Il 31 ottobre 2013, il Castello di Gropparello diventa il regno di Halloween con il menu e la serata animata in costume “La Notte delle Streghe”

Castello o scherzetto?

Il 31 ottobre 2013,
il Castello di Gropparello

diventa il regno di
Halloween

con il menu e la
serata animata in costume “La Notte delle Streghe”

Orrorifiche leggende che narrano di misteriosi
rumori amplificati dalla conformazione ariosa eppure soffocante di antiche
sale, teatro tanto di indimenticabili feste a palazzo quanto di atroci delitti
e oscure pratiche magiche messe in atto a partire dagli anfratti reconditi e di
cui oggi rimane una testimonianza fatta di lamenti nella Notte e riverberi di
catene contro la pietra dei pavimenti e dei muri. Non esiste luogo migliore di
un antico Castello medievale, per di più affacciato su un orrido – mai nome fu
più adatto all’occasione – per creare l’atmosfera perfetta di un Halloween
coi fiocchi – o meglio, con i ragni e le ragnatele – ospiti di un padrone di
casa dal non proprio rassicurante nome di “Regina delle Streghe”.

Il 31 ottobre 2013, a partire dalle 20.00, il
Castello di Gropparello, sulle colline piacentine, tiene fede alla propria
fama di sapiente costruttore di trame e di fiabe, abbassando il ponte levatoio
ne “La Notte delle Streghe”, serata in costume con animazione e
banchetto che si apre con il recapito, ad ogni convitato, di un inquietante
invito stregato e con un aperitivo caldo a base di vino RossoSangre servito dal
Coppiere Ducale, preludio del menu orrendamente
buono
che attende gli ospiti nell’antro più cupo del Castello, regno
nascosto della Regina delle Streghe che, attorniata da strane e rapide figure
oscure, più simili a pipistrelli che a uomini, tenderà tranelli e dispenserà
sortilegi, nel tentativo di individuare il proprio successore. Che, per
salvarsi e per salvare tutti, dovrà indossare qualcosa di nuovo, qualcosa di
prestato, qualcosa di rotto o qualcosa di rosso.

Nel corso della serata, che terminerà con il
conferimento al degno erede del suggello dentro lo scrigno magico, sulla tavola
– innaffiati da vino Gutturnio Doc – si susseguiranno  insaccati
di porco di varie pezze stagionati, crostino di pane di farro filante con alici, zucca fritta, risotto con zucca e speck, falchetti di ricotta agli spinaci al burro e
salvia, brasato di manzo al Dongione, purè di patate, tronchetto al cioccolato
e bevanda delle americhe in tazzina.

Lo Speciale Halloween – comprensivo di visita
animata al Castello, banchetto e animazione durante la serata – viene offerto
al prezzo intero di 59 euro o ridotto di 46 euro per bambini fino ai 10 anni.
Il costume sarà a cura di ogni singolo partecipante, pretendente alla
successione sul trono della Regina delle Streghe.

Per informazioni: Castello di
Gropparello

Via
Roma 84, 20025 – Gropparello (PC)

Tel. 0523.855814 

e-mail:info@castellodigropparello.it

sito web:www.castellodigropparello.it

              www.castellodigropparello.com

Ufficio stampa -> http://www.ellastudio.it

EmiliaRomagna News24 EVIDENZA Stradivariusconcerti.com

Tebaldi100 | Presentazione delle Celebrazioni dedicate a Renata Tebaldi

La Renata Tebaldi Fondazione Museo con sede in Busseto, ente promotore del Comitato Tebaldi100, in occasione dell’anniversario della nascita della più grande cantante lirica italiana ed una delle più eclatanti espressioni artistiche della storia del Melodramma nel Mondo (1 febbraio 1922), intende promuovere e alimentare durante l’intero anno 2022 la memoria dei suoi straordinari successi […]

Read More
Turismo News

MATRIMONIO ALLE SEYCHELLES: CERIMONIA CON VISTA SULL’OCEANO

Per il giorno più romantico di tutta la vita quale cornice migliore del mare cristallino delle isole Seychelles? Niente note di una dolce ma un po’ scontata marcia nuziale e, al suo posto, come unico sottofondo, il suono inconfondibile delle onde che si rincorrono e che si infrangono su una sabbia bianca e impalpabile. Alle […]

Read More
EmiliaRomagna News24

Vini d’Emilia DOP #wine

Se nella Bassa il flusso perpetuo è quello del leggendario Po, tra le colline di Parma, Piacenza e Reggio Emilia a scorrere sono fiumi di vino DOP. In un territorio relativamente contenuto ma ricchissimo di spunti enogastronomici come quello di Visit Emilia (www.visitemilia.com), non si contano le cantine che lavorano infaticabilmente su vitigni nettamente distinti […]

Read More