NADIA KUPRINA DA LA GRANDE BELLEZZA AI CONCERTI DELLA DE SONO martedì 3 giugno 2014, ore 20.30, Conservatorio «G. Verdi», Torino

Martedì 3 giugno 2014 – ore 20.30

Conservatorio«G. Verdi», Piazza
Bodoni 6, Torino, De Sono

Nadia Kuprina

Luci e ombre

Archi De
Sono

orchestra
da camera

Alessandro
Moccia

primo
violino concertatore

Nadia
Kuprina

soprano

Frank Martin (1890-1974)

Études pour orchestre à
cordes

Benjamin Britten (1913-1976)

Les illuminationsper voce e orchestra

Dmitrij Šostakovič (1906-1975)

Sinfonia da camera in la
bemolle maggiore op. 118bis

(arrangiamento di Rudolf Barshai del
Quartetto per archi n. 10 op. 118)

Il concerto è preceduto da una breve guida
all’ascolto a cura di Andrea Malvano

informazioni

ingresso libero

Telefono:
011.66.45.645

desono@desono.it
www.desono.it


NADIA KUPRINA

DA LA GRANDE BELLEZZA

AI CONCERTI DELLA DE
SONO

martedì 3 giugno 2014, ore 20.30, Conservatorio «G. Verdi»,
Torino

Luci
e ombre
è il titolo del concerto che il prossimo martedì 3 giugno alle 20.30scandisce l’ultimo appuntamento stagionale
dei concerti della De Sono. Protagonista della serata è il
soprano moscovita  Nadia Kuprina, la cui voce è stata
recentemente ammirata da tutti per la sua partecipazione nel ruolo di solista alle
scene iniziali del film La grande
bellezza
insieme al Torino Vocalensemble. Con a lei la formazione Archi De Sono,
fiore all’occhiello dell’Associazione torinese, che sotto la guida del suo Konzertmeister Alessandro Moccia, oggi primo
violino nell’Orchestre des Champs Elysées di Philippe Herreweghe, presenta al
proprio pubblico un programma che si snoda tra i meandri del Novecento storico
di Britten, Šostakovič e Martin.

La serata, che si svolge
come di consueto al Conservatorio di Torino, prende il via con gli Études pour orchestre à cordes del
compositore svizzero Frank Martin, opera costituita da cinque
movimenti dedicati all’esplorazione delle sonorità degli ensemble ad arco.
Segue Les illuminations per voce e
orchestra, capolavoro giovanile  di Benjamin Britten su testi del poeta simbolista
Arthur Rimbaud. Il concerto si conclude con la Sinfonia da camera in la bemolle
maggiore op. 118bis di Dmitrij Šostakovič, trascrizione a parti
allargate del Quartetto n. 10 op. 118 ad opera dei Rudolf Barshai e facente
parte di quella che Franco Pulcini ha definito «la produzione del disgelo»,
successiva alla morte di Stalin.

Il concerto, a ingresso libero
come di consueto, è introdotto da una breve guida all’ascolto a cura di Andrea Malvano.

Uncategorized

FESTIVAL VERDI 2017 ANTEPRIMA dal 28 settembre al 22 ottobre 2017 @FestivalVerdi #Festivalverdi

Jérusalem, Falstaff,La traviata, Stiffelio, Messa da Requiem Parma e Busseto, dal 28 settembre al 22 ottobre 2017                                                            www.teatroregioparma.it In occasione del debutto del Festival Verdi 2016, sabato 1 ottobre, il Direttore generale del Teatro Regio di Parma Anna Maria Meo ha annunciato in anteprima i principali appuntamenti del Festival Verdi 2017, che si svolgerà […]

Read More
Uncategorized

Buongiorno da Il Lombardia 2016‏ #Girolombardia @Girolombardia

Como, 1 ottobre 2016 – Buongiorno da Il Lombardia NamedSport, ultima Classica Monumento dell’anno, che celebra le 110 edizioni con un percorso selettivo con oltre 4.400 metri di dislivello. Partenza da Como ed arrivo a Bergamo dopo 241 km.  Guarda il Video di Eventinews24.com https://www.youtube.com/watch?v=bY2B6D5aeiI Al via tra gli altri Fabio Aru (Astana Pro Team) e Romain […]

Read More
Uncategorized

GIOVANNA D’ARCO DEBUTTA AL FESTIVAL VERDI #Parmateatro

GIOVANNA D’ARCO DEBUTTA AL FESTIVAL VERDI NEL NUOVO ALLESTIMENTO DI SASKIA BODDEKE E PETER GREENAWAY L’opera in scena nel secentesco teatro ligneo, con Ramon Tebar alla guida dei Virtuosi Italiani e del Coro del Teatro Regio di Parma e del cast composto da Vittoria Yeo, Luciano Ganci, Vittorio Vitelli, Gabriele Mangione, Luciano Leoni Teatro Farnese […]

Read More