Il Terzo Concerto di Rachmaninov con il giovane vincitore di Leeds Federico Colli – Teatro degli Arcimboldi (Viale dell’Innovazione, 20) Lunedì 9 settembre 2013 ore 21

federico colli by sarah ferrara

La presenza dell’Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo insieme al suo direttore musicale Yuri Temirkanov al Festival MITO è fin dalla prima edizione una garanzia per il pubblico: quella di ascoltare la musica russa ai massimi livelli e di vivere concerti ricchi di emozioni e stimoli. Quest’anno al loro fianco c’è un giovane pianista italiano che nel 2012 ha vinto il Primo Premio assoluto del Concorso Pianistico Internazionale di Leeds: Federico Colli, bresciano, classe 1988.  Lunedì 9 settembre, al Teatro degli Arcimboldi, si esibisce per il Festival MITO con il famoso Concerto per pianoforte e orchestra n.3 op. 30 di Sergej Rachmaninov, brano di altissima difficoltà tecnica, scritto nel 1909, che incontrò subito i favori del pubblico e divenne poi famosissimo come “Rach 3” grazie al film Shine sul pianista australiano David Helfgott.
Nella seconda parte del concerto un altro “classico” del repertorio russo, la suite sinfonica Sheherazade di Nicolaj Rimskij-Korsakov, scritta nel 1888: ispirata ai racconti di Mille e una notte è la messa in musica della storia della bellissima Sheherazade, moglie del Sultano, che sfugge al crudele destino della morte, raccontando al marito giorno dopo giorno una serie di storie seducenti,  per mille e una notte.

Nato nella città caucasica di Nalchik, Yuri Temirkanov inizia gli studi musicali a nove anni. A tredici frequenta la scuola di Leningrado per giovani talenti dove prosegue gli studi in violino e viola. Al termine del corso si iscrive al Conservatorio di Leningrado, dove si dedica allo studio della direzione d’orchestra, diplomandosi nel 1965. Dopo la vittoria del prestigioso Concorso Nazionale di Direzione d’Orchestra nel 1966, Temirkanov viene invitato da Kiril Kondrashin a partecipare a una tournée in Europa e negli Stati Uniti con il leggendario violinista David Oistrakh e l’Orchestra Filarmonica di Mosca.
Il suo debutto con l’Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo – all’epoca Filarmonica di Leningrado – risale agli inizi del 1967 a cui segue l’invito a far parte dell’orchestra come assistente del direttore Yevgeny Mravinsky. Nel 1968 viene nominato Direttore Principale dell’Orchestra Sinfonica di Leningrado, con la quale rimane sino alla nomina di Direttore Musicale del Teatro Kirov – ora Teatro Mariinskij – dal 1976 al 1988. Dal 1988 ricopre la carica di Direttore Artistico e Direttore Principale dell’Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo. Conserva altri incarichi, incluso quello di Direttore Ospite Principale del Teatro Bolshoi e, da gennaio 2009, di Direttore Musicale del Teatro Regio di Parma.
E’ stato Direttore Ospite Principale e Direttore Principale dal 1992 al 1998 della Royal Philharmonic Orchestra. Dal 1992 al 1997 è stato Direttore Ospite Principale della Philharmonie Dresden e dal 1998 al 2008 dell’Orchestra Sinfonica della Radio Svedese. Negli Stati Uniti dirige le maggiori orchestre di New York, Philadelphia, Boston, Chicago, Cleveland, San Francisco e Los Angeles. Dal 2000 al 2006 è stato Direttore Musicale dell’Orchestra Sinfonica di Baltimora.
Temirkanov è frequentemente ospitato dalle più grandi orchestre d’Europa, Asia e Stati Uniti e ha avuto il privilegio di essere il primo artista russo al quale è stato permesso di esibirsi negli Stati Uniti dopo la ripresa delle relazioni culturali con l’Unione Sovietica alla fine della guerra in Afghanistan nel 1988. Ha diretto le principali orchestre europee, inclusi Berliner Philharmoniker, Wiener Philharmoniker, Staatskapelle di Dresda, London Philharmonic Orchestra, London Symphony Orchestra, Royal Concertgebouw Orchestra, Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e quella della Scala.
Le sue numerose registrazioni includono collaborazioni con Filarmonica di San Pietroburgo, New York Philharmonic e Royal Philharmonic Orchestra con la quale ha inciso tutti i balletti di Stravinskij e le sinfonie di Čajkovskij. Per dieci giorni durante il periodo natalizio Temirkanov ospita a San Pietroburgo l’annuale Festival Invernale invitando molti fra i solisti più grandi e conosciuti del mondo.
In Russia ha ricevuto importanti premi tra cui la medaglia del presidente conferitagli nel 2003 da Vladimir Putin. Accademico Onorario di Santa Cecilia, ha ricevuto in Italia il Premio Abbiati come Miglior Direttore nel 2002 e successivamente la nomina di Direttore dell’anno 2003.

L’Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo, fondata nel 1882, è la più antica compagine sinfonica russa. Tra i direttori dell’orchestra si annoverano musicisti di fama mondiale, quali Richard Strauss, Arthur Nikisch, Alexander Glazunov e Sergej Koussevitsky. Nel 1917 la compagine divenne “Orchestra di Stato” e, in seguito al decreto del 1921, fu integrata nella Filarmonica di Pietrogrado, appena fondata. In quel periodo diressero l’orchestra molti grandi direttori occidentali, fra gli altri, Otto Klemperer, Bruno Walter, Felix Weingartner. Solisti quali Vladimir Horowitz e Sergej Prokofiev (quest’ultimo eseguendo i suoi concerti per pianoforte) si esibirono con l’orchestra che, su iniziativa di direttori stranieri, affrontò anche il repertorio moderno: Stravinsky, Schönberg, Berg, Hindemith, Honegger, Poulenc. Nel 1934 fu la prima del paese a ricevere il titolo di Orchestra d’Onore della Repubblica.
Quattro anni più tardi Evgeny Mravinsky, vincitore del primo premio del “Concorso nazionale per direttori”, iniziò il suo sodalizio con l’orchestra e, nei cinquant’anni successivi, la trasformò gradualmente in una delle migliori del mondo diventando il punto di riferimento per l’esecuzione delle sinfonie di Čajkovskij e Šostakovič. In questo periodo, e in seguito, l’orchestra fu diretta anche, tra gli altri, da Leopold Stokowski, Igor Markevich, Kurt Sanderling, Georg Solti, Arvid Jansons, Gennady Rozhdestvensky, Evgeny Svetlanov e Mariss Jansons.
Nel 1988 i componenti di quella che ormai era la più famosa orchestra nazionale, elessero Yuri Temirkanov come direttore principale, titolo che mantiene ancora oggi. Nel 2005-2006 ha inaugurato la stagione alla “Carnegie Hall”, vertice delle sue esibizioni in tutte le più prestigiose sale da concerto del mondo. Durante l’ultima stagione, l’orchestra è andata in tournée in Siberia, toccando le città di Irkutsk, Surgut e Khanty-Mansiysk, per la seconda edizione del Festival musicale internazionale “Stars at Baikal”.

Federico Colli, nato a Brescia nel 1988, ha studiato al Conservatorio di Milano, all’Accademia Pianistica Internazionale di Imola e al Mozarteum di Salisburgo. Nel 2011 ha vinto il 1° Premio al Concorso Internazionale Mozart di Salisburgo esibendosi con la Camerata di Salisburgo diretta da D. Russel Davies.
E’ poi il vincitore del 1° Premio con Medaglia d’oro Daw Aung Sun Suu Kyi al Leeds International Piano Competition 2012. Nella Town Hall di Leeds, registrato dal vivo da BBC Radio 3 e BBC Four, ha suonato con l’Orchestra Sinfonica Hallé di Manchester diretta da Sir M. Elder. Il suo riconosciuto talento musicale lo ha portato ad esibirsi con diverse orchestre in importanti sedi artistiche come il Teatro Filarmonico di Verona, la Salle Cortot di Parigi, il Musikverein di Vienna sotto la direzione di Baghdassarian, Paszkovski, Orizio e Lanzillotta. Nel 2011, è stato impegnato in un tour di concerti in Germania con la Klassische Philharmonie Bonn condotta da H. Beissel.
Per il 2013-2014 è stato scritturato per una tournée in Giappone con Yuki Miyagi, in molti prestigiosi festival e teatri, con importanti orchestre e direttori come la Sociedade de Cultura Artistica di San Paolo del Brasile e il Festival Pianistico Ruhr in Germania, la Gewandhaus di Lipsia, il Teatro Mariinsky di San Pietroburgo, la Konzerthaus di Vienna, la Herkulessaal di Monaco, la Dora Stoutzker Hall di Cardiff e la Queen Elizabeth Hall di Londra, l’Orchestra Sinfonica Philomusica di Oxford con M. Papadopoulos, l’Orchestra Filarmonica de la UNAM di Città del Messico con P. C. Orizio e la Royal Philharmonic Orchestra di Liverpool con V. Petrenko.

Per informazioni al pubblico:
Biglietteria MITO SettembreMusica
Via Dogana 2
Tel: 02.88464725      

Uncategorized

La storia ed il futuro di Crespi d’Adda #cameradeideputati @Crespidadda

L’esperienza di Crespi d’Adda sarà uno degli argomenti del convegno “Il Patrimonio industriale in Italia. Da spazi vuoti a risorsa per il territorio”, che si svolgerà il prossimo 7 ottobre 2016, a Roma, presso la Camera dei Deputati a Palazzo Montecitorio. L’evento, promosso dalla Senatrice Michela Montevecchi, e organizzato da Simona Politini, sarà un’occasione unica […]

Read More
Uncategorized

EVENTI CULTURALI E STREET-ART, PASSA DA QUI IL RILANCIO DEL MERCATO COPERTO DI LORENTEGGIO #eventiculturalimilanesi

COMMERCIO. EVENTI CULTURALI E STREET-ART, PASSA DA QUI IL RILANCIO DEL MERCATO COPERTO DI LORENTEGGIO Tajani: ”Il percorso fatto di commistione tra vendita, socializzazione, arte e cultura rappresenta un modello di riferimento per il futuro di molte strutture simili, contribuendo a riportare i mercati coperti al centro della vita dei quartieri” Milano, 7 ottobre 2016 […]

Read More
Uncategorized

Museo Van Gogh @ MuseoVanGogh

Vincent van Gogh (1853-1890), nato nel Brabante, è attualmente uno degli artisti più famosi di tutti i tempi. Se desideri ammirare i capolavori di Van Gogh, una visita al Museo di Van Gogh di Amsterdam è d’obbligo. Ma per gli ammiratori del pittore, i posti da visitare non finiscono certo qui. Situato nel meraviglioso Parco […]

Read More