16.30, domenica 7 settembre
ore 16.30; L’isola delle fiabe ore 15.00.
Ingresso libero, con offerta libera devoluta
interamente all’Associazione “Il porto dei piccoli”.
Tel. 010.8593458 – 340.7567659
ginevra.rossi@ilportodeipiccoli.org
134 135
università del caffè – illycaffe
Lezioni di Degustazione
Raffinate preparazioni al caffè per ogni
momento della giornata. Ogni momento
della giornata porta con sé una diversa
modalità di consumo del caffè, più o
meno abituale, più o meno inconsueta.
Mattino, pranzo, pomeriggio e sera: nelle
quattro lezioni di Degustazione, i docenti
dell’Università del Caffè insegneranno
come accompagnare le diverse situazioni
quotidiane con raffinate preparazioni al caffè.
Un percorso che, partendo dall’espresso,
spazierà tra diversi gusti e aromi, tra ricette
calde e fredde, classiche o inaspettate, per
scoprire le infinite possibilità racchiuse in
un caffè.
Piazza Leon Battista Alberti – Mantova.
Da mercoledì 3 a domenica 7 settembre ore
11.00, 14.00, 18.00, 19.30.
Ingresso libero.
Iscrizioni al numero 334.6832043 o presso
la sede dei corsi.
www.unicaffe.com.
consorzio tutela grana padano
40 variazioni geometriche sul tema
Grana Padano
Grana Padano presenta una nuova
concezione di ricettario. Intervengono lo
scrittore Bruno Gambarotta, il direttore
generale del Consorzio Tutela Grana Padano
Stefano Berni e gli chef Danilo Augé, Stefano
Cerveni e Fabrizio Ferrari.
Tenda dei Libri, piazza Sordello – Mantova
sabato 6 settembre ore 10.30.
Ingresso libero
info@granapadano.it
msf – medici senza frontiere
Proiezione di MSF (UN)limited
Realizzato in occasione dei quarant’anni
della fondazione di Medici Senza Frontiere,
MSF (UN)limited racconta la storia
dell’azione umanitaria di MSF e raccoglie
testimonianze personali sulle sfide e i limiti
degli interventi con i quali l’Organizzazione si
deve confrontare ogni giorno. Introduzione al
film di Gabriele Eminente, Direttore Generale
di Medici Senza Frontiere Italia. Al termine
della proiezione dibattito con Roberto Scaini,
medico, operatore umanitario di MSF.
Tenda Sordello, piazza Sordello – Mantova
Venerdì 5 settembre ore 22.30
Ingresso libero.
touring club italiano
Presentazione del volume Tesoro
Italia
Interviene il curatore del volume Philippe
Daverio.
Museo Archeologico di Mantova, piazza
Castello – Mantova.
Mercoledì 3 settembre ore 18.00.
Ingresso libero.
www.touringclub.it
commissione europea –
rappresentanza a Milano
Chiacchierando d’europa,
conversazioni e scambi di opinioni
tra amici
Tenda dei Libri, Piazza Sordello – Mantova
Venerdì 5 settembre – ore 10.30
Navetta Piazzale Montelungo – Piazza Sordello: dal parcheggio
di Piazzale Montelungo a Piazza Sordello con partenze ogni 20’.
Linea CC urbana: la linea che percorre tutto il centro storico con
partenze ogni 10’ durante il giorno e corse fino a mezzanotte.
Linea 12 urbana: ogni 30’ da zona BOMA a Corso Vittorio
Emanuele con prolungamento serale fino in zona Belfiore e corse
fino a mezzanotte.
Collegamenti con i parcheggi: linee 4 – 5 – 6 – 7 – 8 – 12 – CC
uniscono i principali parcheggi della città (Campo Canoa, Piazza
Anconetta, Porta Giulia) con il centro.
IN BUS A FESTIVALETTERATURA:
CON APAM MUOVERSI È PIÙ FACILE
MantovaVerona Airport
express
… e per chi arriva in aereo MantovaVerona Airport Express, il
collegamento bus navetta tra Mantova e l’Aeroporto “Catullo” di
Verona: 8 corse al giorno tutti i giorni e servizi dedicati per gruppi.
Per info: www.apam.it – 0376 230 339 – customer.care@apam.it
www.facebook.com/apam.mn – Twitter (@apam_mn)
E se non hai il biglietto acquista Mobile Ticket, il
biglietto urbano 75 minuti direttamente sul tuo cellulare:
• invia un sms al numero 4850201 con testo “APAM”
• scarica APAM Mobile, l’app che ti dà anche tutte le info sulle
linee APAM.
Bastano pochi click per ricevere il tuo biglietto in modo comodo,
semplice, immediato.
segnali di Festival:
pronti a partecipare?
Provate una sensazione di smarrimento appena arrivati a
Mantova? Non sapete come raggiungere i luoghi elencati
in programma? Segnali di Festival è stato pensato per
rimuovere tutti gli ostacoli che possono rendere impervio
il vostro cammino verso l’autore pù amato. Nel 2014
puntiamo a raccogliere tutte le informazioni utili per
riformare la segnaletica e l’accoglienza al Festival, per poi
entrare l’anno prossimo nella fase operativa.
Per far questo, abbiamo bisogno dei vostri suggerimenti,
ma non solo. Seguite gli aggiornamenti sul nostro sito e
siate gentili con i volontari che vi
avvicineranno a settembre per
farvi qualche domanda!
136 137
spostarsi a Mantova
TAXI
Radio TAXI: tel. 0376 368844 – 0376 322298 [ 5.00 > 1.00 ]
OSPEDALE CARLO POMA: tel. 0376.362491 [ 7.00 > 20.00 ]
PIAZZA CAVALLOTTI: tel. 0376.324407 [ 7.00 > 20.00 ]
PIAZZA SORDELLO: tel. 0376.324408 [ 7.00 > 20.00 ]
PIAZZA DON LEONI (stazione ferroviaria):
tel. 0376.325351 [ 5.00 > 1.00, orario continuato venerdì e sabato notte ]
PARCHEGGI
I principali parcheggi di Mantova si trovano in:
PIAZZA VIRGILIANA; PIAZZA ANCONETTA; PIAZZALE DI PORTA MULINA;
PIAZZALE RAGAZZI DEL ’99 (Stadio); PIAZZALE DI PORTA CERESE;
VIALE MINCIO; PIAZZALE MONTELUNGO (parcheggi gratuiti)
PARCHEGGIO MAZZINI – Via Mazzini; PIAZZA D’ARCO; LUNGOLAGO
GONZAGA; PIAZZA VITERBI; PIAZZALE GRAMSCI; VIALE RISORGIMENTO;
CAMPO CANOA; VIALE DELLA REPUBBLICA (parcheggi a pagamento)
MOTONAVI ANDES
SOCIETÀ DI NAVIGAZIONE FLUVIALE. Gite turistiche su Po, Mincio e Lagune venete.
tel. 0376.322875, e-mail andes@motonaviandes.it.
NOLEGGIO BICI
LA RIGOLA – via Trieste – tel. 0376.366677 – 335.6054958
MANTUA BIKE – viale Piave, 22/b tel. 0376.220909
NOLEGGIO AUTO:
L’AUTONOLEGGIO DI SGARBI FABIO – Via Learco Guerra, 13 – tel. 348.5257157
AUTONOLEGGIO CON CONDUCENTE – Via Valsesia, 42 – tel. 3282377527
AUTONOLEGGIO MARY RENT – Piazzale Porta Cerese, 20 – tel. 0376.381293
AUTONOLEGGI POLATO – Piazza San Giovanni, 4 – tel. 0376.323824
TUROLA AUTONOLEGGIO – Via Fernelli, 38 – tel. 0376.320532
ROSARIO PIRO TAXI DRIVER – Via Isabella D’Este, 29 – tel. 345.3403796
trasporto disabili
Anche quest’anno per le persone con disabilità fisica è attivo un servizio di trasporto
dedicato, curato da personale specializzato. I punti di accoglienza sono i parcheggi di
CAMPO CANOA e di PIAZZA VIRGILIANA.
Il servizio è gratuito e per accedervi è necessario prenotare entro martedì 2 settembre.
Per informazioni e prenotazioni:
tel. 338.6617278 (Graziella) dal lunedì al venerdì ore 9.00-13.00 e 16.00-19.00.
P
P
come raggiungere Mantova
AUTO
Mantova è raggiungibile dall’AUTOSTRADA A22 Modena-BRENNERO
uscite Mantova SUD – località Bagnolo San Vito, 10 km dalla città
Mantova NORD – San Giorgio di Mantova, 5 km dalla città
CARPOOLING
Raggiungi Festivaletteratura in modo economico ed ecologico condividendo un
passaggio in auto. Sul nostro sito trovi le informazioni necessarie per cercare e offrire
passaggi da e per il Festival.
FESTIVALBUS
In collaborazione con APAM, nasce quest’anno uno speciale servizio di navetta
per poter restare al Festival dal mattino alla sera senza il patema del rientro o del
parcheggio da trovare. Il servizio autobus dedicato sarà attivo nei giorni di venerdì 5,
sabato 6 e domenica 7 settembre su due tratte:
Milano-BRESCIA-Mantova
• andata: partenza dalla Stazione Centrale di Milano ore 6.30, sosta a BRESCIA Stazione
FS ore 7.45, arrivo a Mantova – piazza Sordello ore 9.00
• ritorno: partenza da Mantova – piazza Sordello ore 23.30, sosta a BRESCIA Stazione
FS ore 0.45, arrivo alla Stazione Centrale di Milano ore 2.00 (domenica partenza da
Mantova ore 20.00, sosta a BRESCIA ore 21.15, arrivo a Milano ore 22.30).
Bologna-Modena-Mantova
• andata: partenza dalla Stazione Centrale di Bologna ore 7.15, sosta a Modena Stazione
FS ore 8.00, arrivo a Mantova – piazza Sordello ore 9.00
• ritorno: partenza da Mantova – piazza Sordello ore 23.30, sosta a Modena Stazione
FS ore 0.30, arrivo alla Stazione Centrale di Bologna ore 1.15 (domenica partenza da
Mantova ore 20.00, sosta a Modena ore 21.00, arrivo a Bologna ore 21.45).
Costo: a/r 10 €, solo andata o solo ritorno 5 € • è necessaria la prenotazione.
Per informazioni e prenotazioni: tel. 0376.224108 – festivalbus@festivaletteratura.it
TRENI
Per Mantova sono previsti collegamenti ferroviari dalle stazioni di:
Milano, Verona, Modena, Bologna, PADOVA, FERRARA, PAVIA.
La stazione dista pochi minuti a piedi dal centro storico.
AEROPORTO VALERIO CATULLO (VILLAFRANCA VR)
È attivo un servizio giornaliero di BUS NAVETTA che collega l’aeroporto VALERIO
CATULLO di VILLAFRANCA (tel. 045.8095666) con la stazione di Verona PORTA
NUOVA con corse ogni 20 minuti a partire dalle 6.35 fino alle 23.35. Per la tratta
Verona PORTA NUOVA – aeroporto VALERIO CATULLO il bus navetta è attivo
dalle 5.20 alle 23.10 con corse ogni 20 minuti.
MantovaVerona AIRPORT EXPRESS, il collegamento bus navetta tra Mantova
e l’aeroporto Valerio Catullo di Verona: 8 corse al giorno, tutti i giorni e servizi
dedicati per gruppi. Biglietto di corsa semplice 5,00 €.
AEROPORTO ORIO AL SERIO (BG)
Per chi arriva in aereo presso l’aeroporto di ORIO AL SERIO, nella zona Arrivi, troverete
numerose società di autonoleggio e noleggio con conducente.
CAMPER
Punti di sosta attrezzati con scarico e servizi igienici e docce
AREA SPARAFUCILE – via Legnano, 1/a – Mantova
PARCO PAGANINI – via Fiera, 11 – località Grazie di Curtatone (MN)
dove mangiare
i ristoranti
Ambasciata
Via Martiri di Belfiore, 33 –
Quistello (MN)
p 0376.618255
www.ristoranteambasciata.com
ristoranteambasciata@yahoo.it
Antica Osteria delle Erbe
Piazza Erbe,16 – Mantova
p 0376.225880
www.ristorantedelleerbe.it
info@cadelleerbe.it
Aquila Nigra
Vicolo Bonacolsi, 4 –
Mantova
p 0376.327180
f 0376.226490
www.aquilanigra.it
Azienda agrituristica Il
Galeotto
Via Galeotto, 2 – Gazzo di
Bigarello (MN)
p e f 0376.229165
www.ilgaleotto.it
info@ilgaleotto.it
possibilità di alloggio
Centro Culturale Arci
Papacqua Cucina Vegetariana
e Biobar
Via Daino, 1 – Mantova
tel 0376.364636
www.papacqua.it
info@papacqua.it
Coracino Napoli Take
Away
Piazza 80° Fanteria, 8 –
Mantova
p e f 0376.1590302
www.coracino.it
info@coracino.it
Il Rifugio Osteria con
Ormeggio
Lungo lago dell’Arlecchino, 4
(zona Belfiore) – Mantova
p 0376.288367
Il Tesoro Living Resort
Via Settefrati, 96 – Rivalta
sul Mincio, (MN)
p 0376.681381
f 0376.654203
www.tesororesort.it
info@tesororesort.it
possibilità di alloggio
LaCucina Ristorante
Gastronomia Vendita
Prodotti
Via Oberdan, 17 – Mantova
p 0376.1513735
www.lacucina-Mantova.it
info@lacucina-Mantova.it
Locanda delle Spezie
Piazza Sordello, 13 – Mantova
p 0376.369716
saporidispezie@gmail.com
Ristorante Cortaccia
Biocucina
Corte dei Sogliari, 6 – Mantova
p e f 0376.368760
www.cortaccia.com
ristorante@cortaccia.com
Ristorante GialloZucca
Corte dei Sogliari, 4 – Mantova
p e f 0376.222817
c 335.6869686
www.giallozucca.it
maurizio.lazzati@libero.it
Ristorante Grifone Bianco
Piazza Erbe, 6 – Mantova
p 0376.362798
www.grifonebianco.com
Trattoria “Al Portichetto”
Via Portichetto, 14 – Mantova
p 0376.1960620
c 335.6688500
www.portichetto.Mantova.it
trattoria@portichetto.Mantova.it
Trattoria Cento Rampini
Piazza Erbe, 11 – Mantova
p 0376.366349
f 0376.321924
www.ristorantecentorampini.com
100.rampini@libero.it
Trattoria e Ristorante
L’Ochina Bianca
Via G. Finzi, 2 – Mantova
p 0376.323700
f. 0376.327077
www.ochinabianca.it
ochinabianca@hotmail.it
bar, caffetterie
e gelaterie
Antoniazzi – Caffè Borsa
Corso della Libertà, 6 –
Mantova
p 0376.224310
Bar Venezia
Piazza Marconi, 10 – Mantova
p 0376.363499
www.barvenezia.it
info@barvenezia.it
Pappa Reale
Via Chiassi, 89 – Mantova
p 0376.365517
www.gelateriapappareale.it
alberghi e b&b
Abc Comfort Hotel Mantova
City Centre***
Piazza Don Leoni, 25/ 27 –
Mantova
p 0376.322329
f 0376.310303
www.hotelabcmantova.it
info@hotelabcmantova.it
Albergo Bianchi Stazione***
Piazza Don Leoni, 24 –
Mantova
p 0376.326465
f 0376.321504
www.albergobianchi.com
info@albergobianchi.com
Antica Dimora Mantova
City Centre****
Corso Vittorio Emanuele II,
89 – Mantova
p 0376.325002
f 0376.310303
www.anticadimoramantovana.it
info@anticadimoramantovana.it
Best Western Hotel
Cristallo****
Via Cisa, 1 – Borgo Virgilio (MN)
p 0376.448391
f. 0376.440748
www.hotelcristallomantova.it
info@hotelcristallomantova.it
Casa San Domenico
Vicolo Scala, 8 – Mantova
p 335.259292
f 0376.466931
www.casasandomenico.it
info@casasandomenico.it
Consorzio agrituristico
mantovano “Verdi terre
d’acqua”
Strada Chiesanuova, 8 –
Mantova
p 0376.324889
f 0376.289820
www.agriturismomantova.it
info@agriturismomantova.it
Hotel Dante Residence
Via Francesco Agazzi, 9 –
Mantova
p 0376 326425
f 0376.221141
www.hoteldantemn.it
info@hoteldantemn.it
Hotel dei Gonzaga***
Piazza Sordello, 52 –
Mantova
p 0376.321533
f 0376.226010
www.hoteldeigonzagamantova.it
info@hoteldeigonzagamantova.it
Hotel Villa Alessia****
Piazza Sordello, 8 – Palidano
di Gonzaga (MN)
p 0376.532329
f 0376.507241
www.hotelvillaalessia.it
info@hotelvillaalessia.it
La Favorita Hotel****
Via S. Cognetti de Martiis,
1 – Mantova
p 0376.254711
f 0376.254701
www.hotellafavorita.it
info@hotellafavorita.it
Mantegna***
Via F. Filzi, 10 – Mantova
p 0376.328019
f 0376.368564
www.hotelmantegna.it
info@hotelmantegna.it
Ostello Ca’maleonte
Via del Parco, 1 – Palidano di
Gonzaga (MN)
p 0376.508370
c 335.5292604
www.centrocamaleonte.it
info@centrocamaleonte.it
Palazzo Castiglioni Luxury
Suites and Rooms
Piazza Sordello, 12 –
Mantova
c 348.8034576
p 0376.367032
www.palazzocastiglionimantova.com
palazzocastiglioni@gmail.com
Residence In Centro
Via Viani, 26 – Mantova
p 0376.220477
f 0376.368914
www.residenceincentro.com
info@residenceincentro.it
dove dormire
IL CAMPEGGIO DEL Festival
Vuoi vivere l’esperienza del Festival en plein air?
Dopo il successo degli scorsi anni, torna il campeggio
di Festivaletteratura!
Il campeggio temporaneo, gestito in collaborazione con Aster,
trasforma l’area di sosta in via Legnago 1/A solitamente riservata
ai CAMPER in uno spazio aperto anche a coloro che intendono
soggiornare a Mantova in tenda.
Il campeggio sarà attivo da martedì 2 a domenica 7 settembre
(sarà necessario lasciare il campeggio entro le ore 12.00
di lunedì 8 settembre).
Il costo a persona per chi soggiorna in tenda è di 5,00 € per una
notte, 15,00 € per tutto il periodo del Festival • Non è previsto un
costo aggiuntivo per piazzola • Il campeggio è dotato di docce
e di servizi igienici e di una reception con materiali informativi
su Festivaletteratura • Non è attivo all’interno della struttura un
servizio bar/ristorante.
Per chi arriva in auto, sarà possibile
parcheggiare presso l’adiacente parcheggio
gratuito di Campo Canoa, o negli altri
parcheggi indicati sulla mappa del Festival.
Non sono previsti posti auto all’interno
dell’area del campeggio.
Se sei interessato/a a pernottare in tenda al campeggio del
Festival, invia subito una email all’indirizzo campeggio@
festivaletteratura.it specificando il tuo nome, la città da cui
provieni e il numero di persone per cui vuoi prenotare.
Il pagamento avverrà direttamente all’arrivo in campeggio.
Per qualsiasi informazione scrivici a
campeggio@festivaletteratura.it
Il campeggio temporaneo rientra nelle azioni di
Antoniazzi – Pasticceria e
Banqueting
Sede e pasticceria
Via Romana Conventino, 15 –
Bagnolo San Vito (MN)
Show room
Via del Lavoro, 26 – Bagnolo
San Vito (MN)
p 0376.414107
f 0376.414326
Caff è Borsa
Corso della Libertà, 6 –
Mantova
p 0376.225818
www.antoniazzi.biz
info@pasticceriaantoniazzi.it
Azienda Agricola la
Cavalchina
Strada Sommacampagna, 7
Custoza (VR)
p 045.516002
f 045.516257
www.cavalchina.it
Azienda Agricola la
Prendina
Strada San Pietro, 86
Monzambano (MN)
p 0376.809450
Bernardelli Donna
Via Roma, 20 – Mantova
p 0376.320212
Bernardelli Uomo
Piazza Marconi, 27 – Mantova
f 0376.221619
www.bernardellistores.it
Bertoi Sport
Corso Garibaldi, 70 –
Mantova
p e f 0376.324698
www.bertoisport.it
bertoi.sport@libero.it
Bonini Fiori di Alessandro
Bonini
Via XX settembre, 1 – Mantova
p e f 0376.324683
www.boninifi ori.it
info@boninifi ori.it
Bustaff a Giovanni di Massimiliano
Bustaff a
Via Legnago, 2/a – Mantova
p 0376.372733
f 0376.374731
www.bustaff afl oricoltura.com
info@bustaff a.com
Cantina Gonzaga
V.le Stazione, 39 – Gonzaga (MN)
p 0376.58051
f 0376.528038
www.cantinagonzaga.it
info@cantinagonzaga.it
Cantine Virgili
Via Donati, 2 – Mantova
p 0376.322560
f 0376.223323
www.cantinevirgili.it
info@cantinevirgili.it
Check Point
Piazza Virgiliana, 16 – Mantova
p 0376.360059
mantova16@check-point.it
Città del Sole
Via Cappello, 1 – Mantova
p 0376.369801
www.cittadelsole.com
Mantova@cittadelsole.com
Claudia Acconciature
Via Bertani, 36 – Mantova
p 0376.365273
Corraini Edizioni
Via Ippolito Nievo, 7/a –
Mantova
p 0376.322753
f 0376.365566
www.corraini.com
info@corraini.com
Duefarmacie
Via Libertà, 4 – Soave (MN)
p 0376.300641
Via Verona, 35 – Mantova
p 0376.399949
www.duefarmacie.it
Ermes Ponti
Via Romana Zuccona, 18 –
Bagnolo S. Vito (MN)
p 0376.251266
f 0376.251272
www.ermesponti.it
info@ermesponti.it
Etrè
Piazza Marconi, 1 – Mantova
p 0376.320291
Genuitaly produzione
Pasta Fresca
Via Puglia, 18 – Bigarello
(MN)
p 0376.457074
f 0376.457075
www.genuitaly.com
info@genuitaly.com
La Bottega di Levoni
Piazza Caduti di Nassirya,
1/2 – Castellucchio (MN)
p 0376.434011
La Feltrinelli Libri e Musica
Via Roma, 8 – Mantova
p 0376.369733
f 0376.244679
www.lafeltrinelli.it
Mantova@lafeltrinelli.it
Le Tamerici Scuola di
Cucina
Via Romana Zuccona, 208 –
San Biagio (MN)
p 0376.253371
f 0376.253358
www.letamericsrl.com
info@letamericisrl.com
Libreria Galleria Einaudi
Corso Vittorio Emanuele II,
19 – Mantova
p e f 0376.365854
einaudi.mn@tin.it
Librerie.coop Nautilus
Piazza 80° Fanteria, 19 –
Mantova
p 0376.360414
f 0376.323406
Mantova Giochi
Via Gelso, 6 – Mantova
p 0376.384915
www.mantovagiochi.com
info@mantovagiochi.com
Mollard Calzature Borse
Accessori
Via Verdi, 35 – Mantova
p e f 0376.320515
www.mollard.it
a.mollard@libero.it
OK viaggi
Viale Gorizia, 21 – Mantova
p 0376.288044 – 0376
288089
f 0376.382710
info@okviaggimantova.it
Panetterie Randon Pasta
fresca e dolci buoni come
il pane
Via Chiassi, 105 – Mantova
p 0376.323752
Corso Vittorio Emanuele II,
128 – Mantova
p 0376.324794
Strada Castelletto, 181 –
Mantova
p 0376.302044
Via Kennedy, 15 – Porto
Mantovano (MN)
p 0376.392769
Via Einaudi, 7 – Porto Mantovano
(MN)
p 0376.390966
Via Guastalla, 5 – S. Giorgio (MN)
p 0376.270555
Via Berlino, 15 – Porto Mantovano
(MN)
p 0376.389262
www. panetteriarandon.it
info@panetteriarandon.it
Pastaio Agostino
Strada Bertuzzi, 20/a –
Contrada Zecchini – Castel
Goff redo (MN)
p 0376.1816211
f 0376.1816217
www.pastaioagostino.it
info@pastaioagostino.it
Salumeria Bacchi Giovanni
Via Orefi ci, 16 – Mantova
p 0376.323765
Systemcopy
Viale Montello, 13 – Mantova
p 0376.366275
f 0376.221695
info@systemcopy.net
dove fare shopping
La Fondazione
raff orza i legami
di solidarietà
e responsabilità sociale
per il miglioramento
della qualità della vita.
www.fondazione.Mantova.it
comitato organizzatore festivaletteratura
Laura Baccaglioni, Carla Bernini, Annarosa Buttarelli, Francesco Caprini,
Marzia Malerba, Luca Nicolini (presidente), Paolo Polettini, Gianni Tonelli.
segreteria festivaletteratura
Benedetta Cantoni, Alessandro Della Casa, Sara Fravezzi, Donatella Gilioli,
Marella Paramatti, Gioia Polettini, Salvatore Satta, Arianna Tonelli
associazione filofestival
Consiglio direttivo: Silvia Cosimini, Gabriele Fulgeri, Stefano Mazzocchi
(presidente), Gianni Sgarbi, Graziella Storti.
organizzazione tecnici e volontari
Coordinamento autisti: Johan Kjällman
Coordinamento redazione Festival: Anna Corraini, Pietro Corraini;
referenti di settore: Francesca Andreazzoli, Martina Madella, Gabriele
Mari, Matilde Silla Sgarbi (testi), Maurizio Bezzecchi, Mattia Mozzini
(foto), Giacomo Magnanini (video)
Coordinamento blurandevù: Chiara Codecà, Alessandra Cussini,
Giuseppe Nicolini, Sara Selini
Consulente informatico: Alessio Cantarelli
Social media editor: Ton Vilalta
Logistica: Michele Albani, Iacopo Braguzzi, Sebastiano Caleffi , Francesco
Galli, Gabriele Grespan, Alberto Marsotto, Pietro Mattioli, Nicola Saccani,
Alessandro Sogni, Riccardo Visentini
Biglietteria: Benedetta Andrigo, Alessandra Landi, Alberto Rigamonti
Ospitalità volontari: Franco Fontanesi
Servizi tecnici: Roberto Biondani, Maurizio Lionetti
Supporto segreteria: Camilla Ariotti, Stefania Bertuccio, Stefano
Buttarelli, Oriol Fuster i Cabrera, Nadia Gaeti, Irene Gandolfi , Eleonora
Guerra, Melisa Kljuca, Edo Monicelli, Sergio Monicelli, Aline Reinelt,
Andrea Rigattieri
Coordinamento traduttori e interpreti: Laura Cangemi
Consulenti al programma: Simonetta Bitasi, Raff aele Cardone, Peter
Florence, Matteo Polettini
La rassegna di fi lm Pagine nascoste è a cura di Stefano Campanoni
e Sergio Fant – Cineagenzia
Gli accenti sono presentati da Maurizio Matrone e Giovanni Zucca
Consulenza legale: Studio legaleTommaso Tonelli
archivio festivaletteratura
Coordinamento: Manuela Soldi, consulenza: Danilo Craveia
Collaboratori: Natasha Bongiovanni, Giorgia Nanni, Michele Triboli
Stagisti e volontari: Floriana Rossoni, Gilberto Roccabianca, Michał
Stryczek
Progetto grafi co del programma a cura di Pietro Corraini con Maria Chiara Zacchi
e Giulia Semprini.
Le icone degli intermezzi sono disegnate a partire dalla collezione The Noun Project (www.
thenounproject.com), in particolare si ringrazia pondera fm (bicicletta), Proletkult Graphik (telefono),
Marwa Boukarim (cellulare), John Caserta (fax)
sponsor tecnici
il caff è
i materiali per i laboratori
la pulizia della città
e del verde
l’arredo verde
le automobili e le biciclette
per gli autori
i computer della redazione
il punto di ristoro di
Festivaletteratura
l’arredo fl oreale
i prodotti di igiene e pulizia
la penna
l’associazione
filofestival
è nata nel 1997, alla vigilia della
prima edizione di Festivaletteratura,
per iniziativa di un gruppo
di cittadini di Mantova animati
dal desiderio di contribuire
alla realizzazione di un sogno:
organizzare una vera e propria
festa che mettesse, per una
volta, al centro autori e pubblico
e off risse loro la possibilità di
incontrarsi da vicino. Da allora,
ogni anno, a settembre, per
cinque giorni la città è invasa da
volontari in “maglietta blu” che
si impegnano in tutte le attività
organizzative del Festival.
Oggi gli amici del Festival sono
oltre 2000 e vengono da ogni
parte d’Italia. I soci, oltre a
partecipare alle attività che
l’Associazione organizza durante
l’anno, hanno diritto a sconti sui
biglietti del Festival, alla priorità
nelle prenotazioni e ricevono
informazioni su Festivaletteratura
durante tutto l’anno.
Essere soci costa solo 20 euro
all’anno, 12 per i ragazzi sotto
i 25 anni e 6 per i bambini fi no a 12
anni. Naturalmente puoi diventare
socio sostenitore e versare
qualche cosa in più. Le iscrizioni
per il 2014 terminano il 3 agosto.
Il versamento può essere fatto con
carta di credito attraverso il sito
internet www.festivaletteratura.
it o direttamente presso la sede di
via Castiglioni 4 a Mantova.
Le iscrizioni tramite conto corrente
postale sono terminate il 30 giugno.
supporti
informatici
l’organizzazione viaggi
le polo dei volontari
Piazza Virgiliana, 16 (MN)
l’acqua
i mezzi per le
squadre volanti
gli ombrelli
il software di gestione
dell’amministrazione
i servizi di sorveglianza
le biciclette degli autori l’ADSL
gli automezzi per
la logistica
l’arredo dell’uffi cio stampa
e altri luoghi
Ringraziamenti
La rete di relazioni, di contatti e collaborazioni che permette ogni anno di riprendere
l’avventura del Festival si rinforza e si allarga per questa nuova edizione. Come da
tradizione vogliamo riservare questa pagina conclusiva del programma per ringraziare
gli enti, le associazioni, le tante persone che, in modo diverso ma ugualmente prezioso,
hanno voluto impegnarsi per regalare i consueti cinque giorni di festa alla vasta comunità
che attende Festivaletteratura.
Il primo pensiero va a tutti coloro che hanno messo a disposizione del Festival
gli spazi storici e monumentali della città per farne i luoghi degli incontri con gli
autori. Ringraziamo in modo particolare la Soprintendenza per il Patrimonio Storico
Artistico e Demoantropologico di Mantova per la concessione degli spazi della reggia
gonzaghesca di Palazzo Ducale, la Diocesi di Mantova per la Basilica Palatina di Santa
Barbara, la Camera di Commercio per l’ospitalità offerta tutto l’anno alla segreteria
di Festivaletteratura negli uffici di via Castiglioni, e così tutti gli altri enti, istituzioni e
associazioni che aprono quest’anno le porte al Festival. Non meno importanti sono gli
spazi concessi per l’accoglienza di tutti coloro che partecipano al Festival da parte di
Aster (l’area di Sparafucile attrezzata a campeggio), di For.Ma. (la mensa per ospiti e
volontari), l’Assessorato alla Pubblica Istruzione e allo Sport del Comune di Mantova e
l’Assessorato all’Edilizia Scolastica delle Provincia di Mantova (le strutture per l’ospitalità
dei volontari che vengono da altre città).
Una proposta così ampia è resa possibile anche dal proficuo rapporto di collaborazione
instaurato negli anni con le case editrici. Per questa diciottesima edizione vogliamo
soprattutto ringraziare 66thand2nd, ADD, Adelphi, Angelica, Archinto, Atmosphere,
Baldini Castoldi Dalai, Bao Publishing, Besa, Bollati Boringhieri, Bompiani, Bruno
Mondadori, Carocci, Il Castoro, Chiarelettere, Coconino press, Comma 22, Contrasto
Due, Corbaccio, Corraini, De Agostini, Donzelli, Editoriale Scienza, Edizioni Ambiente,
Edizioni Messaggero, Edizioni Paoline, EDT, E.Elle, Effigie, Einaudi, Einaudi Ragazzi,
Electa, Eleuthera, Elliott, Emi, Et.Al, E/O, Fazi, Feltrinelli, Gallucci, Garzanti, Giunti,
Guanda, Hacca, Illisso, Iperborea, ISBN, Keller, La Giuntina, La Nuova Frontiera, Lapis,
Laterza, Liberaria, Lindau, Longanesi, L’Orma, Manni, Marcos y Marcos, Marsilio,
Medusa, Metropoli d’Asia, Mondadori, Moretti e Vitali, Il Mulino, Multiplayer, Neri
Pozza, Nottetempo, Nutrimenti, Nuova cultura, Nutrimenti, Odoya, Piemme, Playground,
Ponte alle Grazie, Quodlibet, Raffaello cortina, Rizzoli, Rosenberg & Sellier, Rue Ballu, Il
Saggiatore, Salani, San Paolo, Sellerio, Sinnos, Sironi, Skira, Slow Food Editore, Sperling &
Kupfer, SVpress, Voland.
Sono come sempre una folla coloro che, a titolo personale, si sono impegnati anche
quest’anno per la buona riuscita della manifestazione. Non vogliamo privarci del consueto
piacere di citarli uno ad uno, pur sapendo di poter incappare in qualche dimenticanza:
Silvia Alessandri, Luciano Alfani, Gianfranco Allari, Franco Amadei, Mattia Amadei,
Andrea A Marca, Cecilia Andorno, Benedetta Andrigo, Giuliano Annibaletti, Quinto
Antonelli, Stefano Arrighetti, Mario Artioli, Corina Badelita, Giovanna Ballin, Giulia
Barbieri, Elisabetta Bartuli, Davide Bassi, Stefano Benetti, Francesca Bonaffini, Cristina
Bonaglia, Sandra Boninelli, Roberto Borroni, Giuliano Bottani, Molly Bourne, Fabio
Bozzoli, Elisa Brandoli, Michela Bricoli, mons. Roberto Busti, Monica Cacciani, Sara
Calciolari, Enza Campino, Basso Cannarsa, Renata Casarin, Francesco Catastini, Cristina
Cattafesta, Piero Cavallari, Leonardo Cendamo, Marco Chiarotti, Alessandro Colombo,
Giovanni Contini, Lyndy Cooke, Sergio Cordibella, Maurizio Corraini, Roberto Cremonesi,
Enrico Dall’Oglio, Emilio Dal Monte, Aldo De Battisti, Giuliana De Gasperi, Marco De
Pietri, Sandra De Santis, Julien Donadille, Carlo Fabiano, Antonio Fanelli, Ofra Farhi,
Cecilia Fante, Inge Feltrinelli, Daniela Ferrari, Paola Ferrario, Silvia Fiaccadori, Antonella
Folchi, Arianna Fornari, Davide Furini, Primo Gaburri, Daniela Gabutti, Paolo Galeotti,
Paola Ghinelli, Paola Gibbin, Giovanni Giovannetti, don Riccardo Gobbi, Cesare Guerra,
Gianpiero Guerreschi, Gisella Le Pera, Stefano L’Occaso, Nicola Locatelli, Marco Lodi,
Maurizio Lotti, Marina Lucchetta, Elena Magri, Elia Malagò, Graziano Mangoni, don
Gianfranco Manzoli, Susanna Mari, Daniela Mariotti, Daniele Mattioli, Maria Grazia
Mazzitelli, Gianpiero Meazza, Antonietta Micheli, Sara Miyata, Luca Molinari, Giorgio
Nadalini, Paolo Nardini, Matteo Nicolini, Lia Nordera, Davide Oneda, Eugenio Pacchioli,
Irma Pagliari, Elisa Palermo, Giovanna Paolozzi Strozzi, Giancarlo Pascal, Alessandro
Pastacci, don Renato Pavesi, Valerio Pellizzari, Graziano Peruffo, Chiara Pisani, Massimo
Pistacchi, Fabio Poggiolini, Gabriella Poltronieri, Elsa Riccadonna, Alberto Rosignoli,
Floriana Rossoni, Tiziana Scanu, Andrea Scappi, Luca Scarlini, Ulrich Schreiber, Maria
Letizia Sebastiani, Nicola Sodano, Fabrizio Spada, Salvatore Dario Spanò, Paola Stefani,
Alessia Tonini, Mario Tosi, Ilenia Ucci, Lorenzo Ventura, Ildebrando Volpi, Walter
Zafarana, Raffaella Zaldini, Francesca Zaltieri, Carlo Zanetti, Marco Zanini, Benedetta
Zecchini, i volontari della Condotta Slow Food di Mantova e – insostituibili – le mascotte
del Festival Arturo, Lasco e Leopoldo.
Il più sentito, il più riconoscente, il più gioioso ringraziamento va ancora una volta ai
volontari dell’Associazione Filofestival, accorsi in centinaia anche quest’anno da tutta
Italia e dall’estero per allestire e gestire i luoghi degli eventi, vendere biglietti, informare il
pubblico, accogliere e accompagnare gli ospiti, comunicare e documentare tutto ciò che
accade nei cinque giorni della manifestazione. Se il Festival riesce ogni anno così bene, è
solo grazie alla loro dedizione e al loro entusiasmo.
L’Archivio di Festivaletteratura, con il suo patrimonio
di registrazioni audiovisive e sonore, di documenti e fotografie,
è pronto ad accogliere, come sempre, quanti vogliano
approfondire una tematica o un autore, rivivere un evento,
ripercorrere il programma di un’edizione passata trovando
nuovi spunti.
Ma da quest’anno c’è di più.
• Durante il Festival l’Archivio produrrà contenuti specifici,
grazie agli incontri di Testimoni d’archivio (eventi 36, 98, 161),
durante i quali saranno raccolte le voci di alcuni testimoni vissuti
accanto a personaggi che hanno infl uenzato la storia del
novecento. Le testimonianze saranno video-registrate ed entreranno
a far parte del patrimonio dell’Archivio.
• Dall’autunno 2014 l’Archivio metterà a disposizione di biblioteche,
associazioni, scuole e altre realtà interessate i pacchetti
multimediali realizzati a partire dai propri documenti in occasione
di progetti presentati nelle passate edizioni: da Quaderni
di scuola (2011) fi no a Latinoamericana (2013), passando attraverso
Voci dal mondo arabo (2011) e Dai nostri inviati (2012).
• A partire da fi ne 2014 sarà disponibile online un opac attraverso
il quale il pubblico potrà eseguire ricerche approfondite
all’interno degli inventari del patrimonio dell’Archivio. Che
l’oggetto della ricerca sia un ospite, un luogo del Festival, una
tematica trattata all’interno degli eventi, l’utente potrà conoscere
con esattezza il tipo di materiali presenti in archivio relativi
ai suoi interessi.
• Dai primi mesi del 2015 l’Archivio inviterà gli studenti delle
scuole superiori a partecipare alla promozione del proprio patrimonio.
Ai ragazzi sarà off erta una formazione di base sugli
archivi e gli strumenti per la ricerca e sul Festival, grazie alla
quale potranno realizzare progetti e percorsi di valorizzazione
tematici, gallery fotografi che e sonore. Un approccio inusuale
per addentrarsi nella produzione culturale contemporanea attraverso
la viva voce dei suoi protagonisti.
per informazioni e contatti:
0376.225768 | archivio@festivaletteratura.it
L’ARCHIVIO DI FESTIVALETTERATURA
Mantova
3 7 settembre
2014
Illustrazione di copertina: Giacomo Bagnara. Composizione grafi ca: Maxistudio – Viadana Stampa: Arti Grafi che Castello – Viadana

Uncategorized

HENRI CARTIER-BRESSON FOTOGRAFO Villa Reale di Monza Secondo Piano Nobile 20 ottobre 2016 – 26 febbraio 2017 @Villarealemonza @HENRICARTIERBRESSON

140 scatti di Henri Cartier Bresson, in mostra alla Villa Reale di Monza dal 20 ottobre, dedicati al grande maestro, per immergerci nel suo mondo,  per scoprire il carico di ricchezza di ogni sua immagine, testimonianza di un uomo consapevole, dal lucido pensiero, verso la realtà storica e sociologica.     Prostitute. Calle Cuauhtemoctzin, Città del […]

Read More
Uncategorized

La storia ed il futuro di Crespi d’Adda #cameradeideputati @Crespidadda

L’esperienza di Crespi d’Adda sarà uno degli argomenti del convegno “Il Patrimonio industriale in Italia. Da spazi vuoti a risorsa per il territorio”, che si svolgerà il prossimo 7 ottobre 2016, a Roma, presso la Camera dei Deputati a Palazzo Montecitorio. L’evento, promosso dalla Senatrice Michela Montevecchi, e organizzato da Simona Politini, sarà un’occasione unica […]

Read More
Uncategorized

EVENTI CULTURALI E STREET-ART, PASSA DA QUI IL RILANCIO DEL MERCATO COPERTO DI LORENTEGGIO #eventiculturalimilanesi

COMMERCIO. EVENTI CULTURALI E STREET-ART, PASSA DA QUI IL RILANCIO DEL MERCATO COPERTO DI LORENTEGGIO Tajani: ”Il percorso fatto di commistione tra vendita, socializzazione, arte e cultura rappresenta un modello di riferimento per il futuro di molte strutture simili, contribuendo a riportare i mercati coperti al centro della vita dei quartieri” Milano, 7 ottobre 2016 […]

Read More