GIOVANNA D’ARCO DEBUTTA AL FESTIVAL VERDI #Parmateatro

GIOVANNA D’ARCO
DEBUTTA AL FESTIVAL VERDI
NEL NUOVO ALLESTIMENTO DI SASKIA BODDEKE E PETER GREENAWAY

L’opera in scena nel secentesco teatro ligneo, con Ramon Tebar alla guida
dei Virtuosi Italiani e del Coro del Teatro Regio di Parma
e del cast composto da Vittoria Yeo, Luciano Ganci,
Vittorio Vitelli, Gabriele Mangione, Luciano Leoni
Teatro Farnese
2, 9, 15, 20 ottobre 2016, ore 20.30

Giovanna d’Arco, opera inaugurale del progetto Maestri al Farnese per il Festival Verdi, debutta nel nuovo allestimento firmato da Saskia Boddeke e Peter Greenaway domenica 2 ottobre 2016 alle ore 20.30 al Teatro Farnese (repliche il 9, 15, 20), facendo rivivere lo spettacolo del melodramma in uno dei luoghi più suggestivi e unici al mondo.

In scena nel secentesco teatro ligneo, riconquistato all’utilizzo teatrale grazie a una convenzione siglata con il Polo Museale dell’Emilia-Romagna, Vittoria Yeo (Giovanna), Luciano Ganci (Carlo VII), Vittorio Vitelli (Giacomo) debuttano nel titolo, insieme a Gabriele Mangione (Delil) e Luciano Leoni (Talbot), guidati da Ramon Tebar, per la prima volta al Festival Verdi, alla testa dell’orchestra I Virtuosi Italiani e del Coro del Teatro Regio preparato da Martino Faggiani.

Accanto alla protagonista, nel nuovo allestimento con le scene di Annette Mosk, i costumi di Cornelia Doornekamp, le luci di Floriaan Ganzevoort, le proiezioni a cura di Peter Wilms e Elmer Leupen, le danzatrici Linda Vignudelli e Lara Guidetti - che cura le coreografie - interpretano l’anima innocente e guerriera di Giovanna.

Sono convinta che la storia di Giovanna - spiega Saskia Boddeke - sia la storia di una donna lacerata da più personalità. Per questo ho pensato di triplicare la sua figura: oltre che dal soprano, ella è rappresentata da due danzatrici che agiscono sullo sfondo e nella scena finale non sarà il personaggio di Giovanna ad essere protagonista, ma l’innocenza dei bambini e l’infanzia incolpevole vittima delle guerre”.

Quando sono entrato per la prima volta nel Teatro Farnese vent’anni fa - racconta Peter Greenaway - sono rimasto davvero impressionato e ho capito subito di trovarmi dentro uno spazio straordinario adattissimo per un film. Allora non fu possibile realizzarlo, oggi la sfida di Giovanna d’Arco è l’occasione giusta per una singolare possibilità, cioè quella di far vivere questo eccitante scenario con proiezioni multimediali che hanno il compito di fondere, in un unico evento che accade qui e ora, diverse realtà dislocate nel tempo: un’opera ambientata nel 1431, scritta nel 1845, in un teatro costruito nel 1618 e colpito nel 1944 da un bombardamento che lo bruciò e ne fece a sua volta un drammatico spettacolo di fiamme”.

Composta nel 1845 su libretto di Temistocle Solera, Giovanna d’Arco si richiama alle vicende storiche della Pulzella d’Orléans e ancor più alle suggestioni del dramma Die Jungfrau von Orleans di Friedrich Schiller. L’opera fu rappresentata con successo alla Scala di Milano nel febbraio dello stesso anno.

Il Festival Verdi è realizzato grazie al contributo di Comune di Parma, Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, ReggioParma Festival, Regione Emilia-Romagna. Main partner Cariparma Crédit Agricole. Major partner Fondazione Cariparma. Media partner Mediaset. In collaborazione con Comune di Busseto, Complesso Monumentale della Pilotta. Con il sostegno di Ascom, Camera di Commercio di Parma, Fondazione Monte di Parma. Main sponsor Iren. Partner Chiesi, Opem, Dallara, Barilla, Unione Parmense degli Industriali. Sponsor Parmalat, Mutti, Poliambulatorio Dalla Rosa Prati, Sicim, Morris, Dulevo, Ceci, Schiatti Class, Antica Gelateria del Corso, Classica Hd. Tour operator partner Parma Incoming. Sponsor tecnici IgpDecaux, MacroCoop, Milosped, Step. Il restauro delle poltrone della platea del Teatro Regio di Parma è realizzato anche grazie al contributo di Poliambulatorio Dalla Rosa Prati.

L’immagine esclusiva del Festival è il ritratto di Verdi realizzato a matita da Renato Guttuso negli anni ’60, donato al Teatro Regio di Parma dall’Archivio storico Bocchi e concesso da Fabio Carapezza Guttuso ©Renato Guttuso by SIAE 2016.


Teatro Farnese
domenica 2 ottobre 2016, ore 20.30 fuori abbonamento
domenica 9 ottobre 2016, ore 20.30 fuori abbonamento
sabato 15 ottobre 2016, ore 20.30 fuori abbonamento
giovedì 20 ottobre 2016, ore 20.30 fuori abbonamento

GIOVANNA D’ARCO
Dramma lirico in tre atti su libretto di Temistocle Solera 
dal dramma Die Jungfrau von Orléans di Friedrich Schiller

Musica GIUSEPPE VERDI
Editore Casa Ricordi, Milano
Personaggi
Interpreti
Carlo VII
LUCIANO GANCI
Giacomo
VITTORIO VITELLI
Giovanna
VITTORIA YEO
Delil
GABRIELE MANGIONE
Talbot
LUCIANO LEONI

Giovanna innocente
Linda Vignudelli
Giovanna guerriera
Lara Guidetti

Commenti

Eventi News 24 - Notizie online