NYC & Company punta i riflettori sul West Village di Manhattan



NYC & COMPANY PUNTA I RIFLETTORI SUL WEST VILLAGE DI MANHATTAN 
Il quartiere è il protagonista del mese di dicembre del programma NYCGO INSIDER GUIDES dell’ente del turismo
ChristopherPark_TaggerYanceyIV


Il cortometraggio disponibile sul sito nycgo.com presenta la cultura e la storia legata alla comunità LGBT del West Village, raccontato dai “local”
Milano, 14 dicembre 2015—NYC & Company, ente del turismo di New York City, presenta il West Village di Manhattan all’interno del programma NYCGO Insider Guides: le vie alberate, le tipiche brownstone (case con mattoni a vista), le boutique trendy e i ristoranti accoglienti sono le caratteristiche che rendono unico questo piccolo quartiere a sud di 14th Street.
Luogo di nascita del moderno movimento per i diritti LGBT e sede della casa più stretta di New York City, il West Village ha una storia davvero affascinante, che viene raccontata all’interno del nuovo cortometraggio realizzato da NYC & Company insieme ai residenti del quartiere e disponibile su nycgo.com/insiderguides.
"Il West Village è uno dei quartieri più amati di New York City e invitiamo i visitatori a scoprire questa bellissima e autentica zona della città, in particolare nel mese di dicembre”, afferma Fred Dixon, Presidente e CEO di NYC & Company. “Il West Village è il luogo dove è nato il moderno movimento per i diritti dei gay e racchiude una storia interessante, tutta da scoprire.”
West Village “like a local”
Storia del movimento LGBT.
Stonewall Inn, classificato come National Historic Landmark dal giugno 2015, è un luogo da non perdere: questo bar/taverna, situato nel cuore del West Village su Christopher Street all’uscita della Linea 1 della metropolitana, è un simbolo e un punto di incontro della comunità gay. La perquisizione del bar da parte della polizia nel 1969 ha segnato l’inizio del movimento moderno per i diritti dei gay.
Nei dintorni, Christopher Park ospita sculture di coppie omosessuali, un omaggio agli eventi di ribellione del 1969. Più a nord, si trova il LGBT Center che propone programmi di salute e benessere, arte (da non perdere sono i murales di Keith Haring), spettacoli ed eventi culturali. Il welcome center è aperto a tutti, visitatori e residenti, e Think Coffee è uno dei bar preferiti dai locali.
Camminare, correre, pedalare.
Il West Village è perfetto per una passeggiata tra le strade alberate: da non perdere in particolare l’area tra Greenwich Avenue e Bleecker Street, da Christopher Street a Bank Street, dove ammirare il meglio del quartiere.
Tra le belle brownstone, i turisti potranno scovare la casa più stretta di NYC a 75½ Bedford St. (appena a sud di Commerce Street) così come il condominio della serie televisiva Friends, con il ristorante Little Owl al  piano terra. The Gardens at St. Luke in the Fields, a poca distanza, è una gemma nascosta e oasi di pace e tranquillità nel cuore della città.
Per correre e andare in bicicletta, niente di meglio che le piste ciclabili di Hudson River Park, il parco che corre lungo il waterfront dell’Hudson River. Nei mesi più caldi, il Pier 45 all’altezza di Christopher Street si trasforma in una “spiaggia urbana”, con ampi spazi verdi aperti per rilassarsi al sole, ammirando vedute mozzafiato sulla città.
Shopping.
Tantissimi i negozi dove sbizzarrirsi con lo shopping. Dalle boutique su Bleeker Street e Christopher Street (come James Perse, Cynthia Rowley, Brunello Cucinelli e Rag&Bone) ai tesori nascosti, come l’unico negozio Monocole di New York City, situato su Hudson Street, la libreria Three Lives & Company su West 10th Street, la cartoleria Greenwich Letterpress e il negozio di giocattoli e parrucchiere Doodle Doo’s su Christopher Street.  
Ristoranti.
Quando si pensa all’appuntamento perfetto a New York City, non c’è posto più romantico del West Village. La scelta è ampia: dai ristoranti accoglienti come Buvette, a quelli non convenzionali come lo speakeasy Hudson Clearwater o il Decoy (vicino al RedFarm, celebre per i suoi dim sum), a quelli più noti come gli italiani Morandi di Keith McNally e Ristorante Rafaele fino a Spotted Pig di April Bloomfield. Per una cena più casual e hamburger deliziosi, da provare Westville o Corner Bistro. A breve aprirà, inoltre, Commerce Sweet Shop su Bedford Street, del rinomato chef Harold Moore.
Gli amanti del formaggio non perderanno Murray’s Cheese su Bleecker Street. Per gustare dessert deliziosi ci sono Big Gay Ice Cream all’angolo fra Grove Street e Seventh Avenue South, Magnolia Bakery, reso celebre da Sex and the City, a Bleecker Street e West 11th Street, e Li-Lac Chocolates su Eighth Avenue e Jane Street. Da provare, inoltre, i croissant alle mandorle, le brioche e le quiche di Patisserie Claude su West 4th Street fra Sixth e Seventh Avenue, mentre per un buon caffè, The Elk, Joe o Jack’s Stir Brew.
Vita Notturna
Smalls Jazz Club è un locale intimo dall’atmosfera elettrizzante, amato dagli appassionati di musica jazz e non solo. Da provare anche il Village Vanguard, soprannominato “Carnegie Hall di Jazz”. Per una serata a teatro, Lucille Lortel Theatre su Christopher Street, Cherry Lane Theatre su Commerce Street (dove è in scena al momento Collin Quinn The New York Story, diretto da Jerry Seinfeld) o Bank Street Theatre, sede della Labyrinth Theatre Company su Bank Street.
Nel West Village si trovano alcuni dei migliori gay bar della città come Julius’, il bar aperto da più tempo nel quartiere, Pieces (per gli amanti del karaoke), The Duplex, The Monster, Stonewall Inn (per giocare a biliardo o godersi uno spettacolo di Drag Queen) e il piano bar Marie’s Crisis. Henrietta Hudson è uno dei primi bar per lesbiche, mentre più a nord vi è anche The Cubbyhole. Per chi cerca un ambiente particolare per cenare o per un drink, da provare lo spakeasy Employees Only, un bar nascosto in stile epoca del Proibizionismo, situato dietro a un negozio di libri sul paranormale. 
NYCGO Insider Guides
New York City si compone di cinque distretti: the Bronx, Brooklyn, Manhattan, Queens e Staten Island. NYCGO Insider Guides, l’evoluzione dell’iniziativa di successo Neighborhood x Neighborhood lanciata a marzo 2013, presenta ogni mese un nuovo quartiere attraverso video documentari e contenuti editoriali che portano i newyorkesi e i visitatori dietro le scene.

Commenti