Don Carlo e Giovanna d'Arco dal 15 ottobre 2016 in tv in Italia e in oltre 30 paesi del mondo‏ @ClassicaTv @FestivalVerdi @Parmaeventi

Segui le opere del Festival Verdi 2016 ad alta definizione da casa tua!
Don Carlo e Giovanna d’Arco in onda su Tv Parma, Classica Italia
e Classica internazionale in oltre 30 paesi del mondo

Grazie agli accordi siglati dal Teatro Regio di Parma con Classica Italia, Unitel e Dynamic è possibile seguire il Festival Verdi 2016 in poltrona direttamente da casa propria. Don Carlo e Giovanna d’Arco, le prime opere in programma, che hanno da poco debuttato al Teatro Regio di Parma e al Teatro Farnese, potranno essere viste in alta definizione da tutti gli appassionati in Italia e nel mondo.

Il Teatro Regio di Parma muove così un passo importante nel percorso di internazionalizzazione intrapreso nell’ultimo anno, garantendo contestualmente anche al pubblico di Parma e Provincia di godere delle registrazioni delle opere verdiane, che saranno trasmesse su Tv Parma.

Appuntamento su Classica HD (Sky Canale 138) sabato 15 ottobre 2016 alle ore 21.10 per Don Carlo e giovedì 20 ottobre 2016 alle ore 20.30 per Giovanna d’Arco. Le due opere saranno introdotte dalle presentazioni di Silvia Corbetta e Giuseppe Martini.

Il palinsesto di Tv Parma (canale 17 del digitale terrestre) proporrà Don Carlo domenica 16 ottobre 2016 alle ore 20.30 e Giovanna d’Arco venerdì 21 ottobre 2016 alle ore 21.15.

Con circa 14 milioni di abbonati in 5 continenti e oltre 30 paesi, Classica internazionale porta il Festival Verdi in tutto il mondo, presentando Giovanna d’Arco lunedì 24 ottobre 2016 alle ore 20.00 (l’orario di messa in onda seguirà il fuso dei diversi paesi nei quali l’opera sarà trasmessa). Per informazioni su canali e orari di messa in onda www.classica.de

Don Carlo è in scena nel nuovo allestimento firmato da Cesare Lievi, con le scene e i costumi di Maurizio Balò e le luci di Andrea Borelli, coprodotto con Fondazione Carlo Felice di Genova, Òpera de Tenerife, Teatro Nacional São Carlo di Lisbona. Sul podio della Filarmonica Arturo Toscanini, Daniel Oren dirige l’opera nella versione in 4 atti del 1884, alla guida del cast composto da Michele Pertusi (al debutto nel ruolo di Filippo II), José Bros (Don Carlo), Vladimir Stoyanov (Rodrigo), Ievgen Orlov (Il Grande Inquisitore), Serena Farnocchia (Elisabetta di Valois), Marianne Cornetti (La Principessa Eboli), Simon Lim (Un frate), Lavinia Bini (Tebaldo), Gregory Bonfatti (Il Conte di Lerma, Un Araldo), Marina Bucciarelli (Voce dal cielo).

Saskia Boddeke e Peter Greenaway firmano il nuovo allestimento di Giovanna d’Arco al Teatro Farnese, facendo rivivere lo spettacolo del melodramma in uno dei luoghi più suggestivi e unici al mondo. In scena, nell’allestimento con le scene di Annette Mosk, i costumi di Cornelia Doornekamp, le luci di Floriaan Ganzevoort, le proiezioni a cura di Peter Wilms e Elmer Leupen, le coreografie di Lara Guidetti, Vittoria Yeo (Giovanna), Luciano Ganci (Carlo VII), Vittorio Vitelli (Giacomo) debuttano nel titolo, insieme a Gabriele Mangione (Delil), Luciano Leoni (Talbot), guidati da Ramon Tebar, per la prima volta al Festival Verdi, alla testa dell’orchestra I Virtuosi Italiani.

In scena, nelle due opere, il Coro del Teatro Regio di Parma preparato da Martino Faggiani.

Il Festival Verdi è realizzato grazie al contributo di Comune di Parma, Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, ReggioParma Festival, Regione Emilia-Romagna. Main partner Cariparma Crédit Agricole. Major partner Fondazione Cariparma. Media partner Mediaset. In collaborazione con Comune di Busseto, Complesso Monumentale della Pilotta. Con il sostegno di Ascom, Camera di Commercio di Parma, Fondazione Monte di Parma. Main sponsor Iren. Partner Chiesi, Opem, Dallara, Barilla, Unione Parmense degli Industriali. Sponsor Parmalat, Mutti, Poliambulatorio Dalla Rosa Prati, Sicim, Morris, Dulevo, Ceci, Schiatti Class, Antica Gelateria del Corso, Classica Hd. Tour operator partner Parma Incoming. Sponsor tecnici IgpDecaux, MacroCoop, Milosped, Step. Il restauro delle poltrone della platea del Teatro Regio di Parma è realizzato anche grazie al contributo di Poliambulatorio Dalla Rosa Prati.

Commenti