Harding, Eberle e la Swedish Radio Symphony al Lingotto


martedì 26 aprile 2016 ore 20.30
Auditorium Giovanni Agnelli • Via Nizza 280 • Torino
Veronika Eberle

Swedish Radio SYmphony Orchestra


Daniel Harding direttore

Veronika Eberle violino

Johannes Brahms (1833-1897)


Concerto per violino e orchestra in re maggiore op. 77

Sinfonia n. 2 in re maggiore op. 73

LO STRADIVARI DI VERONIKA EBERLE AL LINGOTTO
CON HARDING E LA SWEDISH RADIO SYMPHONY ORCHESTRA
martedì 26 aprile 2016 ore 20.30 Auditorium «Giovanni Agnelli» • Via Nizza 280 • Torino

È tra le più interessanti violiniste della sua generazione e martedì 26 aprile alle 20.30 esordisce sul palco dell’Auditorium Giovanni Agnelli armata del suo Stradivari «Dragonetti» datato 1700. Nata in Germania nel 1988, Veronika Eberle si presenta a Torino insieme a Daniel Harding, già ospite di Lingotto Musica in questa stagione con la London Symphony Orchestra e Maria João Pires nel mese di dicembre e nuovamente sul podio del’Auditorium Agnelli questa volta alla guida della Swedish Radio Symphony Orchestra di cui è invece direttore principale. Pupillo di Claudio Abbado e vecchia conoscenza del Lingotto già dal 1999 – quando a soli 23 anni si presentò sul podio della Mahler Chamber Orchestra di cui oggi è direttore laureato a vita – a partire dalla stagione 2016-17 sarà il nuovo direttore musicale dell'Orchestre de Paris e per il penultimo appuntamento stagionale della rassegna dei Concerti del Lingottto propone un programma monografico interamente dedicato a Johannes Brahms.
Il programma del concerto vede protagonista nella prima parte Veronika Eberle alle prese con il Concerto per violino e orchestra in re maggiore op. 77, unico esemplare destinato a quest’organico nel catalogo dell’autore, composto nel 1878 e dedicato al leggendario violinista Josef Joachim, amico fraterno di Brahms e primo interprete dell’opera l’1 gennaio 1879 a Lipsia. La seconda parte del programma vede invece l’esecuzione della Sinfonia n. 2 in re maggiore op. 73, diretta per la prima volta a Vienna nel 1877 dall’illustre Hans Richter e scritta quasi di getto nell’estate di quello stesso anno, a differenza del faticoso lavoro che aveva accompagnato la stesura dei precedenti lavori orchestrali; è un’opera dal carattere inafferrabile, definita in maniera divergente da innumerevoli commentatori e dallo stesso autore, che in alcuni momenti ne sottolineò il carattere di «tenera gaiezza», contraddicendo in altri sé stesso nel sostenere di «non aver mai scritto nulla di altrettanto triste».

La biglietteria è aperta nei giorni 22, 23 e 26 aprile 2016 in via Nizza 280 interno 41, dalle 14.30 alle 19, e un’ora prima del concerto, dalle 19.30. Poltrone numerata da 27 a 54 euro, e ingressi non numerati da 20 e 13 euro (ridotto per i giovani con meno di trent’anni) in vendita un quarto d’ora prima del concerto secondo disponibilità. Informazioni: 011.63.13.721.

La stagione 2015-2016 è resa possibile grazie al sostegno di Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Piemonte, Città di Torino, Compagnia di San Paolo, Fondazione CRT, Fiat, Exor, Reale Mutua Assicurazioni, Banca del Piemonte, Lingotto, IPI, Lavazza, Sadem Arriva, Unione Industriale, Vittoria Assicurazioni, Banca Regionale Europea, Guido Castagna, PKP Investments, AON, Generali, Banca Sella, Amiat.

Commenti