Demenga e la Camerata Zürich al Lingotto‏ di Torino - Martedì 5 aprile 2016 ore 20.30


martedì 5 aprile 2016 ore 20.30
Auditorium Giovanni Agnelli • Via Nizza 280 • Torino

demenga_hd

Camerata Zürich


Thomas Demenga violoncello

Othmar Schoeck (1841-1893)

Sommernacht. Intermezzo pastorale op. 58

Robert Schumann (1810-1856)

Concerto per violoncello e orchestra in la minore op. 129

Dmitrij Šostakovič (1906-1975)

Sinfonia da camera op. 73a

(arrangiamento di Rudolf Barshai)

THOMAS DEMENGA TORNA AL LINGOTTO
INSIEME ALLA CAMERATA ZÜRICH
martedì 5 aprile 2016 ore 20.30 Auditorium «Giovanni Agnelli» • Via Nizza 280 • Torino

È uno dei più importanti violoncellisti presenti sulla scena internazionale e torna ospite dei Concerti del Lingotto dopo nove anni di assenza. Nato a Berna nel 1954 e allievo di Antonio Janigro e Mstislav Rostropovič, Thomas Demenga ha suonato in carriera con molte delle più importanti istituzioni sinfoniche internazionali collaborando con direttori quali Mying-Whun Chung, Charles Dutoit e Wolfgang Sawallisch. Attivo anche come compositore e didatta presso la Hochschule für Musik di Basilea, è direttore artistico della Camerata Zürich, formazione con cui sarà protagonista sul palco dell’Auditorium Giovanni Agnelli martedì 5 aprile 2016 alle 20.30.
“Intermezzo pastorale” è il sottotitolo di Sommernacht op. 58, composizione per soli archi che apre il programma della serata. Scritta nel 1945 dal compositore svizzero Othmar Schoeck è una pagina ispirata a una lirica del poeta Gottfried Keller. Un balzo indietro di quasi un secolo ci proietta nella Düsseldorf del 1850 dove Robert Schumann compose il suo unico Concerto per violoncello e orchestra in la minore op. 129, in cui emerge un perenne conflitto tra il ritmo continuo di monologo interiore del solista e la tradizione segmentazione della forma concertistica. Si ritorna a metà del Novecento con la Sinfonia da camera op. 73a di Dmitrij Šostakovič che conclude il concerto. Non si tratta di un’opera originale, bensì di una trascrizione per archi, legni e arpa del Quartetto per archi n. 3, operata dal violista, compositore e direttore d’orchestra Rudolf Barshai, che all’arrangiamento orchestrale di opere di Šostakovič dedicò la propria attenzione in ben quattro occasioni con soddisfazione del compositore.

La biglietteria è aperta nei giorni 2, 4 e 5 aprile 2016 in via Nizza 280 interno 41, dalle 14.30 alle 19, e un’ora prima del concerto, dalle 19.30. Poltrone numerata da 27 a 54 euro, e ingressi non numerati da 20 e 13 euro (ridotto per i giovani con meno di trent’anni) in vendita un quarto d’ora prima del concerto secondo disponibilità. Informazioni: 011.63.13.721.

La stagione 2015-2016 è resa possibile grazie al sostegno di Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Piemonte, Città di Torino, Compagnia di San Paolo, Fondazione CRT, Fiat, Exor, Reale Mutua Assicurazioni, Banca del Piemonte, Lingotto, IPI, Lavazza, Sadem Arriva, Unione Industriale, Vittoria Assicurazioni, Banca Regionale Europea, Guido Castagna, PKP Investments, AON, Generali, Banca Sella, Amiat.

Commenti