Eadvout

Eadv1

Design

________________ 
MILANO DESIGN WEEK 2017

TORTONA ROCKS#2

Milano Space Makers presenta il meglio del design contemporaneo


Zona Tortona è da sempre un avamposto per la creatività internazionale senza barriere progettuali, un osservatorio su scala globale per monitorare le tendenze che animano il design contemporaneo.

Milano Space Makers presenta la seconda edizione del format Tortona Rocks, che, quest'anno, si ispira al tema People and Places: è questo il binomio alla base di tanta produzione del design contemporaneo che riflette i cambiamenti sociali, tecnologici ed economici in atto su scala globale, in un’assenza di confini, per come siamo abituati a pensarli, ma all’insegna di nuove nervature che percorrono il reale.

ll palinsesto di eventi curato da Milano Space Makers -  con i progetti di Mini Living, Corian® Design Surface e Cabana Magazine, “Ròng” Contemporary Design Exhibition, Stellar Works e molti altri - delinea una propria “mappa” di contenuti, dove sarà possibile intercettare gli indicatori di nuovi paradigmi del vivere e del pensare.

______________Superstudio Più – Via Tortona 27 – Milano Superstudio 13 – Via Forcella 13, Via Bugatti 9 – Milano
Press Preview 3 Aprile 2017, ore 15-20 (solo stampa) 4-8 Aprile 2017, ore 10-21 9 Aprile 2017, ore 10-18
17.000 mq espositivi, 130.000 visitatori e 2.270 giornalisti accreditati solo nel 2016, progetti a tema, installazioni museali, padiglioni nazionali, mostre indipendenti o collettive, grandi aziende consolidate ma anche giovani aziende innovative, startup, self-design, giovani autori indipendenti.
Tutto questo è al SUPERSTUDIO, il luogo iconico del design a Milano, il pioniere del fenomeno FuoriSalone diffuso nel quartiere, il luogo più visitato e ambito in zona Tortona fin dal 2000. Con il progetto SUPERDESIGN SHOW, (che continua e incorpora il successo del Temporary Museum for New Design) Superstudio continua la sua mission verso qualità ed innovazione ma quest’anno punta più che mai sulla ricerca, sulla libertà di scelta e idee, sulle contaminazioni tra arte e design, tra industria e artigianato, tra tradizione e futuro, tra semplicità e meraviglia. Getta un ponte per unire le visioni dei grandi nomi da copertina alle esperienze di inediti protagonisti. E apre alle più prestigiose università del mondo.
SUPERDESIGN SHOW è stato il primo a rompere gli schemi e a parlare di Design a 360°: industrial design, art-design, artigianato d’autore, tecnologia, automotive, oggettistica per la casa il lavoro i viaggi l’intrattenimento, tessile, decorazione, stampa 3D e tutto ciò che il design propone al passo con i tempi. E ancora le Capitali del design, i Paesi emergenti diventati protagonisti, i progetti e le tecnologie sull’innovazione dei materiali.
Quest’anno tornano gli appuntamenti più ambiti: le spettacolari installazioni Temporay Museum, l’eclettico Materials Village, le Gallery dedicate a singole aziende o designer, le “Parade” con successione di proposte di grande impatto. Con la novità di un padiglione con mostra e incontri dedicato alle Smart City.
Discovering: People&Stories apre al mondo degli autori, dei giovani, degli indipendenti, dei maker, con l’intervento artistico di Alessandro Guerriero e in collaborazione con eBay.
Selected Objects, mostra collettiva per proposte pret-à-vivre, è dedicata invece alle piccole e medie aziende, e da anni vetrina di interessanti e meno noti produttori italiani e esteri.
Time To Color! il tema all’anno scelto da Superdesign per sottolineare una forte tendenza.
Assuefatti al bianco, al nero, al grigio, al beige, ai toni metallici in tutte le loro composizioni e varianti, arriva oggi una prepotente voglia di colore. Un trend che già si esprime attraverso l’arte, la moda, la decorazione, il food, la grafica, il design e destinata a crescere e a influenzare le scelte estetiche attuali.
Come sempre Superstudio Più non ha una visione solo commerciale ma pensa al comfort e all’approfondimento dei suoi visitatori. Lounge, meeting room, spazio conferenze e proiezioni, press office, immagine coordinata, aree comuni, roof-garden, giardino, ristoranti e molto di più.
SUPERDESIGN SHOW è un progetto di Gisella Borioli. Direzione artistica dell’architetto Carolina Nisivoccia.
ANTICIPAZIONI 2017
IL TEMPORARY MUSEUM, INSTALLAZIONI SPETTACOLARI CHE ESALTANO IL PRODOTTO
- Per il suo 70° anniversario, LG porta un grandioso artwork futuristico curato da Tokujin
Yoshioka, artista e designer presente nelle collezioni permanenti di MoMA, Centre Pompidou, Victoria
and Albert Museum e altri prestigiosi musei. Un arazzo di luce dove arte e tecnologia si combinano fino a
creare una dimensione futuristica che confonde e trascende i sensi umani.
- Gli incredibili vetri giapponesi di AGC Asahi Glass emozionano lo spettatore proponendo “Touch”, un
"vetro da toccare" creato con un materiale altamente espressivo, in collaborazione con Jin Kuramoto e
l’acclamato studio londinese Raw-Edges.
TIME TO COLOR! FORME E COLORI 2017
- Yokohama Makers Village presenta l’ultima collezione “Flower/Metal”, con tableaux di vasi di design
in perfetto stile giapponese che mostrano l’armonia nata dall’incontro di materiali antagonisti e
valorizzano i colori dei fiori.
- Sunbrella, specialista dei tessuti da esterno altamente performanti, mette in scena le ultime colorate
proposte e una mega installazione che accoglierà i visitatori all’ingresso del corpo centrale di Superstudio
firmata dall’acclamato artista e fotografo francese Charles Pétillon.
- Slide, leader della produzione di arredi luminosi stampati con la tecnica della moulded rotation in
collaborazione con famosi architetti e noti artisti, presenta l’installazione “Color Pop”, uno scenario con
nuovi prodotti dove il colore è protagonista assoluto, a cura di Roberto Paoli. Suoi anche gli arredi delle
parti comuni, dagli « zampironi » per esterni, alle panchette, alla libreria e altro.
- Radici Contract, number one delle moquette made in Italy che annovera tra i suoi clienti i più bei nomi
della moda e del design, rinnova la sua collezione con colori ad effetti speciali, come lo straordinario e
immenso tappeto arcobaleno appositamente realizzato per Superdesign 2017 su disegno di Carolina
Nisivoccia.
- Carpet Sign, tappeti “made in Holland” sotto il segno della straordinarietà mette in mostra come quadri
gli incredibili tappeti a rilievo, dalle forme liquide e i colori intensi, disegnati da Karim Rashid.
- Dresswall, un sistema costruttivo evoluto che permette di realizzare elementi di comunicazione
luminosi e leggeri, senza limiti e con infinite possibilità di personalizzazione.
FOOD AND DRINK DESIGN
- PepsiCo presenta lo spettacolare progetto Mix it Up e crea con Mathieu Lehanneur, Luca Nichetto,
Fabio Novembre, lo Chef Davide Oldani, Studio Job, Patricia Urquiola e molti altri, una esplorazione
tra passato, presente e futuro, di come cibo e bevande vengono consumati nella nostra società
iperconnessa.
-All’ora dell’aperitivo un flûte di Prosecco Valdo che presenta la nuova bottiglia floreale Special Edition,
illustrata da Fabrizio Sclavi.
LE UNIVERSITA’ CHE DISEGNANO IL FUTURO DEL VIVERE MEGLIO
- Da anni la Polonia si è affermata come una interessante fucina di autori e aziende che, mettendo a
fuoco la loro cultura e la loro visione, sono entrati a pieno diritto nel gotha del design. Un intero padiglione
è dedicato al POLISH DESIGN, “Tomorrow is Today”, la prima mostra collettiva che offre uno sguardo
sul futuro del design polacco grazie alla partecipazione di 8 Università Statali da tutta la Polonia e le loro
facoltà di progettazione. Il progetto è a cura di Dorota Koziara.
- Keio, prestigiosa università giapponese porta avanti una significativa ricerca sulle necessità e le
esigenze di vita pratica e quotidiana con soluzioni ad avanzata tecnologia presentate in una mostra
interattiva curata da Manabu Tago.
NUOVI MATERIALI, TUTTO PARTE DA LI’
- Materials Village, un vero e proprio villaggio indipendente installato nel Art Garden di Superstudio
attorno alla grande scultura di Flavio Lucchini, presenta il meglio dell’innovazione dei materiali a cura di
Material ConneXion. Un format sempre più accattivante, green e ricco d’incontri speciali.
Importante novità di quest’anno, la mostra-evento “New Materials for a Smart City” che offre ai visitatori
della Design Week milanese una panoramica sulle frontiere dell’innovazione materiale per la creazione
della smart city, la città intelligente. All’ingresso di Superstudio Più, nella Piazza dell’Arte, l’installazione di
Studio Patricia Urquiola per 3M, sull'importanza di preservare le memorie per il futuro attraverso
l'unione di architettura, design e la magia dei materiali.
LAST TECNOLOGY E INTERATTIVITA’
Vedere, capire, interagire. Fare della visita a Superdesign una esperienza diretta che non si dimentica.
- Dassault Systèmes presenta lo “studio del futuro”, soluzioni all’avanguardia per il design creativo e la
progettazione d’interni, per abbozzare nuove idee di prodotti direttamente in 3D su un tab let e
visualizzarle subito con rendering fotorealistici in un ambiente virtuale immersivo interattivo.
- Gore-Tex utilizza la realtà virtuale per comunicare la duttilità e il confort del materiale: ogni visitatore
vedrà formarsi su un LED wall in modo interattivo un proprio profilo colorato e un diverso skyline naturale
(urbano, roccioso, montuoso, marino, collinare…).
- IBM ci parla di intelligenza artificiale e presenta Watson il famoso robot dalle sembianze umane,
ospitato nell’area Material Village, prototipo degli umanoidi di domani.
PICCOLE AZIENDE CREATIVE CRESCONO
- Crescono in numero e in qualità le piccole aziende cui Superdesign ha offerto, in piccoli spazi, la
possibilità di apparire anche senza eccessivi investimenti. Visionati dal board artistico i SELECTED
OBJECTS infine scelti rappresentano tante singole risposte alle richieste di nuovo design. Come il
paesaggio urbano di Hong Kong attraverso la metafora della finestra di Ponti Design Studio;
l'inaspettata leggerezza del marmo con le creazioni di Stefano Pasotti e Dario Martinelli di StoneLab
Design; Daard reinventa la valigia per i tempi moderni e budbrand la nostra quotidianità rendendo
portatili quelle cose che abbiamo sempre dato per scontato fossero impossibili da prendere in mano e
portare in giro. E ancora, Delirious Eyewear porta i suoi occhiali unici no brand ispirati ad un design fatto
di linee semplici e d’arte minimale, Haberdashery celebra la bellezza dei colori celati dalla nostra
percezione della luce bianca col lampadario “Canopy” e molti altri innovativi brand italiani ed
internazionali quali By Henzel dalla Svezia, styleGREEN dalla Germania, NuAns by Trinity dal
Giappone, Latvian Design dalla Lettonia, Zalaba Design dalla Svizzera, Keydi by Cappa Arredamenti,
il progetto MARCA promosso e sostenuto dalla Camera di commercio di Torino in collaborazione con il
Centro Estero per l’Internazionalizzazione, il gioco di (s)composizione di Castellani.it, le borse
personalizzate ricche di accessori di Dampaì, le sneakers di Beyond, il caminetto “Diamonds&Flames” di
Spartherm, le sedie “Chiavarina” supercolor di F.lli Levaggi e i prototipi di interfacce basate su
smartphone di Digital Habits.
DISCOVERING NUOVI AUTORI E LE LORO STORIE
Tutto nasce dalla constatazione che il web è in nuovo grande hub che raccoglie ogni genere di creativo e
molti di loro con un forte potenziale. Chi sono? Cosa pensano? Dove vivono e come farli conoscere? La
risposta di Superstudio avviene con un invito sulla rete a partecipare alla collettiva DISCOVERING:
PEOPLE&STORIES dove attraverso un solo significativo oggetto possano presentarsi sulla scena
internazionale del design con un contatto diretto con gli operatori. Un grande nome del design come
Alessandro Guerriero, protagonista della rivoluzione di Alchimia, offre i suoi omini-scultura in tondino di
ferro come “presentatori” di ogni singolo oggetto. Al centro della scena un grande tavolo di Guerriero con
300 fiori di legno realizzati artigianalmente su suo disegno dai ragazzi disabili di Sacra Famiglia e
proposti al pubblico con offerta a favore della Associazione che li ospita e cura.
Discovering godrà di una visibilità speciale su eBay, e-commerce partner del progetto che darà
l’opportunità ai designer di entrare nel mercato digitale e di superare i confini italiani attraverso
una sezione a loro dedicata, nella quale saranno raccontati il progetto, le loro storie e saranno messi in
vendita i loro oggetti. Una mostra tre volte interessante, per la forma, il contenuto e le finalità.
L’ARTE INCONTRA IL DESIGN CON TRE ARTISTI DEL LIFE-STYLE
Declinate sul tema dell’anno TIME TO COLOR! le mostre personali di tre artisti-designer che eccellono
ciascuno nel loro settore per l’originalità e lo spessore delle loro creazioni, realizzate a mano e in pezzi
unici o limited edition.
- Alessando Ciffo crea meraviglie col silicone spesso usato al posto di materiali tradizionali, oggetti e
arredi coloratissimi, ma anche trasparenti e delicati come vetri di Murano.
- Letizia Marino realizza fantasmagoriche superfici a spruzzi di colore con resine e acrilici stesi
manualmente, fino ad ottenere tavoli e piani unici dal forte impatto pittorico.
- Daniela Gerini spazia dall’habitat all’abito declinando la sua passione per il colore e l’arte in sapienti
pennellate sui tessuti, in forme asimmetriche per gli arredi, in texture e insoliti mix per le sue lampade.
Ma anche:
- Special Guest Dejana Kabiljo, artista che opera nel campo del design famosa per le sue installazioniprovocazioni
spesso presenti al Superstudio, con una proiezione sul grande tema della bellezza e quanto
la sua diversa percezione può influire sulla qualità della vita.
- Una selezione delle più belle GIF dal mondo celebra il tema del colore con theGIFER-pills, un piccolo
assaggio del festival theGIFER (Torino, 2-5 novembre 2017), un progetto internazionale nato per
diffondere e promuovere la gif art (www.thegifer.org).
ESPOSITORI AL SUPERSTUDIO PIU’:
AGC Asahi Glass, Carpet Sign, Dassault Systèmes, Gore-Tex, Keio University, LG, Material ConneXion
Italia, PepsiCo, Polish Design, Sunbrella, Yokohama Makers Village.
SELECTED OBJECTS: Beyond, budbrand, By Henzel, Keydi by Cappa Arredamenti, Castellani.it,
Daard, Dampaì, Delirious Eyewear, Digital Habits, F.lli Levaggi, Haberdashery, Latvian Design, MARCA,
Ponti Design Studio, Spartherm Distribution Italia, StoneLab Design, StyleGREEN, NuAns by Trinity Inc.,
Zalaba Design.
DISCOVERING: PEOPLE & STORIES: Begum Cemiloglu e Ekin Varon, Ilaria Alessandria, Gabriello
Anselmi, Juan Carlos Baumgartner, Alessandro Campesi, Mauro Cellana, Alessandro Ciffo, Alberto del
Grosso, Daniele Drigo con Stylezato, Armando Femiano, Marita e Frida Francescon, Matteo Greco,
Ombretta Iardino, Marian Lassak, Beat Lippert, Cristina Marsan, Bruno Petronzi, Lorenzo Pugnaloni,
Sophie Rama, Riccardo Randi, Gennaro Rossi, Virginija Sadaunyke, Giulia ed Elena Sella, Small
Architecture, Alessandro Sperduti, The GAHAN Project, Laura Tolfo, Young Simon. PARTNER
DISCOVERING: eBay
SPECIAL GUESTS TIME TO COLOR!: Alessandro Ciffo, Daniela Gerini, Dejana Kabiljo, Letizia Marino,
theGIFER.
PARTNER: Dresswall, DxG Packaging, Radici Contract, Slide, Valdo.
www.superdesignshow.com

MILANO DESIGN WEEK 2017

TORTONA ROCKS#2

Milano Space Makers presenta il meglio del design contemporaneo
Zona Tortona è da sempre un avamposto per la creatività internazionale senza barriere progettuali, un osservatorio su scala globale per monitorare le tendenze che animano il design contemporaneo.

Milano Space Makers presenta la seconda edizione del format Tortona Rocks, che, quest'anno, si ispira al tema People and Places: è questo il binomio alla base di tanta produzione del design contemporaneo che riflette i cambiamenti sociali, tecnologici ed economici in atto su scala globale, in un’assenza di confini, per come siamo abituati a pensarli, ma all’insegna di nuove nervature che percorrono il reale.

ll palinsesto di eventi curato da Milano Space Makers -  con i progetti di Mini Living, Corian® Design Surface e Cabana Magazine, “Ròng” Contemporary Design Exhibition, Stellar Works e molti altri - delinea una propria “mappa” di contenuti, dove sarà possibile intercettare gli indicatori di nuovi paradigmi del vivere e del pensare.  

____________
TORTONA DESIGN WEEK 2017
Design to connect 
4 – 9 aprile 2017
  

Una Milano sempre più internazionale e proiettata verso il futuro, dove moda, design e cultura si confermano simboli di eccellenza e motori di nuove opportunità, capaci di attrarre i giovani e di dare spazio a innovazione ed energie imprenditoriali: è questo il contesto fotografato dalla società di ricerche GfK in cui si inserisce la Design Week 2017. Un’evoluzione – quella della Milano contemporanea – che rispecchia anche la vivacità e il fermento di una zona, come Tortona, che nel tempo ha saputo trasformare l’intuizione innovativa del Fuorisalone in un vero e proprio distretto attivo tutto l’anno, punto di riferimento per le industrie creative e non solo. 

Se Milano è connessa, ora più che mai, con il panorama italiano e internazionale in diversi ambiti, a partire dal design stesso, così anche Tortona è in connessione continua con la città: da quartiere operaio, sede di manifatture produttive, questa zona si configura oggi come vero e proprio hub di innovazione e produzione culturale, ponte fra idee, progetti e persone.

Dopo il successo dell’edizione 2016 – che ha visto 150.000 visitatori per oltre 200 eventi e 20 paesi rappresentati – la Tortona Design Week si conferma anche quest’anno uno dei poli fondamentali in città durante la settimana del design, meta di riferimento per i tanti appassionati del Fuorisalone (secondo GfK, tra i quartieri più attrattivi per oltre il 76% delle persone che hanno partecipato alla Design Week).

Tante le novità e i protagonisti presenti in zona durante la Design Week 2017: designer, progetti e aziende provenienti da tutto il mondo – in particolare Cina, Brasile, Germania, Giappone, Francia, Lettonia, Messico, Olanda, Polonia, Singapore, Turchia, UK e USA  – per indagare e raccontare i nuovi paradigmi del design contemporaneo, sempre più interconnesso, flessibile e portato a misurarsi con bisogni ed esigenze in continua evoluzione. Dal design nomade al colore, dalla manifattura 4.0 al design sociale fino ai nuovi trend nell’arredo e nell’interior design, Tortona Design Week offrirà un ampio sguardo sul design del futuro e sui temi più attuali e interessanti sviluppati da aziende e designer.

A un anno dalla sua apertura BASE Milano si conferma, anche per questa edizione, Design Center della zona. Durante il Fuorisalone 2017 gli spazi dell’ex Ansaldo ospiteranno mostre, designer, imprese, università e diversi progetti dedicati al tema del design nomade. La mostra Design Nomade, primo progetto espositivo nato da una call internazionale a cura di BASE Milano e con le suggestioni di Stefano Mirti, presenta una serie di oggetti diversi tra loro, ma accomunati dall’idea di un design agile pensato per rispondere ai nuovi bisogni del vivere contemporaneo: da Itaca, la casa portatile di Elena Bompani fino a WaterBed l’abitazione sull’acqua di Daniel Durin, passando per le sperimentazioni di HOMI Smart, con un focus dedicato al crossover tra design e nuove tecnologie.

L’esposizione si amplifica nell’installazione progettata dal collettivo romano Orizzontale. BASE Milano ospiterà anche l’evento “Manifattura 4.0. The challenge for the future of the Italian companies” organizzato da CNA Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media, che presenta due progetti speciali “Green Smart Living” e “rOBOTRIP | open tools for art and design”, nato dalla collaborazione tra WeMake e Caracol Design Studio, l’installazione a cura di Raumlabor e Moleskine, che durante la Tortona Design Week farà scoprire il processo creativo che si nasconde dietro il design del Classic Backpack. Sempre legato al tema del design nomade e parte della mostra in BASE Milano, Quiubox di Tomaso Boano e Jonas Prismontas, porta a Milano due strutture “itineranti” che diventeranno InfoPoint della zona ma soprattutto incubatore di conoscenza e di saperi. Quiubox diventa un punto di contatto tra le comunità di afrocolombiani e il processo del fare, una fabbrica temporanea per la creatività e l'azione sociale.

Quest’anno, Hotel Magna Pars Suites Milano e Magna Pars Event Space ospitano, tra gli altri, le opere emblematiche dello storico Atelier di maioliche faentine CERAMICA GATTI 1928, tra cui AIDIALETTICA del Maestro Luigi Ontani, che rappresenta il forte legame della famiglia CERAMICA GATTI 1928 con l’arte e gli artisti più noti dal futurismo ai giorni nostri. L’eclettico designer Karim Rashid animerà invece il party esclusivo del magazine F, che festeggia i suoi primi cinque anni partecipando per la prima volta alla Tortona Design Week.

Nel palinsesto degli eventi di Milano Space Makers si delinea una vera e propria “mappa” di contenuti, progetti sintomatici dei cambiamenti in corso, come collettive, collaborazioni tra aziende e designer di diversa nazionalità e iniziative che evidenziano nuove modalità di fruizione rappresentate dalle web sources. Molti i progetti di spicco tra cui MINI LIVING - "Breathe”, un'installazione che mostrerà come l'architettura possa offrire soluzioni creative per un vivere più consapevole ed eco-friendly, "CORIAN® CABANA CLUB", il progetto realizzato da Corian® Design Surface e Cabana Magazine, un viaggio multiculturale ed emozionale nel mondo del massimalismo e “Ròng” Contemporary Design Exhibition, una collettiva cinese molto raffinata che indaga l’utilizzo dei materiali tradizionali come carta, seta, bamboo, argilla e rame. Stellar Works, primo brand globale di design nato in Asia, presenterà l'installazione House Within a House dove saranno esposte le nuove collezioni di arredo a firma di Neri&Hu, direttori creativi del marchio, Space Copenhagen, Yabu Pushelberg e Crème. Vestre, storica azienda norvegese, proporrà un'interessante esposizione dedicata all'urban design offrendo così una visione innovativa dell’arredo urbano per una rinascita in chiave ecologica e creativa delle città contemporanee. Da non perdere la collaborazione di Citroën e Gufram che darà vita ad un incontro irriverente da cui nasce una show car di C4 Cactus, sintesi dell’innovazione nell’uso di materiali evoluti e di un design ironico e fuori dagli schemi.

Per questa edizione, il SUPERDESIGN SHOW di Superstudio si tinge di colore con il tema scelto per il 2017 “TIME to COLOR!” e propone installazioni spettacolari che esaltano il prodotto: Tokujin Yoshioka per LG, artista e designer presente nelle collezioni permanenti di MoMA, Centre Pompidou e altri prestigiosi musei; gli incredibili vetri dei Giapponesi di  AGC Asahi Glass in collaborazione con Jin Kuramoto e il pluripremiato studio londinese Raw-Edges; il progetto di Carpet Sign, tappeti “made in Holland” disegnati da Karim Rashid; il padiglione con il meglio del design emergente polacco a cura di Dorota Koziara;  l’acclamato artista e fotografo francese Charles Pétillon per Sunbrella; il progetto di PepsiCo con Mathieu Lehanneur, Luca Nichetto, Fabio Novembre, lo chef Davide Oldani, Studio Job, Patricia Urquiola e molti altri. Ricerca internazionale in tutto il mondo con la mostra “Discovering: People & Stories”, proposte dei nuovi autori di design con l’intervento artistico di Alessandro Guerriero; i Selected Objects, collettiva dedicata alle piccole e medie aziende, e Materials Village, il meglio dell’innovazione dei materiali a cura di Material ConneXion con una grande installazione di Studio Patricia Urquiola per 3M.

Tortona Locations anima i suoi spazi con progetti internazionali e collaborazioni, come quella con il German Design Council che presenterà i prototipi dei 21 designer vincitori di “ein&zwanzig”, il concorso internazionale nato per promuovere le nuove generazioni di designer, e con P!NTO SEATING DESIGN, il brand giapponese che aprirà il suo primo temporary shop in occasione della Tortona Design Week. Sarà inoltre possibile scoprire la nuova collezione di ARREDI SiAmoscarti, laboratorio di falegnameria tutto al femminile e, tra un progetto e l’altro, fare una partita a ping-pong e scoprire il tavolo INFINITY di San-Ei Corp scelto per le recenti Olimpiadi. IQOS Pathfinder Project, piattaforma culturale globale che sostiene i talenti creativi più innovativi, presenterà l’installazione di Davide Quayola, Jardins d'Été: una serie di video digitali ispirati all’impressionismo francese e alle ultime opere di Claude Monet. In occasione della Tortona Design Week 2017, il brand norvegese Casa Stokke®, oltre a presentare la sua ultima collezione, offre uno spazio polifunzionale e family friendly per affrontare al meglio l’esperienza del Fuorisalone. Non solo un’esposizione ma un vero e proprio servizio offerto al distretto Tortona.

Domus approda nel cuore del Tortona District allestendo presso il nuovo Spazio Copernico Tortona 33, una mostra interamente dedicata alla città di Milano, intitolata “Milano Next”. Un’estensione concettuale della speciale guida “Domus Urban Stories Milan” che è stata realizzata dalla testata raccogliendo quindici testimonianze d’eccezione – tra cui Studio Mumbai, Jasper Morrison e Maurizio Cattelan – e tracciando altrettanti percorsi d’autore assolutamente inediti per la città.

Nella location d’eccezione della Fondazione Gianfranco Ferrè, Guri I Zi, impresa sociale che promuove l’empowerment delle donne albanesi grazie al sostegno di Istituto Ganassini e marchio di prodotti tessili per la casa realizzati a mano, presenta la sua collaborazione con la designer Marta Sansoni, che ha creato e progettato per il brand la linea di pouf FLOATING ON. Riconfermata la presenza di MOOOI in via Savona.

  

Il progetto Tortona Design Week

Tortona Design Week è un progetto di comunicazione integrata con il patrocinio del Comune di Milano, che ha l’obiettivo di valorizzare eventi, installazioni e progetti che si svolgono nell’area di Tortona durante il Fuorisalone. I partner dell’iniziativa – che si presentano come realtà molto diverse tra loro, da organizzazioni che privilegiano la sperimentazione e la ricerca culturale a realtà consolidate nel campo degli eventi e della produzione di contenuti di design – sono: Associazione Tortona Area Lab, BASE Milano, Magna Pars, Milano Space Makers, Superstudio Group, Tortona Locations. 

Partner di Tortona Design Week 2017 è Egeria Energie, una giovane e dinamica azienda fornitrice di energia elettrica e gas alla clientela business.

www.tortonadesignweek.com
#tortonadesignweek | #tdw2017 | #DesignToConnect
#fuorisalone | #fuorisalone2017
_____LE ROSE DI GIULIA BARELA: QUANDO LA MATERIA FIORISCE

Nella Collezione Indian Leaves le rose come inno alla primavera

Anello Indian Rose_INDIAN LEAVESorecchini indian rose rosso

Roma, febbraio 2017  Il prezioso tributo alla regina di fiori anima l'ammaliante collezione Indian Leaves plasmata dal talento creativo della designer Giulia Barela.

Icona romantica, simbolo della natura, vernissage di primavera: la rosa firmata dall'artista intreccia sublimi espressioni in un gioiello in bronzo dorato lavorato minuziosamente a mano.

Il fior fiore della fashion jewelry made in Italy accende un look brillante e trasversale, adattabile a gusti, personalità e occasioni, declinato in quel perfetto mix di arte e femminilità che l'impronta di Giulia Barela sa interpretare. Dagli anelli "Indian Rose", "Cameliae" e "Sisters", ai bracciali "Indian Leaves" e "Sisters", agli orecchini "Four Roses" e "Indian Rose".

Nella Collezione Indian Leaves la natura presta la sua plasticità per rendere seduttiva la materia, mentre la luce le regala il movimento dei suoi riflessi: un vero e proprio incipit alla primavera alle porte.

Foglie e fiori minuscoli e giganti, foglie che ricordano le frecce degli idiani e che riflettono al luce che incontrano. Orecchini, anelli che avvolgono più dita: il frutto dello sguardo ironico e giocoso di Giulia Barela sulla natura in eterno movimento e mutazione.

Anello Leave_INDIAN LEAVES blu

Giulia Barela Designer

Giulia Barela arriva al mondo della gioielleria dopo un lavoro di prestigio nelle Relazioni Internazionali, consapevole di volere realizzare un progetto più personale partendo dalla sua grande passione, i gioielli. L'antica tecnica scultorea della fusione a cera persa le permette di creare ogni volta veri e propri pezzi unici. L'attenzione alla materia, ai volumi e al segno grafico si evidenzia in tutte le collezioni: il bronzo e l'argento soddisfano appieno il  bisogno scultoreo e materico della Designer, che costituisce la sua inconfondibile cifra stilistica. Ogni creazione di Giulia Barela attinge ai valori della tradizione artigianale del migliore “Made in Italy”. Le sue creazioni mantengono una leggerezza che deriva dalla sapiente lavorazione artigianale e dall’utilizzo delle tecniche dell’alta gioielleria.

www.giuliabarela.com

Nessun commento:

Posta un commento

Thanks for your collaboration!