Il lavoro, tra tutela dell’ambiente e solidarietà

RAI3: TGR AMBIENTE ITALIA

Il lavoro, tra tutela dell’ambiente e solidarietà

30/04/2016 - 12:55
Crescono le opportunità di lavoro nel campo dell’ecologia, ma i lavori “green”, soprattutto quando si tratta di ricerca, non sono sempre facili da trovare. Alla vigilia del primo maggio, festa dei lavoratori, “Ambiente Italia” - il settimanale verde della Tgr curato da Battista Gardoncini, in onda sabato 30 aprile alle 12.55 su Rai 3 - si occupa delle tante attività legate alla salvaguardia del territorio. In studio, con Laura de Donato, Giorgio Vacchiano, ricercatore “precario”, tra i tanti che, in Italia, scelgono lavori ad alto contenuto intellettuale. Ma anche l’accoglienza ai migranti in fuga da guerre, povertà e cambiamenti climatici, genera lavoro. In Sicilia, a Sutera, un paese rinasce grazie agli sbarchi dei profughi.
Dalla Sicilia “Ambiente Italia” si sposta in Piemonte, dove una sindaca ha cambiato la destinazione d'uso di un terreno per salvare il suo paese dall'ennesima cementificazione, e per questo è finita in tribunale.
Nel Napoletano, invece, a Masseria del Re, due milioni di tonnellate di rifiuti solidi urbani ammassati da dieci anni in attesa di essere smaltiti sono in partenza per gli inceneritori europei. Costo dello smaltimento: settanta milioni di euro. E il percolato inquinante dovrà poi essere bonificato. Altro lavoro verde?
A Genova, intanto, si lavora per ripulire acqua e terreni dallo sversamento di petrolio della raffineria Iplom: un altro caso di contrapposizione fra ragioni del lavoro e ragioni dell’ambiente all’indomani del fallimento del referendum contro le trivelle.

Commenti