MAURO OTTOLINI e SOUSAPHONIX Musica per una società senza pensieri – MERCOLEDI’ 15 GENNAIO TEATRO STUDIO ORE 21 AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA

Foto: Roberto Cifarelli

Mauro Ottolini – trombone, sousaphone, conchiglie, strumenti etnici
Dan Kinzelman – clarinetto, sax tenore, clarinetto basso, flauto
Guido Bombardieri – clarinetto, sax alto
Flavio D’Avanzo – tromba, flicorno
Titti Castrini – fisarmonica, organetto, armonio a pedali, piano, celesta
Enrico Terragnoli – chit elettrica, banjo, podofono
Peo Alfonsi – chitarra classica,
Vincenzo Vasi – voce, theremin, marimba, giocattoli, ukulele
Paolo Botti – viola, dobro, violino cinese.
Simone Padovani – percussioni, congas, bongo, jambè
Danilo Gallo – contrabbasso, balalaica, liuto basso, basso semiacustico
Zeno De Rossi – batteria, percussioni, grancassa
Vanessa Tagliabue Yorke – voce
Stephanie Ocean Ghizzoni – voce

MERCOLEDI’ 15 GENNAIO TEATRO STUDIO ORE 21
AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA
biglietti 15 euro

Dopo il successo di “Bix Factor”, il primo lavoro con Sousaphonix per la Parco della Musica Records, e la personale affermazione come musicista dell’anno nell’edizione 2012 del Top Jazz, Mauro Ottolini torna all’Auditorium Parco della Musica per una nuova recording session. In questo recording studio Ottolini registra dal vivo “Musica per una società senza pensieri”, il nuovo concept album di prossima uscita che propone un repertorio di musiche originali mescolate con atmosfere folk, improvvisazione e suoni contemporanei.

Ispirato a un’orchestra realmente esistita in Trentino intorno agli anni Venti – l’”Orchestra della società senza pensieri” – il nuovo lavoro di Ottolini e Sousaphonix nasce in occasione del 50° anniversario di composizione delle Folk Songs di Luciano Berio e proprio come quelle attinge a filastrocche, canzoni e ninnananne popolari, mescolandole a brani originali, canzoni e ballate in italiano, finlandese, francese, portoghese, russo, inglese, arabo, giapponese, turco, spagnolo.

I Sousaphonix aprono le loro frontiere ai suoni della terra e dell’abisso; nell’orchestra compaiono così le conchiglie e le pietre di Pinuccio Sciola, i flauti shinobue giapponesi e i sassofoni di bambù, zucche e corna di animali dallo straordinario artigiano Mondo Usai. Suoni tribali, dolci melodie talvolta arricchite dall’interferenza imprevista di una corale alpina, dalle voci di Vanessa Tagliabue Yorke, Stephanie Ocean Ghizzoni, Vincenzo Vasi; fisarmonica, organetti, flauti, percussioni, chitarra classica, viole e violini e naturalmente tutti gli strumenti di Otto. Un’orchestra che negli anni Venti suonava per far ballare la gente dopo la vendemmia o nelle feste dopo la mietitura, trasportata nella contemporaneità e travolta dai suoni metropolitani.

Info 06-80241281
www.auditorium.com

Stradivariusconcerti.com Uncategorized

HARD ROCK CAFE VENEZIA FESTEGGIA IL GIORNO DEL RINGRAZIAMENTO

In laguna, Giovedì 24 Novembre, l’Hard Rock Cafe di Venezia propone a tutti, americani in Italia, turisti e veneziani appassionati delle specialità e delle celebrazioni made in Usa, il Thanksgiving Menu dedicato che guarda alla tradizione e il meglio della musica americana di tutti i tempi.Per tutta la giornata, il Cafe veneziano porta in tavola […]

Read More
Uncategorized

Dal 15 Settembre 2016 apre ZELIG CABARET con la stagione “ANIMAli DA PALCOSCENICO”‏ @Zeligcabaret

Dal 15 settembre tornano ad accendersi i riflettori sul palco dello Zelig Cabaret di viale Monza 140, che inizia la sua trentesima edizione con ben 30 titoli in cartellone dal titolo…“ANIMAli DA PALCOSCENICO”. Un titolo che, se da una parte vuole ricordare che solo chi è capace di darsi al pubblico con lucida follia e […]

Read More
Uncategorized

Halloween 2016 nei Castelli Stregati @halloween2016 @castellistregati @CastelliDucato

Halloween 2016 nei Castelli Stregati Le prime proposte in anteprima dei Castelli del Ducato di Parma e Piacenza: giorni e notti indimenticabili a caccia di fantasmi nell’Emilia-Romagna più misteriosa Eventi per adulti e bambini con animazione, cene, visite guidate a lume di candela. Possibilità di dormire in Castello. Per le famiglie alla ricerca di piccoli […]

Read More