Teatro Comunale Modena - NOTIZIE DEL MESE GENNAIO 2016

PIERO RATTALINO
Il più noto studioso italiano della storia del pianoforte e della letteratura pianistica, sarà ospite domenica 10 gennaio di wikiclassica.mo, la rassegna di concerti a carattere divulgativo che il Teatro propone ormai da tre anni. Rattalino illustrerà i brani e gli autori eseguiti dalla pianista Ilia Kim nel corso di un programma che affianca pagine note di Chopin a opere di Aleksandr Skrjabin, compositore fra i più oscuri e affascinanti del tardo romanticismo russo. 
link

L’AMICO FRITZ
L’opera di Mascagni, di genere comico-sentimentale, va in scena il 15 e 17 gennaio dopo le recite di Piacenza e Ravenna. L’allestimento è curato dal Teatro di Piacenza ed è frutto di una collaborazione con Leo Nucci, baritono di fama mondiale, che ha curato la regia e la preparazione dei giovani interpreti.
Leo Nucci sarà a Modena, al Ridotto del Teatro, per parlare dell’opera nel corso di un incontro col pubblico giovedì 14 gennaio alle 18.
link

BATSHEVA DANCE COMPANY
Si apre il 22 gennaio la rassegna di danza e balletto con una delle compagnie di contemporanea più famose al mondo. La Batsheva Dance Company, di nazionalità israeliana, si è formata attorno a una nuova concezione del movimento corporeo, ideata dal coreografo Ohad Naharin, nota come tecnica gaga, che ha avuto una portata storica sul mondo della danza e della quale il brano presentato a Modena, creato nel 2005, ne è la più diretta espressione. 
link

CONCERTO DELLA MEMORIA E DEL DIALOGO
Secondo un appuntamento che si rinnova ogni anno, gli Amici della Musica di Modena presentano il 23 gennaio in collaborazione con il Teatro Comunale una nuova produzione con letture e musica dedicate al Giorno della Memoria e al ricordo della Shoah. Da qualche anno, l’appuntamento ha intensificato le proprie collaborazioni coinvolgendo diverse realtà cittadine, dall’Istituto Venturi al Centro Stranieri alla Comunità Ebraica. 
link

MARIA PERROTTA e il QUARTETTO MIRUS
L’ultimo appuntamento di wikiclassica.mo (domenica 24 gennaio) è in collaborazione con Gioventù Musicale (GMI) e ospita una delle pianiste italiane più note di questi giorni a fianco di un Quartetto d’archi di giovani musicisti, tutti usciti dall’Orchestra Mozart di Claudio Abbado. Il programma comprende un quartetto di Thomas Adès, compositore inglese (classe 1974) di fama mondiale, che fu presentato per la prima volta alla Carnegie Hall di New York nel 2011. Il brano, i cui tempi hanno titoli come “crepuscolo”, o “rugiada mattutina”, è suggestivo, sarà interessante sentire che ne pensano i musicisti.
link

Commenti