RAI2: DRIBBLING “Miracolo a Leicester”. 23/04/2016 - 13:30

“Miracolo a Leicester”. E’ il titolo della puntata speciale di Dribbling, in onda sabato 23 aprile, alle 13.30 su Rai2. In sommario, un reportage di 50 minuti di Donatella Scarnati sull’incredibile stagione della squadra di calcio allenata da Claudio Ranieri che, a quattro giornate dal termine del campionato inglese e contro tutti i pronostici, è in testa alla Premier League con cinque punti di vantaggio sul Tottenham. Immagini e interviste esclusive su quella che si annuncia come una delle imprese sportive più clamorose di tutti i tempi.
«Quando sono arrivato a Leicester – racconta Ranieri nel corso dello speciale – mi sono reso conto che lo spirito era quello di una squadra di serie B che deve lottare per la sopravvivenza. Ho trovato terreno fertile perché i ragazzi sono straordinari. Con loro ho stabilito subito un'intesa. Ho detto: "Voi siete 25, prima di conoscervi tutti ci metto del tempo e noi non ce lo possiamo permettere perché non abbiamo tempo a disposizione. E allora è meglio che voi impariate a conoscere me. Io non vi rimprovererò mai per un errore, però la vostra prestazione deve essere massima”. Avrei potuto cambiare tutto – dice ancora Ranieri – ma sono voluto entrare in punta di piedi per non stravolgere il loro ambiente e mi sono detto: piano piano, li porterò dalla mia parte». Un’esperienza che si è rivelata straordinaria sia sul campo, sia nella gestione del gruppo. «A tavola – scherza Ranieri – i ragazzi mangiano di tutto e scherzando gli ho detto: "Se da Coverciano venisse qualcuno, mi strapperebbe il patentino di allenatore”. Ma se poi corrono e mi seguono, va bene così». Inevitabile il confronto col calcio italiano, argomento sul quale il tecnico romano non risparmia una critica al nostro Paese. «Per chi ha allenato in Italia – dice Ranieri – venire qui è straordinario, ti domandi: no, non è possibile, ma davvero esiste un mondo del genere, un mondo così bello? Ritorni bambino e torni ad amare quello che hai sempre amato».
Oltre all’intervista a Ranieri, lo speciale contiene altre testimonianze esclusive: quelle dello storico del calcio John Foot, del professor Stefano Tamorri (responsabile del Servizio Neuroscienze del Coni), di Osvaldo Bagnoli (allenatore del Verona campione d’Italia nel 1985), del giornalista inglese Jason Bourne, del rugbista Leonardo Ghiraldini, del manager Roberto Isella.
 

Commenti

Eventi News 24 - Notizie online