Domenica 15 settembre 2013, ore 11 Basilica di Sant’Ambrogio (Piazza Sant’Ambrogio, 15) – Milano ingresso libero

 

Odhecaton Ensemble© Marco Caselli Nirmalpicc

La domenica mattina si va a messa con le musiche di Orlando di Lasso

Orlando di Lasso

Missa
super “Dixit Joseph”

Odhecaton Ensemble

Paolo
da Col
, direttore

Celebra Monsignor Luca Bressan

La mattina della domenica al Festival MITO SettembreMusica è come da
tradizione dedicata alle messe musicate, un’occasione imperdibile di ascoltare
la musica nella funzione per la quale è stata scritta. La seconda domenica del
Festival, il 15 settembre, alle ore 11 alla Basilica di Sant’Ambrogio, è
in programma la Missa super “Dixit Joseph” di Orlando di Lasso, eseguita
dall’Odhecaton Ensemble diretto da Paolo da Col, già in passato molto
apprezzati dal pubblico del Festival con programmi dedicati a Josquin Des Près,
Palestrina e Monteverdi.

Orlando di Lasso (1532 – 1594) è autore di più di 60
messe, la maggior parte dei quali appartenenti al cosiddetto generecosiddetta della
messa-parodia, cioè costruita sulla base di una preesistente composizione
polifonica. La Missa super “Dixit Joseph” a sei voci
elabora materiale tratto dall’omonimo mottetto dello stesso Lasso, del quale
ripropone alcuni tratti stilistici tipici come la frequente divisione
dell’organico in “cori” di tre voci, gli artifici retorici, l’eccezionale
padronanza della tecnica contrappuntistica. Anche se il testo dell’Ordinario
della Messa impone alcuni vincoli alla messa in musica, sono presenti anche qui
gli aspetti tipici delle più grandi composizioni di Orlando di Lasso, come l’incisività
dei temi melodici, l’energia e la grande varietà ritmica.

Cantante, organista, direttore e
musicologo, Paolo Da Col ha compiuto
studi musicali al Conservatorio di Bologna e musicologici all’Università di
Venezia, rivolgendo sin da giovanissimo i propri interessi al repertorio della
musica rinascimentale e barocca. Ha fatto parte per oltre vent’anni di numerose
formazioni vocali italiane, tra le quali la Cappella di S. Petronio di Bologna
e l’Ensemble Istitutioni Harmoniche. Dal 1998 dirige l’ensemble vocale
Odhecaton, oltre a guidare altre formazioni vocali e strumentali nel repertorio
barocco. È docente del Conservatorio di Trieste. Dirige con Luigi Ferdinando
Tagliavini la rivista L’Organo,
collabora in qualità di critico musicale con il Giornale della Musica e con altre riviste specializzate, dirige il
catalogo di musica dell’editore Arnaldo Forni di Bologna, è curatore di
edizioni di musica strumentale e vocale, autore di cataloghi di fondi musicali
e di saggi sulla storia della vocalità rinascimentale e preclassica. Collabora
all’edizione critica delle opere di Gioachino Rossini.

L’ensemble
Odhecaton,
sin dal suo esordio nel 1998, ha ottenuto alcuni dei più
prestigiosi premi discografici e il riconoscimento, da parte della critica, di
aver inaugurato nel campo dell’esecuzione polifonica un nuovo atteggiamento
interpretativo, che fonda sulla declamazione della parola la sua lettura mobile
ed espressiva della polifonia. L’ensemble vocale deriva il suo nome da
Harmonice Musices Odhecaton, il primo libro a stampa di musica polifonica,
pubblicato a Venezia da Ottaviano Petrucci nel 1501. Il suo repertorio
d’elezione è rappresentato dalla produzione musicale di compositori italiani,
francesi, fiamminghi e spagnoli attivi tra Quattro e Seicento. Odhecaton
riunisce alcune delle più scelte voci maschili italiane specializzate
nell’esecuzione della musica rinascimentale e preclassica sotto la direzione di
Paolo Da Col. L’ensemble ha registrato dieci cd, ed dedicati rispettivamente a
musiche di Gombert, Isaac, Josquin, Peñalosa, Compère, ai maestri della
Picardie, ai compositori spagnoli e portoghesi attivi nel Seicento nelle isole
Canarie, a Palestrina e Monteverdi. Con questi programmi Odhecaton è ospite
nelle principali rassegne di tutta Europa e ha ottenuto i maggiori
riconoscimenti discografici come il diapason d’or, 5 diapason, choc (Diapason e
Le Monde de la Musique), disco del mese (Amadeus e CD Classics), cd of the Year
(Goldberg). Odhecaton ha prodotto l’Amfiparnaso di Orazio Vecchi, con la
partecipazione dell’attore Enrico Bonavera e le scene disegnate da Lele
Luzzati. Dal 2008 Odhecaton ha rivolto grande parte del proprio impegno
interpretativo alla musica sacra di Palestrina, Gesualdo da Venosa, Claudio
Monteverdi e al repertorio contemporaneo (Sciarrino, Scelsi, Pärt, Rihm). Nel 2010
Odhecaton ha conseguito due diapason d’or con le registrazioni O gente brunette e Missa Papae Marcelli di Palestrina; quest’ultimo CD (con il quale,
secondo Le Monde, “les Italiens d’Odhecaton ont détruit l’icône pour mieux
rendre Palestrina à la vie”) ha ottenuto un successo unanime presso la critica.
Il nuovo CD di Odhecaton, dedicato alla Missa
In illo tempore
di Claudio Monteverdi (Ricercar) e premiato con i premi
diapason d’or, choc e grand prix international de l’Académie du disque lyrique,
contiene la prima registrazione mondiale di tre mottetti inediti del
compositore cremonese.

Per informazioni al pubblico:

Biglietteria MITO
SettembreMusica

Via Dogana 2

Tel:
02.88464725        

You may also like...