#CONOSCITESTESSO, Meditazione, Spiritualità, India – 2 film in anteprima dal 14 giugno presso Spazio Oberdan

Pressola
Sala Alda Merini- Spazio Oberdan della Provincia di Milano, dal
14 giugno al 5 luglio 2013, Fondazione Cineteca Italiana propone in anteprima per l’Italia due lungometraggi,MandalaeSadhu – Il cercatore della verità, che con poche parole e con immagini a volte folgoranti hanno
come inizio e approdo le radici della spiritualità orientale.

La meditazione e la
costante ricerca interiore sono i punti di partenza di chi, prendendo le
distanze dal mondo materiale, cerca una più profonda verità lungo la strada che
porta all’illuminazione, secondo gli insegnamenti del Buddha. Sulle tracce di
un eremita in viaggio dal Nepal al Tibet (Sadhu), o seguendo nel suo farsi
la mirabile costruzione di sabbia ad opera di monaci del Bhutan (Mandala), gli autori dei film
devono spogliarsi di ogni preconcetto intellettuale e sovrastruttura
occidentale e armarsi di sincerità per intraprendere insieme ai protagonisti
delle loro storie un viaggio iniziatico. Quasi un pellegrinaggio, alla fine del
quale potranno certamente dire di conoscersi meglio.

I due lungometraggi saranno
sempre proiettati insieme a uno dei due corti (GolokeLa
tenda nera
)
di “più Tibet”, cheGiuseppe
Cedernaha realizzato durante un
recente viaggio con ASIA-Associazione perla Solidarietà Internazionale, una ONG che dal 1988
sviluppa con successo progetti umanitari in diversi paesi del continente
asiatico.

Gli ospiti delle proiezioni: all’apertura dell’iniziativa presenzierà venerdì
14 giugno ore 21.15
Marina Canova
della comunità dei praticanti buddhisti del Centro Studi Tibetani Mandala,
l’attore scrittore e viaggiatore Giuseppe Cedernasarà presente in sala sabato
22 giugno ore 21.15
, mentre Christoph
Huebner
, documentarista tedesco regista di “Mandala”, sarà ospite mercoledì
26 giugno ore 21.00

Schede dei film

MANDALA

R. e fot.:Christoph Hübner.Mont.e
suono:
Gabriele Voss. Int.: Lopen Ugyen Dorgji, Lopen
Namgay Wangchuk, Lopen Sonam Tobgay, Lopen Phurba.Produz.: Christoph Hübner
Filmproduktion. Germania, 2012, col.,70’, v.o. sott. it.

«Sei monaci buddisti del
Bhutan – per la maggior parte di loro si tratta del primo viaggio all’estero –
sono venuti alla Jahrhun­derthalle di Bochum per creare questo straordinario
mandala tradizionale fatto di sabbia, e ritenuto il più grande del mondo con i
suoi 5×5 mt. Lavorando da mattina a sera con estrema concentrazione per dieci
giorni, hanno prodotto un “chakra­samvara mandala” dei più svariati e brillanti
colori, con immagini di divinità, palazzi, fiori, spiriti, animali, simboli di
sorprendente finezza. Alla fine il lavoro è stato distrutto nel corso di una
cerimonia rituale, e la sabbia raccolta è stata versata la notte seguente nel
fiume perché tornas­se nel ciclo della natura. Noi che assistiamo cerchiamo di
trasferire alle immagini la concentrazione, la calma, la precisione del lavoro
dei monaci, e anche la sua singolari­tà. A tratti un monaco spiega qualcosa
dell’azione, senza alcun commento di terzi. È una sorta di meditazione vi­suale,
non estetica né superficiale, ma calma e concentra­ta.»        
Christoph
Hübner, Gabriele Voss

Nella cultura Veda il
termine mandala (letteralmente “essenza”, o “centro”) definisce un
disegno simbolico universale, di antichissima tradizione, dal significato
rituale e spirituale nel buddismo e nell’induismo. È un’immagine mentale he
rappresenta il processo mediante il quale il cosmo si è formato, a partire da
un centro. I vari tipi di mandala (possono essere anche tridimensionali) sono
usati nelle pratiche sutra e tantra come strumenti di meditazione e visualizzazione,
veicoli per trasformare la consapevolezza e la realtà ordinaria in esperienze
ricche di significato.

Alla proiezione di mercoledì 26 giugno interverrà il regista e
produttore Christoph Hübner.

SÂDHU. IL CERCATORE DELLA VERITÀ

R. e fot.:Gaël Métroz.Mont.:Thomas Bachmann. Musica: Julien Pouget.Int.:Suraj Baba e autentici
pellegrini del Kumha Mela. Produz.: Tipìmages Productions. Svizzera,
2012, col.,85’, v.o. sott. it.

«Per molti anni ho
viaggiato in tutto il mondo per condividere la vita con quei filosofi
anacronistici che pensano che la felicità dipenda dalla semplicità. È stato a
Gangotri, alle sorgenti del Gange, a
3.000
metri
di altezza, nella catena dell’Hi­malaja, che ho
incontrato Suraj Baba. Da otto anni questo “sâdhu” (uomo santo hindù) viveva
lì, di yoga e di meditazione, rinunciando ai beni terrestri. La prima volta che
l’ho vi­sto stava riparando il sentiero che dalla sua grotta porta al Gange.
L’ho aiutato a portare delle pietre e lui prima di tornare alle sue pratiche
yoga sulla riva del fiume sa­cro mi ha offerto un tè al latte. Nel corso delle
settimane successive ho vissuto nella grotta vicina alla sua e dopo qualche
mese sono diventato suo amico. Il primo dopo otto anni. Ho capito che Suray si
sentiva intrappolato dal suo eremitaggio e che aveva timore a ritornare nel
mondo dopo tanto isolamento.

Quando gli ho parlato del
mio progetto di incontrare al­tri “sâdhu” durante il Kumbha Mela, l’evento che
riunisce più di settanta milioni di pellegrini, mi ha chiesto se po­tevo
portarlo con me. Così siamo partiti per questo pellegrinaggio che, fra molte
peripezie, è diventato il più lungo della no­stra vita. Durante i 18 mesi di
riprese dormivamo sulla riva dei fiumi e mangiavamo quello che altri pellegrini
ci regalavano. Lui con la sua piccola bisaccia, io con la mia telecamera
abbiamo attraversato le pianure del Gange, i passi dell’Himalaya, dal Nepal
verso il Tibet, fino ad arrivare nella città di Allahabad e partecipare al
Kumbha Mela. Nel corso delle riprese, Suraj si è rivelato un “sâdhu” diverso
dagli altri. Lui non cercava una dottrina, ma il suo cammino personale.
Dubitando perfino del suo stato di uomo santo, Suraj è diventato per me un
autentico saggio, un uomo alla ricerca.»      
Gaël Métroz

Alla proiezione di sabato 22 giugno interverràGiuseppe Cedernaper introdurre i suoi due cortometraggi.

LA
TENDA NERA

R.:Giuseppe Cederna. Fot. Andrea
Cavazzuti. Mont. Susanna Scarpa. Mus. orig.: Alberto
Capelli,
Mauro Manzoni. Int. e voce narrante: G. Cederna. Prod. Asia Onlus, 2011,
col.,14’.

Verso le sorgenti del fiume
Giallo, l’incontro con un capofamiglia nomade, tra gli ultimi eredi delle
tradizioni tibetane che si tramandano da padre in figlio. Unica precaria fonte
di sostentamento il bestiame e i pascoli.

GOLOK

R.:Giuseppe Cederna. Fot. Andrea
Cavazzuti. Mont.: Fabrizio Barraco. Int. e voce narrante: G.
Cederna. Prod. Asia Onlus, 2011, col.,10’.

Da un monastero nel Qinghai
(Tibet del nord), ai 4200 mt del collegio femminile di Golok, dove a 500
bambine, grazie a un progetto di sostegno, viene insegnata tra l’altro la
cultura tradizionale tibetana.

Calendario proiezioni

Mandala(Ch.
Hübner ,70’)              Sâdhu. Il cercatore della
verità
(G. Métroz,85’)

Golok(G.
Cederna,10’)                   La tenda nera (G.
Cederna,14’)

Ve. 14 giugno h 21.15                         Sa. 15
giugno h 21.15

Sa. 15 giugno h 15.00                         Do. 16 giugno h 17.00

Do. 16 giugno h 19.00            Me. 19 giugno h 21.00

Gio. 20 giugno h 17.00                       Ve. 21 giugno h 17.00

Sa. 22 giugno h 17.15                         Sa. 22 giugno h 21.15

Me. 26 giugno h 21.00                        Me. 26 giugno h 19.00

Gio. 27 giugno h 17.00                       Gio. 27 giugno h 19.00

Ve. 28 giugno h 17.00                         Ve. 28
giugno h 21.00

Sa. 29 giugno h 21.30                         Sa. 29 giugno h 17.15

Do. 30 giugno h 17.00            Do. 30 giugno h 21.00

Lu. 1 luglio h 17.00                            Lu. 1 luglio h 19.00

Mar. 2 luglio h 21.00                         Mar. 2 luglio h 17.00

Me. 3 luglio h 17.00                           Me. 3 luglio h 21.15

Gio. 4 luglio h 19.00                          Gio. 4 luglio h 17.00

Ve. 5 luglio h 19.00                            Ve. 5 luglio h 21.00

Cenni biografici

CHRISTOPH HUEBNERè uno dei maggiori
documentaristi tedeschi. Dopo studi di fotografia e regia a Monaco, fonda nel
1978 la società di produzione Ruhrfilmzentrum, dedicandosi al documentario. Il
suo primo lavoro importante è Lebens-Geschichte des Bergarbeiters Alfons S.
sulla vita di un minatore della Ruhr, narrata da lui stesso. In seguito lavora
a una trilogia sul football, in particolare sul Borussia Dortmund, il cui terzo
episodio dovrebbe essere il resoconto della vita dei giocatori a fine carriera.
Gabriele Voss, sua partner nella vita e nel lavoro, dopo studi sulla
teoria della percezione estetica, si occupa dal 1975 di montaggio, drammaturgia
e sceneggiatura per cinema e TV. Nel 2005 il libro e film Schnitte im Raum
und Zeit
le ha valso il prestigioso Adolf Grimme Preis. 

Nei loro lavori Hübner e
Voss sono particolarmente attenti all’esplorazione di forma, ritmo e
composizione nella formazione delle immagini, caratteristica che trova la sua
massima espressione in un film come Mandala, opera d’arte che ha per
oggetto la documentazione, quasi in tempo reale, della creazione di un’altra
opera d’arte.

GIUSEPPE CEDERNA,di origini valtellinesi, è attore di cinema e teatro, scrittore e
viaggiatore. Inizia la sua carriera come attore teatrale e nel 1977 fondala Compagnia Anfeclown,
dove si metterà in luce per una comicità surreale e principalmente fisica.
Collabora con il Teatro dell’Elfo in “Sogno di Una Notte d’Estate”, regia G.
Salvatores, poi è la volta di “Amadeus” di P. Shaffer regia di M. Missiroli,
“il Giardino dei Ciliegi” di A. Cechov regia di G. Lavia, “La Febbre” di W.
Shawn e regia di G. Gallione, “Tacalabala, il racconto del calcio” regia di G.
Gallione, “Il Grande Viaggio” tratto dal suo omonimo libro sul racconto di un
pellegrinaggio alle sorgenti del Gange. Con “Il Viaggiatore Incantato”Giuseppe Cedernacontinua a raccontare in teatro le sue esperienze e passioni dal viaggio alla
poesia ed alla letteratura.

Negli Anni Ottanta inizia la sua carriera cinematografica partecipando a vari
film tra cui La famiglia di E. Scola, Marrakech Express di G. Salvatores,
Italia – Germania 4-3 di Andrea Barzini, Il viaggio di Capitan Fracassa E.
Scola ; Mediterraneo di G. Salvatores, Il partigiano Johnny di G. Chiesa, El
Alamein di E. Monteleone, Aspettando il sole di A. Panini, Diverso da chi? di
U. Carteni, Nine di R. Marshall, Maschi contro  femmine di F. Brizzi.

Dalla fine degli anni Novanta Cederna si dedica anche alla scrittura: Il grande viaggio, Feltrinelli e Ticino. Le voci del fiume, storie d’acqua e
di terra
, Excelsior 1881. L’ultimo libro, Piano Americano, esce per Feltrinelli a maggio 2011.

MARINA CANOVAfa parte da sedici anni della comunità dei
praticanti buddhisti  del Centro Studi
Tibetani Mandala  che segue  il ven. lama Paljin Tulku Rinpoce. 

È una dei rappresentanti
del Centro in vari  ambiti di incontro e
di dialogo interreligioso, quali il Forum delle Religioni a Milano. Dal 2002 è
delegata del Mandala Centro Studi Tibetani di Milano presso l’Unione Buddhista
Italiana (UBI) e presso l’Unione Buddhista Europea (EBU). Ha collaborato
per  anni 
alla rivista IM del PIME, come voce buddhista all’interno della pagina
del dialogo fra religioni.

Tiene corsi e seminari di
meditazione presso le sedi del Centro Studi Tibetani Mandala di Milano e del
Monastero Mandala Samten Ling di Graglia Santuario (Bi). Per questi centri si
occupa anche dei contatti con le scuole.

INFO:

0287242114

info@cinetecamilano.it

www.cinetecamilano.it

MODALITÀ
D’INGRESSO:

Biglietto d’ingresso: intero € 7,00

Biglietto d’ingresso ridotto per possessori di
Cinetessera: € 5,50

Spettacoli delle ore 15 e 17 dei giorni feriali:
intero € 5,50, ridotto per i possessori di Cinetessera € 3,50

Cinetessera annuale: € 5,00, valida anche per le
proiezioni al MIC – Museo Interattivo del Cinema – e all’ Area Metropolis 2.0 –
Paderno Dugnano.

I biglietti possono essere acquistati in prevendita
alla cassa di Spazio Oberdan da una settimana prima dell’evento nei giorni e
negli orari di apertura della biglietteria.

Uncategorized

La storia ed il futuro di Crespi d’Adda #cameradeideputati @Crespidadda

L’esperienza di Crespi d’Adda sarà uno degli argomenti del convegno “Il Patrimonio industriale in Italia. Da spazi vuoti a risorsa per il territorio”, che si svolgerà il prossimo 7 ottobre 2016, a Roma, presso la Camera dei Deputati a Palazzo Montecitorio. L’evento, promosso dalla Senatrice Michela Montevecchi, e organizzato da Simona Politini, sarà un’occasione unica […]

Read More
Uncategorized

EVENTI CULTURALI E STREET-ART, PASSA DA QUI IL RILANCIO DEL MERCATO COPERTO DI LORENTEGGIO #eventiculturalimilanesi

COMMERCIO. EVENTI CULTURALI E STREET-ART, PASSA DA QUI IL RILANCIO DEL MERCATO COPERTO DI LORENTEGGIO Tajani: ”Il percorso fatto di commistione tra vendita, socializzazione, arte e cultura rappresenta un modello di riferimento per il futuro di molte strutture simili, contribuendo a riportare i mercati coperti al centro della vita dei quartieri” Milano, 7 ottobre 2016 […]

Read More
Uncategorized

Museo Van Gogh @ MuseoVanGogh

Vincent van Gogh (1853-1890), nato nel Brabante, è attualmente uno degli artisti più famosi di tutti i tempi. Se desideri ammirare i capolavori di Van Gogh, una visita al Museo di Van Gogh di Amsterdam è d’obbligo. Ma per gli ammiratori del pittore, i posti da visitare non finiscono certo qui. Situato nel meraviglioso Parco […]

Read More