Riapertura della stagione 2016 dei Giardini di Sissi a Merano, prevista per il 25 marzo 2016.

È FESTA PER I 15 ANNI DEI GIARDINI DI SISSI
A PASQUA LA RIAPERTURA DELLA STAGIONE 2016 DEDICATA ALL’AMORE
Sentiero Giardini di Sissi

Sono passati 15 anni da quando i Giardini di Sissi hanno aperto i cancelli al pubblico per la prima volta. Lo spettacolare anfiteatro botanico nel cuore di Merano in primavera torna a far sognare migliaia di visitatori nel week-end di Pasqua. Sarà inaugurata il 25 marzo la stagione 2016 dei Giardini di Castel Trauttmansdorff, con l’apertura del “Giardino degli Innamorati”, un’oasi dedicata alle promesse d’amore.

2001–2016: un traguardo importante quello che si apprestano a raggiungere i Giardini di Sissi. Sono passati infatti 15 anni da quando il parco botanico meranese ha aperto i cancelli ai visitatori per la prima volta. Un anniversario lungo un’intera stagione quello dei Giardini di Castel Trauttmansdorff, da festeggiare e condividere con gli ospiti che da fine marzo affolleranno i colorati sentieri botanici. L’apertura 2016 sarà infatti ufficialmente inaugurata venerdì 25 marzo durante il week-end di Pasqua, con la rigogliosa fioritura degli oltre 400.000 tra tulipani, narcisi, pratoline, viole, nontiscordardimé e violacciocche che come ogni anno saluteranno l’arrivo della primavera.

Camminare sull’erba tra varietà rarissime di piante, lontani dalla frenesia e dal caos, una passeggiata romantica, una riflessione solitaria o una gita per tutta la famiglia. Qui il mito di Sissi c’è ancora, l’amata imperatrice d’Austria, slanciata, sportiva e amante delle camminate, che per prima scelse questo luogo come residenza estiva, contribuendo a rendere la città di Merano una vera e propria capitale delle vacanze.

Tra cascate variopinte di fiori, che di stagione in stagione sbocciano mutando l’aspetto del giardino, lo spettacolare anfiteatro botanico si appresta a vivere un altro anno ricco di successi. In questo scenario fiabesco infinite sono le sfumature che si schiudono di fronte allo sguardo stupito dei visitatori. Tulipani e narcisi nei Boschi del Mondo danno il benvenuto alla primavera con i loro toni accesi, mentre nella Serra fioriscono le collezioni di orchidee, azalee, camelie e rododendri. Da maggio a giugno le regine del parco saranno invece le oltre 300 varietà di rose multicolore. Nei mesi estivi la profumata ed inebriante lavanda incornicia il castello e ad impreziosire come gioielli le acque del laghetto al centro del parco saranno le eleganti ninfee e i fiori di loto.

Novità: Il Giardino degli Innamorati

Un giardino per innamorarsi, dove perdersi tra profumi e colori. Un’oasi di pace e tranquillità, immersa nello splendore di centinaia di bulbi in fiore. Nel cuore del bosco di roverelle, nella parte superiore del parco, si erge un vero e proprio tempio dedicato al sentimento più forte e profondo che da sempre muove l’animo umano: l’amore.

Il “Giardino degli Innamorati”, la nuova e incantevole area del parco meranese inaugurata quest’anno, si erge quale rifugio segreto dedicato a chiunque voglia riscoprire sentimenti, ricordi ed emozioni attorniati dallo spettacolo suggestivo della natura. Gli innamorati, accolti dai delicati colori dei petali di rosa e dall’intensa fragranza del gelsomino stellato, si addentreranno in un percorso interiore nel paesaggio irrazionale dei sentimenti, circondati da opere artistiche, installazioni e citazioni letterarie che celebrano la potenza dirompente dell’amore, stimolando il dialogo.

Da uno specchio d’acqua si diramano tre padiglioni disposti a raggiera. Qui, circondati dal silenzio della natura, amanti ed innamorati sono invitati a compiere un rituale che si articola in tre fasi. L'abbandono, dove l'acqua della fontana purifica e aiuta a liberarsi dalle costrizioni e dai sentimenti negativi come la gelosia, il dubbio e l'egoismo. La promessa con la pietra magica in marmo e il cuore, a simboleggiare la passione, suggellano la promessa d'amore per l'eternità.

Documentario “I Giardini”

In 30 minuti il racconto di un intero anno ai Giardini di Sissi. È stato appena realizzato dalla casa di produzione Kottomfilms, in collaborazione con Ruggero Arena, il documentario che racconta il giardino, un viaggio nell’alternanza del cambiamento determinato dalle stagioni, che presenta il prezioso lavoro quotidiano dei giardinieri e di tutto il team della struttura: un ciclo continuo, dalle preparazioni pre-stagionali in inverno alla chiusura del parco in autunno.

Il docu-film, disponibile in tre lingue, sarà proiettato in un piccolo cinema allestito per l’occasione e sarà acquistabile nello shop vicino alla biglietteria.

Hotel.Generazioni.Raccontano” in mostra al Touriseum

Grande fermento quest’anno anche al Touriseum, il Museo Provinciale del Turismo, che per la stagione 2016 propone una nuova mostra temporanea. Un focus del settore turistico in Alto Adige, che sottolinea l’importanza delle aziende a conduzione familiare, vero punto di forza dell’offerta turistica altoatesina. La rassegna “Hotel. Generazioni. Raccontano” indaga i sentimenti, le paure e i ricordi delle famiglie e dei piccoli imprenditori, che di generazione in generazione hanno fatto dell’accoglienza la propria filosofia di vita.

Commenti

Eventi News 24 - Notizie online