ConVoi, il primo album di inediti di Claudio Baglioni dal 2003 – IN USCITA IL 22 OTTOBRE

ATTESISSIMO NUOVO ALBUM DI
CLAUDIO BAGLIONI
IN USCITA IL 22 OTTOBRE
Martedì 22 ottobre sarà disponibile in tutti i negozi ConVoi, il primo album di inediti di Claudio Baglioni dal 2003.
Un album assolutamente originale per composizione e proposta, che raccoglie i frutti artistici di sei mesi di vita di un progetto totalmente nuovo e innovativo. Un percorso creativo che si è composto nel tempo, consegnando all’ascolto del pubblico più di ottanta minuti di vita in musica, suoni e parole.
ConVoi ha preso forma giorno dopo giorno – dal 18 maggio scorso, data di uscita del primo inedito – come in un cantiere aperto per lavori in corso: un modo alternativo di pensare, realizzare e presentare musica e contenuti, attraverso pezzi e storie sempre diverse, concepite e interpretate su temi, voci, impressioni, stati d’animo in continuo divenire.

Tutti gli inediti di ConVoi usciti su iTunes sono balzati, immediatamente, ai vertici della classifica dei brani più scaricati dal web.
Questi inediti vengono oggi, per la prima volta, raccolti e proposti al grande pubblico in formato “fisico” (cd), con versioni aggiornate, integrati da nuove parti strumentali ed accompagnati da un ultimo inedito, “Una storia vera”, che suggella idealmente l’intero percorso.
Alla base del progetto, un rovesciamento di tempi e di modalità operative grazie alle quali ogni opera è cresciuta e ha vissuto una vita propria, sia in termini d’ispirazione e creatività, che nei metodi di presentazione e divulgazione, superando spesso il concetto di “forma canzone” tradizionale e dando origine a soluzioni alternative nell’ambito della musica popolare.
Non semplicemente nuove canzoni, dunque, ma canzoni davvero nuove, che solo ora vengono riunite in un unico disco, espressione finale di un percorso nel quale il filo rosso che lega storie così diverse – per ambientazione, veste musicale e contenuti narrativi – è la voce, ma, soprattutto, lo sguardo del narratore.
Per questo ad ogni brano pubblicato in Rete è stata abbinata un’immagine, come se si trattasse di dodici singoli, ognuno dei quali illustrato da una propria copertina. Immagini che non sono semplici didascalie, ma parte integrante del racconto e aggiungono alle suggestioni di parole e note, la forza evocativa di colori, orizzonti, spazi, ambienti, figure che formano l’universo espressivo di ConVoi.
Una vera rivoluzione nell’ambito della produzione e proposta musicale che, grazie all’interazione con il web, da una parte, ha rimesso al centro dell’attenzione ogni singola composizione, consentendo al pubblico di conoscere e approfondire, giorno dopo giorno, le composizioni che andavano a perfezionare l’idea ed il disegno iniziali. E, dall’altra, ha consentito all’artista di scrivere, arrangiare e cantare, in tempo reale e parallelo, proponendo, di volta in volta all’attenzione e all’ascolto, le suggestioni e le emozioni del presente, con un’entusiasmante contemporaneità di relazione e di rapporto.
Le nuove tecnologie, internet, i social media, il downloading e le playlist hanno cambiato il nostro modo di vivere la musica ed era giunto il momento di cambiare anche tempo, spazio e modo di proporla.
Ed è partito da qui – da questa intuizione semplice, ma profondamente rivoluzionaria – il progetto con il quale Claudio Baglioni ha trasformato, radicalmente, senso e volto della musica popolare.

Non solo una rivoluzione creativa (che ha portato Baglioni a vivere in un nuovo modo l’arte di scrivere canzoni), ma anche una vera e propria rivoluzione commerciale, che ha cambiato il modo di proporre e commercializzare musica. Una intuizione che crea un netto spartiacque tra prima e dopo, fissando nuovi standard creativi e commerciali per il settore.
“Osserviamo tutti – spiega Baglioni – un rituale vecchio di cinquanta anni che va da un pianoforte a uno scrittoio, dallo studio di registrazione alla promozione nei mass media, per dar corpo a dischi che nascono già al passato, e che hanno ragione di esistere solo se contengono un’unità di senso. Altrimenti sono soltanto raccolte che, invece, sarebbe logico fare alla fine del viaggio, quando ti volti indietro”.
Secondo Baglioni: “vale più la pena di guardare avanti e correre il rischio e l’entusiasmo, tappa per tappa, giorno per giorno, sogno per sogno, seguendo il ritmo e un miraggio e, passo dopo passo, liberare la creatività, in un confronto aperto e presente con il mondo, rimettendo l’orologio con l’ora reale. Sentendo e ascoltando l’emozione”.
Con ConVoi Baglioni ha chiuso con liturgie, regole e schemi del passato, per seguire il flusso ininterrotto di creatività e dar vita alla musica che viene, come viene e quando viene, nella massima libertà espressiva.
Questo album avvia, ma non esaurisce l’itinerario creativo del progetto ConVoi; un progetto che è nato e si è sviluppato attraverso un innovativo e più serrato dialogo tra artista e pubblico, in un confronto stimolante e appassionato intorno a scrittura, arrangiamenti, sonorità, temi e interpretazioni.
Queste dodici nuove canzoni, infatti, non sono che i primi frutti di un modo nuovo di fare il mestiere della musica.

____________Con voi
La prima è la storia di due rette parallele: l’artista e il suo pubblico. Due rette parallele che, dopo aver camminato per tanto tempo insieme, ma sempre a una certa distanza, finalmente si incontrano, per fare un nuovo pezzo di strada uno di fianco all’altro, scambiandosi pensieri, stati d’animo, emozioni. Un incontro intenso, che avviene proprio nel momento nel quale l’artista ha quasi deciso di cambiare strada. Il richiamo di un dialogo (fu un onore e un privilegio essere gli eroi) di quelli che non si possono interrompere, più forte di tutto il resto: so che avevo chiuso già la porta quando poi mi bussò l’urgenza che ho di voi.
Questa canzone (la mia canzone più bella è quella che ho suonato meno) originale, piena, raffinata e carica di energia, impreziosita da un grande solo di Paolo Gianolio, canta il bisogno di cercare un mondo nuovo e nuove identità, consapevoli del fatto che se c’è un fine in questo viaggio non c’è fine mai e che se il sogno è morto, viva il sogno.

CLAUDIO BAGLIONI
ConVoi
CREDITI
CLAUDIO BAGLIONI
PROGETTAZIONE E COMPOSIZIONE
PAOLO GIANOLIO E CLAUDIO BAGLIONI
ARRANGIAMENTI
PAOLO GIANOLIO
ORCHESTRAZIONE, REALIZZAZIONE
E PRODUZIONE (PICK-UP PRODUZIONI)

1.Con voi
Paolo Gianolio chitarre, basso, pianoforte, tastiere, programmazione computer
Gavin Harrison batteria
2.Dieci Dita
Paolo Gianolio chitarre, basso, pianoforte, tastiere, programmazione computer
Elio Rivagli batteria
3.E noi due là
Paolo Gianolio chitarre, basso, pianoforte, tastiere, programmazione computer
Gavin Harrison batteria
4.In un’altra vita
Paolo Gianolio chitarre, basso, pianoforte, tastiere, programmazione computer
Elio Rivagli batteria
5.Come un eterno addio
Paolo Gianolio chitarre, basso, pianoforte, tastiere, programmazione computer
Gavin Harrison batteria
6.E chi ci ammazza
Paolo Gianolio chitarre, basso, pianoforte, tastiere, programmazione computer
Gavin Harrison batteria
Lola Feghaly, Moreno Ferrara, Roberta Granà, Antonella Pepe, Silvio Pozzoli cori
7.In cammino
Paolo Gianolio chitarre, basso, pianoforte, tastiere, programmazione computer
Gavin Harrison batteria
Serena Bagozzi, Moreno Ferrara, Antonella Pepe cori
Pio Spiriti violin
8.Una storia vera
Paolo Gianolio chitarre, basso, pianoforte, tastiere, programmazione computer
Gavin Harrison batteria
9.Gli anni della gioventù
Paolo Gianolio chitarre, basso, pianoforte, tastiere, programmazione computer
Elio Rivagli batteria
Serena Bagozzi voce
10.Va tutto bene
Paolo Gianolio chitarre, basso, pianoforte, tastiere, programmazione computer
Gavin Harrison batteria
Fabrizio Bosso tromba
11.L’ultima cosa che farò
Paolo Gianolio chitarre, basso, pianoforte, tastiere, programmazione computer
Gavin Harrison batteria
12.Isole del sud
Paolo Gianolio chitarre, basso, pianoforte, tastiere, programmazione computer
Elio Rivagli batteria
Serena Bagozzi, Lola Feghaly, Roberta Granà, Moreno Ferrara, Antonella Pepe,
Silvio Pozzoli cori
Registrazioni di Paolo Gianolio al Pick-up studio (Reggio Emilia)
e a Alari Park Recording (Milano)
Lorenzo Cazzaniga a Alari Park Recording (Milano)
Davide Nossa e Matteo Maddalena assistenti
Missaggi di Lorenzo Cazzaniga a Alari Park Recording (Milano)
Davide Nossa e Matteo Maddaloni assistenti
Masterizzazione di Lorenzo Cazzaniga
Massimiliano Savaiano produzione BagMusic
Rossella Barattolo programmazione generale
Guido Tognetti consulenza al progetto
Giuseppe Cesaro consulenza ai testi
Moira Fioravanti logistica BagMusic
Alessandro Lo Russo logistica BagMusic
Alessandro Cifra amministrazione BagMusic
Filomena Rossi amministrazione BagMusic
Donella Serafini coordinamento esecutivo
Laura Battista grafica logo
Dalia Gaberscik ufficio stampa Goigest
Alessandro F. Dobici fotografie
Contents Studio progetto grafico
Parole e musica di Claudio Baglioni
Edizioni Bag Music srl

Uncategorized

RAI STORIA: A.C.D.C. – Luigi XVI, l’uomo che non voleva essere Re

Gli ultimi giorni della dinastia Borbone di Francia e la sanguinosa morte del re Luigi XVI e della regina, Maria Antonietta, ghigliottinati dai rivoluzionari: li racconta “a.C.d.C.”, in onda giovedì 15 settembre alle 21.10 su Rai Storia, con l’introduzione di Alessandro Barbero. A differenza dei suoi predecessori, Luigi XVI non si distingue per i suoi […]

Read More
Uncategorized

Gourmet Dinner Show della FIC-Federazione Italiana Cuochi – 22-25 ottobre 2016

19 settembre 2016 – In vista delle Olimpiadi di Cucina di Erfurt (22-25 ottobre), la Federazione Italiana Cuochi con il suo presidente Rocco Pozzulo presenterà a Roma in un Gourmet Dinner Show, che si terrà lunedì 19 settembre 2016 alle 21 all’Hotel Exedra Boscolo, la squadra azzurra che rappresenterà il nostro Paese alla competizione internazionale […]

Read More
Uncategorized

Sicily Tibet Festival dell’Amicizia 2016 – Catania dal 30 Settembre al 2 Ottobre 2016 #Sicilytibetfestival

Grazie alla lungimiranza ed alla fiducia di Jampa Lama Phurba e dei monaci tibetani si svolgerà a Catania dal 30 Settembre al 2 Ottobre il “Sicily Tibet Festival dell’Amicizia 2016 – Festival per la Pace e l’Umanità”. L’evento è organizzato dall’Associazione culturale e sociale Al’Nair, di Pina Basile, con la collaborazione di Marie Claire Ocera; […]

Read More