Il bagno di fieno: antidoto antico per sciogliere i muscoli, rendere la pelle più vigorosa e rigenerare il corpo

Fragranza di fieno

Antidoto antico per
sciogliere i muscoli, rendere la pelle più vigorosa e rigenerare il corpo. I
luoghi migliori in cui lasciarsi andare in un bagno di erbe alpine.

Cosa si prova a sdraiarsi in una
culla di fieno? Lo sapevano bene gli astuti contadini dell’Alto Adige, che
esattamente 100 anni fa, nel 1903, scoprirono che dormire su un giaciglio di
fieno rendeva la giornata di lavoro nei campi meno difficile da affrontare. Il bagno di fieno è un antidoto clamoroso per
sciogliere le tensioni, per rigenerare il corpo e depurarlo dalle tossine
.
E poi, migliora l’equilibrio e il metabolismo,
rafforza il sistema immunitario, dà sollievo a chi soffre di reumatismi
e
ti sconvolge per il suo particolare effetto benefico. Se poi, tra le erbe
essiccate, che sono di almeno 40 tipologie con i fiori, cresciute nei prati non
fertilizzate, ci sono per esempio le essenze dell’arnica, della camomilla, la
veronica, la calendula e la genziana, il benessere è assicurato. E profuma. Grazie
alle temperature del trattamento, inoltre, la maggiore dilatazione dei pori
della pelle permette un’azione super efficace.

110 e lode al bagno di fieno

Ai piedi delle imponenti Dolomiti,l’area vacanze Alpe
di Siusi (Seiser Alm-
Südtirol)festeggia i 110
anni del bagno di fieno
. Infatti, nel
1903 il bagno di fieno veniva per la prima volta offerto agli ospiti
dell’albergo Heubad (letteralmente bagno di fieno) di Fié allo Sciliar. Tra 350
km di sentieri escursionistici, bellissimi itinerari in bici e tanti rifugi,
masi e malghe, l’area vacanze propone piacevoli weekend e offerte nel verde,
dove tuffarsi nel profumo fresco dei fiori alpini del bagno di fieno. L’erba
utilizzata, di almeno 40 tipologie con i fiori, cresce solo nei prati non
fertilizzati e conserva intatte le sue essenze eteriche, super salutari per la
pelle. Viene raccolto a 2000 metri di altitudine, tagliato in un’unica volta da
metà giugno ad agosto, e dopo l’essiccazione è sottoposto ad un delicato
trattamento, per conservarne le qualità. Si può sperimentare un bagno lungo e completo, parziale per mani e
piedi
, oppure immergersi in più opzioni, tra dolci sensazioni di
spensieratezza.

Per
informazioni: Alpe di Siusi Marketing

Tel.
0471.709600

E-mail: info@alpedisiusi.info

Sito
web: www.alpedisiusi.info

Una culla vicino al Lago

Nell’abbraccio degli alberi dei
boschi, tra le vette delle Vedrette di Reis, appare uno dei più suggestivi
laghi alpini dell’Alto Adige, il Lago di
Anterselva
. Poco distante dal bellissimo comprensorio sciistico ed
escursionistico di Plan de Corones, nella Val Pusteria, c’è un luogo che solo a
vederlo mette la pace nei sensi. È ilFalkensteiner Hotel & SPA Alpenresidenz Anterselva, il cui centro wellness Acquapura
SPA riserva numerosissimi ed innovativi trattamenti a base di prodotti naturali
come le erbe curative, i bagni di latte e di miele. Ma una culla speciale
riempita di fieno vi sorprenderà. Il bagno di fieno scioglie le
tensioni, stimola il metabolismo, giova in caso di raffreddamenti, ha effetto
depurativo e conferisce nuova vitalità. Particolarmente consigliabile contro i disturbi
reumatici ed i blocchi energetici e per una generale depurazione dalle scorie.
Svolge anche un benefico effetto decongestionante sul tratto stomaco –
intestino (25 minuti, 35 euro).

Per
informazioni: Falkensteiner Hotel & SPA Alpenresidenz Anterselva

Obertal,45-39030
Antholz/Anterselva

Tel. 0474. 494520

E-mail: antholz@falkensteiner.com

Sito web:www.falkensteiner.com/it/hotel/antholz

Viaggio nel sapere antico

Chiudete gli occhi e tuffatevi tra
le fragranze delle erbe essiccate per un viaggio nella storia del fieno. Il Romantik Hotel Santer di Dobbiaco (BZ),
nel cuore delle Dolomiti, vicino alle Tre Cime di Lavaredo offre ai suoi ospiti percorsi rigeneranti, nella consapevolezza che il
fieno, riscaldato dal corpo, sprigiona oli eterici capaci di sciogliere i
muscoli, come avevano capito, a quanto pare, anche gli antichi. Durante le
rigide serate di inverno, quando la famiglia si raccoglieva intorno alla stufa,
dalla gerla utilizzata per trasportare il fieno, esalavano vapori aromatici
che, grazie al calore, rendevano benessere alla schiena riattivano il sistema
circolatorio. Oggi l’Hotel propone trattamenti
alla prodigiosa erba da godersi da soli (38 euro) o in coppia (68 euro)
.
Con il Bagno di fieno classico, si
segue la tradizione contadina, per un’esperienza alpina e rivitalizzante,
ottima per alleviare dolori reumatici, muscolari e articolari. Con il Bagno nel fieno classico Deluxe, il
trattamento è seguito da un distensivo massaggio (25 minuti – 68 euro, 50
minuti-88 euro).

Per informazioni: Romantik
Wellness Hotel Santer

Via Alemagna 4 39034 – Dobbiaco
(BZ)

Tel. 0474.972142

E-mail: santer@romantikhotels.com

Sito web:www.romantikhotels.com/Toblach

Distesi tra le nuvole

Alle pendici del Monte Rosa, dove dimoravano i Reali di
Savoia nel secolo scorso,  il Romantik Hotel Jolanda Sport di Gressoney
La Trinitè (AO)
, permette ai suoi ospiti di “galleggiare tra le nuvole” nell’acqua calda del letto della Principessa
Jolanda
, dove si ci rilassa completamente e il corpo si abbandona alla
forza benefica del fieno. La temperatura arriva fino ai 40 gradi, stimolando la
sudorazione e lasciando che le piante officinali contenute nella miscela di
erbe nutrano l’epidermide e l’organismo. Il sudore consente il ricambio
idrosalino del corpo, la pelle diventa più tonica e liscia. Questa terapia
affonda le sue radici nell’usanza dei contadini di riposarsi dalle dure fatiche
della giornata dormendo nel fieno tagliato per le mucche, fieno che riusciva a
togliere la spossatezza del lavoro nei campi e ridare le forze (50 euro).

Per informazioni:
Romantik Hotel Jolanda Sport

11020 Gressoney La Trinitè (AO)

Tel. 0125.366140

E-mail: jolanda@romantikhotels.com 

Sito web: www.romantikhotels.com/Gressoney

Ufficio stampa -> http://www.ellastudio.it

Uncategorized

HENRI CARTIER-BRESSON FOTOGRAFO Villa Reale di Monza Secondo Piano Nobile 20 ottobre 2016 – 26 febbraio 2017 @Villarealemonza @HENRICARTIERBRESSON

140 scatti di Henri Cartier Bresson, in mostra alla Villa Reale di Monza dal 20 ottobre, dedicati al grande maestro, per immergerci nel suo mondo,  per scoprire il carico di ricchezza di ogni sua immagine, testimonianza di un uomo consapevole, dal lucido pensiero, verso la realtà storica e sociologica.     Prostitute. Calle Cuauhtemoctzin, Città del […]

Read More
Uncategorized

La storia ed il futuro di Crespi d’Adda #cameradeideputati @Crespidadda

L’esperienza di Crespi d’Adda sarà uno degli argomenti del convegno “Il Patrimonio industriale in Italia. Da spazi vuoti a risorsa per il territorio”, che si svolgerà il prossimo 7 ottobre 2016, a Roma, presso la Camera dei Deputati a Palazzo Montecitorio. L’evento, promosso dalla Senatrice Michela Montevecchi, e organizzato da Simona Politini, sarà un’occasione unica […]

Read More
Uncategorized

EVENTI CULTURALI E STREET-ART, PASSA DA QUI IL RILANCIO DEL MERCATO COPERTO DI LORENTEGGIO #eventiculturalimilanesi

COMMERCIO. EVENTI CULTURALI E STREET-ART, PASSA DA QUI IL RILANCIO DEL MERCATO COPERTO DI LORENTEGGIO Tajani: ”Il percorso fatto di commistione tra vendita, socializzazione, arte e cultura rappresenta un modello di riferimento per il futuro di molte strutture simili, contribuendo a riportare i mercati coperti al centro della vita dei quartieri” Milano, 7 ottobre 2016 […]

Read More