ANDY MURRAY HA CELEBRATO UN COMPLEANNO SPECIALE VINCENDO IL MASTER DI ROMA CONTRO NOVAK DJOKOVIC

Il campione HEAD Andy Murray ha celebrato il suo 29esimo compleanno
vincendo il Master di Roma in una finale tutta HEAD contro il rivale di sempre, Novak Djokovic, con il punteggio di 6-3, 6-3. Lo scozzese, l’unico giocatore britannico ad aver vinto il torneo di Roma dal 1931, si è aggiudicato la vittoria in soli 90 minuti sotto una leggera pioggia che fortunatamente non ha interrotto il gioco. Murray, che promuove la racchetta HEAD Graphene XT Radical, tornerà ad essere il N. 2 del mondo, dietro a Djokovic, che è in attesa di vincere il suo 30esimo Master 1000. Questa vittoria è arrivata subito dopo la sconfitta nella finale del torneo di Madrid e adesso entrambi i giocatori si preparano per il torneo di Parigi, dove si presenteranno come favoriti.
Il giocatore Serbo, che promuove la racchetta HEAD Graphene XT Speed, è apparso più stanco anche a causa della partita della sera precedente, durata tre ore, contro Kei Nishikori. Murray invece ha raggiunto la finale vincendo in meno di un’ora contro il lucky loser francese, Lucas Pouille.
Andy Murray, che ha vinto tre trofei sulla terra rossa nella sua carriera, vanta adesso 36 titoli. Djokovic mantiene comunque il primato con un record di 23-10 vittorie.
"Congratulazioni a Novak per questa ottima settimana," ha commentato Murray. "Ha avuto due settimane incredibili. Ha giocato due partite molto impegnative prima di raggiungere la finale ed è molto faticoso giocare un match notturno la sera prima e poi scendere in campo subito il giorno dopo. E oggi, ha comunque lottato fino alla fine."
Murray si è imposto durante la partita con ben 24 vincenti e sul match point è stato aiutato dal doppio fallo di Djokovic.
Djokovic ha ammesso di essere stato sconfitto da un grande giocatore: "Andy è stato in grande forma per tutta la settimana e oggi ha giocato davvero bene. E’ stata una settimana intensa ed emozionante. Ho passato molte ora sul campo centrale, con tre partite concluse al terzo set e non è stato quindi semplice arrivare fresco e riposato per affrontare Andy in finale. Ha giocato meglio di me e si è meritato la vittoria”, ha commentato Djokovic, in italiano, davanti al pubblico.

Per maggiori Informazioni visita:

Commenti