TRANSUMANZE D’EUROPA - RAI STORIA - Dall’Abruzzo a Capo Nord 19/04/2016 - 23:30

Ovini e caprini, bovini ma anche renne. Fin dai tempi più remoti l’uomo ha dovuto assecondare gli spostamenti dei propri animali alla ricerca di nutrimento. Una pratica secolare raccontata dal documentario “Transumanze d’Europa – dall’Abruzzo a Capo Nord” di Anna Maria Cavasinni, in onda martedì 19 aprile alle 23.30 su Rai Storia. Realizzato tra la Puglia, l’Abruzzo, le Alpi occidentali e orientali, la Francia e la Norvegia il documentario ripercorre la storia della transumanza nell’Italia centro-meridionale, dal periodo preromano fino ai nostri giorni, con la regolamentazioni dei transiti armentizi dei Romani e degli Aragonesi e con l’istituzionalizzazione delle rete dei tratturi, un complesso sistema di vie erbose destinate agli spostamenti dei capi. Più lontao, invece, obiettivo sul popolo Sami che allevano renne nella tundra norvegese, un ambiente difficile e ostile.
Territori distanti, ma con affinità e peculiarità che li accomunano quasi in una macroregione. Del resto, nella lunga storia degli allevatori transumanti si sono sviluppati arti e mestieri che ancora oggi sopravvivono nella tundra norvegese e tra le valli delle Alpi e degli Appennini. Una cultura antica, portatrice di storia, religiosità e di antichi valori che per millenni sono stati fondamento della società e che ancora oggi possono servire ai giovani.

Commenti