DONNE MODERNE - RITA PELUSIO e ALESSANDRA FAIELLA - Zelig Cabaret - Giovedì 29 SETTEMBRE 2016 - ore 21.00

Giovedì 29 SETTEMBRE 2016 - ore 21.00


FUTURE DATE IN PROGRAMMA
Ottobre > giovedì 27 | Novembre > giovedì 17 | Dicembre > Domenica 18

Zelig Cabaret vi invita all’appuntamento
DONNE MODERNE
LABORATORIO COMICO AL FEMMINILE
condotto da
RITA PELUSIO e ALESSANDRA FAIELLA


e con
Annagaia Marchioro e Roberta Lidia Di Stefano
Annalisa Dianti Cordone
Annamaria Chiarito
Chiara Rivoli
Corinna Grandi
Debora Bottari e Rita Bertelle
Deborah De Montis
Eloise Macrì
Francesca Musacchio
Francesca Puglisi
Ippolita Baldini
Laura Formenti
Serena Maratea
Sorelle Campanella (Alice Asinari e Valentina Amoretti)
Tiziana Calabrò
e tante altre a sorpresa

Giovedì 29 Settembre dalle ore 21 sul palco di Zelig Cabaret ritorna il Laboratorio Donne Moderne che tra settembre e dicembre presenterà 4 serate tutte differenti.
Il direttore artistico Giancarlo Bozzo e gli autori che seguono le cabarettiste nella preparazione e crescita dei pezzi comici, sono soddisfatti dei risultati che Donne Moderne ha ottenuto tra aprile e giugno 2016 e proprio per questo che viene riproposto a pieno titolo nella stagione 2016/2017.
È proprio il caso di dirlo... “con e senza trucchi, su e giù dai tacchi” ne vedremo delle belle!

A condurre la serata sarà l’esplosiva coppia quali Rita Pelusio e Alessandra Faiella e in scena tutta l’autoironia che solo le donne comiche sanno esprimere con genuinità sul palcoscenico.
Si alterneranno quasi 20 esilaranti e sferzanti cabarettiste, tra nuove leve e comiche che già hanno calcato i palcoscenici teatrali e che si sono fatte conoscere dal grande pubblico con varie partecipazioni televisive, ma che hanno sempre qualcosa di nuovo e inedito da provare, davanti ad un pubblico nuovo e ogni volta diverso, per testarne l’efficacia.

Le Donne Moderne di questo laboratorio sono donne autonome, indipendenti che sanno far ridere di sé e anche degli altri.
Accendono i riflettori sui loro complessi, mettono alla berlina i limiti del sesso opposto e si prendono gioco della società e delle sue contraddizioni con un linguaggio comune, un ironia mordace che attinge al vissuto femminile quotidiano ma che non diventa necessariamente “tormentone”.

Il Laboratorio Donne Moderne è partito ad Aprile 2016 presentandosi in tre appuntamenti con cast ogni volta diversi. Fin da subito il progetto ha riscosso un notevole successo sia di critica che di partecipazione da parte del pubblico.

DONNE MODERE in breve…

Donne Moderne si presenta come un laboratorio tutto orientato alle novità, ai nuovi modi di fare comico al femminile, alla creazione di un format che possa esprimere al meglio ciò che le donne vogliono dire ridendo dì se' stesse e degli altri, della vita privata, ma anche del loro essere nel mondo. In conclusione moltissime comiche che non ancora conosciute e che presto saranno le nuove beniamine della comicità femminile.

Una nuova generazione di donne comiche si è affacciata, in questi ultimi tempi, alla ribalta del cabaret e AreaZelig intende dare il giusto spazio a tutte coloro che meritano di averlo, per crescere e aiutare a crescere i nuovi talenti femminili. 
Donne moderne appunto!


IL LABORATORIO DONNE di AREAZELIG – nuova edizione 2016/2017

Da sempre AreaZelig- Bananas srl hanno dato una grande attenzione alla comicità femminile, in questi anni dai laboratori dedicati alle sole donne (Women In Laugh, Oggi Le Comiche) sono nate da Teresa Mannino a Geppi Cucciari, da Marta Zoboli alle Scemette.

Visti i buoni esiti la direzione artistica durante la stagione teatrale 2016/2017, la direzione artistica sotto la guida di Giancarlo Bozzo ripropone una nuova fase del Laboratorio Donne.
Da Settembre a Dicembre, una data al mese, sarà dedicata a "Donne moderne" in cui sfilerà il meglio del vivaio femminile.

INFORMAZIONI PER IL PUBBLICO

ZELIG CABARET - Viale Monza 140 - 20125 Milano - www.areazelig.it
I prezzi indicati si intendono senza consumazione ed eventuale prevendita
biglietti: tavolo 15€ - tribuna 12€


Infoline e prenotazioni tel. 02.255.1774 (dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00 – nelle sere di spettacolo anche dalle 18 alle 20.30 - sabato e domenica dalle 18.00 alle 20.30)
Acquisti online su www.ticketone.it
INIZIO SPETTACOLO ore 21.00 - Ingresso consentito ai maggiori di anni 14
***********************************************************
Per informazioni, immagini, comunicati e interviste: Ufficio Stampa ZELIG CABARET - Claudia Zambianchi | claudia@bananas.it |335 13 755 65
***********************************************************

LE CONDUTTRICI.

RITA PELUSIO

Rita Pelusio inizia la sua formazione teatrale frequentando il Laboratorio Tecnico per Attori presso il Fontana Teatro di Milano condotto da Carlos Alsina.
Successivamente  sceglie di dedicarsi al teatro comico frequentando il percorso formativo condotto da Philip Radice.
Approfondisce tutti gli aspetti dell’attore comico studiando con diversi professionisti quail Jean Mening, Kuniaki Ida, Eric De Bont, Sandra Cavallini, Jous Houben, Alessandra Faiella, Leo Bassi, Marcello magni.
Fonda la compagnia degli GNORRI con Natalino Balasso
Crea  “SUONATA - CONCERTO PER RAGAZZA E PIANOFORTE”, con la regia di Luca Domenicali, con il quale vince il PREMIO  MASSIMO TROISI e PREMIO DELLA CRITICA di Vincenzo Cerami.
Collabora con Radio Popolare nella trasmissione di Sveva “GLI UOMINI PREFERISCONO LE FIONDE”.
Partecipa alla trasmissione “OTTOVOLANTE” Radio Due.
E’ ospite in alcune puntate di  “ANDATA E RITORNO” e “BELLI DENTRO”.
Nel 2006 è nel cast di MARKETTE.
Nel 2012 è nel cast di ZELIG OFF.
Dal 2007 al 2015 è nel cast di COLORADO CAFÉ’.
Nel gennaio 2010 debutta con il suo nuovo spettacolo “PIANTO TUTTO” scritto con Riccardo Piferi e Marianna Stefanucci, regia Riccardo Piferi.
Nell’estate 2011 debutta con “STASERA NON ESCORT”, insieme ad A. Faiella, C.Penoni, M. Antonelli con il quale vince il PREMIO ITALIANO DELLA SATIRA 2014, regia Marco Rampoldi .
Attualmente è impegnata nel tour teatrale “FERITE A MORTE” regia Serena Dandini.
E in “EVA, DIARIO DI UNA COSTOLA” con la regia di Marco Rampoldi.
Inoltre partecipa al programma STAISERENA in onda su RADIODUE.
Quest’anno sarà inoltre in scena con COMEDIANS con la regia di Renato Sarti.
E’ autrice e regista di
“ANITA, GIOCOLERIE DA BAGNO”con Anna Marcato
“FREAKCLOWN” Alessandro Vallin e Stefano Locati
“MEGLIO TARDE CHE MAI” con Franca Pampaloni e Luz Pierotto
“I AM LETO” con Andrea Bochicchio
“ TROPPE ARIE” con Nicanor Cancellieri, Franca Pampaloni e Silvia Laniado. Con il quale vince il premio CARAMBOLAGE
“SIRENE” con Anna Marcato, Tania Furia, Rossella Bellantuono.
“CAINO ROYALE” con Andrea Bochicchio e Giovanni Longhin con il quale vince il premio TEATRI DEL SACRO
Ha Insegnato per FNAS ed  insegna per ATELIER TEATRO FISICO PHILIP RADICE.
Fonda insieme ad altri attori il collettivo TEATRO COMICO CIVILE ,che ha debuttato al PICCOLO TEATRO DI MILANO nel 2015
Con questo collettivo sostiene iniziative politiche e sociali.

ALESSANDRA FAIELLA

Laureata in drammaturgia all’Università di Bologna, comincia la sua carriera teatrale a fianco di Massimo de Vita al Teatro Officina di Milano. Ha studiato a Parigi con Philippe Gaulier, e in Italia con Quellidi Grock, Arturo Corso, Dario Fo.
Teatro: nella sua carriera trentennale, ha recitato con Dario Fo, Franca Rame, David Riondino, Massimo Navone, Renato Sarti, Marco Rampoldi.
In televisione ha partecipato ai programmi di Serena Dandini, Gialappa’s Band, Zelig, Cochi e Renato, Piero Chiambretti, Daria Bignardi.
Tra i suoi monologhi: “Sesso? Grazie tanto per gradire”, di Fo-Rame, e “La Momola Menardi” con testi di Franca Valeri, “La versione di Barbie” tutti con la regia di Milvia Marigliano.
Ultimamente ha portato in tournée gli spettacoli; “Stasera non escort” (con le colleghe Antonelli, Pelusio, Penoni), “Nudi e Crudi” con Max Pisu, regia di Marco Rampoldi, “Coppia aperta, quasi spalancata” di Dario Fo e “Comedians” di Trevor Griffith regia Renato Sarti.
Ha pubblicato saggi e romanzi con: Fazi, Mondadori, Garzanti, Sole24ore.
Tiene corsi di teatro comico e di teatroterapia attraverso l’umorismo.

Commenti