REPUBBLICA CECA: LA TRADIZIONE DI FAR FESTA.

I colori di costumi bellissimi, cuciti e ricamati a mano. Il sapore dei piatti di una volta,
@czechtourism.com
riproposti con immutata passione. I ritmi di canzoni e balli antichi che non si spengono mai. La solennità di rituali mai abbandonati. Il fascino immortale di tradizioni lontane… Tutto questo e molto più è il folklore, variegato e variopinto, del popolo ceco, sempre pronto a far festa e a rivendicare la propria forte identità culturale. Ogni pretesto è buono e dalla storia movimentata del Paese, dal calendario agricolo, dai riti religiosi e dalle credenze pagane si attingono sempre nuovi spunti per festeggiare con sagre, rievocazioni storiche e celebrazioni popolari. Per il visitatore sono occasioni uniche per entrare nell’anima più vera e antica di questo bellissimo Paese.
In qualsiasi periodo dell’anno si organizzi il viaggio ma certamente nella bella stagione più che mai, in lungo e in largo per la Repubblica Ceca il calendario è affollato di appuntamenti vivaci –dalle processioni religiose ai tornei cavallereschi, dalle rievocazioni di battaglie alle feste dell’uva- in un mix irresistibile di storia, tradizione, folklore, sacro e profano. Ecco dove andare.
La provincia boema di Chod è una sorta di bolla etnografica a Sud di Pilsen, dove tutto è rimasto intatto: dialetto, costumi, cucina semplice, musica di zampogne e violini, danze tradizionali e artigianato. Qui matrimoni, nascite, Pasqua, Natale, Carnevale sono ancora feste della comunità. Tra gli appuntamenti più importanti, la sagra di San Lorenzo, in programma la prima domenica dopo il 10 agosto. Restando nella regione, da non perdere il Festival Internazionale del Folklore di Pilsen a giugno e la festa etnografica di Vyhledy a luglio. A Kutna Hora alla fine di giugno si celebrano le Argenterie Reali, feste in stile medievale e barocco che ricordano l’epoca fiorente della dinastia reale dei Premyslidi.
Nello stesso periodo, in Moravia, il grande Festival Folkloristico Internazionale di Straznice, affascinante festa popolare durante la quale i giovani vengono ufficialmente ammessi come adulti nella comunità. Nella provincia di Blansko –nota come il Carso moravo- a giugno si tiene la Festa storica e della birra con appuntamenti musicali, folkloristici, gastronomici e alcolici in giro per il territorio. Le Feste della Rosa a cinque petali, a Česky Krumlov, verso fine giugno, sono un viaggio romantico nel tempo, all’epoca dei Signori di Rozmberk. Corteo in costume, giocolieri, musici, danzatori, schermitori e mercato medievale. Ancora a fine giugno, le feste della città di Olomouc: sfilata in costume storico, mercato dell’artigianato, degustazione delle specialità locali, primi fra tutti i rinomati formaggi di Olomouc.
Le Feste Contadine di Holasovice, a fine luglio, animano il delizioso villaggio della Boemia meridionale, raro esempio di barocco rurale, con mercato popolare, folklore, tornei cavallereschi, giullari, maghi e la tipica pesca della carpa a mano nuda in un grande mastello. Con un omaggio al glorioso passato della città, a Telc si celebrano Zaccaria di Hradec e Katerina di Wallenstein, a metà agosto, mentre a fine mese tocca alle Feste medievali di Trebic. Nel borgo medievale, il mercato d’epoca, l’accampamento militare, il corteo storico, la danza e la musica del tempo…
A settembre poi, in tutto il Paese, si apre una nuova stagione di festeggiamenti, dedicati all’uva, la vendemmia e il vino. Accanto a quelle storiche di Mikulov e Znojmo, che aprono il calendario delle feste popolari d’autunno, vendemmie spettacolari vanno in scena in numerosi borghi vinicoli di Boemia e Moravia. 

Commenti

Eventi News 24 - Notizie online