HYÈRES E L'ISOLA DI PORQUEROLLES #FranceFR

Famosa località balneare, Hyères si estende tra cielo e mare, ricca di una storia di 2400 anni...

Nell’XI secolo, i signori di Fos si installarono alla sommità della collina e fecero costruire una possente fortezza,

i cui resti si visitano ancora oggi. Vi invitiamo ad andare a spasso tra le numerose viuzze pittoresche della città

medievale alla scoperta di un patrimonio di grande ricchezza e molti monumenti storici. Da non perdere assolutamente

la Torre dei Templari, sulla Place Massillon. Non esitate a salire in cima alla città vecchia per godere di

una vista mozzafiato sulla costa e sulle Iles d’Or.

Alla fine dal 18esimo secolo, Hyères diventa una delle località di villeggiatura più frequentate della Costa Azzurra.

Ha ospitato illustri scrittori ed è stata il luogo di soggiorni invernali di una élite culturale e politica , dalla regina

Victoria a Picasso, Bunuel, Robert Louis Stevenson e ancora Edith Warthon. La Villa Noailles è uno dei simboli più

forti di questo periodo, ora sede di incontri internazionali nel campo delle arti della moda, del design e dell’architettura.

Giardino della Costa Azzurra, Hyères è sempre stata conosciuta per la ricchezza delle sue colture e dei suoi frutteti.

Già nel XVI secolo, Caterina di Medici ammira gli agrumi a Hyères, che le ricordano la sua Italia natale e sogna

di costruire una casa circondata da un aranceto. Cinque secoli più tardi, approffittiamo sempre della dolcezza

del nostro clima mite, dove quattro giardini, classificati da un marchio nazionale, ci promettono viaggi sensoriali

e colorati attraverso il mondo.

Come evocare Hyères, senza parlare del suo gioiello naturale, l’arcipelago delle Iles d’Or? Porquerolles rimane

l’isola più famosa delle tre con le sue spiagge di sabbia bianca, l’acqua turchese, stile “caraibi” e i suoi 60km di

sentieri che si percorrono unicamente a piedi o in bicicletta in un ambiente incontaminato... Lasciatevi incantare

da un bicchiere di rosé di Porquerolles, sulla terrazza di un caffè, in Place d’Armes, osservando le colombe. La

fondazione Carmignac si sta installando sull’isola, nel cuore di un vigneto e crea un centro d’arte moderna, inaugurazione

prevista nel 2017.

Nell’isola di Port-Cros, cuore di Parco Naturale, la natura regna sovrana. Vero paradiso dotato di una flora eccezionale,

rifugio di uccelli, è il primo Parco Nazionale marino d’Europa. I fondali sottomarini soddisferanno i subacquei

più appassionati, per un’immersione indimenticabile...

La terza isola, l’Ile du Levant, la cui fama è dovuta al villaggio naturista “Héliopolis”, creato 80 anni fa dai fratelli

Durville, allo scopo di vivere in armonia con la natura, favorendo il rispetto di sé, degli altri e dell’ambiente naturale.

80 ettari di una vegetazione abbondante dove si è liberi di passeggiare nudi, salvo in alcuni luoghi pubblici.

Altra particolarità di Hyères, la penisola di Giens, collegata al continente da due sottili strisce di terra chiamate

tomboli. Tra questi è presente una zona umida, le Saline dei Pesquiers, oggi riserva ornitologica. Con 25 km di

spiagge, il mare è presente dappertutto a Hyères e offre tutti i piaceri di una vacanza: farniente, bagni, picnic in

famiglia ecc...

Il villaggio di Giens, dalla pittoresca atmosfera provenzale, con i pittori e i negozietti sulla piazza della chiesa di san

Pietro, merita un’occhiata. La scoperta dal porticciolo del Niel, con i pescatori appena tornati dalla notte in mare,

la mattina presto, o ancora la passeggiata sul sentiero dei doganieri, tra diversi porticcioli, costituiscono la bellezza

di questo territorio. Senza dimenticare la famosa spiaggia dell’Almanarre, dove su più di 4km gli appassionati

praticano windsurf e kitesurf.

Hyères è oggi un punto di incontro di grandi eventi internazionali nei campi della nautica, della fotografia e del

design.

Come avrete capito, le ragioni per partire alla scoperta di Hyères e delle Iles d’Or sono tantissime!

Vi invitiamo a venirci a trovare!

Per saperne di più: www.hyeres-turismo.it

Commenti