Press "Enter" to skip to content

Da sabato in cineteca: “spaghetti story”, come un film indipendente rischia di trasformarsi in un piccolo cult

Rimini Cineteca comunale

via gambalunga 27

http://www.spaghettistory.com/

 SPAGHETTI STORY

di Ciro De Caro (Italia 2013, 82’)

sabato 11 (ore 21), domenica 12 (ore 16.30 e 21) e
mercoledì 15 gennaio (ore 21)

Come un film indipendente rischia di trasformarsi in un piccolo
cult

È costato meno di una
Punto usata, è stato girato in 11 giorni e viene distribuito porta a porta. A
Roma, sotto Natale, ha riempito la platea e 
la cassa delle (poche) sale che hanno avuto il coraggio (e la lungimiranza)
di programmarlo ed ora sta diventando un caso nazionale. È il fenomeno
cinematografico del momento e il suo regista, Ciro De Caro, al suo esordio nel
lungo, dopo una militanza nel videoclip e nel film breve, è conteso da radio,
web e tv. È una commedia che racconta la precarietà e la generazione dei
trentenni e lo fa dall’interno di quel mondo, con la materia stessa di cui è
fatta quella precarietà: povertà di mezzi, di soldi, di opportunità, ma con una
riserva, che sembra inesauribile, di ottimismo, di ingegno e di leggerezza. Ne
sono protagonisti quattro giovani: Valerio, che sogna di fare l’attore e nel
mentre sbarca il lunario con piccoli lavoretti; la sua fidanzata, Giovanna, che
ha un contratto in scadenza da dottoranda; l’amico Scheggia, pusher di peso
leggero, che vive ancora sotto il tetto della nonna; e infine Serena, sorella
di Giovanna con la passione per la cucina orientale. Un film che colpisce nel
segno (e nel cuore) e che sorprende per la sincerità del tono, la brillantezza
dei dialoghi e la bravura degli attori, quasi tutti al debutto. Un piccolo
miracolo produttivo e creativo, che porta il titolo di SPAGHETTI STORY, in
programma alla Cineteca del Comune di Rimini (via Gambalunga 27) sabato 11 (ore
21), domenica 12 (ore 16.30 e 21) e mercoledì 15 gennaio (ore 21).

Mission News Theme by Compete Themes.