LUBIANA FESTIVAL - nel programma titoli top a livello internazionale - Dal 27 Giugno 2016 @FLjubljana

Konfucij
Il Festival di Lubiana 2016 è patrocinato da Zoran Janković, sindaco di Lubiana.

Trieste, 14 giugno 2016
FESTIVAL DI LUBIANA – CROCEVIA CULTURALE
NEL CUORE DELLE VOSTRE ESPERIENZE CULTURALI ESTIVE
Nella capitale slovena ci aspetta un’estate lunga, calda e ricca di eventi culturali: Il
Festival di Lubiana, uno dei festival più importanti e longevi, presenterà nel corso della sua
64a edizione un numero straordinario di nomi prestigiosi.
Nell’arco di quasi tre mesi ospiterà affermati artisti sloveni e internazionali, grandi star nel
campo della musica, dell’opera, della danza e del musical.
Il festival si aprirà il 27 giugno, quando la piazza del Congresso - Kongresni trg ospiterà il
famoso basso baritono Erwin Schrott, che si esibirà in un concerto di arie d’opera con il
soprano Jaquelina Livieri. Ma una gustosa anticipazione si avrà già prima dell’inizio
ufficiale, il 17 e 18 giugno, quando saranno programmate due repliche dell’amato musical
“Mamma Mia!” e il 21 giugno con la messinscena del tradizionale concerto Notte d’estate.
Dopo l’esibizione di Erwin Schrott, il Festival di Lubiana prevede altre interessanti serate
operistiche con il tenore Piotr Bezcała e con due rappresentazioni dell’ “Otello” di Verdi,
che avranno come protagonisti i celebri José Cura e Walter Fraccaro.
Oltre che dagli eventi operistici, l’estate sarà contraddistinta da incredibili spettacoli di
danza. Il Teatro Nazionale dell’Opera e del Balletto Cinese presenterà il balletto
“Confucio”, mentre il Teatro Nazionale Sloveno dell’Opera e del Balletto di Maribor
proporrà “Il Corsaro”. La serata di flamenco “Vida!” e lo spettacolo di danza a tinte gypsy
“Sissi” proveniente da Budapest contribuiranno a impreziosire ancora di più l’atmosfera.
Fa gradito ritorno al Festival di Lubiana anche il St. Petersburg State Academic Ballet
Theatre di Boris Eifman con lo spettacolo di danza “Up and Down”, che il 13 settembre
chiuderà questa edizione del festival.
Nella capitale slovena arriveranno grandi orchestre e direttori di fama mondiale, quali la
London Symphony Orchestra con il direttore Gianandrea Noseda, la Royal Concertgebouw
Orchestra di Amsterdam con Daniele Gatti e l’Orchestra Sinfonica di Shenzhen.
Ospiteremo inoltre famosi solisti, i pianisti Simon Trpčeski e Denis Macujev, i violinisti
Lana Trotovšek, Dmitry Sitkovecky, Janez Podlesek e Sergej Krylov e il bassista Grigory
Soloviov. Il programma prevede inoltre il concerto dell’Orchestre des Jeunes de la
Méditerranée (OJM) e le rappresentazioni teatrali “Pilade” di Pasolini nella versione del
Teatro La MaMa di New York, “Così parlò Zarathustra” con il Teatro Anton Podbevšek e il
gruppo musicale Laibach. Quest’ultimo si esibirà davanti al pubblico del festival anche nel
concerto con l’Orchestra sinfonica della RTV Slovena. Si esibiranno inoltre la Lithuanian
Chamber Orchestra, la Compagnia di danza russa Beriozka, Vlado Kreslin e altri ancora.
Si terranno anche la colonia internazionale di pittura, giunta alla 19a edizione ed i
laboratori artistici per bambini, mentre per la prima volta si svolgeranno degli eventi sul
fiume Ljubljanica.
Serate di grandi arie d’opera
Il Festival di Lubiana inizierà nel segno dell’opera con Erwin Schrott, che ha già calcato
molti dei più prestigiosi teatri d’opera internazionali. La stella uruguaiana aprirà il festival il
27 giugno nello splendido contesto della piazza Kongresni trg. Schrott canterà brani legati
all’eterno tema (operistico) dell’amore alternandosi con il soprano argentino Jaquelina
Livieri, con la quale darà vita a duetti e arie da solista. Il concerto che vede la collaborazione
internazionale tra l’Orchestra Filarmonica Slovena e quella di Zagabria verrà riproposto
l’8 luglio anche nella capitale croata, nella cornice della Tomislavov trg.
L’opera di Verdi “Otello” è stata inserita dal Teatro Nazionale Sloveno dell’Opera e del
Balletto di Lubiana nel suo repertorio per commemorare il 400° anniversario della morte di
William Shakespeare, sul cui manoscritto originale è stato creato il libretto dell’opera.
Attraverso la messinscena, il regista Manfred Schweigkofler si pone domande fondamentali
sul senso della vita. La prima sera il ruolo principale verrà interpretato dal celebre José Cura,
la seconda invece vedrà protagonista Walter Fraccaro. (6., 7. 7.)
Il tenore polacco Piotr Bezcała, che si distingue per la bellezza della voce e le incredibili
interpretazioni dei ruoli che inscena, eseguirà al Festival di Lubiana un concerto di arie
d’opera. Lo accompagnerà l’Orchestra sinfonica della RTV Slovena, che per l’occasione
sarà diretta da Mark Piollet. (6. 9.)
Orchestre e direttori
Al Festival di Lubiana arriva l’Orchestra Giovanile Mediterranea (Orchestre des Jeunes de
la Méditerranée - OJM) , che ogni anno riunisce giovani e talentuosi musicisti della regione
mediterranea e offre loro la possibilità di vivere un’esperienza assieme a musicisti
professionisti. L’orchestra sarà condotta dal noto direttore sloveno Marko Letonja, mentre
come solista si esibirà il bassista Grigory Soloviov, che è solito frequentare le platee più
importanti del mondo. ( 26. 7.)
La London Symphony Orchestra verrà condotta a Lubiana dello stimato direttore
Gianandrea Noseda. Si tratta di una delle principali orchestre del Regno Unito, di cui Valerij
Gergijev è diventato maestro direttore nel gennaio 2007. Assieme a Gianandrea Noseda salirà
sul palco del festival l’affermata violinista slovena Lana Trotovšek. (24. 8.)
Ritorna al Festival di Lubiana la Royal Concertgebouw Orchestra di Amsterdam, che nel
2014 ha chiuso il festival sotto la direzione di Mariss Jansons. Una delle migliori orchestre a
livello mondiale, composta da musicisti provenienti da più di venti paesi, si esibirà sotto la
direzione del maestro Daniele Gatti. Assieme alla Royal Concertgebouw salirà sul palco a
Lubiana anche l’Orchestra Internazionale di Lubiana dell’Accademia Branimir Slokar. Il
concerto fa parte della tournée »RCO meets Europe«, che inizierà ad agosto 2016 e durerà
due stagioni e mezzo. Durante la tournée, l’orchestra si esibirà in tutti e 28 i paesi membri
dell’Unione Europea. Lo scopo della tournée è mettere in rilievo le idee principali e gli ideali
fondamentali che uniscono l’Europa. Sostenitore del progetto è Jean-Claude Juncker,
presidente della Commissione Europea. (1. 9.)
Dalla lontana Cina arriva l’Orchestra Sinfonica di Shenzhen, che dal 1982, quando è stata
costituita, ha collaborato con numerosi artisti affermati, tra quali figura anche il compositore e
direttore Tan Dun, che si è già più volte presentato al pubblico sloveno in entrambi questi
ruoli, l’ultima come ospite del Festival di Lubiana durante la serata d’apertura dell’edizione
passata. Considerata una delle migliori orchestre cinesi, a Lubiana sarà diretta dal maestro
Day Lin. (8. 9.)
Solisti affermati
Denis Macujev, uno dei più stimati pianisti della sua generazione, è considerato il nuovo
Horowitz e si esibirà a Lubiana per ben due volte. Oltre ad essere un virtuoso che preserva la
tradizione pianistica russa, è anche direttore artistico di sei festival internazionali. Collabora
con le orchestre e i direttori più affermati a livello mondiale. A Lubiana si esibirà la prima
volta con l’Orchestra Filarmonica di Zagabria diretta da Jesko Sirvend (4. 7.), mentre la
seconda serata con l’Orchestra sinfonica della RTV Slovena, diretta da Bojan Suđić (5. 7.).
Come curiosità vale la pena menzionare che nel 2014 Macujev è stato nominato ambasciatore
di buona volontà dell’Unesco.
Il Festival di Lubiana ospiterà un altro famoso pianista, il macedone Simon Trpčeski. Negli
ultimi anni si è affermato come un artista straordinario, che si esibisce con le migliori
orchestre ed entusiasma le platee di tutto il mondo. Al festival suonerà con l’Orchestra
Filarmonica Slovena, diretta da Luis Gorelik. (19. 7.)
Il violinista e direttore Dmitry Sitkovecky ha partecipato ai festival musicali internazionali di
Salisburgo, Lucerna, Edimburgo, Istanbul e Newport. Al Festival di Lubiana si esibirà con
Janez Podlesek e con l'Orchestra d'archi da camera della Filarmonica Slovena. (21. 7.)
Con l'Orchestra d'archi da camera della Filarmonica Slovena si esibirà anche Stefan
Dohr, che insegna all’Accademia Herbert von Karajan ed è primo corno della Filarmonica di
Berlino. Ha collaborato con direttori di fama mondiale, quali Daniel Barenboim, Bernard
Haitink, Christian Thielemann, Claudio Abbado e molti altri. (25. 7.)
Il violinista e direttore Sergej Krylov, che nella sua lunga carriera ha collaborato con il
grande violoncellista Mstislav Rostropovič, si esibirà al Festival di Lubiana con l’Orchestra
Lituana da Camera. L’affermato artista ha collaborato con numerosi e stimati direttori e si è
esibito su palchi conosciuti in tutto il mondo, tra i quali spicca il Palazzo Bozar di Bruxelles.
(23. 8.)
Estate nel segno della danza
Il programma del Festival di Lubiana di quest’anno parla cinese e aggiunge alla tournée
dell’Orchestra di Shenzhen lo straordinario spettacolo di danza “Confucio”, nella versione
del Teatro Nazionale dell’Opera e del Balletto Cinese. È interessante notare che la
coreografa del balletto Dexin Kong è una discendente di 77a generazione di questo grande
filosofo cinese. (13., 14. 7.)
Il programma prevede tra gli spettacoli di danza anche il romantico “Il Corsaro”, nella
versione del Teatro Nazionale Sloveno dell’Opera e del Balletto di Maribor, basata sui motivi
dell’omonimo poema di Lord Byron. (7. 9.)
Ritorna il Balletto Accademico Nazionale di Boris Eifman di San Pietroburgo, che con lo
spettacolo di danza “Up and Down” chiuderà la 64a edizione del Festival di Lubiana. Con
questa storia d’amore ambientata nei primi anni Venti del secolo scorso, Boris Eifman si
occupa nuovamente di psicologia e dice la sua sui temi dell’inconscio, del carattere distruttivo
e dei disturbi mentali. Il balletto unisce le musiche di Alban Berg, Franz Schubert e George
Gershwin. (12., 13. 9.)
A creare un’atmosfera più divertente contribuirà sicuramente la compagnia Beriozka,
orgoglio e simbolo della Russia. La tradizionale compagnia di danza russa preserva la
ricchezza culturale del proprio paese. Il suo ricco repertorio comprende grandi coreografie
classiche e numerose varianti dei balli tradizionali, abbelliti dalle storie e dai dettagli
appartenenti alla vita del popolo russo. (27. 7.)
A rilassare l’atmosfera ci penseranno anche lo spettacolo di danza a tinte gipsy “Sissi”
proveniente da Budapest, basato sulla leggenda dell’amore romantico tra l'imperatrice austroungarica
Sissi e il conte Andrassy (29.–31. 8.) e la serata di flamenco “Vida!” nella versione
della Compagnia Soledad Barrio e Noche Flamenca, che cerca di incantare il pubblico e di
risvegliare il vasto mare di passioni e sentimenti che sono il cuore pulsante del flamenco. (25.
8.).
I musical
Nel programma della 64a edizione del Festival di Lubiana sono previste repliche del musical
di grande successo Mamma Mia! (17, 18. 6. e 21., 22. 8..), che in meno di un anno dalla
prima alle Križanke ha registrato più di 50 repliche e oltre 55.000 spettatori. Il musical è
frutto di una co-produzione tra il Festival di Lubiana e la casa di produzione di Jure Franko,
ex-sciatore sloveno di successo e vincitore della medaglia d’argento in slalom gigante nei
Giochi olimpici invernali del 1984 a Sarajevo. Gli spettacoli di giugno hanno già registrato il
tutto esaurito.
Sarà di nuovo in programma inoltre “Fiori in autunno”, il musical originale sloveno di
grande successo creato in co-produzione con il Festival di Lubiana, che vide la prima proprio
durante l’edizione del 2014 del festival. (17. 8.)
Per un’estate ancora più rilassante
Oltre ai musical, a rendere più rilassante l’atmosfera del Festival di Lubiana ci penserà la
“Notte d’estate”, che il festival prepara in collaborazione con RTV Slovenia e che festeggerà
i 25 anni di successi festivalieri. (21. 6.)
In programma c’è anche il concerto del gruppo musicale di fama mondiale Laibach. La loro
musica sfrontata e di grande effetto si può ascoltare in grandi successi cinematografici di
Hollywood come “Spiderman I”, “Blair Witch Project”, “Iron Sky” e la serie “Alias”. Il
leggendario gruppo si esibirà alle Križanke con l’Orchestra sinfonica della RTV Slovena,
che sotto la direzione del maestro Simon Dvoršak eseguirà un concerto estivo dal sapore
unico. (2. 9.)
Il festival propone anche un ricco programma per i veri amanti del teatro di prosa. Il
programma della 64a edizione del Festival di Lubiana ci offre infatti “Pilade” di Pasolini,
tragedia moderna sulla rivoluzione antropologica e la religione del consumismo, un nuovo
passo in avanti nella produzione del teatro sperimentale La MaMa. “Pilade” è uno stupendo
esempio di teatro, il cui scopo non è solo divertire ma anche sensibilizzare. (15. 7.)
Vuole essere molto più di una semplice serata divertente anche lo spettacolo teatrale “Così
parlò Zarathustra”. Parla di un’idea di base della filosofia di Nietzsche, quella del
superuomo, che con una metamorfosi interiore trascende sé stesso. Il lavoro collettivo del
regista Matjaž Berger, al quale partecipa anche il gruppo Laibach (con la musica originale),
(ri)crea il ponte nietzschiano tra animale, uomo e superuomo, che apprezza la vita in questo
mondo nella sua interezza, sofferenza e malattie incluse. In questo modo, al di là del bene e
del male, dal caos (vita) crea l’ordine (un mondo perfetto ...). (12. 7.)
Vlado Kreslin, leggenda della musica popolare e rock slovena, ci omaggerà poi con il suo
tradizionale concerto, arricchito come sempre da un’ampia rappresentanza di ospiti
interessanti. Kreslin si esibirà al teatro delle Križanke per la 25a volta. (26. 8.)
Tra il 10 e il 15 luglio alle Križanke, sotto l’esperta guida di Tom Vran, si terrà la 19a
edizione della colonia internazionale di pittura, mentre i più giovani potranno perfezionarsi
frequentando laboratori artistici tematici gratuiti: una colonia in cui ci si occuperà di
percussioni, danza e canto e piccole sculture, oltre ad un laboratorio teatrale e di canto
nell’ambito del progetto “Predani korakom”.
Nell’ambito del Festival di Lubiana sulla Ljubljanica, al variegato insieme di attraenti
palcoscenici si unirà quest’anno anche il fiume Ljubljanica. Il Festival di Lubiana si svolgerà
infatti anche sulle imbarcazioni turistiche, che durante la navigazione regalano magnifiche
viste della città. Sul fiume si esibiranno gli studenti appartenenti a due accademie d’arte,
l'Accademia Musicale e l’Accademia del teatro, della radio, del film e della televisione
nonché al Conservatorio per la musica e il balletto di Lubiana. In tal modo il Festival di
Lubiana rende possibile l’esibizione delle giovani generazioni di artisti sloveni. L’educazione,
l’istruzione e l’aiuto a giovani e talentuosi artisti affinché si affermino rappresentano uno
degli obiettivi e delle attività più importanti del Festival di Lubiana. (28. 6.-2. 7.)
Sponsor e sostenitori
Senza il prezioso sostegno del Comune di Lubiana e del sindaco Zoran Janković, a cui va il
nostro sincero ringraziamento, non sarebbe stato possibile allestire un programma della durata
di quasi tre mesi. Allo stesso tempo desideriamo esprimere la nostra riconoscenza a tutti gli
sponsor e sostenitori. Un ringraziamento particolare va anche ai mezzi d’informazione che
danno notizia dei nostri eventi, nonché a tutte le spettatrici e gli spettatori.
Sconto del 10 per cento sui biglietti in prevendita fino al 20 giugno (sconto del 20 per cento
per i membri del Club del Festival di Lubiana) A Trieste è possibile acquistare i biglietti
presso Multimedia-Radioattività, via Campo Marzio 6, tel.: 040 304444,
www.radioattivita.com; Ticketpoint, Corso Italia 6, tel.: 040 3498276 o sui siti web
www.ljubljanafestival.si e www.eventim.si. In Slovenia i biglietti sono in vendita presso la
biglietteria delle Križanke, nel Punto informativo della 64a edizione del Festival di Lubiana
(Mestni trg 17), nelle Stazioni di servizio Petrol in Slovenia e nelle filiali delle Poste Slovene
e dell’agenzia Kompas.
Informazioni / Relazioni pubbliche
Sanja Kejžar Kladnik
Tel.: +386 (0)1 241 60 19
Sanja.Kejzar@ljubljanafestival.si
www.ljubljanafestival.si
www.facebook.com/ljubljanafestival
twitter.com/FLjubljana
Il Festival di Lubiana è stato fondato dal Comune di Lubiana, che lo sostiene anche
finanziariamente

Commenti