FestivalMITO – Maria Joao Pires in sostituzione di Aldo Ciccolini

 

Maria João Pires

sostituisce Aldo
Ciccolini nel concerto

PIRES by Felix Broede_DG

del Festival
MITO SettembreMusica

Milano/Torino 2
settembre 2013
– Maria João
Pires si è resa eccezionalmente disponibile a sostituire Aldo Ciccolini, che ha
dovuto cancellare la sua partecipazione al Festival MITO a causa di una
fortunatamente non grave indisposizione, nei due concerti in programma il 12
settembre all’Auditorium Giovanni Agnelli Lingotto di Torino e il 13 settembre
al Conservatorio di Milano, in Sala Verdi, con l’Orchestra da Camera di Mantova.
Maria João Pires, interprete mozartiana di primissimo livello con apparizioni in
tutto il mondo, non è solita accettare sostituzioni, ma gentilmente e in via del
tutto eccezionale, grazie al forte rapporto di stima con il Festival, ha in
questo caso acconsentito. 

Il programma
subisce una piccola variazione: Maria João Pires eseguirà il Concerto per
pianoforte e orchestra n. 20 in re minore K 466
(al posto del Concerto n. 21
K467) e il Concerto per pianoforte e orchestra  n. 23 in la maggiore K
488
. Rimangono invariate le due Ouverture.

Il programma
della serata:

Wolfgang
Amadeus Mozart

Ouverture
da “Le nozze di Figaro” K. 492

Concerto
per pianoforte e orchestra n. 20 i
in re minore K 466

Ouverture
da “Così fan tutte” K. 588

Concerto
per pianoforte e orchestra n. 23 in la maggiore K. 488

I biglietti sono
acquistabili online e nelle biglietterie di Milano (via Dogana 2, piano terra) e
Torino (via San Francesco da Paola 6). www.mitosettembremusica.it

I
biglietti precedentemente acquistati sono validi per i nuovi concerti. Chi
invece volesse chiedere il rimborso, può ottenerlo presso le biglietterie del
Festival a partire dal 2 e fino al 22 settembre, nei consueti orari di apertura
10.30 –18.30.

BIOGRAFIA

Maria João
Pires, pianoforte

Nata nel 1944 a
Lisbona, fece la sua prima apparizione in pubblico tenendo un concerto all’età
di quattro anni. Tre anni più tardi, seguirono alcuni Concerti per pianoforte di
Mozart ad Oporto, e nel 1953 ottenne il più alto riconoscimento per i giovani
musicisti del Portogallo.
Sempre in Portogallo, tra il 1953 e il 1960 ha
studiato con Campos Coelho e Francine Benoit, continuando in seguito a
perfezionarsi in Germania all’Accademia di Monaco di Baviera con Rosl Schmid e
ad Hannover con Karl Engel. Dopo aver vinto il Primo premio al Beethoven
International Competition di Bruxelles, nel 1970, Maria João Pires ha tenuto
concerti in tutto il mondo con le più prestigiose orchestre, inclusi i Berliner
Philharmoniker, la Boston Symphony Orchestra, la Royal Concertgebouw Orchestra
di Amsterdam, la London Philharmonic, l’Orchestre de Paris e i Wiener
Philharmoniker.
Entusiasta interprete in ambito cameristico, negli ultimi
anni ha preso parte allo Schleswig-Holstein Music Festival e alla Schubertiade
in Austria, oltre ai festival di Tanglewood, Ravinia, Montpellier, Lucerna,
Edinburgo e ai BBC Proms. Tra i direttori d’orchestra, ha collaborato con
Abbado, Gardiner, Pinnock, Dutoit, Prévin, Haitink, Krivine e
Mackerras.

Maria João Pires
ha realizzato numerose incisioni discografiche, inizialmente per l’etichetta
Erato, per un sodalizio durato quindici anni; successivamente, da ventidue anni
è legata alla Deutsche Grammophon, di cui segnaliamo l’ultima pubblicazione –
datata 2009 – che consiste in un album interamente dedicato a Chopin. Tra i
tanti riconoscimenti ottenuti, ricordiamo i Grand Prix du Disque del 1990 e
1995, con un repertorio solistico e orchestrale di autori quali Mozart, Schubert
e Chopin, e del 1997 con l’integrale dei Notturni di Chopin. Nel 2002 è stata
insignita del prestigioso IMC-Unesco International Music
Prize.

Da circa 40 anni
si dedica agli aspetti educativi dell’arte, principalmente nello sviluppo di
nuovi percorsi pedagogici all’interno del contesto sociale. Predilige nuove
forme di comunicazione che possano rispettare lo sviluppo individuale, in
contrapposizione alla logica materialistica e distruttiva della globalizzazione:
questa filosofia è alla base dei Workshop da lei stessa tenuti in Giappone,
Brasile ed Europa.

Nel 2005 ha
creato Art Impressions, una compagnia sperimentale di teatro, danza e musica con
cui elabora progetti performativi interdisciplinari.

Uncategorized

WOYTEK Habemus Papam. Il gallo è morto – 1 – 16 ottobre 2016

In occasione del Giubileo della Misericordia, l’installazione dell’artista di origini polacche da anni attivo in Germania Woytek “Habemus Papam. Il gallo è morto”, ospitata nella suggestiva struttura di archeologia industriale dell’Ex Cartiera Latina dal 1° al 16 ottobre 2016, è costituita da una scultura in bronzo di cm. 250 raffigurante un Vescovo con in mano […]

Read More
Uncategorized

BILL FRISELL When You Wish Upon A Star – Cinema Teatro di Chiasso – Martedì 25 ottobre 2016, ore 21.00 – #Billfrisell

Martedì 25 ottobre 2016, ore 21.00 BILL FRISELL When You Wish Upon A Star chitarra Bill Frisell voce Petra Haden contrabbasso Thomas Morgan batteria Rudy Royston Dopo la sonorizzazione dei film muti di Buster Keaton e dopo il meraviglioso lavoro di elaborazione armonica in presa diretta a contatto con le immagini del documentario “The great […]

Read More
Uncategorized

Mauro Rostagno, il giornalista vestito di bianco #Maurorostagno

  Quando è stato ucciso, il 26 settembre 1988, aveva quarantasei anni e molte vite alle spalle. L’ultima, la più intensa, Mauro Rostagno la vive a Trapani. Lo racconta il documentario “Mauro Rostagno, il giornalista vestito di bianco” realizzato da Antonio Carbone per il ciclo “Diario Civile”, in onda mercoledì 28 settembre alle 22.10 su […]

Read More