Orchestra I Pomeriggi Musicali – 69ª STAGIONE SINFONICA – Orchestra di Padova e del Veneto, 16 novembre 2013

69ª STAGIONE SINFONICA

ORCHESTRA I POMERIGGI MUSICALI

Direttore
Artistico: Massimo Collarini

Michele Carulli

Stagione 2013/2014

Sabato 16 novembre ore 17.00

Teatro Dal Verme

Via San Giovanni sul Muro 2 – Milano

Direttore: Michele Carulli

Orchestra di Padova
e del Veneto

Dvořák,Serenata in re minoreop. 44

per 2 oboi, 2
clarinetti, 2 fagotti, 3 corni, violoncello e contrabbasso

Mozart,Serenata in mi bemolle maggiore“Gran Partita”K 370 (361)

per 2 oboi, 2
clarinetti, 2 corni di bassetto, 4 corni, 2 fagotti, contrabbasso

Per questo sabato della 69ª
stagione sinfonica de I Pomeriggi Musicali sabato, l’appuntamento è con l’Orchestra
di Padova e del Veneto. Il pubblico del Teatro Dal Verme la sentirà esibirsi in
due serenate, la prima di AntonínDvořák
e la seconda di Wolfgang Amadeus Mozart.

MICHELE CARULLI, direttore

Michele
Carulli, pugliese di nascita, entra giovanissimo nell’Orchestra del Teatro alla
Scala come Clarinetto solista su invito di Claudio Abbado. Contemporaneamente
studia Composizione e Direzione d’orchestra al Conservatorio Giuseppe Verdi di
Milano. Passato successivamente dall’orchestra milanese a quella torinese della
RAI, si perfeziona in Direzione d’orchestra all’Accademia Musicale Pescarese e
al Tanglewood music center in America con Seiji Ozawa. Proprio con l’orchestra
torinese matura le prime esperienze direttoriali significative, collaborando
come Direttore assistente con direttori come Wolfgang Sawallisch, Lorin Maazel,
Carlo Maria Giulini, Riccardo Chailly, Giuseppe Sinopoli, e dirigendovi numerosi
Concerti. Di Giuseppe Sinopoli diventa assistente personale e, con lui, lavora
con famose orchestre. Sempre con Sinopoli e Sergio Sablich (Sovrintendente) ha
preso parte al cosidetto Progetto Sinopoli sull’Opera di Roma, assumendo la
carica di Direttore associato.Dopo avervi diretto rappresentazioni operistiche e concerti,
ha iniziato una carriera internazionale ottenendo inviti da importanti
complessi come le Orchestre della Radio di Francoforte, Monaco e Saarbrücken, i
Bamberger Symphoniker, i Berner Symphoniker, la Staatskapelle Weimar e i
Münchner Symphoniker.È stato invitato inoltre a dirigere produzioni
operistiche allo Staatsoper Nürnberg, all’Opera di Praga, allo Stadttheater St.
Gallen, al Landestheater Innsbruck, allo Staatstheater Koblenz, al Theater
Regensburg, allo Staatstheater Schwerin, al Teatro Nazionale di Tokyo. Nominato
Primo direttore dello Staatstheater di Saarbrücken nel 2002, vi resta fino al
2005, firmando nuove produzioni e riprese di successo (Entführung aus dem
Serail
, The Rake’s Progress, Le Contes d’Hoffmann, Il
Trovatore
, Lucia di Lammermoor, Un Ballo in Maschera, Andrea
Chenier
, La piccola volpe astuta, Der Fliegende Holländer, Dama
di Picche
, Arabella), e una prima mondiale: Madame la Peste
di Gerhard Stäbler. Dalla stagione 2005/2006 alla stagione 2012/2013 ha
ricoperto l’incarico di Generalmusikdirektor al Landesbühnen Sachsen di Dresda.
Ivi ha diretto oltre a concerti sinfonici (che hanno registrato notevole
incremento di pubblico oltre all’approvazione della critica) moltissime nuove
produzioni operistiche: un’acclamatissimo Otello (debutto 2005) oltre a Freischütz, Cosí fan tutte,
Zauberflöte
, Martha, Tosca, Rusalka., Eug. Onegin, Boheme. In Italia
lo scorso luglio ha tenuto il primo Corso di perfezionamento per direttori d’orchestra
nel comune di Palazzo San Gervasio (PZ). Nello stesso luogo, ha fondato
un’accademia annuale che offrirà i suoi corsi per tutto l’anno accademico a
partire dal prossimo novembre e che si avvarrà della collaborazione
dell’Orchestra Filarmonica di Cluj (Romania).

ORCHESTRA DI
PADOVA E DEL VENETO

L’Orchestra di
Padova e del Veneto si è costituita nell’ottobre 1966 e nel corso di
quarant’anni di attività si è affermata come una delle principali orchestre da
camera italiane nelle più prestigiose sedi concertistiche in Italia e
all’estero. L’orchestra è formata sulla base dell’organico del sinfonismo
“classico”. Peter Maag – il grande interprete mozartiano – ne è stato il
direttore principale dal 1983 al 2001. Alla direzione artistica si sono succeduti
Claudio Scimone (dalla fondazione al 1983), Bruno Giuranna (dal 1983 al 1992),
Guido Turchi (1992-93) e, come direttore musicale, Mario Brunello (2002-2003).
L’attuale direttore artistico dell’orchestra è Filippo Juvarra (Premio della
Critica Musicale Italiana “Franco Abbiati” 2002). Nella sua lunga vita
artistica l’Orchestra annovera collaborazioni con i nomi più insigni del
concertismo internazionale tra i quali ricordiamo: S. Accardo, P. Anderszewski,
M. Argerich, V. Ashkenazy, J. Barbirolli, Y. Bashmet, R. Buchbinder, M.
Campanella, G. Carmignola, R. Chailly, C. Desderi, G. Gavazzeni, R. Goebel, N.
Gutman, Z. Hamar, A. Hewitt, C. Hogwood, L. Kavakos, T. Koopman, A. Lonquich,
R. Lupu, M. Maisky, V. Mullova, A.S. Mutter, M. Perahia, I. Perlman, M. Quarta,
J.P. Rampal, S. Richter, M. Rostropovich, H. Shelley, J. Starker, R. Stoltzman,
H. Szeryng, U. Ughi, S. Vegh, K. Zimerman. L’Orchestra è l’unica Istituzione
Concertistico – Orchestrale (I.C.O.) operante nel Veneto e realizza circa
centoventi concerti l’anno, con una propria stagione a Padova, concerti nella
regione Veneto, in Italia per le maggiori società di concerto e festival, e
tournée all’estero. Tra gli impegni più recenti si ricordano i concerti diretti
dal Maestro Tan Dun per il Festival pianistico internazionale di Brescia e
Bergamo, il concerto al festival In terra di Siena diretto dal Maestro Vladimir
Ashkenazy, i concerti a Milano per il Festival MITO SettembreMusica con il
pianista e direttore Olli Mustonen, e a Venezia per il 7° Festival internazionale
di danza contemporanea e per il 57° Festival internazionale di musica contemporanea
della Biennale, a Orenburg (Russia) per il 4° Festival internazionale Msitislav
Rostropovich, con il violoncellista e direttore David Geringas, tutti
appuntamenti che hanno riscosso l’unanime plauso della critica. Nel settembre
2010, su invito della Pontificia accademia delle scienze, l’orchestra ha
eseguito il Requiem K 626 di W. A.
Mozart, con la direzione del Maestro Claudio Desderi, alla presenza di Sua
Santità Benedetto XVI. L’Orchestra di Padova e del Veneto è sostenuta da
Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione del Veneto, Provincia di
Padova e dal Comune di Padova. Dall’ottobre 2011 ha
acquisito la natura giuridica di Fondazione.

BIGLIETTI

Interi

Primo Settore (Platea, dalla fila 1 alla 30): € 19,00 + prevendita

Secondo Settore (Platea, dalla fila 31 alla 40): € 13,50 + prevendita

Balconata: € 10,50 + prevendita

Ridotti(Giovani
under 26; Anziani over 60; Cral; Ass. Culturali, Biblioteche; Gruppi; Scuole e
Università)

Primo Settore (Platea, dalla fila 1 alla fila 30) € 15,00 + prevendita

Secondo Settore (Platea, dalla fila 31 alla fila 40) € 11,50 + prevendita

Balconata
8,50
+ prevendita

Biglietteria TicketOne – TeatroDal Verme

Via San Giovanni Sul Muro, 2 – 20121 Milano

Tel. 02 87.905.201

dal martedì al sabato dalle 11.00 alle 18.00

www.ipomeriggi.it

www.ipomeriggi.it/facebook

www.ipomeriggi.it/youtube

Biglietteria
on-line: www.ticketone.it

You may also like...