Gourmet Dinner Show della FIC-Federazione Italiana Cuochi - 22-25 ottobre 2016

Percorso itinerante con gli chef della Nazionale Italiana Cuochi per i Campionali mondiali di Cucina di Erfurt, in Germania (22-25 ottobre)


Roma, 19 settembre, ore 21
Boscolo Exedra Roma - Piazza della Repubblica 47 - tel 06 489381
 
19 settembre 2016 - In vista delle Olimpiadi di Cucina di Erfurt (22-25 ottobre), la Federazione Italiana Cuochi con il suo presidente Rocco Pozzulo presenterà a Roma in un Gourmet Dinner Show, che si terrà lunedì 19 settembre 2016 alle 21 all’Hotel Exedra Boscolo, la squadra azzurra che rappresenterà il nostro Paese alla competizione internazionale che si svolge in Germania ogni quattro anni, proprio come quella dello sport, le Olimpiadi.

Capitanato dallo chef Daniele Caldarulo, il team della NIC, la Nazionale Italiana Cuochi, emanazione ufficiale della FIC, sarà presentato agli ospiti del Dinner Show insieme ad alcune loro creazioni che ne metteranno in evidenza il talento e la professionalità. L’appuntamento romano, coordinato in tutte le sue fasi da Alessandro Circiello, presidente della FIC Lazio, segue le varie sessioni di allenamento dei due team protagonisti alle Olimpiadi di Erfurt, senior e junior, svoltesi in tutt’Italia con l’obiettivo di perfezionare nei minimi dettagli e nei tempi richiesti il programma imposto dal severo regolamento del concorso internazionale.

Sfidare i campioni uscenti, gli svedesi, e tutte le altre 32 squadre nazionali che parteciperanno, sarà un’impresa impegnativa che gli chef della NIC sono pronti ad affrontare con entusiasmo e spirito di gruppo. I numerosi e selezionati ospiti della serata al Boscolo Exedra Roma, personaggi del mondo del gusto e della cultura, potranno apprezzare in una degustazione gourmet di eccezionale livello il talento di professionisti della cucina a cui è stato affidato il compito di rappresentare alla competizione mondiale la nostra grande tradizione gastronomica, apprezzata in tutto il mondo.

Il capitano della squadra, Daniele Caldarulo, preparerà una Tataky di tonno con gazpacho di piselli, Andrea Mantovanelli una Royale di foie gras, Gaetano Ragunì dei Legumi e risi con semi di girasole, Umberto Gorizia dei Cannelloni emiliani, Debora Fantini i Mammoli con calamari arrostiti, Fabio Potenzano una Terrina di galletto e funghi, Seby Sorbello una Dadolata di ortaggi al timo, Simone Strano un originale dessert, mentre il pane sarà preparato da Simone Loi. A fare gli onori di casa a tanti prestigiosi colleghi e agli ospiti sarà Niko Sinisgalli, resident executive chef del Boscolo Hotel Exedra che ospita l’evento. Il piatto che presenterà sarà un Risotto cacio e pepe, in omaggio alle tradizioni della Capitale.

In degustazione e in abbinamento ai piatti saranno grandi vini creati dalla passione di personaggi ben noti al pubblico: da Bruno Vespa, giornalista, scrittore e da alcuni anni anche vignaiolo, che offrirà il suo “Raccontami”, a Cesare Avenia, presidente Ericsson, che porterà il suo “Virginiano Pallagrello bianco”, fino a Luigi Pocaterra, il notaio della tv, che presenterà il suo “Carmignano” Docg.

Tra i numerosi ospiti presenti all’evento, il vicepresidente del Senato Maurizio Gasparri, l’on. Giorgio Lainati vicepresidente della Commissione di Vigilanza Rai, Paolo Boccardelli direttore della Luiss, il senatore Paolo Bonaiuti, Bruno Vespa, Gianvito Lo Maio vicedirettore di RaiUno, il critico enogastronomico Luigi Cremona, l’on. Alfonso Pecoraro Scanio già ministro dell’Ambiente, Alfredo Antoniozzi del Cda dell’Enel, il consigliere del ministero dell’Istruzione Luciano Chiappetta, Fabio Fortuna rettore dell’Università Niccolò Cusano, Nicola Cerbino direttore della Comunicazione dell’Università Cattolica Policlinico Gemelli, Alessia Lautone direttore dell’Adnkronos, Roberto Iadicicco direttore dell’Agi, Emilio Albertario del Tg2 Costume e Società, il presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo, Antonio Preto commissario della AgCom, Adriana Bonifacino presidente di Incontra Donna, la nutrizionista Sara Farnetti e Giorgio Calabrese, medico e docente di Scienza dell’alimentazione.

Commenti